Tag Archives: III Distretto Fidene Serpentara
Immagine

Due arresti per usura eseguiti dal III Distretto Fidene Serpentara e dal Terzo Gruppo Nomentano | di Alessandro Pino

23 Mag

[ROMA] Dopo lunghe indagini svolte dalla Squadra Investigativa del III Distretto Fidene – Serpentara della Polizia con il III Gruppo “Nomentano” della Polizia Locale di Roma Capitale sono stati arrestati un uomo e una donna, marito e moglie, accusati di aver esercitato una attività di usura estesa su più municipi della capitale fino alla zona sud della Provincia di Roma. Questa mattina lui è finito in carcere mentre lei si trova ai domiciliari.

Le indagini, coordinate dal Pool Reati Gravi contro il Patrimonio, hanno mostrato la mancanza di scrupoli degli indagati che anche durante il lockdown avevano chiesto i pagamenti dei prestiti.

Venti le persone cui avevano prestato denaro da un minimo di 500 euro ad un massimo di 22.000 euro, solitamente con un tasso usurario oltre il 52,14% annuo, fino a un massimo, in un’occasione, del 223,46% annuo.

É emerso che per l’uomo l’attività di usura era l’unica fonte di guadagno, ereditata dal padre di cui alcuni dei soggetti usurati erano già stati “clienti. La moglie risulta essere titolare di reddito di cittadinanza.
Alessandro Pino

Immagine

Monte Sacro: nuovi controlli sui locali | di Alessandro Pino

19 Mag

[ROMA] Nuovi controlli per il contrasto alla malamovida a Monte Sacro si sono svolti nella serata del 18 maggio da parte degli agenti della Polizia di Stato del III Distretto con l’ausilio degli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, del Reparto Prevenzione Crimine Lazio e con la collaborazione della Polizia Locale Roma Capitale

In un bar di viale Tirreno sono state controllate nove persone; una di esse è risultata inosservante alle prescrizioni imposte da un Avviso Orale del Questore di Roma.

Sono stati ispezionati anche un minimarket in viale Tirreno e una sala slot in piazzale Jonio senza riscontrare inosservanze. Al termine del servizio sono state  identificate cinquantanove persone.
Alessandro Pino

Immagine

Controlli su negozi e locali a Monte Sacro, sequestrati 7 chili di carne | di Alessandro Pino

28 Apr

[ROMA] Gli agenti del III Distretto Fidene Serpentara hanno svolto un servizio di ispezione amministrativa di alcuni esercizi commerciali, rilevando alcune violazioni in due di essi.

In un minimarket  di viale Tirreno sono stati sequestrati sette chili di carne per mancata tracciabilità e provenienza oltre ad accessori per tabacchi e fumo che erano venduti senza l’autorizzazione del caso.

In un locale di piazzale Jonio invece é stata accertata la presenza di fumatori in una sala sprovvista di autorizzazione.
Alessandro Pino

Immagine

Il III Distretto Fidene Serpentara contro le truffe agli anziani | di Alessandro Pino

10 Apr

[ROMA] La mattina della Domenica delle Palme i poliziotti del III Distretto Fidene Serpentara nell’ambito della campagna della Questura di Roma per il contrasto alle truffe agli anziani hanno incontrato un gruppo di cittadini più maturi presso la parrocchia di Sant’Alberto Magno in zona Vigne Nuove- Porta di Roma.

Gli agenti oltre a spiegare i trucchi più usati dai truffatori e a distribuire l’opuscolo informativo preparato dagli specialisti della Questura di Roma, hanno invitato tutti le persone a chiamare sempre il 112 per ogni dubbio o necessità.
Alessandro Pino

Immagine

Auto incendiate e bombe carta a casa: stalking al contrario a Nuovo Salario | di Alessandro Pino

14 Mar

[ROMA] Avevano subíto l’incendio delle proprie auto, seguìto addirittura dall’esplosione di una bomba carta sul terrazzo di casa in via Suvereto al Nuovo Salario.

Una escalation di persecuzioni di cui sono stati vittime l’ex compagno di una donna e la sua nuova fidanzata.

Per questo sono finiti ai domiciliari una donna di 51 anni e un ragazzo di 21 con le accuse di atti persecutori e danneggiamento aggravato oltre che di estorsione per lui.

Le indagini del III Distretto Fidene Serpentara partite dopo la denuncia delle vittime hanno portato alla luce una vicenda di molestie e minacce iniziata ad aprile del 2019, quando la donna non ha accettato la fine della loro relazione credendo che la causa fosse il nuovo rapporto iniziato dall’ex.

La vicenda ha avuto un punto di svolta quando il ventunenne ha telefonato alla vittima affermando che avrebbe potuto incastrare il mandante degli atti persecutori dietro pagamento di una somma di denaro. La vittima infatti ha ha riconosciuto la voce dell’ex compagna in un breve messaggio vocale fattole recapitare.

Le indagini hanno così permesso di rintracciare il giovane pesantemente indiziato di essere l’autore dell’estorsione.

Alessandro Pino

Immagine

Porta di Roma: furto con scasso in un bar | di Alessandro Pino

28 Feb

[ROMA] Furto con scasso in un bar in zona Porta di Roma nella notte tra sabato e domenica scorsi. Ne ha dato notizia Il Messaggero di oggi.

Ignoti si sono introdotti nel Caffè Fiorenza di via Carlo Ludovico Bragaglia: dopo aver forzato i lucchetti della serranda e spaccato una vetrata hanno portato via l’incasso. Sul fatto indaga il III Distretto Fidene Serpentara e ci sarebbero anche le immagini della videosorveglianza. Intanto cresce la preoccupazione dei residenti per i furti in abitazione che flagellano il quartiere e quelli vicini.
Alessandro Pino

Immagine

Vigne Nuove: sequestrati droga e una spada da samurai, due arresti | di Alessandro Pino

12 Feb

[ROMA] Due diverse operazioni della Polizia avvenute a Vigne Nuove hanno portato all’arresto di due persone.

A essere trovata in flagranza di reato dal personale del Commissariato Celio è stata per prima una quarantasettenne italiana: la donna vendeva dosi di cocaina a un ragazzo a bordo di un’auto a noleggio all’incrocio tra via Antonio Pietrangeli e via Mario Caserini.

 La perquisizione personale e domiciliare nei confronti della donna ha portato al sequestro di circa 50 grammi di cocaina e 900 euro in contanti. Per lei sono stati disposti gli arresti domiciliari.

In via Giovanni Conti invece i poliziotti del III Distretto Fidene Serpentara hanno arrestato un uomo mentre cedeva droga davanti a un bar. La perquisizione domiciliare ha fatto trovare circa 640 grammi di hashish, due etti di marijuana più 500 euro in contanti.

Sempre durante la perquisizione sono stati sequestrati anche fuochi d’artificio artigianali di medie e grandi dimensioni più batterie per il lancio di colpi multipli e una katana della lunghezza di circa un metro. Per l’uomo oltre gli arresti domiciliari è stata  disposta l’applicazione del braccialetto elettronico.
Alessandro Pino

(Foto Questura di Roma)

Immagine

Conca d’Oro: si siedono al bar e sparisce la borsa, un arresto | di Alessandro Pino

12 Gen

[ROMA] Una ventiduenne cubana é stata arrestata dalla Polizia in zona Conca d’Oro per rapina aggravata nel primo pomeriggio dell’11 gennaio.

La donna approfittando della distrazione di alcune signore sedute fuori un bar in via Val Maggia, ha portato via una borsa con dentro gli effetti personali passandola subito a un complice per depistare le vittime. Le signore però nonostante la reazione della malvivente sono riuscite a chiamare le Forze dell’Ordine: sul posto sono intervenuti gli agenti del III Distretto Fidene Serpentara che hanno arrestato la giovane. Proseguono le indagini per identificare il complice.
Alessandro Pino

Immagine

Porta di Roma: maxi sequestro di cocaina, un arresto | di Alessandro Pino

22 Dic

[ROMA] Maxi sequestro di cocaina in zona Porta di Roma: gli investigatori del III Distretto Fidene Serpentara durante specifici servizi antidroga, hanno tenuto sotto osservazione via Stefano Satta Flores dove hanno controllato un ventisettenne con una borsa da palestra.

Dentro la borsa c’erano cinque panetti di cocaina dal peso complessivo di cinque chili e mezzo. Il ragazzo è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e messo a disposizione della Magistratura; il giorno seguente, dopo l’udienza nella quale è stato convalidato l’arresto, è stato portato in carcere.
Alessandro Pino

Immagine

Controlli ad Alto Impatto del III Distretto Fidene Serpentara | di Alessandro Pino

20 Dic

[ROMA] Una serie di servizi specifici è stata svolta dalla Polizia nella zona di competenza del III Distretto Fidene Serpentara: assieme al Reparto Prevenzione Crimine Lazio e a una squadra del Reparto Cinofili è stato messo in atto un dispositivo ad Alto Impatto Distrettuale nel corso del quale sono stati svolti quattro posti di controllo.
Sono state identificate 78 persone, controllati 34 veicoli e elevate quattro contravvenzioni.
Alessandro Pino

Immagine

Raccordo bloccato per un sit-in a Bel Poggio: denunciati i manifestanti | di Alessandro Pino

7 Dic

[ROMA] Le otto persone che la mattina del 6 dicembre hanno inscenato un sit-in di protesta non preavvisato sulla complanare esterna del Grande Raccordo Anulare nei pressi dell’uscita Bel Poggio state immediatamente identificate e denunciate per manifestazione non autorizzata.

Nella circostanza, i manifestanti avevano esposto due striscioni a firma del gruppo ambientalista “extinction rebellion” occupando di fatto l’intera sede stradale e bloccando il flusso veicolare sulla carreggiata, con pesanti ripercussioni sul traffico di quel tratto di strada.

La manifestazione estemporanea ha creato intralcio alla normale circolazione di una importante arteria di collegamento, mettendo in pericolo l’incolumità degli utenti della strada e turbando l’ordine pubblico; il personale della Polizia si era dovuto frapporre tra i manifestanti e gli automobilisti inferocito che avevano reagito con veemenza al blocco stradale durato circa un’ora. Anche la nostra Luciana Miocchi si era trovata bloccata in auto.

Sul posto, oltre alla Polizia Stradale, sono intervenute le pattuglie della Digos, della Polizia Scientifica, delle Volanti, del III Distretto Fidene Serpentara e della Guardia di Finanza.

Nei confronti degli otto manifestanti il Questore ha adottato altrettanti fogli di via, con divieto di ritorno nel comune di Roma, di cui due della durata di 18 mesi, quattro della durata di un anno e due della durata di 6 mesi.
Alessandro Pino

Immagine

Spaccio nella Capitale: arresti e sequestri anche a Monte Sacro | di Alessandro Pino

1 Dic

[ROMA] C’è anche Monte Sacro tra le zone dove la Squadra Investigativa del III Distretto Fidene – Serpentara in sinergia con il III Gruppo “Nomentano” della Polizia Locale Roma Capitale hanno
compiuto arresti e sequestri di droga nell’ambito di una indagine che ha permesso di ricostruire un’intensa attività di spaccio sui quartieri di Tor Bella Monaca e San Basilio.

L’indagine è stata corroborata da attività tecniche di intercettazioni telefoniche, ambientali e di video sorveglianza nonché da numerosi servizi di osservazione discreta con pedinamento, consentendo di identificare e acquisire gravi indizi di colpevolezza nei confronti di numerosi soggetti  dediti alla vendita sistematica di sostanze stupefacenti.

Le indagini hanno portato all’emissione da parte del Gip presso il Tribunale di Roma, su richiesta della locale Procura della Repubblica, di nove misure cautelari, di cui sette custodie cautelari in carcere e due custodie cautelari agli arresti domiciliari.

Nell’ambito della consueta collaborazione nella prevenzione e nel contrasto allo spaccio delle sostanze stupefacenti, hanno operato anche gli agenti della Polizia Locale Roma Capitale e ha partecipato alle catture  personale della Squadra Mobile di Roma e della squadra investigativa del IV Distretto “San Basilio”.
Alessandro Pino

Immagine

Controlli sui locali a Monte Sacro, riscontrate alcune violazioni | di Alessandro Pino

21 Nov

[ROMA] Le Forze dell’ordine hanno svolto una serie di controlli ad attività commerciali e locali nel quartiere Monte Sacro per verificare il rispetto delle normative di settore degli esercizi commerciali oltre che di quella anti Covid e relativa all’utilizzo del Green Pass.

Sono stati otto i locali ispezionati dagli agenti del III Distretto Fidene Serpentara insieme a due pattuglie della  Polizia Locale di Roma Capitale e un equipaggio della Guardia di Finanza tra via Nomentana, piazza Menenio Agrippa e viale Gottardo. 

Sono state riscontrate quattro violazioni amministrative mentre il quartiere veniva presidiato anche da una pattuglia della Polizia Stradale per l’espletamento delle funzioni di specifica competenza.
Alessandro Pino

Immagine

Fidene: entra in un bar armato di coltello e minaccia un cliente e i poliziotti | di Alessandro Pino

15 Nov

[ROMA] Un romano sessantaseienne è stato arrestato dalla Polizia a Fidene per minacce aggravate, possesso ingiustificato di armi e oggetti atti ad offendere e anche per minacce e resistenza a Pubblico Ufficiale.

Gli agenti delle Volanti e del III Distretto Fidene Serpentara sono intervenuti in un bar in via Don Giustino Russolillo per la segnalazione di un uomo in escandescenze armato di coltello.

Sul posto un dipendente ha riferito che l’uomo era entrato nel locale e dopo aver minacciato un cliente seduto a un tavolo, aveva aggredito pure lui quando era intervenuto per evitare il peggio.

Durante l’identificazione, l’aggressore ha iniziato a inveire anche contro i poliziotti ma è stato bloccato e arrestato.
Alessandro Pino

Immagine

Conca d’Oro: preso mentre forza la finestra di un appartamento | di Alessandro Pino

15 Nov

[ROMA] Un georgiano trentenne con precedenti è stato arrestato dalla Polizia nella notte tra sabato e domenica scorsi in via Val d’Ala, zona Conca d’Oro, mentre stava per forzare la finestra di un appartamento.

L’uomo verso le quattro e mezza del mattino si era arrampicato sull’impalcatura di un palazzo e con un cacciavite tentava di aprire una finestra al primo piano.

É stato però sorpreso e bloccato dagli agenti dei Distretti III Fidene Serpentara e IV San Basilio: gli sono stati sequestrati l’arnese da scasso, guanti e una fascia che usava per coprirsi il volto. Un complice che era con lui è riuscito a scappare.

Alessandro Pino

Immagine

Viale Tirreno: la Questura chiude 15 giorni un bar, ecco perché

9 Ott

[ROMA] É stato disposto dalla Questura uno stop di quindici giorni a un bar in viale Tirreno, dove alcuni giorni fa in una zona circostante allo stesso un ventisettenne romano a torso nudo ha aggredito un ragazzo peruviano rompendogli le ossa del naso.

Prima di questo episodio, al titolare dell’esercizio commerciale erano già state contestate diverse sanzioni per il mancato funzionamento degli apparecchi di intrattenimento e svago con vincita in denaro, per la violazione delle misure anti Covid e diverse violazioni accertate dalla Guardia di Finanza, come la mancata revisione periodica del misuratore fiscale.

Sono stati gli agenti del III Distretto Fidene Serpentara a mettere i sigilli al locale, dopo la chiusura dell’istruttoria della Divisione Amministrativa e Sociale della Questura di Roma.
(A cura di Alessandro Pino)

(Foto Questura di Roma)

Immagine

Conca d’Oro violenta: a torso nudo frattura il naso a un ragazzo e sfascia i finestrini a un’auto della Polizia | di Alessandro Pino

8 Ott

[ROMA] Una feroce aggressione è avvenuta in zona Conca d’Oro. Il fatto è stato di una tale violenza che in molti commentatori sui social si sono chiesti cosa siano diventati i nostri quartieri.


A intervenire per la segnalazione di una rissa adiacente a un’attività commerciale sono stati gli agenti del III Distretto Fidene Serpentara, delle Volanti e del II Distretto Salario. Sul posto i poliziotti sono stati contattati dalla vittima, un peruviano ventinovenne che ha riferito loro di aver subito poco prima un’aggressione in cui aveva riportato una grave ferita al setto nasale.

Poco dopo è stato individuato l’autore dell’aggressione, un ventisettenne romano a torso nudo, con una ferita al capo per una ferita che si era procurato con una bottiglia di vetro.

L’uomo è stato immediatamente bloccato dagli agenti sul marciapiede ma nonostante questo, nel corso delle operazioni di soccorso della vittima da parte dei sanitari ha provato ancora ad aggredire il peruviano, scagliandosi poi ripetutamente con calci e pugni contro i poliziotti e sfasciando i finestrini della macchina di servizio.

A quel punto i poliziotti hanno portato lo scalmanato in ospedale dove è stato sottoposto a trattamento sanitario obbligatorio.  Per lui è scattata una denuncia per lesioni aggravate e resistenza a pubblico ufficiale. La prognosi per la vittima per le fratture alle ossa nasali e trauma distruttivo del rachide cervicale è stata di venticinque giorni giorni salvo complicazioni. Al momento non sono noti i motivi dell’aggressione, sui quali la polizia continua ad indagare.
Alessandro Pino

Immagine

Monte Sacro: colpisce la moglie con una testata e la segrega in casa | di Alessandro Pino

9 Set

[ROMA] È stata colpita con una testata dal marito e poi segregata in casa per più di un giorno senza poter avere contatti con l’esterno: per questo un uomo sessantenne è stato arrestato dalla Polizia a Monte Sacro.

È accaduto in viale Jonio: la mattina dell’8 settembre agli agenti del III Distretto Fidene Serpentara e del Commisaariato Vescovio è arrivata la segnalazione di una donna maltrattata e segregata in casa dal marito.

Arrivati sul posto, i polziotti hanno contattato la vittima che li aspettava in strada. La donna ha riferito loro che il giorno prima dopo una discussione con il marito per futili motivi questi l’aveva colpita violentemente in faccia con una testata, costringendola inoltre a rimanere isolata in casa senza avere contatti con il mondo esterno: lui infatti le aveva tolto chiavi di casa e telefono.

Solo nella mattinata di ieri la povera donna è riuscita a riprendersi il cellulare con cui ha chiamato le Forze dell’ordine.

L’uomo è stato arrestato per maltrattamenti, rapina impropria, lesioni personali e sequestro di persona ed è stato portato in carcere.
Alessandro Pino

Immagine

Tufello: scoperto arsenale in casa con armi e materiale esplodente | di Alessandro Pino

4 Set

[ROMA] Un vero arsenale è stato scoperto dalla Polizia al Tufello in casa di un cinquantunenne con disturbi psichiatrici e precedenti per armi e munizioni.

Il materiale trovato in casa era costituito da una pistola calibro 7,65 con la matricola abrasa e circa duemila cartucce, una paletta contraffatta con la scritta Polizia di Stato, una baionetta da punta e taglio mentre in un locale di pertinenza nello stesso palazzo c’erano nove pistole lanciarazzi modificate e quindi idonee all’esplosione di colpi di arma da fuoco; 182 pistole lanciarazzi; circa 40 kg. di materiale pirotecnico e alcune bombe carta, alcune armi bianche e un piede di porco.

In seguito a una indagine, gli investigatori del III Distretto Fidene Serpentara sono andati a casa dell’uomo e dopo essersi fatti aprire la porta con uno stratagemma, gli hanno chiesto se avesse pistole o fucili, certi delle informazioni raccolte.

La risposta è stata negativa e a quel punto è scattata la perquisizione: nascosti nel vano delle tapparelle c’erano la pistola e le cartucce oltre alla paletta contraffatta e la baionetta.

Dentro alcune buste nel locale c’era tutto il resto. Il materiale esplosivo è stato repertato dalla polizia Scientifica e poi preso in carico dagli Artificieri.

L’uomo è stato arrestato e portato in carcere: dovrà rispondere di detenzione abusiva di armi comuni da sparo e di materiale esplodente, oltre che di detenzione di segni distintivi in uso ai corpi di Polizia.

Alessandro Pino

(Foto Questura di Roma)

Immagine

Fidene: per oltre un anno perseguita un invalido facendosi consegnare lo stipendio | di Alessandro Pino

10 Ago

[ROMA] Ha perseguitato e sottomesso un invalido all’ottanta per cento per più di un anno, facendosi consegnare denaro e oggetti in oro. Per questo un trentatreenne è stato arrestato a Fidene dalla Polizia nel pomeriggio del 9 agosto.

Tutto è cominciato quando la vittima era rimasta sola dopo la morte della mamma e ha conosciuto l’uomo che ha iniziato a farsi consegnare mensilmente lo stipendio e i monili, prima in maniera amichevole poi con minacce. Via via nei mesi è diventata una vera persecuzione, con l’invalido sottoposto a un pressante controllo: gli veniva chiesto di continuo dove si trovasse, con il vessatore che si presentava all’improvviso sotto casa mentre aumentava nella vittima lo stato di agitazione e paura.

Alla fine il malcapitato non ce l’ha fatta più e ha chiesto aiuto ai poliziotti del III Distretto Fidene Serpentara: visto che era imminente la giornata di accredito dello stipendio, gli agenti hanno organizzato un appuntamento “esca” con il persecutore presso l’ufficio postale di via Sinalunga, tenendolo sotto controllo mentre erano appostati in borghese. Durante il colloquio fra i due i poliziotti hanno notato l’atteggiamento di sottomissione della vittima e l’ira del persecutore che aumentava non riuscendo a prelevare denaro con il bancomat che si era fatto consegnare.

Quando i poliziotti hanno ascoltato l’intimazione rivolta all’invalido di spostarsi verso altri sportelli automatici per controllare se ci fossero soldi disponibili, sono intervenuti bloccando l’aguzzino. L’uomo è stato arrestato per circonvenzione di incapace e atti persecutori mentre la vittima è stata assistita attivando competenti strutture socio assistenziali, in linea con il protocollo di intesa siglato di recente tra il Questore di Roma e il Terzo Municipio per la difesa delle persone vulnerabili.
Alessandro Pino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: