Annunci
Tag Archives: Città Giardino
Immagine

Parco Sicinio Belluto a Monte Sacro, tra sbandati e bottiglie di birra – di Alessandro Pino

23 Ago

[Roma] Le immagini che vedete ritraggono le condizioni del parco Caio Sicinio Belluto, a due passi da piazza Sempione nel cuore storico di Monte Sacro. Sono recentissime, pubblicate in rete la mattina del 23 agosto da Giordana Petrella, capogruppo di Fratelli d’Italia in Terzo Municipio. In sintesi: una persona riversa a terra in una aiola dorme sui cartoni smaltendo presumibilmente i postumi di una sbronza clamorosa, l’acqua della fontana trabocca scorrendole attorno, ai piedi di un bidone della spazzatura ricolmo sono state lasciate le bottiglie di birra vuote che non vi hanno trovato posto. <A quanto pare il “Modello Montesacro”, baluardo della giunta municipale di centro sinistra, è da rivedere> commenta Giordana Petrella.

Alessandro Pino

Annunci
Immagine

Sala Agnini: trenta pittori raccontano Monte Sacro e Roma – di Alessandro Pino

17 Mag

[Roma] La sala Agnini – ex Gil- di viale Adriatico 136 ospiterà il prossimo 18 e 19 maggio la mostra collettiva di pittura che chiude la prima edizione del concorso “I Giardini dell’Arte”, organizzato dalla associazione culturale Ferdinando Agnini da un’idea del professor Angelo De Stradis con il patrocinio del Terzo Municipio e il sostegno di alcuni sponsor locali. Trenta gli artisti partecipanti (molti dei quali legati al territorio), impegnati sul tema “Roma, colori, forme, spazi urbani”: «Abbiamo suggerito di bandire un concorso dedicato non solo a Città Giardino e Monte Sacro ma a tutta Roma – spiega Marilena Fineanno, curatrice della manifestazione assieme a Tina Stati – cui potessero partecipare artisti con diverse visioni del mondo e della città che però avessero in comune l’amore per l’arte e il desiderio di esprimersi con il linguaggio della pittura». L’inaugurazione è prevista per le ore 17.
Alessandro Pino

Immagine

Anziana massacrata per rapina a Monte Sacro: cinque arresti – di Alessandro Pino

13 Mag

[Roma] Cinque rom – quattro di origine serba e uno bosniaco – sono stati fermati dai Carabinieri della Compagnia Roma Casilina unitamente a personale della Squadra Mobile della Questura di Roma e delle Compagnie Carabinieri di Moncalieri e Ventimiglia perchè ritenuti responsabili di rapina pluriaggravata in concorso e dell omicidio della novantenne Anna Tomasino avvenuto lo scorso 5 maggio, durante una rapina in abitazione di via Pizzo Bernina nel quartiere Città Giardino. La svolta alle indagini, che ha permesso di risalire alla identità dei soggetti, è arrivata quando uno dei componenti del gruppo ha manifestato la volontà di costituirsi, presentandosi presso la Stazione Carabinieri di Cinecittà.
I primi elementi indiziari raccolti hanno consentito di risalire ai suoi complici che nel frattempo, in fuga, si erano allontanati dalla Capitale.
L’intensa attività info-investigativa ha consentito ai Carabinieri, nel giro di poche ore, di rintracciare tutti i componenti della banda: uno di loro è stato rintracciato presso il campo nomadi di via Salviati, un altro nei pressi della stazione ferroviaria di Pomezia – Santa Palomba ed un terzo in provincia di Torino, quest’ultimo rintracciato grazie alla collaborazione fornita dai Carabinieri della Compagnia di Moncalieri. Le indagini svolte su un quinto componente della banda, di nazionalità serba, hanno consentito di verificare che lo stesso, nella mattinata di domenica, era stato arrestato dalla Polizia di Frontiera di Ventimiglia perché ad un controllo era risultato irregolare nel territorio nazionale, nel quale aveva fatto rientro dopo essere stato espulso. Secondo le prime ammissioni rese ai Carabinieri, la sera del 5 maggio scorso, i cinque avevano raggiunto via Pizzo Bernina per commettere il furto all’interno dell’abitazione dell’anziana donna, al secondo piano dello stabile. Dopo aver infranto il vetro di una finestra ed aver fatto irruzione, hanno sorpreso l’anziana, che nel frattempo, accortasi di quanto stava accadendo, era riuscita ad allertare una vicina di casa telefonandole. In quel frangente uno dei malviventi, nel tentativo di bloccare la richiesta d’aiuto della donna, l’avrebbe aggredita da dietro tramortendola. Tuttavia, come emerso dai primi accertamenti svolti dalla Polizia, le urla d’aiuto dell’anziana avevano attirato l’attenzione di alcuni vicini che avevano notato due soggetti scappare dall’abitazione della donna e dileguarsi a bordo di un’autovettura station wagon di colore grigio. Nel corso delle operazioni, i Carabinieri e la Polizia hanno recuperato e sequestrato la citata autovettura, trovata nella disponibilità di un soggetto bosniaco abitante nel campo di via Salviati. Gli arrestati, espletate le formalità di rito, sono stati tradotti presso le case circondariali dei luoghi in cui è avvenuta la cattura, in attesa dell’interrogatorio di convalida.
Alessandro Pino

Immagine

Val Melaina: arrestato ladro di appartamenti – di Alessandro Pino

29 Apr

[Roma] Un ladro di appartamenti georgiano trentottenne è stato arrestato dai Carabinieri della Stazione Roma Città Giardino dopo che aveva colpito in una abitazione in via di Val Melaina, grazie alla segnalazione di un portinaio. Il solerte portiere dello stabile infatti, ascoltati dei rumori provenienti dall’abitazione, ha affrontato il ladro che per guadagnare la fuga lo ha minacciato con un grosso cacciavite. Prima di lasciarlo fuggire, il custode è riuscito però a fotografare il cittadino georgiano, dando l’allarme al 112. La foto è stata diramata dalla centrale operativa dei Carabinieri a tutte le pattuglie in zona e così il ladro è stato rintracciato nei pressi: si tratta di un malvivente con precedenti specifici a cui i Carabinieri hanno anche sequestrato gli arnesi utilizzati per aprire la porta dell’appartamento di una donna romana che era in vacanza. L’arrestato è stato trattenuto in attesa del rito direttissimo.

Alessandro Pino

Immagine

Monte Sacro: tre arresti e multe per la malamovida – di Alessandro Pino

24 Feb

[Roma] Durante i servizi di controllo sulla movida notturna a Città Giardino, i Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato tre persone, denunciato una quarta, contravvenzionato tre attività commerciali e sanzionato alcuni giovani sorpresi a bere alcolici in strada. A finire in manette sono stati un trentaseienne romano senza occupazione e con precedenti, arrestato per espiare una pena residua legata a reati di droga, un altro trentaseienne romano per aver violato l’obbligo di presentazione in caserma cui era sottoposto e un trentunenne romano che doveva espiare una pena residua per ricettazione. Una romena senza fissa dimora sorpresa ad incendiare materiale cartaceo è stata denunciata a piede libero. Durante i controlli sulle attività commerciali i titolari di un ristorante e un bar-bistrot in via Nomentana e un bar in viale Tirreno sono stati multati per un ammontare di 8.500 euro. Infine, sono stati multati alcuni giovani trovati a consumare alcolici in strada in barba all’ordinanza anti alcol del sindaco Virginia Raggi.

Alessandro Pino

Immagine

Città Giardino: bicicletta gettata a mollo nella fontana – di Alessandro Pino

15 Lug

La fontana che vedete nella foto – pubblicata in rete da Simona Sortino, consigliera Pd in Terzo Municipio – è quella del parco intitolato a Caio Sicinio Belluto, nelle adiacenze di piazza Sempione, nel cuore di Monte Sacro e della Città Giardino: qualcuno vi ha gettato dentro una bicicletta di quelle del servizio a nolo (bike sharing) , come già accaduto giorni fa a pochi metri di distanza, con un altro velocipede lanciato nell’Aniene e a diversi altri trovati nel Tevere. L’amara considerazione è che a poco servono gli sforzi dei volontari che periodicamente si prendono cura delle aree verdi pubbliche – come il giardino in questione – se poi arriva la furia demente e sguaiata della teppaglia impunita a rovinare tutto.

Alessandro Pino

(foto Simona Sortino)

Saint Patrick’s Day tutti a pulire la pineta del Ponte Nomentano – di Alessandro Pino

18 Mar

Un giorno di San Patrizio dedicato alle grandi pulizie nella pinetina adiacente allo storico ponte Nomentano a Monte Sacro: la mattina di sabato 18 marzo si sono dati appuntamento i volontari delle realtà più attive nella cura e la valorizzazione del territorio per procedere a un 

image

intervento di pulizia e sistemazione del verde nei giardini pubblici, ultimamente finiti in cronaca per il ritrovamento del cadavere di un tossicodipendente. A organizzare l’iniziativa Retake Roma Terzo Municipio (vincitori del Premio Montesacro 2015) con la partecipazione di Nucleo Sicurezza 

image

Ambientale Roma Nord, Civici Pompieri, Quelli che il Parco, Thrux e il Green Team dell’Ambasciata degli Stati Uniti d’America con il patrocinio del Comune di Roma e la collaborazione dell’Ama. Presente sul posto l’assessore capitolino all’Ambiente, Pinuccia 

image

Montanari oltre alla presidente del Terzo Municipio Roberta Capoccioni –  impegnata anche lei a dare una mano – e l’assessore municipale all’Ambiente Mimmo D’Orazio.
Alessandro Pino

image

Galleria

L’ordinanza antialcol a Monte Sacro scontenta tutti – di Alessandro Pino

24 Giu

Polemiche per l’esclusione dai controlli di locali e strade adiacenti a quelli sottoposti al provvedimento

Vivaci polemiche per l’entrata in vigore a Monte Sacro della cosiddetta ordinanza antialcol del Comune di Roma: vietata dalle 22 alle 7 del mattino la vendita da asporto di alcolici (anche attraverso distributori automatici) e il loro consumo per strada se contenuti in vetro, divieto rafforzato dopo le 24 (no al antialcolconsumo in strada di alcolici con qualunque contenitore) e ancor più dopo le due di notte (proibita anche la somministrazione). Il provvedimento era stato preso anche per dare ascolto alla voce di numerosi residenti di Città Giardino che avevano raccolto oltre mille firme con cui sottoscrivevano un ordine del giorno di iniziativa popolare approvato dal Municipio e sarebbe stato deterrente anche contro gli schiamazzi di una movida distorta: il condizionale è d’obbligo perché a un rapido esame dell’ordinanza si è scoperto che esclude alcune strade del quartiere – come viale Gottardo – adiacenti a quelle sottoposte al divieto e nelle quali esistono numerosi locali pubblici, di fatto vanificando lo scopo prefissato e creando una disparità tra esercizi soggetti o meno alla norma pur distando pochi metri tra loro. Il presidente del Consiglio Municipale, Riccardo Corbucci, in una nota firmata assieme ad altri consiglieri ha parlato di “svista talmente grave, da sembrare persino volontaria”. Dal Campidoglio è arrivata la promessa di controlli accurati anche sulle strade rimaste escluse insieme a una precisazione degli uffici preposti che lascia perplessi: “…le rappresento che l’assessore competente, Marta Leonori, a cui era stata segnalata la mancata inclusione di alcune vie segnalate, tra gli altri, anche da molti cittadini della zona, ha riferito che l’esclusione dall’ordinanza di cui trattasi delle vie di cui trattasi è stata determinata dalla mancanza di adeguata documentazione da parte della Polizia Locale  – si legge nella risposta inviata a Corbucci e da questi riportata in rete – che, anzi, ha escluso che nella zona ci fossero riscontri dei fenomeni segnalati”. Rimane il dubbio su come si possa far rispettare una ordinanza in un dato luogo se essa in effetti non lo riguarda.

Alessandro Pino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: