Annunci
Archivio | magazzino RSS feed for this section
Immagine

Indovina cos’è

8 Feb

Concorso semi serio per introdurre un argomento sul quale non c’è nulla da scherzare..

Che cosa potrebbe essere?

Luciana Miocchi

Annunci
Immagine

Nuovo orario di segreteria per la caserma dei Carabinieri di Settebagni – di Luciana Miocchi

4 Feb

fb_img_15322539841615895141877350.jpg

La notizia che stessero per accadere gravi cose riguardo la sicurezza nel quartiere, specialmente in riferimento alla locale Stazione dei Carabinieri ha cominciato a girare di bocca in bocca, passando per i social ma nessuno sapeva dire qualcosa di più preciso. E’ bastato un accesso diretto per scoprire l’arcano: le disposizioni sono già operative, infatti da qualche giorno l’orario di apertura al pubblico degli uffici termina alle 16,30 e non più alle 22,00 per decisione del Comando territoriale.  A breve verranno cambiate anche le targhe che riporteranno le nuove modalità di accesso. Questo perché la Stazione di Settebagni è stata spostata di fascia – le caserme sono divise in tre fasce a seconda dell’orario di apertura-  dalla seconda alla prima, che ha appunto un orario che va dalle 8,30 alle 16,30. Ciò non significa assolutamente che la Caserma verrà chiusa, eventualità esclusa in maniera categorica, avendo un bacino di utenza e di competenza di venticinquemila persone, che va dai confini con il Comune di Monterotondo alla Flaminia a Cinquina ma che verrà liberato un milite dal servizio di segreteria da aggiungere a quelli impegnati nei servizi sul territorio.  Certo fa impressione sapere che suonando al citofono nel pomeriggio, si entrerà in contatto con un operatore che risponde a decine di km di distanza ma ci si abitua a tutto, ci si abituerà anche a questo, ad un piccolo peggioramento nelle modalità di accesso per fare un qualsiasi tipo di esposto o di denuncia, mentre prima era possibile dopo l’orario d’ufficio, ora sarà necessario prendere un permesso dal lavoro, aggiungendo al danno, anche la beffa. D’altra parte, la ormai cronica carenza di personale porta a fare scelte delle scelte, per poter schierare più persone sul campo.

Luciana Miocchi

 

 

Immagine

Via Salaria ridotta ad una sola carreggiata per l’esecuzione di lavori urgenti fino al sette febbraio – di Luciana Miocchi

29 Gen

La via Salaria all’altezza del Gra a Castel Giubileo, fino all’incirca all’aeroporto dell’urbe, sará interessata da lavori di manutenzione, per un tempo stimato e richiesto fino al sette febbraio. Ció comporterà il restringimento della carreggiata ad una sola corsia di marcia. Un bel guaio per chi si trovi a percorrerla nelle ore di punta, sia che si serva di mezzi privati o del trasporto pubblico. La buona notizia è che finalmente il Tar si è espresso sulla gara di appalto che fu bandita all’epoca di Marino per il rifacimento di via salaria e poi impugnata subito dopo l’assegnazione, sbloccando lavori per circa quattro milioni di euro. Quasi in contemporanea, poi, un tratto di via Flaminia all’altezza di saxa rubra è oggetto di un restringimento di una trentina di metri, che si ripercuote fin sull’uscita corrispondente del gra. La mobilità di Roma Nord si appresta a vivere giorni complicati.

Luciana Miocchi

Immagine

Raccolta differenziata a Settebagni: Ama verso l’abolizione del porta a porta?

29 Gen

Ama starebbe per gettare la spugna e dichiarare chiusa l’esperienza della raccolta differenziata porta a porta nel quartiere di Settebagni a causa della difficoltà nel ritiro, specialmente nelle vie più strette. Non che le utenze sulla via Salaria non abbiano visto la raccolta ferma per giorni e giorni, senza nemmeno la motivazione della mancanza di mezzi adeguati, con la formazione di cumuli di sacchetti che venivano spesso poi raccolti tutto insieme, senza rispetto dell’impegno profuso a separare in casa i rifiuti e con buona pace del raggiungimento delle percentuali prefissate di differenziata.

Dal III Municipio, nei mesi passati, era partita la richiesta ad Ama di prendere un’iniziativa atta a risolvere i problemi del quartiere, con la parte collinare scenario di di degrado, con appese di buste non ritirate alle ringhiere dei giardini e con la parte in pianura altrettanto vittima della mancata raccolta, come testimoniato dal ricorso pendente in Tribunale, promosso da una parte dei residenti attraverso una class action e dalla app Junker, che attraverso la geolocalizzazione ha reso possibile la certificazione effettiva dei disservizi. La risposta di Ama, che dovrebbe divenire operativa nei prossimi giorni, salvo imprevisti o ripensamenti dell’ultima ora, sarebbe quella di tornare ai cassonetti stradali, di cui peró al momento la municipalizzata non avrebbe disponibilità, avendone per altro giá ordinati in buona quantità e in prossima consegna, gestibili con una sola tipologia di mezzi. I cassonetti che dovrebbero finire in strada non sembrerebbero previsti di nessun sistema per la rilevazione puntuale del rifiuto inserito.

Luciana Miocchi

Immagine

L’opposizione municipale deposita la mozione di sfiducia per l’assessore Raimo – di Luciana Miocchi

18 Gen

La già annunciata mozione di sfiducia nei confronti dell’assessore alla cultura del III Municipio è stata protocollata il 17 gennaio, sottoscritta da tutti i consiglieri di opposione.

Il documento, depositato nei giorni successivi le esternazioni sull’estradizione di Cesare Battisti, già terrorista dei Pac, latitante da quasi quarant’anni dopo una rocambolesca evasione dal carcere, riporta tra le motivazioni anche altri episodi giudicati dai firmatari non consoni ad un’assessore.  Fabrizio Bevilacqua, consigliere della Lega, così si è espresso: “ritengo che ognuno sia libero di esprimere i propri pensieri e di comportarsi come gli pare ma quando si riveste una carica pubblica, politica, ci sono dei comportamenti che non sono opportuni e il rispetto delle istituzioni comporta che ci si regoli di conseguenza”. Anche alcuni consiglieri di maggioranza, secondo quanto riportato dal Messaggero in cronaca romana, si erano dissociati dalle esternazioni di Raimo, mentre il presidente del Municipio, Giovanni Caudo, aveva preferito non rilasciare nessun commento in merito ad una questione nata e cresciuta sui social.

Calendarizzata per il consiglio municipale di giovedi 25 gennaio, difficilmente potrà avere un seguito, dati i numeri della maggioranza in consiglio.

Luciana Miocchi

Immagine

Ponte delle Valli: sgomberato accampamento – di Alessandro Pino

12 Dic

[Roma] La mattina del 12 dicembre un accampamento abusivo sotto il ponte delle Valli ai confini tra Terzo e Secondo Municipio è stato sgomberato dalla Polizia di Roma Capitale assieme a personale dell’Ama e del servizio giardini. Sette baracche sono state abbattute e i luoghi sono stati bonificati dai materiali accumulati. Solo tre stranieri però erano presenti e sono state portati presso i competenti uffici della Questura in via Patini.

Alessandro Pino

Immagine

Colonna di fumo dall’ impianto Ama di via Salaria – di Luciana Miocchi

11 Dic

Dalla diretta su fb di qualche minuto fa di Maria Teresa Maccarrone, residente e attivista per la chiusura dell’impianto, si vede una spessa colonna di fumo salire dall’impianto Tmb di Ama in via Salaria. Sconosciute al momento le cause, in un primo momento non si vedevano le fiamme ma dopo pochi minuti sono divenute chiaramente visibili anche dalla strada, come da fotogramma qui sotto:

Sul posto, sono arrivate immediatamente due pattuglie della polizia di Roma Capita le, i carabinieri e diversi mezzi dei Vigili del Fuoco. Si consiglia di evitare via Salaria, anche se al momento risulta aperta.

Dopo un’ora la situazione è visibilmente peggiorata, una spessa colonna di fumo nero, sospinta dalla corrente, si sta abbattendo sui quartieri limitrofi.

Dentro l’impianto sono entrati il presidente del Municipio Giovanni Caudo e l’assessore all’ambiente municipale Francesco Pieroni.

Alle otto e mezza di notano tre colori distinti nella colonna di fumo. Un’altra squadra di vigili del fuoco arriva sul posto

Dalle notizie che giungono, le fiamme sono divampate intorno alle quattro di notte. Nell’impianto presente anche l’assessore capitolino all’ambiente, Pinuccia Montanari.

Attorno a mezzogiorno la situazione pare ormai normalizzata.

Luciana Miocchi

Immagine

Buon centesimo complenno nonna Michelina!! – di Luciana Miocchi

6 Dic

Da oltre sessant’anni risiede nel terzo Municipio, Michelina Caruso. I primi quaranta li ha vissuti a Lucera, in provincia di Foggia, dove è nata il 30 novembre 1918, qualche settimana dopo la fine della prima guerra mondiale, un secolo fa.

Questo il pensiero che i nipoti e i pronipoti le hanno dedicato per il suo compleanno: “Nonna sei arrivata a 100 anni un traguardo così importante, vissuto giorno dopo giorno tra le gioie e i dolori tra le lacrime e le risate ma soprattutto dal tanto amore quello che hai saputo dare ad ognuno di noi.

incondizionatamente e senza freni, sei sempre stata la nostra Stella il nostro punto di riferimento, ognuno di noi ti ha vissuta come meglio poteva cercando di fare sue tutte le tue parole e tutti i tuoi consigli che ancora adesso non ti risparmi di dare. Nonna molte volte le parole non riescono ad esprimere quello che effettivamente abbiamo voglia di dirti ma siamo certi che in questi anni ti abbiamo dimostrato tutto il nostro amore e oggi nel giorno del tuo compleanno ancora di più. Ti vogliamo bene Tantissimi auguri dal più profondo del nostro cuore”.

Immagine

A Settebagni la stazione Fs ..a bagno – di Luciana Miocchi

6 Nov

6 novembre 2018

La giornata di ieri è stata intensamente piovosa, come spesso capita nel mese con più precipitazioni dell’anno.

Stamattina gli utenti della Fm1, entrando nella stazione fa di Settebsgni hanno trovato il sottopasso di accesso ai binari nelle condizioni che si possono vedere in foto: pavimenti coperti da almeno due dita d’acqua, muri completamente inzuppati, anche quelli interessati dal pregevole progetto artistico “l’albero della vita”.

(si ringrazia Luca Schettini per le foto)

Luciana Miocchi

Immagine

Piante messe in sicurezza al giardino pubblico di via di S.Antonio da Padova – di Luciana Miocchi

5 Nov

Stamattina presto, cinque novembre,  sono iniziati i lavori di messa in sicurezza degli alberi di alto fusto presenti nel giardino pubblico di via S. Antonio da Padova altezza civ. 53.

Una delle piante era giá parzialmente schiantata al suolo più di un anno fa e nel corso di tutto questo tempo le segnalazioni effettuate, sia dai residenti sia dal Cdq Settebagni non avevano portato a nulla di fatto. Nei giorni scorsi era stato più volte annunciata l’intenzione di procedere al taglio in emergenza, da parte del neo assessore municipale all’ambiente Francesco Pieroni ma le avverse condizioni meteo e lo stato di allerta provocato dai forti venti avevano dirottato gli operatori lì dove c’erano da rimuovere tronchi caduti sulle sedi stradali.

Da alcuni giorni i residenti si erano dati, tramite il passa parola, l’ordine di lasciare gli spazi contigui sgomberi dalle auto, onde permettere l’intervento di messa in sicurezza dell’intera area.

Luciana Miocchi

(Si ringrazia Antonio Colletta per le foto)

Immagine

Piazzale Jonio: trovato con un chilo di droga nello scooter e tre fucili in casa – di Alessandro Pino

4 Nov

[Roma] Un quarantatreenne è stato arrestato ieri sera dai Carabinieri a piazzale Jonio dopo essere stato trovato con un chilo di hashish nascosto nel sottosella del suo scooter. L’uomo alla vista del posto di controllo del Nucleo Radiomobile aveva cercato di svicolare ma è stato inseguito, bloccato e perquisito. Non solo sono stati trovati i panetti di droga sul posto ma nel suo appartamento sono stati sequestrati due fucili calibro 12 e una carabina oltre a varie munizioni, tutti detenuti senza permesso. Dopo l’arresto l’uomo è stato portato in caserma e trattenuto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo.

Alessandro Pino

Immagine

Anche domani,30 ottobre, le scuole rimarranno chiuse – di Luciana Miocchi

29 Ott

Virginia Raggi, Sindaco di Roma, ha appena firmato l’ordinanza di chiusura delle scuole per il giorno di domani, 30 ottobre 2018.

Luciana Miocchi

Immagine

Domani scuole di ogni ordine e grado chiuse a Roma per allerta meteo

28 Ott

Domani scuole chiuse a Roma. “A seguito dell’allerta meteo diramata dalla Protezione Civile del Lazio” la sindaca di Roma Virginia Raggi ha firmato un’ordinanza in tal senso.( fonte ANSA).

Immagine

Carlo Magno approda in Campidoglio: la XX edizione della rievocazione in costume curata da Dino Ruggiero illustrata nella sala Carroccio

28 Ott

Quest’anno, in occasione della XX edizione di “Carlo..una notte di Natale”, rievocazione storica dell’incoronazione di Carlo Magno, si è tenuta una conferenza presso la Sala Carroccio in Campidoglio. Presente per il Municipio Montesacro il vice presidente, Stefano Sampaolo. La prof.ssa Annalisa Cipriani di Italia Nostra ha parlato di Europa, di allora, al tempo di Carlo Magno e di oggi, con particolare rilievo alle migrazioni che da sempre hanno “animato” la Storia. Un breve visita guidata con la Storia di Roma raccontata con affaccio su “l’ombelico del mondo” per l’Istituto Comprensivo “Piazza Capri” presente in Sala Carroccio, rappresentato dalle classi 1 AC e D, accompagnate dalle proff. Stefania Grilli, M.Rosaria Della Monica, Annarita Morena, Emilia Lavecchia, Romano Francesca e Maria Intrieri. La preside, prof.ssa Altieri, impossibilitata a partecipare, ha inviato un gradito messaggio di augurio. G. Dino Ruggiero commenta: “una rara, immensa boccata d’ossigeno la motivazione e la passione mostrata dal vice Presidente del Municipio e dalle professoresse. La rievocazione storica di terrà il 28 ottobre alle 10,30 presso il Ponte Nomentano e l’Associazione Culturale “il Carro de’ Comici” di Roma manterrà la tradizione di mettere a disposizione parte del proprio parco per chi vuole partecipare al corteo dell’Imperatore o del Papa.

Immagine

Continua la campagna acquisti della Lega a spese di Fratelli d’Italia. In terzo Municipio, Emiliano Bono abbraccia Salvini – di Luciana Miocchi

19 Ott

emiliano bonoCon un post pubblicato su Fb, Emiliano Bono, ex consigliere municipale di FdI e tra i fondatori del partito di Giorgia Meloni, ha annunciato ciò che era ben chiaro almeno a  chi lo segue sui social. Dopo un lungo periodo di malessere, durante il quale si era autosospeso dalle cariche che ricopriva nella dirigenza, pur senza uscire ufficialmente da FdI, ha annunciato la militanza nella Lega – Salvini Lazio.

« Dopo una serie di riflessioni e attente analisi su quello che ritengo giusto in termini politici ho deciso di appoggiare in tutto e per tutto la Linea Politica di Matteo Salvini, colui e coloro che oramai in Italia rappresentano al meglio i tanti elettori di Centro-Destra, dopo di loro il deserto assoluto….!! Una linea tutta d’un pezzo che non si basa su gente che sta la da troppo tempo, o i figli dei figli e/o parenti e amici vari.
Una politica che si basa sulle necessità di noi tutti cittadini italiani, una politica responsabile che per il bene dell’Italia nonostante tutto lo ha portato a formare un governo con i 5stelle. Aderisco al movimento di Salvini da MILITANTE…
non cerco nessuna poltrona o scranno ne per me ne per i miei amici o parenti, la mia è UNA SCELTA DI CUORE. Chi in III Municipio volesse seguirmi può contattarmi qui su messenger o via mail scrivendo a emilianobono.roma@gmail.com. Un Caro Saluto.
Emiliano, già consigliere per due consiliature al Municipio III-Roma Montesacro».

Dopo essere passato dall’avere quattro consiglieri municipali sotto la consiliatura Capoccioni ad uno (Giordana Petrella) sotto quella attuale di Caudo, nella quale vi sono quattro consiglieri della Lega mentre non ve ne era nessuno nella precedente, Fdi perde un altro esponente molto noto sul territorio, ricalcando cosi la situazione nazionale, ormai molto complessa se non proprio al lumicino, schiacciati dall’ingombrante presenza salviniana, che non perde occasione per autoproclamare la Lega unica forza di destra.

Raggiunto telefonicamente, Emiliano Bono ha risposto ad alcune domande rivoltegli:

Perchè questa decisione e proprio ora?

Penso ormai che l’unica opzione per chi vota e crede nel centro destra in Italia sia Salvini.

Cosa si aspetta ora dalla Lega?

Mi aspetto che nonostante il governare con il movimento, si sappiano far valere gli ideali di destra, garantendo la salvaguardia dei valori del passato e del presente dell’Italia come nazione sovrana.

Il suo mentore, Francesco Filini, oggi dirigente romano di FdI, con cui ha condiviso anni di militanza, lo ha informato personalmente o lo verrà a sapere leggendo la rassegna stampa?

La nostra amicizia è al di sopra delle scelte politiche. Conserva intatta tutta la stima per quanto mi ha insegnato ma oggi non era proprio il momento di parlarci. Noi due abbiamo i nostri tempi.

Da parte sua, Francesco Filini non ha voluto commentare il fatto di non essere stato contattato da Bono. La sua laconica risposta: «sono troppo buono, non dichiaro nulla»

Luciana Miocchi

Immagine

Un parco da salvare – di Luciana Miocchi

18 Ott

Una mattina in giro per i parchi del quartiere, a verificare le condizioni e gli interventi del servizio giardini, annunciati dall’assessore all’ambiente municipale, Francesco Pieroni. In compagnia del vice presidente del Cdq Antonio Colletta chi scrive ha visitato il Parco Nobile, quello dei frutti, i giardinetti di via Sant’Antonio da Padova e il parco sulla stessa via al civico 105. Quest’ultimo potrebbe somigliare a un angolo montano con il ruscello a valle, se solo….https://youtu.be/76-MYJRX29s buona visione. Si fa per dire. Qui Settebagni, III Municipio di Roma Capitale.

Luciana Miocchi

Immagine

Una settimana di tempo per riportare a normalità i parchi di Settebagni – di Luciana Miocchi

17 Ott

img_7854

(fotogallery qui )

«Ieri (lunedì 15 ottobre, ndr)  il Servizio Giardini ha cominciato l’intervento sui parchi di Settebagni su richiesta del Municipio. A nostra volta, noi abbiamo raccolto le tante pressioni e segnalazioni del comitato di quartiere Settebagni e di tanti cittadini allarmati dalle condizioni delle aree verdi del quartiere. Abbiamo cominciati dal parco più Complesso, l’Umberto Nobile, dove oltre allo sfalcio è necessario un intervento di sfrondatura dei lecci mentre probabilmente sarà necessario un intervento più profondo di potatura e forse in qualche caso di abbattimento (alcuni sono caduti da soli questo inverno)» così esordisce Francesco Pieroni, assessore municipale all’ambiente.

I parchi dei Frutti e Nobile, in verità, nell’ultimo anno hanno conosciuto soltanto interventi dei volontari – magliette gialle, scout, retake, volontari de Il mio quartiere, semplici residenti – tranne che per alcuni piccoli completamenti da parte del servizio giardini e mai per le alberature schiantatisi sotto il peso della neve o pericolanti per motivi vari.

img_7913Diverse le criticità di cui l’assessore si è potuto rendere conto di persona: «al Parco dei Frutti l’obiettivo è una pulizia generale ma a mio avviso è necessario anche garantire che l’ingresso ai mezzi di manutenzione sia più agevole. Quindi proporrò se i cittadini sono d’accordo che il corridoio di accesso sia più libero e, mi permetto, dignitoso di quello attuale. Inoltre vorrei proporre in quell’area di implementare i giochi esistenti per i bambini. Per completare queste attività nei parchi più grandi ci vorranno comunque diversi giorni, anche perché il servizio giardini nel frattempo dovrà affrontare anche alcune emergenze che sono di sua competenza, alberi pericolanti in primis. La situazione più grave è quella però del parco di via Sant’Antonio da Padova 105. Con il servizio giardini abbiamo concordato un intervento di bonifica, di cui ora non so precisare i tempi. Nel frattempo mi preoccuperò di capire chi ha avuto tanta irresponsabilità da permettere che fosse realizzato un parco in una zona tanto difficile da raggiungere senza prevedere un accesso per i mezzi del servizio giardini, con un passo carrabile e uno scivolo. Gli ex amministratori che ora tanto blaterano dei loro successori, se ne erano accorti mentre glielo consegnavano? Avrebbero dovuto pretendere modifiche al progetto sbagliato che era stato realizzato, ma forse chiedere ai costruttori di spendere meglio i soldi delle opere di urbanizzazione, che sono dei cittadini, non rientra nei compiti di un amministratore

A chi proporrà le modifiche e l’acquisto dei giochi per le aree bimbi? 

«Le proposte andranno al dipartimento tutela ambientale finché i parchi non saranno nelle nostre competenze come stiamo chiedendo. Ma siamo disponibili a contribuire anche con fondi municipali. Ovviamente le spese sono da programmare nel 2019».

img_7936Per completare i lavori di sistemazione del verde è stata pronosticata all’incirca una settimana di lavoro, compreso potatura e abbattimenti .  Sarebbe davvero bello poter tornare ad usufruire dei tre parchi e del giardino pubblico presenti nel quartiere, perchè ripuliti sono un vero incanto. Anche il più malandato e abbandonato, data la mancanza di un lungimirante accesso per i mezzi di manutenzione, ovvero l’ultimo acquisito al patrimonio pubblico, il parco in fondo a via S. Antonio da Padova, che costeggia un fosso e la riserva della Marcigliana, ha il fascino di un bosco incantato, seppure a pochi passi dalle abitazioni.

 

img_7937Sembra però che l’unica soluzione sia una gestione integrata, pubblica e da parte del volontariato, data l’estensione del bene verde e il disperato sottorganico dei dipendenti del servizio giardini, a cui andrà ben presto ad aggiungersi la scadenza dei contratti di appalto e le gare non ancora giunte a termine.

Rimangono in grandissima difficoltà le alberature lungo la via Salaria, la cui ultima potatura risale ormai a quasi dieci anni fa.

 

Luciana Miocchi

Immagine

foto gallery parchi di Settebagni – di Luciana Miocchi

17 Ott

Questo slideshow richiede JavaScript.

Immagine

Iscritto a ruolo il ricorso contro i disservizi di Ama. Settebagni chiede il rimborso per i disservizi patiti

27 Set

42631198_268364260469968_8508683001989693440_n

Iscritto a ruolo generale il ricorso in Commissione Tributaria.

Prevenuta una possibile eccezione formale.

Ora spetterà al Giudice decidere se è giusto o no pagare per la raccolta dei rifiuti quando la spazzatura rimane per strada.

Il precedente potrebbe risultare dirompente per Ama e per il Comune di Roma

Finalmente il gran giorno è arrivato. L’allungarsi dei tempi tecnici per il deposito del ricorso per la TA.RI dei cittadini di Settebagni aveva cominciato a scatenare sui gruppi social locali qualche post risentito, senza sapere che quando si ha a che fare con la pubblica amministrazione è meglio utilizzare un po’ di prudenza in più che in meno e che questo principio ha portato ad uno slittamento nell’iscrizione alla Commissione Tributaria di circa quattro mesi. L’associazione Don Chisciotte ha reso pubblico il numero di ruolo generale ricevuto dal protocollo: 13592/2018. 

Con un comunicato, Don Chisciotte spiega la questione in questi termini: “Il problema è nato dalla mancanza di un elemento formale che – tuttavia – avrebbe potuto causare l’inammissibilità della domanda. In breve, il processo tributario può essere regolarmente incardinato nei confronti di determinate tipologie di atti specifici come sanzioni, cartelle di pagamento o dinieghi di rimborso, nel nostro caso non presenti. Si sarebbe potuto insistere nell’azione. Del resto quale efficacia ha un sistema che attribuisce ai cittadini un diritto senza prevedere in concreto la possibilità di esercitarlo se non a seguito di sanzioni? Abbiamo tuttavia preferito adottare un approccio più prudente. Prima di iniziare l’azione abbiamo presentato un’istanza di rimborso al Comune di Roma in nome e per conto dei ricorrenti richiedendo la riduzione del tributo. Il Comune (come prevedibile) non ha risposto entro i 90 giorni di tempo rigettando tacitamente la richiesta.  Ciò ci ha consentito di introdurre il ricorso contro il diniego di rimborso che rappresenta una delle ipotesi espressamente consentite dalla legge per adire il Giudice Tributario. In altri termini, siamo stati costretti ad un passaggio in più per evitare problemi di natura formale che, nel nostro paese, spesso possono rivelarsi insormontabili. ”

Infatti, circa quattro mesi fa, quando il ricorso era ad un passo dall’iscrizione e l’annuncio dell’imminente deposito era già stato dato, un funzionario adombrò il dubbio sulla necessità o meno del passo stragiudiziale e nel dubbio, si è preferito procurarsi quest’ulteriore elemento.

42568156_700898350268348_7236225376349847552_nDice Noemi De Santis, segretaria e addetta alla comunicazione: “siamo molto contenti di essere arrivati a questo punto, ringraziamo il consiglio che ci è stato dato di esperire prima tutte le vie bonarie di conciliazione, richiedendo direttamente ai referenti la transazione, cui non è giunto segno di risposta. Ora la parola passa al giudice. L’associazione attende trepidante perché se otterremo un giudizio positivo, questo costituirà un precedente molto importante di democrazia attiva verso il miglioramento della governance della nostra città”.

Luciana Miocchi

 

Immagine

Il marciapiede liberato – di Luciana Miocchi

10 Set

Stavolta una segnalazione in positivo. Stamattina operai della municipalizzata erano al lavoro sul marciapiede che va dall’ingresso del parco Nobile al capolinea del 135 e del 039, a Settebagni.

Dall’arrivo della primavera, con la sua rinascita floreale, il marciapiede di via salaria lato via Piombino era divenuto impraticabile. Le foto scattate appena venerdì 7 settembre, come ultima testimonianza sconsolata, parlavano chiaro: talmente erano cresciuti, piante, erbacce e rovi, che nemmeno camminando sul ciglio di marmo si riusciva a non scendere sulla sede stradale.

Si spera ora, che a seguito dell’annuncio di ripristino della programmazione della manutenzione delle zone, fatta dal Presidente del Municipio, Giovanni Caudo durante l’intervento al tavolo sul Tmb e i rifiuti del 6 u.s., non si dovranno più attendere mesi per liberare un marciapiede dal normale straripamento della natura.

(si ringrazia Raffaella Rullo per le immagini)

Luciana Miocchi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: