Archivio | magazzino RSS feed for this section
Immagine

Truffe agli anziani alla Balduina: incontro in parrocchia con la Polizia

23 Gen

[ROMA] Prosegue la campagna di sensibilizzazione per la sicurezza degli anziani— sempre più spesso vittime di truffe organizzate da delinquenti feroci e senza scrupoli- organizzata dalla Questura di Roma in modo capillare sul territorio della Capitale e della provincia.

Tra gli incontri più recenti quello realizzato alla Balduina in collaborazione con il Commissariato Monte Mario presso la parrocchia San Pio X: ai partecipanti sono stati spiegati i trucchi più comuni che i truffatori usano per conquistare la fiducia delle persone meno giovani e rubare loro soldi e oggetti preziosi.

Gli agenti hanno evidenziato l’importanza di chiamare il 112 in caso di bisogno, rinnovando l’invito a contattare le Forze dell’Ordine specialmente se si viene per avvicinati da estranei che avanzano richieste di denaro.

É stata inoltre illustrata la applicazione
YouPol ed è stato distribuito materiale informativo cartaceo studiato e realizzato dagli specialisti della Questura di Roma.
A cura di Alessandro Pino

(Foto Questura di Roma)

Immagine

Operazione antidroga al Tufello: 14 arresti

10 Gen

[ROMA] É di quattordici arrestati il bilancio di un’operazione antidroga della Polizia che ha interrotto un traffico di hashish, marijuana e cocaina al Tufello.

Le indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Roma sono state svolte dagli agenti del III Distretto Fidene Serpentara sia in modalità tradizionali con pedinamenti e appostamenti sia con l’uso dei sistemi tecnico informatici, con la collaborazione della Squadra Mobile romana e di altri uffici mentre l’esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip è avvenuta anche con la collaborazione dell’Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico della Questura di Roma, del Reparto Prevenzione Crimine Lazio e del Distretto Casilino.

La droga arrivava ai consumatori in vari modi: uno degli indagati aveva organizzato un sistema di consegne a domicilio, un altro preferiva cedere lo stupefacente in luoghi diversi e stabiliti solo al momento dell’ordinazione telefonica. In alcuni casi la droga veniva custodita a persone ritenute insospettabili.

Nell’intero arco delle indagini sono stati sequestrati più di un quintale di marijuana, circa 9 kg di hashish ed un chilo e mezzo di cocaina.

Per undici degli indagati è stata disposta la traduzione in carcere, uno è stato messo agli arresti domiciliari mentre altri due dovranno presentarsi giornalmente in un Ufficio di polizia.
A cura di Alessandro PINO

(Foto Questura di Roma)

Immagine

È morto Antonio Berardi, fondatore del “papero giallo” di via vaglia

6 Gen

Dopo una lunga malattia è venuto a mancare Antonio Berardi, storico imprenditore creatore più di quarant’anni fa del “Papero Giallo” di via vaglia, III Municipio di Romq Capitale

I funerali si terranno sabato 7 gennaio alle ore 10,30 nella parrocchia di San Frumenzio.

Redazione

Immagine

Papa (emerito) Ratzinger è morto

31 Dic

“Con dolore informo che il Papa Emerito, Benedetto XVI, è deceduto oggi alle ore 9:34, nel Monastero Mater Ecclesiae in Vaticano”.

Questo l’asciutto comunicato di Matteo Bruni, direttore della Sala stampa vaticana.

Le spoglie mortali di Ratzinger verranno esposte a partire dal 2 gennaio.

redazione

Immagine

Il piccolo Davide batte Golia: confermata in appello la sentenza contro la Ta.ri. per i servizi non erogati ai residenti di Settebagni. Ora si dovrà discutere come rimborsare gli utenti, con accredito o somma scalata in fattura

24 Dic
Il volantino del 2017

Ci sono voluti cinque anni, dalla prima raccolta di dati alla sentenza appena emessa. In pochi – rispetto ai cittadini colpiti dalle conseguenze della mancata raccolta – scommisero su una strada sperimentale e conosciuta più che altro in linea teorica, una trentina di residenti e il direttivo del Comitato di Quartiere dell’epoca che scelse di metterci la faccia, insieme all’associazione Don Chisciotte che ne propose l’idea. Un percorso lungo e niente affatto scontato, nemmeno dopo la prima vittoria in Commissione Tributaria, immediatamente impugnata da Roma Capitale. Il precedente infatti rischiava di rivelarsi troppo pericoloso, visti i disservizi in materia di gestione rifiuti della città eterna.

Ora rimane un’unica incognita, le modalità di esecuzione della sentenza, ovvero come si deciderà di ristorare i ricorrenti vincitori, se con un accredito o scalando gli importi in fattura. Le spese di lite sono state compensate: ognuno paga le sue, forse questa decisione non è una delle più eque tra quelle possibili ma il precedente è comunque di quelli destinati a cambiare l’approccio delle pubbliche amministrazioni.

La dichiarazione pervenuta dall’associazione Don Chisciotte: “l’abbiamo aspettata 5 anni, ma è finalmente arrivata, e proprio come un regalo dimostrando che non si può pretendere il pagamento per servizi pubblici non forniti, o forniti in maniera insufficiente, mettendo a rischio la salute pubblica. Questo è un importantissimo precedente per altri quartieri, per altri cittadini romani, che ci auguriamo venga accolto con la giusta attenzione. E’ anche un monito per le istituzioni della nostra città. La democrazia è lenta, ma giusta e arriva, prima o poi, a patto che come cittadini vigiliamo e ci facciamo sentire, sempre pacificamente e secondo le regole. L’associazione Don Chisciotte ringrazia i cittadini di Settebagni che hanno creduto in questa causa, aderendo e pazientando, il Comitato di quartiere di quegli anni per il supporto fondamentale, e tutti coloro che ci hanno sostenuto, incoraggiato e dato voce”.

Luiciana Miocchi

Immagine

Monte Sacro: preso con oltre 70 dosi di cocaina in auto

22 Dic

[ROMA] É stato trovato dalla Polizia a Monte Sacro con circa una settantina di involucri di cocaina nella sua auto: per questo un italiano trentottenne è stato arrestato.

Gli agenti del III Distretto Fidene Serpentara lo hanno fermato in via Monte Senario durante un servizio specifico di contrasto alla droga, mentre cedeva dosi di cocaina a un cliente.

La droga che aveva con sé arrivava a poco più di 61 grammi.
A cura di Alessandro PINO

(Foto Questura di Roma)

Immagine

Torna “Regaliamo un sorriso” raccolta di giocattoli nuovi per i bimbi in ospedale – di Luciana Miocchi

15 Dic

È giunta alla quarta edizione “Regaliamo un sorriso”, l’iniziativa di Ilaria Tamantini – mamma che ha vissuto molteplici ricoveri ospedalieri pediatrici – volta a portare giocattoli in dono ai piccoli pazienti ricoverati durante il periodo di Natale. Chi volesse aderire potrà portare un gioco nuovo – incartato con carta trasparente e fiocco oppure incartato con carta regalo tradizionale ma usando l’accortezza di segnalare in piccolo, in un angolo, il tipo di gioco e l’età di riferimento – il giorno 16 dicembre, dalle ore 8 alle 9,15 o dalle 13,30 alle 17 all’ingresso di via Seggiano della scuola Jean Piaget. Per ulteriori …informazioni: Ilaria Tamantini 329/48.33.484

Immagine

Il Parco Nobile ha bisogno di cure. Che forse arriveranno a breve – di Luciana Miocchi

30 Nov

Il parco delle panchine, era stato ribattezzato in maniera ironica, perchè all’inaugurazione se ne contavano ben quaranta, senza altro arredo urbano. Nel corso del tempo molte sono state divelte, si notano ancora i bulloni di ancoraggio per terra, qualcuna trasportata nell’area cani realizzata successivamente, qualcun altra è rimasta vittima di incidenti con il trattore che falcia l’erba, con i rottami rimasti in terra per mesi. Qualcuna è stata restaurata dai volontari: l’umidità però non concede scampo e anche quelle risistemate avranno bisogno di una mano di vernice a primavera per non perderle di nuovo.

Al momento tra le criticità da sistemare ci sono un buco abbastanza profondo, appianato in maniera artigianale da qualcuno, della larghezza di alcune betonelle e un grosso albero nell’area cani, corroso alla base e a rischio di crollo improvviso, specialmente in caso di pioggie battenti, che dato il periodo non sono poi cosi improbabili.

Il CdQ ha più volte richiesto interventi di manutenzione, compresa la realizzazione di una pista da bocce, in quanto nel quartiere hanno chiuso due bar abituale ritrovo di pensionati e non vi sono strutture pubbliche dove passare del tempo e nelle more delle decisioni dell’amministrazione, un gruppo di arzilli pensionati vi gioca comunque, immaginando, con tanta fantasia, un lembo di sabbia e partite interminabili.

Raggiunto telefonicamente, l’assessore del III Municipio Matteo Zocchi ha assicurato che l’intervento doveva essere già stato eseguito ma la rottura di un macchinario ha costretto a rinviare l’intervento, che presumibilmente avverrà nei prossimi giorni.

Luciana Miocchi

    Immagine

    Serpentara: contro le truffe agli anziani un incontro con la Polizia

    17 Nov

    [ROMA] Contro il dilagare delle truffe agli anziani- un crimine tanto odioso quanto purtroppo sempre più frequente – il 16 novembre gli agenti del III Distretto Fidene Serpentara hanno incontrato i cittadini più attempati presso il Centro Anziani Serpentara.

    I poliziotti hanno spiegato nel dettaglio le più comuni tecniche di persuasione che delinquenti senza scrupoli usano per carpire la fiducia delle persone meno giovani per portargli via soldi e oggetti di valore.

    Durante l’incontro è stato distribuito del materiale informativo (locandine e brochure) studiato e realizzato dagli specialisti della Questura di Roma; lo stesso materiale è stato distribuito nelle attività commerciali, parrocchie e farmacie del quartiere.
    A cura di Alessandro Pino

    Immagine

    Studentesse molestate sul bus per Ponte Mammolo, un arresto

    9 Nov

    [ROMA] É accusato di aver molestato pesantemente due studentesse romane su un autobus tra Tor Vergata e Ponte Mammolo: per questo un nigeriano trentunenne è stato arrestato dai Carabinieri in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Roma per il reato di violenza sessuale aggravata nei confronti di minori.

    Le vittime avevano presentato la denuncia a fine ottobre, riferendo che in due occasioni su un mezzo della linea 058 l’uomo- da loro descritto accuratamente- si era avvicinato con insistenza cercando di toccarle.

    Gli accertamenti svolti dai miiitari della Stazione di Roma Tor Bella Monaca hanno permesso di raccogliere gravi indizi di colpevolezza a carico dell’uomo, poi riconosciuto dalle ragazze. Il nigeriano è stato portato a Regina Coeli in custodia cautelare.
    A cura di Alessandro Pino

    Immagine

    “Coppie scoppiate” al Teatro degli Audaci dal 10 al 27 novembre

    6 Nov

    [ROMA] Al Teatro degli Audaci dal 10 al 27 novembre va in scena la commedia Coppie scoppiate” di Derek Benfield, diretta da Flavio De Paola, sul palco assieme a Gianluca delle Fontane, Serena Renzi, Ilario Crudetti, Antonio Coppola, Antonella Rebecchi e Valentina Mauro.

    È la storia di due coppie apparentemente normali che cercano di combattere la routine domestica con strampalati progetti di tradimento tra mezze verità e spudorate bugie.

    Il Teatro degli Audaci è in via Giuseppe de Santis, 29 (zona Porta di Roma). Per informazioni e prenotazioni telefonare allo 06 9437 6057.
    A cura di Alessandro Pino

    Immagine

    Christian Raimo, assessore alla cultura del III Municipio si dimette. Al suo posto arriva Luca Blasi, animatore di centri sociali come Astra e Leoncavallo – di Luciana Miocchi

    8 Ott

    Erano mesi che Christian Raimo, assessore alla cultura del III Municipio non si vedeva più a piazza Sempione. Voci di corridoio parlavano ora di malattia ora di dissapori in seno alla maggioranza. Durante il periodo estivo il toto nomi e le previsioni su quando Raimo si sarebbe dimesso hanno impazzato.

    A settembre il consigliere di lungo corso Fabrizio Bevilacqua, ex Lega ora al gruppo misto, aveva goliardicamente scritto il suo pronostico, l’aveva inserito in una busta chiusa e l’aveva sigillata ridendo, dichiarando che il nome era di quelli che mai ci si aspetterebbe di trovare dentro il sistema.   

    Nel pomeriggo del 7 settembre si è capito che il tanto atteso rimpasto era ormai cosa imminente: il nome che ormai circolava liberamente nei corridoi di piazza sempione, si è materializzato negli uffici della presidenza, dove è rimasto per diverse ore. Nel frattempo, Raimo, rimasto in silenzio per tutti questi mesi, ha rilasciato all’agenzia Dire e pubblicato sui sociali il seguente comunicato stampa:

    «(DIRE) Roma, 7 ott. – “Ho preso una piccola decisione. C’ho pensato molto, e alla fine ho pensato che fosse giusto dimettermi dal mio ruolo di assessore alla Cultura del Terzo Municipio. Non è una decisione affrettata, ne ho discusso a lungo con il presidente del municipio Paolo Marchionne e con tantissimi/e altri/e, che ringrazio”. Inizia così il post su Facebook con cui Christian Raimo annuncia l’intenzione di lasciare il suo incarico nella Giunta del Municipio III, con delega alla Cultura.    “La ragione è semplice: non riesco più a prendermi cura di questo compito come vorrei e come ho cercato davvero di fare per moltissimo tempo, ossia con una presenza e una dedizione piena, che è quella che serve quando si fa politica- continua Raimo nel post- per rispetto delle persone che lavorano con te ma soprattutto delle persone per cui a un certo punto diventi un riferimento, al di là dei voti e delle nomine. Non vuol dire che smetto di fare politica attiva, anzi. Ma ho pensato che voglio dedicarmi di più e meglio – una presenza e dedizione piena – all’impegno per chi ha meno possibilità, e vorrei farlo attraverso l’impegno nella scuola: insegnando tutti i giorni, scrivendo, organizzando, occupandomi come posso e quanto posso della politica e della riflessione educativa. Ce n’è bisogno ora, molto, mi sembra; ce ne è ancora più bisogno dopo il 25 settembre”. In quello che assomiglia anche a uno sfogo, sui social Raimo aggiunge: “Sono stati quattro anni bellissimi? Sì, sfiancanti e molto belli. Ho immaginato che si potesse fare politica in un municipio, da assessore alla Cultura, non semplicemente organizzando iniziative e preparando bandi, ma con un ideale di pedagogia pubblica permanente, dentro e fuori le istituzioni”.Per poi aggiungere: “Non è stato mai facile. Quello che soprattutto non funziona a Roma non è in carico alle persone di buona volontà, ma a una macchina amministrativa spesso incredibilmente sbalestrata, alle rendite di posizione di chi pensa che la politica sia un posto di lavoro che al tempo della disoccupazione al 15 per cento buttalo via, a chi non studia, agli arresi. Le idee migliori che mi sembra di aver avuto in questi anni mi sono venute leggendo, e quindi sono contento che quattro anni fa non c’erano il bibliopoint di Fidene, l’aula studio Giulio Regeni, e la biblioteca Troiano, e ora ci sono, sono luoghi vissuti e cresceranno. Non c’è una sola cosa che abbia fatto come assessore – è scontato dirlo – che abbia fatto da solo”.    Per Raimo “il il principale problema di Roma” non è “il traffico, i rifiuti, i cinghiali, o i topi, ma la ferocia contro i più deboli, per i quali il disastro amministrativo diventa non un tema di indignazione, ma letteralmente una questione di vita o di morte. Non esiste in questa città un allarme sicurezza, come invece tutti i giorni urlano le cronache dei quotidiani, ma esiste una spesso brutale arroganza da parte dei privati nei confronti del pubblico”. Quindi la conclusione: “Mi piacerebbe restituire l’esperienza di questi anni, anche pubblicamente, e ci saranno occasioni anche prossime, non solo per ringraziare, per immaginare insieme le cose nuove che si possono costruire. (Poi, certo ci sono le persone che mi hanno voluto bene e molto bene, non poche, rare, che credono in quella cosa semplice che è cambiare il mondo, a quelli/e va un ringraziamento sperticato; è veramente difficile stare vicino a chi fa politica in modo professionale e/o militante)”, chiude Raimo.»

    A quel punto era ormai davvero questione di poco. Infatti dopo poche ore è arrivata la velina del presidente del III MunicipioPaolo Marchionne:

    «(DIRE) Roma, 7 ott. – “Ringrazio sinceramente Christian Raimo che in questi anni ha saputo dare una nuova e forte autorevolezza alle proposte del Municipio, spendendosi per creare una rete territoriale innovativa e vitale. Sono certo che saprà continuare a darci un fondamentale contributo nei mesi che ci attendono”. Lo ha detto all’agenzia Dire il presidente del III Municipio di Roma, Paolo Marchionne. Ora, ha annunciato il minisindaco, “occorre rafforzare la coalizione politica che ha permesso di vincere lo scorso anno e insieme la nostra azione amministrativa, per questo ho chiesto a Luca Blasi di entrare a far parte della Giunta per occuparsi di politiche culturali e diritto all’abitare”.

    Il nome nella busta sigillata di Bevilacqua, per i curiosi, era proprio quello di Luca Blasi, detto Lucone, nome sconosciuto ai più ma famosissimo nell’ambiente dei movimenti sociali romani, animatore dei centri sociali Astra e Brancaleone.

    Ma in che modo, secondo quando dichiarato da Marchionne , la nomina del nuovo assessore ricompatta la maggioranza, con i consiglieri del Pd e di Sinistra civica e ecologista piuttosto irritati dalla presenza di tre assessori caudiani in giunta e solo due consiglieri in consiglio, al pari con gli assessori pd che invece di consiglieri ne hanno sei? Le solite voci riportano di un probabile tesseramento del Blasi con Sinistra Civica, che cosi verrebbe ad acquisire un assessorato, la quota caudiana viene comunque ridimensionata, portando quella PD in maggioranza, allargando il consenso tra i consiglieri di centro sinistra, il che consente al presidente di avere una certa tranquillità. Rimangono i malumori tra i consiglieri che aspiravano all’assessorato ma la consiliatura è ancora lunga..

    Immagine

    L’ares 118 di Settebagni sfrattata a Dicembre

    5 Ott

    Notizia giunta da pochissimo e a cui seguiranno aggiornamenti: l’ares 118 ha ricevuto la comunicazione di sfratto per la sede di salita della Marcigliana.

    Probabilmente per consentire i lavori di ristrutturazione annunciati qualche tempo fa

    Immagine

    Tufello: sventata truffa a un’anziana, arrestati due in trasferta

    27 Set

    [ROMA] É stata sventata dai Carabinieri una ennesima odiosa truffa ai danni di una persona anziana: é accaduto al Tufello nel pomeriggio del 26 settembre.

    Nel tranello dei malviventi stava per cadere una signora settantottenne che i militari della Stazione Roma Talenti, di pattuglia nella zona, hanno visto parlare con due individui sospetto tra via Monte Massico e via Monte Catinaccio, seduta in auto e tenendo in mano delle banconote.

    Quando i Carabinieri sono intervenuti la signora ha riferito che i due uomini le avevano fatto credere che il figlio doveva loro 1500 euro e che a pagarli doveva essere lei. Molto abili a farsi dare retta, hanno anche convinto la vittima a parlare con una persona al telefono che si spacciava per il figlio e la rassicurava, convincendola a salire a bordo dell’auto per andare a prelevare i soldi a un bancomat.

    «Mi hanno fermata per strada e mi hanno detto, signora, non ci riconosce? Siamo amici di suo figlio, ha detto che ci deve pagare lei»: così ha dichiarato l’anziana sai Carabinieri che hanno arrestato i due uomini, napoletani di 67 e 42 anni ora accusati di truffa. In attesa del processo, per loro è stato disposto il divieto di allontanamento dal comune di Napoli con obbligo di dimora e obbligo di permanenza in casa dalle 20 alle 6.
    A cura di Alessandro Pino

    Immagine

    Traumph: un open day per presentare il nuovo anno di attività del centro di formazione

    25 Set

    [ROMA] L’anno scolastico è ricominciato da un un paio di settimane e sono riprese con le attività anche al Traumph, centro di formazione con sede in piazza Belotti al Nuovo Salario attivo da oltre sette anni nel campo delle metodologie di studio e del supporto agli studenti.

    Due giornate di open day sono state dedicate per illustrare al pubblico il lavoro che viene svolto e i risultati ottenuti: ad accogliere i visitatori c’era naturalmente la fondatrice e amministratore unico di Traumph, Chiara Petragnani, affiancata dallo staff dei suoi collaboratori, quest’anno incrementato- contestualmente a un restyling dei locali- per venire incontro ancora meglio alle necessità degli iscritti e delle loro famiglie: una community in cui i successi e gli insuccessi vengono condivisi da tutto il gruppo.

    A parlare comunque sono i numeri: per quanto riguarda lo scorso anno scolastico, il 70 % degli studenti che hanno varcato la soglia di Traumph e che sono stati seguiti dai suoi tutor ha chiuso con soddisfazione, incluso il 15 % che ha avuto uno o due debiti da recuperare a settembre.

    Questo non con delle semplici ripetizioni- ma con un coaching tra tutor e studente, per aiutare i ragazzi a trovare il loro metodo di studio, partendo dallo svolgimento dei compiti e guidandoli per arrivare a una vera autonomia.

    «Traumph è una filosofia di vita» é la parola la d’ordine «perché il ragazzo e la ragazza che si accostano con il sorriso allo studio, saranno gli adulti che con il sorriso affronteranno la vita».

    Traumph si trova in piazza Bortolo Belotti, 43. Per informazioni si può scrivere a info@traumph.it o telefonare ai numeri 06 90235991 o 335 6331994. Gli orari della segreteria vanno dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 19 e il sabato dalle 10 alle 13.
    A cura di Alessandro Pino

    Immagine

    Natura strabordante sui marciapiedi di via Salaria – di Luciana Miocchi

    19 Set

    Il tratto di marciapiede che va dal capolinea del 135 all’edicola della madonna, in via Salaria a Settebagni, in entrambe le direzioni, a causa della presenza di terreni liberi da costruzioni e quindi coperti di verde, spesso rimane impraticabile a causa della rigogliosità della vegetazione.

    Complice anche una scarsa attività di spazzamento, diverse piantine nate spontaneamente tra le giunzioni dei blocchi di marmo di rifinitura, al capolinea, sono ormai diventate robusti arbusti, che con le loro radici prima o poi metteranno a rischio la stabilità dei blocchi stessi. Sotto il ponte dello scambio ferroviario, quello vicino al supermercato MD, per intenderci, una bellissima pianta strisciante ha ricoperto con un tappeto verde punteggiato da fiori blu un bel tratto di marciapiede. Certo le cartacce e le bottiglie disseminate un po’ ovunque stonano un po’, occorrerebbe un’opera di raccolta da parte di ama. O che nel quartiere si insediasse una squadra di plogging, ultima invenzione del mondo del fitness, che unisce l’attività all’aria aperta alla raccolta dei rifiuti in una gara tra compagini avversarie.

    La situazione del marciapiede all’angolo di via Piombino è poi peggiorata dalla gibbosità creata per l’ingresso precedente al supermercato, oramai eliminato e spostato di qualche metro: non è stato ripristinato lo stato dei luoghi precedenti, per cui una persona in carrozzella o un genitore con un passeggino sono costretti a scendere sulla sede stradale perchè è impossibile avanzare di un solo centimetro senza il rischio di vedere il mezzo ribaltarsi.

    Ma è il marciapiede che va da via piombino all’incrocio con il parco Nobile ad essere nelle condizioni peggiori: nel primo tratto le erbacce sono ancora poche, ma basta arrivare all’altezza con il fosso del consorzio di bonifica, ormai segnalato solo da alcuni parapedonali ormai sopraffatti dalla vegetazione, per essere costretti a scendere dallo stesso per proseguire sulla sede stradale.

    subito dopo il fosso, inizia la presenza di rovi ed arbusti, padroni incotrastati di quella che dovrebbe essere la sede destinata ai pedoni, che in questo tratto sono per lo piu anziani che si muovono a piedi da e per un servizio essenziale quale è il supermercato, spesso con un carrellino a seguito. Il terreno da cui fuoriesce tanta potenza vegetale è di proprietà comunale. Sembra che la ripulitura sia considerata opera di potatura, che in questo momento non è prevista. Nel frattempo, i pedoni in attesa che rovi e cespugli vengano tagliati o potati o ridimensionati, l’incrtezza su termine ora è d’obbligo, continuano a rischiare di essere investiti.

    Come se non bastasse, qualcuno ha pensato bene di utilizzare il terreno per trasformarlo in una discarica a cielo aperto di avanzi di materiali legnosi e plastici.

    vista di insieme del marciapiede parco Nobile – Via Piombino lato supermercato

    Ma anche il marciapiede che corre dal lato opposto, sotto l’argine di competenza di FS non è in condizioni migliori. Oltre un pezzo vistosamente avvallato dal parcheggio di mezzi pesanti, che spesso impediscono l’uso ai pedoni, in questo scorcio di fine estate, rifiuti abbandonati da tempo vengono occultati dal consueto verde straripante. Qua e là, pali della luce vistosamente corrosi dal tempo.

    Il viaggio prosegue tra la biodiversità che farebbe invidia a qualsiasi foresta equatoriale, fino ad arrivare al clou: un alberello che cresce direttamente nel tombino di scolo delle acque piovane, in piena curva, appena prima del ponte della ferrovia che da sul capolinea dei bus. Identificato tramite app botanica, l’arbusto risulta essere un giovane esemplare di albero del paradiso, che in condizioni ottimali arriva alla decina di metri. Inutile sperare che il freddo dell’inverno possa levarlo di mezzo: resiste a temperature di meno quindici gradi sotto zero..


    Immagine

    Due appuntamenti con Pasolini a Casal Bertone, S. Maria del Soccorso e Tiburtino III – 10 e 17 settembre

    31 Ago

    [ROMA] Tornano nel vivo gli eventi della manifestazione “Racconto di una vita da Corsaro. Pier Paolo Pasolini”, organizzata da DBG Management & Consulting e finanziata dal Municipio IV – Direzione Socio-Educativa: si comincia con due visite guidate attraverso il percorso di Pasolini nel territorio dell’attuale Quarto Municipio e le molteplici aree di pregio storico, archeologico e paesaggistico dei luoghi dove Ppp visse e lavorò.

    Sabato 10 settembre dalle ore 10:15 alle 12 circa si terrà una visita guidata gratuita nella zona di S.Maria Del Soccorso-Tiburtino III mentre sabato 17 settembre sarà la volta di Casal Bertone, con lo stesso orario. Le visite guidate saranno curate dal Professor Vittorio Maria De Bonis, brillante storico della letteratura e critico d’arte.
    Per informazioni scrivere a eventieculturaroma@gmail.com o telefonare allo 06 33250375.
    A cura di Alessandro Pino

    Immagine

    Prati Fiscali: fiamme in un appartamento, una persona anziana e due cani salvati dai Vigili del Fuoco

    25 Ago

    [ROMA] Paura in via Giuseppe Valmarana- tra Prati Fiscali e il Nuovo Salario- nella notte del 25 agosto: erano circa le due quando in un appartamento al secondo piano di una palazzina ha preso fuoco una lavasciuga.

    Due cani sono stati messi in salvo dai Vigili del Fuoco della Squadra 6/A del Distaccamento Nomentano, intervenuti con l’autoscala. É stata soccorsa anche una persona anziana con problemi respiratori abitante al piano di sopra e che è stata affidata ai sanitari.
    A cura di Alessandro Pino

    Immagine

    Serpentara: il vicino muore e loro occupano l’appartamento, in due verso il processo

    9 Ago

    [ROMA] Arriva dal quartiere della Serpentara una di quelle vicende che periodicamente rispuntano fuori in un certo ambiente romano degli alloggi di edilizia pubblica e che parlano di arrogante prepotenza, vigliacca sopraffazione, feroce mancanza di umanità, di gente che sta appizzata in agguato come squali in attesa di approfittare delle disgrazie di chi è debole e indifeso per portargli via tutto, approfittando di una normativa che è evidentemente inadeguata e troppo blanda e sapendo di avere poco da perdere.

    Ne dà notizia Il Messaggero di oggi: la richiesta di rinvio a giudizio nei confronti di una coppia abitante in un caseggiato di via Lablache, accusata di invasione di edifici e appropriazione indebita.

    Secondo l’accusa i due, alla notizia della morte del loro anziano dirimpettaio, avvenuta due anni fa, ne avevano avvicinato la sorella, recatasi nell’appartamento per raccogliere alcuni effetti.

    Offertisi di sorvegliare la casa proprio per evitare occupazioni abusive e furti, con quella scusa si erano fatti consegnare una copia delle chiavi della porta di ingresso ma una volta dentro avevano sostituito la serratura impossessandosi dell’appartamento e del suo contenuto: i mobili, i quadri, i libri appartenuti al defunto, rifiutandosi di consegnarli ai parenti. Ora, se il Gup accoglierà le richieste dell’accusa, per i due ci sarà il processo.
    A cura di Alessandro Pino

    Immagine

    Vasto incendio a San Polo dei Cavalieri

    16 Lug

    [SAN POLO DEI CAVALIERI-RM] Un vasto incendio di bosco e sterpaglie è divampato nel pomeriggio del 16 luglio nel comune di San Polo dei Cavalieri, a Nord Est della Capitale.

    Sul posto sono intervenute alcune squadre dei Vigili del Fuoco con una autobotte. A causa della vicinanza alle fiamme di alcune case in via Roma e via Liberata, per precauzione sono state evacuate le famiglie residenti. É stato chiesto anche il supporto di un elicottero nella parte maggiormente colpita dal rogo.
    A cura di Alessandro Pino

    (Foto Comando Provinciale Vigili del Fuoco Roma)

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: