Annunci

Salvatore Veltri, dopo oltre cinque lustri al comando della Stazione Talenti, oramai in congedo, inizia la sua nuova vita salutandola con allegria

16 Ott

(vedi qui le foto dell’evento)

Recentemente congedatosi dopo una carriera quarantennale e oltre cinque lustri al comando della Stazione Talenti dei Carabinieri, il luogotenente Salvatore Veltri ha voluto salutare la sua nuova vita insieme a parenti, amici e alle personalità del mondo economico e politico del Municipio che ha avuto modo di incontrare lungo il suo percorso. Lo scorso 9 ottobre, in un noto locale della via Nomentana, attorno al Comandante – come è ormai universalmente nominato e conosciuto – recentemente nominato consulente per la sicurezza del presidente Cristiano Bonelli –  si è così riunito il fior da fiore della Monte Sacro che conta: imprenditori di successo con in testa il presidente della locale Associazione Commercio, Massimiliano De Toma e esponenti politici delle attuali maggioranza e opposizione, oltre a Bonelli c’erano anche i consiglieri Petrella, De Napoli, Ripanucci, Dionisi  nonché Claudio Maria Ricozzi, Vincenzo Iavarone e altre varie vecchie glorie di Monte Rocchetta, impossibile individuarli tutti con nome e cognome rimanendo discreti, come l’atmosfera festosa vuole. Per la stampa locale erano presenti Di Roma, L’attualità e la voce del Municipio. Tutti gli amici hanno voluto ancora una volta attestare al festeggiato la propria stima e amicizia, simboleggiate da un elegante cronometro meccanico da polso che il dottor Veltri ha dimostrato di apprezzare indossando immediatamente. La serata è stata inoltre allietata da una simpatica performance artistica dello stesso luogotenente Veltri che ha rispolverato due passioni evidentemente mai sopìte, quelle per il canto e per l’illusionismo. Ulteriore dimostrazione di una attitudine rimasta nell’ombra dell’impegno istituzionale è venuta al momento del commiato quando ognuno degli invitati ha ricevuto in omaggio la riproduzione in scala ridotta di un quadro dipinto anni or sono dal Comandante il cui originale era ben noto a chi andava a trovarlo nel suo ufficio, raffigurante la piovra del crimine che estende i suoi tentacoli verso la società e una bandoliera della benemerita che la contiene e ne impedisce il proliferare.

Alessandro Pino

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: