Archivio | magazzino RSS feed for this section
Immagine

San Giovanni: preso mentre incendia i cassonetti, le fiamme danneggiano le auto in sosta | di Alessandro Pino

24 Gen

[ROMA] Un sessantenne senza fissa dimora e con precedenti è stato arrestato la notte del 24 gennaio dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma in zona San Giovanni con l’accusa di danneggiamento a seguito di incendio. I militari sono intervenuti in via Boiardo trovando l’uomo mentre stava incendiando un cassonetto dei rifiuti con un accendino, subito dopo averne già incendiato un altro. Le fiamme hanno danneggiato anche le auto parcheggiate nelle immediate vicinanze e sono state domate dai Vigili del Fuoco.
Alessandro Pino

Immagine

Scarica l’ultimo numero della Voce del Municipio. E’ gratis

5 Gen

Quasi un anno di Emergenza Covid: non c’è aspetto delle nostre vite che non ne sia rimasto influenzato. Dalle feste, alla scuola, ai viaggi che non ci sono stati ma si sognano, alla cultura, al lavoro. Continuiamo imperterriti a scrivere La Voce del Municipio, tra mille difficoltà, per passione, per tigna, per darla vinta al Virus. Voi continuate a leggerci.

Hanno scritto per voi – in rigoroso ordine alfabetico: Luciana Miocchi, Raffaella Paolessi, Alessandro Pino, Eleonora Sandro, Matteo Severi.

LM

Immagine

Finalmente è arrivata la fontanella nell’area cani del parco Nobile a Settebagni – di Luciana Miocchi

29 Dic

È stata istallata la fontanella a servizio dell’area cani nel parco Umberto Nobile a Settebagni, per la quale si sono resi necessari i lavori di allacciamento alla rete idrica che furono realizzati in primavera. Il “nasone” fa parte del gruppo dei nuovi tredici programmati e voluti dal III Municipio.

Ora l’area cani, utilizzatissima, puó definirsi attrezzata. La mancanza di acqua corrente, infatti, si poneva come punto di maggior frizione tra alcuni conduttori dei cani e il resto dei fruitori del parco, perché i primi solevano condurre i propri animali fuori dall’area dedicata, per utilizzare la fontana che si trova nel pieno dell’area giochi, fatto questo non consentito dal regolamento delle aree verdi, parchi e giardini del Comune di Roma. Si attende ora il rinnovo della segnaletica apposita, come richiesto varie volte dal CdQ, per porre fine definitivamente alla diatriba con chi ignora i divieti perché non ne trova traccia sul posto.

Luciana Miocchi

Immagine

Termini: strappa il cellulare a un passante, arrestato | di Alessandro Pino

28 Dic

[ROMA] Ha strappato il cellulare dalle mani di un uomo diretto verso la stazione Termini, fuggendo a piedi: per questo un ventinovenne gambiano è stato arrestato dai Carabinieri. Lo straniero, senza fissa dimora e con precedenti, dopo il furto con strappo era stato inseguito dalla vittima che ha richiamato l’attenzione di una pattuglia di militari dell’Arma in transito nella adiacente via Giolitti. I Carabinieri hanno bloccato il delinquente recuperando il telefono e restituendolo alla vittima.
Alessandro Pino

Immagine

Tiburtina e Termini: il Raggruppamento Operativo Emergenze porta assistenza ai clochard | di Alessandro Pino

23 Dic

[ROMA] Il Raggruppamento Operativo Emergenze Protezione Civile- Onlus basata nel quartiere di Castel Giubileo- in collaborazione con il Dipartimento Politiche Sociali di Roma Capitale, come negli scorsi anni alla abituale attività quotidiana per le persone più bisognose ed emarginate, nel periodo delle festività natalizie ha aggiunto un ulteriore sostegno per i senza fissa dimora che fanno delle stazioni ferroviarie della Capitale il loro tetto. La sera del 22 dicembre in particolare sono stati distribuiti duecentocinquanta cestini con generi di prima necessità nelle stazioni di Roma Termini e Roma Tiburtina, quelle con la più alta concentrazione di persone in evidenti condizioni di barbonaggio.

<L’evento ha riscontrato notevole successo- ha dichiarato il Presidente del ROE Protezione Civile Giovan Battista Cicchetti Marchegiani- abbiamo ricevuto anche la visita del Direttore Dipartimento Politiche Sociali di Roma Capitale,Giovanni Serra>.

Alessandro Pino

Immagine

Distribuiti panettoni e coperte dell’iniziativa “una coperta per Natale” – di Luciana Miocchi

22 Dic

Nella notte tra il 21 e il 22 dicembre la terza edizione dell’iniziativa “una coperta per Natale” – nata da un’idea di Manuel Bartolomeo, già consigliere del III Municipio – è giunta a termine, consegnando, tramite i volontari della “Protezione Civile Soccorso Roma” e di altri cittadini coinvolti nell’organizzazione, coperte e panettoni raccolti presso il punto di incontro, quest’anno fissato presso l’attività di ristorazione “Semplice” di via A. Bettini a Monte Sacro, agli homeless incontrati a Borgo Pio, alla Stazione Ostiense, a Termini, a piazza San Giovanni e a San Pietro. Quest’anno le cose sono state complicate anche dalle restrizioni imposte dal Covid ma nonostante ciò, adottando tutte le misure idonee di protezione e di distanziamento, l’operazione è giunta a compimento in grande serenità. Le coperte raccolte, moltissime nuove, sono state sanificate e quelle che non potevano essere distribuite alle persone per i più disparati motivi, sono state destinate al rifugio “Code Felici” di via di Settebagni, a cui verranno consegnate nei prossimi giorni. Dice Bartolomeo «ci tengo a fare un ringraziamento speciale a chi ha contribuito fattivamente alla realizzazione di questa tre giorni di solidarietà».

LM

Immagine

Una bella iniziativa giunta al secondo anno: doni ai bimbi ricoverati a Natale – di Luciana Miocchi

14 Dic

La forza e la costanza di una mamma del III Municipio, sempre in prima linea nell’organizzare iniziative a favore dei bambini in difficoltà, porta anche quest’anno doni ai piccoli ricoverati dell’Umberto I e a una casa famiglia del Municipio.

Dice Ilaria Tamantini: «Anche quest’anno, nonostante la pandemia da covid-19,sono riuscita a trovare un accordo con dei reparti ospedalieri del policlinico Umberto primo di Roma, con la sede distaccata di neuropsichiatria infantile sita in via dei sabelli e con una casa famiglia sita a Montesacro che si occupa anche dei bambini di Scampia, per la distribuzione di doni per i bambini ricoverati per Natale. La mia iniziativa nasce dall’esperienza personale di tanti ricoveri avuti per mio figlio, durante i quali è cresciuta in me la volontà di regalare un momento di magia ai piccoli guerrieri e donare loro un sorriso. Mi occupo regolarmente di famiglie con bambini speciali, a cui, tramite un pool di avvocati che hanno messo a disposizione la propria professionalità, offriamo supporto legale gratuito per far rispettare alle istituzioni i loro diritti, troppo spesso calpestati. Ma torniamo al Natale. Chi volesse aderire può acquistare un dono(Babbo Natale fabbrica regali con l’aiuto dei suoi elfi! Quindi il prodotto deve essere nuovo; sono ben accetti giochi di società, peluche, libri, puzzle, bambole, costruzioni morbide e tutto ciò che la vostra fantasia propone! Una volta acquistato il dono potete incartare il regalo scrivendo sopra di cosa si tratta (in piccolo) oppure chiudere con carta trasparente e un bel fiocco (questo mi aiuterà nella distribuzione).

Questi doni devono essere consegnati direttamente a me entro il 19 dicembre 2020, in modo che possa poi portarli a destinazione il 21 dicembre. Potete contattarmi al numero 3294833484 per concordare la consegna. Ovviamente sarete aggiornati passo passo sulle date e sulle modalità di distribuzione».

Luciana Miocchi

Immagine

Spaccio ai Castelli: sei arresti, ci sono anche due indagati per l’omicidio di Willy – di Alessandro Pino

9 Dic

[ROMA] Sei persone ritenute responsabili a vario titolo di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti e tentata estorsione stanno venendo raggiunte in queste ore da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere eseguita dai Carabinieri ed emessa emessa dal GIP presso il Tribunale di Velletri su richiesta della locale Procura della Repubblica.
Tra queste ci sono anche due fratelli, attualmente detenuti in carcere poiché indagati per l’omicidio del giovane Willy Duarte Montero, avvenuto a Colleferro lo scorso 6 settembre. Le indagini hanno portato alla luce l’esistenza di un sodalizio dedito allo spaccio di stupefacenti nell’area di Velletri, Lariano, Artena e nei comuni limitrofi, che ricorreva abitualmente ad azioni violente e minacce per intimorire i drogati indebitatisi e obbligarli a pagare la droga acquistata.
Alessandro Pino

(Foto Comando Provinciale Carabinieri Roma)

Immagine

Un intero quartiere senza internet. Ma tornerà entro il dieci.. – di Luciana Miocchi

6 Dic
No signal

Da più di ventiquattro ore niente internet nel quartiere di Settebagni. La fibra non funziona per nessun gestore di telefonia, niente da tim, da Vodafone, wind3, Fastweb. All’inizio sembrava un guasto a macchia di leopardo poi, man mano che si entrava nel pieno delle attività della mattinata si è capito che il down era generalizzato. Valanghe di segnalazioni e di sfoghi sui social, almeno fino a quando non ha cominciato ad andare in sofferenza anche la rete internet da mobile, per i troppi accessi simultanei. L’emergenza covid ha infatti moltiplicato l’esigenza di collegamento in rete e dato impulso alla necessità di avere il servizio sempre funzionante, sia per il telelavoro che per la didattica a distanza, per non parlare dei pagamenti elettronici e il ritiro del contante presso i bancomat. E infatti le prime ripercussioni ci sono state già nel pomeriggio di sabato, con i commercianti costretti a dover avvertire i clienti che non avevano linea e non potevano accettare carte e bancomat, situazione invariata anche domenica, con i terminali bancomat fuori servizi e l’impossibilità di servirsi nel quartiere.

Non funziona praticamente nulla che abbia a che fare con la rete. Stesse drammatiche condizioni per le caserme di polizia e carabinieri, costretti a tornare all’antica e a funzionare in maniera rallentata.

Pare che il problema non sia del singolo gestore ma che si tratti di un guasto di rete, esteso e individuato. Che purtroppo ci sia di mezzo un fine settimana e il ponte del’Immacolata, operai a ranghi ridotti, qualche giorno di ferie e qualcuno in malattia.

Cosa succederà lunedi, con la ripresa dell’attività lavorativa di uffici e negozi, con le richieste dovute al telelavoro – che spesso è organizzato su turni anche festivi – e a quello in presenza, con la ripresa della dad per le scuole che non hanno deciso per il ponte dell’immacolata, con le lezioni dell’Università. Con gli anziani che vivono da soli e si servono dei servizi in rete?

La situazione è considerata drammatica, visto che i servizi clienti delle società di telefonia prevedono una ripresa del servizio per il dieci dicembre.

Un colpo al cuore dell’economia dei negozi di quartiere, che privati della moneta elettronica vedono i clienti partire per altri lidi, in quanto non si possono fare prelevamenti di contanti e a quel punto, trasferirsi per prelevare, tanto vale comprare altrove.

La situazione è drammatica perchè le accresciute esigenze fanno ripiegare tutti sul collegamento da mobile, che inevitabilmente risulta rallentato e impossibilitato a fornire il tutto traffico di dati necessario ai collegamenti video della dad, della visione streaming e al flusso dei dati del telelavoro.

La situazione è inquietante perché le forze dell’ordine si ritrovano a dover operare con mezzi alternativi da museo.

Senza contare che dall’otto dicembre parte l’operazione Cash back di Natale, che restituisce, per il tramite dell’agenzia delle entrate, il 10% dell’importo speso elettronicamente. Un’altra opportunità persa per i commercianti e i clienti del quartiere, in uno dei momenti più delicati dell’intera umanità. Può tutto questo durare altri quattro giorni, salvo e&o ?

Luciana Miocchi

Immagine

Prati Fiscali: segati via (per errore?) i “tronchi scolpiti” – di Alessandro Pino

1 Dic

[ROMA] Erano diventati quasi una attrazione che richiamava curiosi da tutta la città, oltre che il simbolo della riqualificazione di via Dei Prati Fiscali: i tronchi scolpiti da Andrea Gandini, ricavati dal fusto di alberi ormai defunti, non ci sono più. Sono stati segati alla base e portati via, probabilmente per errore, da operai a quanto pare per conto del Comune. Le caratteristiche sculture naturali ricavate nei tronchi, raffiguranti simboli della romanità (come il Colosseo o la Bocca della Verità) sono state rimosse come fossero tronchi rinsecchiti qualunque. <Je suis desolée – è l’amaro e laconico commento di Farshad Shahabadi, l’imprenditore di Zarineh Tappeti che con la sua associazione The Sign Of Rome aveva commissionato le sculture – è come combattere con i mulini a vento>. Monsieur Farshad non era presente al momento dello sconsiderato taglio <altrimenti li avrei almeno presi e tenuti da parte>.

Alessandro Pino

Immagine

Il Cdq Settebagni recupera una panchina al Parco Nobile scegliendo di lanciare un messaggio sociale – di Luciana Miocchi

29 Nov

Domenica 29 novembre, armati di buona volontà e sperando nella clemenza del tempo, dopo aver chiesto le autorizzazioni del caso – ebbene si, anche per fare interventi di manutenzione con il volontariato, serve – un gruppo di volontari del Cdq Settebagni ha recuperato una panchina completamente distrutta nel primo emisfero del vialetto del parco Nobile, cogliendo l’occasione per dedicarla alla sensibilizzazione per la lotta alla violenza sulle donne, la cui giornata è caduta il 25 novembre.

La preparazione del lavoro è iniziato qualche giorno prima, con la pittura delle stecche ricevute, per interessamento dell’assessore municipale Francesco Pieroni, dal servizio giardini del III Municipio. Portate poi sul posto, si è trattato di rimuvere ciò che rimaneva delle stecche marcite dagli anni trascorsi e collocare in posizione quelle nuove, in un gioco ad incastro tenuto insieme dai fianchi di ghisa e dai bulloni e dai tiranti, reso possibile solo dal lavoro di squadra e..dalle mascherine. Si perchè a complicare il tutto, le misure di contenimento del Covid che hanno costretto i partecipanti a diverse acrobazie per non ritrovarsi troppo spalla a spalla.

LM

Immagine

Addio a Dave Prowse, l’autentico Lord Fener di “Guerre Stellari” – di Alessandro Pino

29 Nov

Per i fan della serie di “Guerre Stellari” era un mito, avendo vestito il costume di Lord Darth Fener (Vader, in lingua originale) nelle prime tre pellicole, quelle originali, quelle da cui iniziò tutto: all’età di 85 anni è mancato l’attore britannico Dave Prowse, in gioventù sollevatore di pesi e culturista, il classico “forzuto” dei film di una volta. Ne ha dato notizia il suo agente. Prowse da molti anni aveva subíto una sorta di ostracismo da parte della produzione ufficiale, sembrerebbe per screzi risalenti all’epoca della lavorazione dei tre film in cui apparve. A quanto pare, non apprezzó il fatto di essere doppiato da James Earl Jones anche se in Rete si trovano le riprese originali in cui si sente la sua voce recitare le battute di Lord Fener. Sembra anche che avesse rivelato anticipazioni sulla trama, suscitando la riprovazione di George Lucas. Per questo non veniva invitato agli eventi ufficiali legati alla serie ma ai fan questo non importava: anche se altri hanno indossato a vario titolo il costume con il casco nero e i comandi del respiratore illuminati, Lord Fener o Lord Vader sarà sempre e solo lui.

Alessandro Pino

Immagine

Talenti: due spacciatori in manette – di Alessandro Pino

29 Nov

[ROMA] Due spacciatori sono stati arrestati dai poliziotti del III Distretto Fidene-Serpentara dopo essere stati sorpresi a vendere cocaina nei pressi di via Ugo Ojetti a Talenti. I due, romani rispettivamente di 42 e 19 anni, si trovavano a bordo di un’auto. Una trentina le dosi di droga sequestrate ai pusher oltre ad alcune centinaia di euro.

Alessandro Pino

(Foto Questura di Roma)

Immagine

Diciannove anni dal disastro di via Ventotene – di Alessandro Pino

27 Nov

[ROMA] Sono trascorsi diciannove anni dalla apocalittica mattina del 27 novembre 2001 in cui una esplosione dovuta a una fuga di gas devastò via Ventotene a Val Melaina, portando morte e distruzione: otto persone tra cui quattro Vigili del Fuoco persero la vita, molte famiglie trascorsero diverse settimane fuori casa. Questa mattina il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Roma, il Comune di Roma e il Terzo Municipio della Capitale hanno hanno commemorato le vittime del disastro.
Sono state deposte due corone floreali in memoria delle vittime in prossimità della targa commemorativa e una corona d’alloro presso il monumento commemorativo nel largo antistante via Scarpanto, simbolo dei Vigili del Fuoco caduti in quella tragica mattinata.
Presente alla cerimonia il presidente della Assemblea Capitolina, Marcello De Vito, il presidente del Terzo Municipio Giovanni Caudo e funzionari dei Vigili del Fuoco con una rappresentanza schierata. In veste di giornalista anche il Luogotenente dei Carabinieri Salvatore Veltri, oggi in congedo, all’epoca Comandante della Stazione Roma Talenti, tra i primissimi ad accorrere sul posto al momento dell’esplosione.

Alessandro Pino

(Foto Comando Provinciale Vigili del Fuoco Roma)

Immagine

Porta di Roma: scoperto a rubare dà una gomitata in faccia all’addetto alla vigilanza- di Alessandro Pino

18 Nov

[ROMA] Un romeno quarantatreenne è stato arrestato dai poliziotti del III Distretto Fidene Serpentara per rapina: lo straniero
era stato fermato dalla vigilanza della galleria commerciale Porta di Roma dopo essere stato visto nascondere in una borsa della merce asportata da una cartoleria. Per tutta risposta aveva colpito con una gomitata in faccia l’addetto alla sicurezza che però è riuscito a bloccarlo. Dalla perquisizione compiuta dai poliziotti è saltata fuori merce rubata anche in altri negozi per un valore di quasi trecento euro.
Alessandro Pino

(Foto Questura di Roma)

.

Immagine

Ostia: nascondeva la droga nella porta di casa – di Alessandro Pino

17 Nov

[ROMA] Un pusher diciannovenne è stato arrestato dai Carabinieri in viale del Sommergibile a Ostia Lido nella serata del 16 novembre. I militari avevano notato un movimento di persone tra cui noti tossicodipendenti nei pressi di una abitazione il cui ingresso era munito di un sistema di videosorveglianza e al momento opportuno hanno fatto irruzione. Notando una modifica apportata al portone di ingresso, hanno scoperto che al suo interno era stata ricavata una intercapedine chiusa con calamite. Dentro il vano segreto c’erano sette bustine contenenti circa cinquanta grammi di cocaina e dieci di hashish oltre a una busta con quasi mille euro in contanti.
Alessandro Pino

(Foto Comando Provinciale Carabinieri Roma)

Immagine

Fidene: trovato ordigno bellico vicino ai binari, disagi alla circolazione dei treni- di Alessandro Pino

11 Nov

[ROMA] Pesanti disagi per i passeggeri della linea ferroviaria che collega Orte con l’aeroporto di Fiumicino- e che attraversa il municipi Terzo e Secondo- si sono avuti nel pomeriggio dell’undici novembre in seguito al ritrovamento nei pressi dei binari di una bomba, probabilmente risalente al secondo conflitto mondiale. Durante gli accertamenti da parte delle Forze dell’Ordine, durati alcune ore a partire da poco prima delle sedici, sono state soppresse le fermate Fidene, Nuovo Salario e Roma Nomentana. La circolazione dei treni ha iniziato a tornare gradualmente alla normalità poco dopo le diciotto.
Alessandro Pino

Immagine

Monte Sacro: donna aggredita da tre malviventi a piazza Vulture- di Alessandro Pino

9 Nov

[ROMA] Una vicenda di criminalità di strada a dir poco inquietante quella riferita tramite social da una residente di Monte Sacro: nel suo intervento la ragazza ha dato conto di una violenta aggressione subìta la sera del 7 novembre in piazza Vulture (sopra la Nomentana nei pressi di piazza Sempione) a opera di tre individui. Secondo quanto riferito i tre malviventi, a quanto sembra intenti a forzare una abitazione sulla piazza, vedendola uscire dallo stesso cancello della casa presa di mira l’hanno aggredita usando anche un arnese descritto come simile a una falce o una scure, forse temendo di essere stati riconosciuti in quanto incrociati dalla vittima in un negozio poco prima; la donna si è sottratta all’aggressione rifugiandosi di corsa nella macchina di una persona che la attendeva e a quel punto anche il veicolo è stato colpito ripetutamente prima di poter fuggire.
Alessandro Pino

Immagine

Un Teatro “Gigi Proietti” al Tufello? C’è chi ci crede già – di Luciana Miocchi

7 Nov
il murales apparso sul muro della palazzina di via Capraia dove c’era l’appartamento della famiglia proietti negli anni cinquanta

Nel giorno dei funerali di Gigi Proietti, nonostante dal Campidoglio sia già arrivata la notizia che il Globe Theatre a Villa Borghese verrà intitolata al grande attore, è giunta una nota di Riccardo Corbucci, coordinatore della segreteria romana del Pd ed ex assessore alla scuola del III Municipio, con la quale si manifesta la proposta di costruire un nuovo teatro a suo nome, nel cuore del Tufello, quartiere dove l’artista è vissuto tutta l’infanzia e la prima adolescenza. Quello di un teatro di proprietà totalmente pubblica è un vecchio sogno, accarezzato da molti amministratori nel corso degli anni ma fino ad ora non ha mai trovato le condizioni perché diventi realtà. Chissà, forse ora sotto la spinta emotiva potrebbe anche avverarsi ma la duplicazione sembra un po’ utopistica.

Corbucci, la Sindaca Raggi ha appena annunciato che il Globe Theatre verrà intitolato a Proietti, come potrebbe esistere un altro Teatro Proietti a Roma?

L’intitolazione del Globe  è un atto dovuto, giusto, perché come ha ricordato oggi nel giorno dei funerali, Walter Veltroni, era il suo teatro, lo aveva fortemente voluto. Va benissimo il Teatro, come ha proposto la Raggi, o fare un grande murales al Tufello come annunciato dalla regione Lazio e dall’assessore Valeriani, ben vengano queste iniziative. Dopo di che per Roma bisogna pensare in grande ed è necessario ricordare la figura di un maestro come Gigi Proietti con un’opera nuova e io credo che costruire un Teatro al Tufello, che è il quartiere dove ha vissuto da bambino, sia non soltanto un modo per ricordare la sua provenienza ma anche per tramandare una lezione importante, che è quella di portare la cultura in tutti i quartieri di Roma. Proietti è stato un artista popolare e consentire ai cittadini del terzo Municipio di avere un Teatro che lo ricordi significa continuare a promuovere in ogni luogo spazi dedicati a tutti i futuri Proietti della nostra città.

Ha già un’idea di dove farlo nascere?

La prima persona che ho coinvolto su questa proposta è il presidente del III Municipio, Giovanni Caudo, persona sensibile su questi temi. Ci sono diverse aree tra via Monte Massico e via Monte Resegone che potrebbero andare bene, sicuramente ci vorrà qualche anno ma noi siamo persone testarde che quando si mettono in testa un obiettivo non lo mollano.

Luciana Miocchi

Immagine

L’omaggio a Gigi Proietti della Polizia di Roma Capitale- di Alessandro Pino

5 Nov

[ROMA] Chi ha seguito la diretta televisiva dei funerali di Gigi Proietti, celebrati nella Capitale la mattina del 5 novembre, avrà senz’altro notato che l’autofunebre con il feretro del grande attore è stata scortata nel percorso tra le strade del centro da numerosi motociclisti delle forze dell’ordine, ma particolarmente imponente è stata la presenza della Polizia Locale di Roma Capitale. Inevitabile pensare a Proietti vestito da vigile urbano nella famosa scena del “whisky maschio senza rischio” in “Febbre da Cavallo”. Molti anni dopo Proietti tornò a vestire quell’uniforme in uno spot (vero quella volta) sulla sicurezza stradale facendo una simpatica parodia di sé stesso nella scena diventata nel frattempo un fenomeno di culto. Con un post diffuso via social il Corpo della Polizia Locale di Roma Capitale ha reso omaggio a Proietti: “E’ stato un grande onore scortare il tuo feretro e accompagnarti nel tuo ultimo viaggio- si legge nel post– convinti del fatto che, quello che hai lasciato in tutti noi rimanga in eterno”.

Alessandro Pino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: