Tag Archives: Salaria
Immagine

Salaria chiusa in direzione centro: i Vigili del Fuoco controllano il ponte a Villa Spada | di Alessandro Pino

12 Ago

[ROMA] Poco prima delle undici di mattina del 12 agosto un camion che trasportava un mezzo per movimento terra ha urtato il ponte che sovrappassa la Salaria all’altezza di Villa Spada, danneggiandolo.

Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco del distaccamento Nomentano per rimuovere le parti pericolanti e verificare le condizioni del ponte.

Come già scritto, è stato necessario interdire il traffico del ponte coinvolto e della carreggiata della consolare in direzione centro. Alessandro Pino

AGGIORNAMENTO

Attualmente il sovrappasso coinvolto dall’urto e il tratto di Salaria sottostante sono chiusi al traffico. I veicoli effettuano un bypass venendo deviati sulle rampe laterali del ponte in entrambe le direzioni.

(Foto Comando Provinciale Vigili del Fuoco Roma)

Immagine

Salaria chiusa per caduta pietre dal ponte in zona Villa Spada

12 Ago

[ROMA] La via Salaria è stata temporaneamente chiusa al traffico a causa della caduta di pietre sulle carreggiata dal sovrappasso all’altezza della Motorizzazione nei pressi di Villa Spada. La notizia è stata postata via social da Giordana Petrella, capogruppo dei Fratelli d’Italia in Terzo Municipio. Seguiranno aggiornamenti.

(A cura di Alessandro Pino)

Immagine

Settebagni: prende fuoco il terreno davanti la stazione, il canneto si affloscia sulla scalinata | di Alessandro Pino

10 Giu

[ROMA] A causa di un incendio sviluppatosi nel terrapieno dei bastioni antistanti il piazzale in via della Stazione di Settebagni nell’omonimo quartiere, il canneto che vi si trovava si è afflosciato su metà della scalinata che scende fino a via San Giovanni Valdarno e porta alla Salaria, rendendo di fatto inaccessibile quella parte di gradinata.

L’altra rampa della scala rimane comunque percorribile. Il fatto è stato segnalato la mattina del 10 giugno da una residente.

Alessandro Pino

Immagine

Tangenziale: autobus prende fuoco- di Alessandro Pino

27 Ago

[ROMA] Poco dopo l’una della notte scorsa i Vigili del Fuoco sono intervenuti con una autobotte sulla Tangenziale all’altezza della Salaria in direzione San Giovanni per l’incendio di un autobus dell’Atac. La vettura è stata scortata fino al deposito di Portonaccio. Non risultano passeggeri coinvolti.

Alessandro Pino

(Foto repertorio)

Immagine

Prati Fiscali: pusher bloccato dopo aver tamponato i Carabinieri- di Alessandro Pino

2 Mag

[ROMA]Un quarantanovenne domiciliato nella Capitale, disoccupato e con precedenti, è stato arrestato ieri pomeriggio sulla Salaria all’altezza di via Dei Prati Fiscali con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e resistenza a pubblico Ufficiale. L’uomo circa mezz’ora prima era fuggito da un controllo dei militari in borghese, tamponando la loro auto civetta. A quel punto è iniziato la ricerca coordinata dalla Centrale Operativa dei Carabinieri del Gruppo di Roma. Dopo essere stato bloccato è stato perquisito e sono state controllate anche l’auto e l’abitazione da cui sono saltati fuori oltre tre etti di cocaina. L’uomo si trova ai domiciliari in attesa del processo per direttissima ed è stato multato per aver contravvenuto ai divieti anti Coronavirus.
Alessandro Pino

(foto Comando Provinciale Carabinieri Roma)

Immagine

Sulla Salaria con centomila euro sospetti nel borsone: denunciato- di Alessandro Pino

15 Nov

[ROMA] Andava in auto sulla Salaria con centomila euro in contanti stipati in un borsone, senza saper fornire una giustificazione sulla provenienza. Per questo il denaro è stato sequestrato mentre l’uomo, un pregiudicato romano cinquantunenne, è stato denunciato dai Carabinieri a piede libero con l’accusa di ricettazione. I militari della stazione viale Libia lo avevano fermato nel corso di un normale controllo stradale e notando il borsone sul sedile del passeggero gli hanno chiesto di ispezionarlo. Quando è stato aperto sono saltate fuori le mazzette di banconote.
Alessandro Pino

Immagine

Settebagni: asfalto esploso dopo il temporale – di Alessandro Pino

28 Lug

[Roma] Quella nella foto è la situazione del tratto di via Salaria interno al quartiere di Settebagni dopo il temporale della scorsa notte: l’asfalto è letteralmente esploso all’incrocio con via Sant’Antonio di Padova, come già era accaduto in passato e si sperava non dovesse più accadere. Poco più avanti si è allagato il tratto antistante la rotonda.

Alessandro Pino

Immagine

Rapina una prostituta sulla Salaria: arrestato – di Alessandro Pino

19 Lug

[Roma] È stato arrestato dalla Polizia un moldavo cinquantenne che dopo essersi appartato all’interno della sua macchina con una prostituta abbordata sulla Salaria, durante il rapporto sessuale ha improvvisamente estratto un cacciavite e sotto minaccia si è fatto consegnare il denaro che la donna aveva con sè, strappandole per giunta uno degli orecchini che aveva indosso. La donna è riuscita a scendere dall’auto, correndo in strada. A quel punto la vittima ha visto una macchina della Polizia in transito, indicando agli agenti del Commissariato Fidene Serpentara l’auto con a bordo l’aggressore che si stava allontanando. I poliziotti hanno inseguito il rapinatore, chiamando in aiuto anche una Volante e riuscendo a bloccare il fuggitivo. Il maltolto è stato riconsegnato alla vittima, che a causa della colluttazione con l’uomo ha riportato ferite ritenute guaribili con sette giorni di prognosi.

Alessandro Pino

Immagine

Via Salaria: agli esami della patente collegati con il suggeritore – di Alessandro Pino

13 Dic

[Roma] Un indiano e una pakistana sono finiti nei guai per aver cercato di passare l’esame per la patente presso la Motorizzazione di via Salaria facendosi suggerire le risposte da un complice esterno con cui comunicavano tramite auricolari collegati a cellulari nascosti sotto i vestiti e attaccati al torace con del nastro adesivo. I due però sono stati scoperti dal personale di vigilanza della Motorizzazione, incaricato proprio di verificare il corretto svolgimento della prova, attraverso con rilevatori di frequenze e di metalli. Il sistema escogitato avrebbe permesso loro di trasmettere le domande a un complice che avrebbe suggerito loro dove mettere le crocette sui quiz. I due sono stati denunciati per tentata truffa, mentre i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma stanno cercando ora di risalire all’identità dei complici che suggerivano le risposte attraverso i cellulari.

Alessandro Pino

(foto Comando Provinciale Carabinieri Roma)

Immagine

Roghi tossici lungo l’Aniene tra Salaria e Olimpica: due arresti – di Alessandro Pino

30 Set

[Roma] Due nomadi romeni senza fissa dimora e con precedenti sono stati arrestati dai Carabinieri sulle sponde dell’Aniene tra la Salaria e via Del Foro Italico per incendio di rifiuti pericolosi. I militari notando una densa colonna di fumo che si alzava hanno individuato un incendio in un accampamento di fortuna nascosto tra la fitta vegetazione lungo le sponde del fiume. Sul posto hanno trovato i due romeni che cercavano di spegnere un incendio di rifiuti. Controllando la zona ci si è trovati davanti ad una vera e propria discarica abusiva ed è stato accertato che i due stavano bruciando materiale plastico e ferroso. Trovati anche dieci chili di rame, ricavati dalla combustione di cavi elettrici. I due zingari sono stati ammanettati e portati in caserma in attesa del rito direttissimo. La zona è stata messa in sicurezza dai Carabinieri.

Alessandro Pino

(foto Comando Provinciale Carabinieri Roma)

Immagine

Il marciapiede liberato – di Luciana Miocchi

10 Set

Stavolta una segnalazione in positivo. Stamattina operai della municipalizzata erano al lavoro sul marciapiede che va dall’ingresso del parco Nobile al capolinea del 135 e del 039, a Settebagni.

Dall’arrivo della primavera, con la sua rinascita floreale, il marciapiede di via salaria lato via Piombino era divenuto impraticabile. Le foto scattate appena venerdì 7 settembre, come ultima testimonianza sconsolata, parlavano chiaro: talmente erano cresciuti, piante, erbacce e rovi, che nemmeno camminando sul ciglio di marmo si riusciva a non scendere sulla sede stradale.

Si spera ora, che a seguito dell’annuncio di ripristino della programmazione della manutenzione delle zone, fatta dal Presidente del Municipio, Giovanni Caudo durante l’intervento al tavolo sul Tmb e i rifiuti del 6 u.s., non si dovranno più attendere mesi per liberare un marciapiede dal normale straripamento della natura.

(si ringrazia Raffaella Rullo per le immagini)

Luciana Miocchi

Immagine

Rapinatore di prostitute della Salaria in manette – di Alessandro Pino

30 Giu

Un trentottenne cileno è stato arrestato dai Carabinieri della Stazione Roma Fidene per rapina aggravata, violenza privata e porto abusivo di armi in esecuzione ad un’ordinanza di applicazione di misura cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Roma: all’inizio di giugno il cileno avrebbe rapinato due giovani prostitute romene della Salaria in altrettante occasioni. Nel primo caso il rapinatore aveva fatto salire a bordo della sua auto la prostituta e arrivati in via San Leo (tra Fidene e Colle Salario) minacciandola con una pistola e un coltello, l’aveva costretta a un rapporto sessuale completo non protetto, rapinandola poi di 250 euro dalla sua borsa. Durante la prestazione sessuale, l’uomo ha inoltre obbligato la ragazza a farsi filmare e fotografare nuda con il suo telefono cellulare, dicendole che avrebbe inviato le immagini ai suoi fratelli se lo avesse denunciato. Dopo pochi giorni, il cileno è entrato nuovamente in azione usando le stesse armi per rapinare duecento euro a un’altra prostituta a bordo strada. Le indagini dei Carabinieri si sono basate anche su particolari forniti dalle due vittime: il modello dell’auto usata dall’aggressore, l’accento spagnolo e l’acconciatura dei capelli. Il volto del cileno – ora a Regina Coeli – mostrato in fotografia è stato riconosciuto con certezza dalle vittime.

Alessandro Pino

Immagine

Fa usare la sua auto come spogliatoio a una prostituta della Salaria: arrestato – di Alessandro Pino

30 Mag

Roma – un quarantenne è stato arrestato ieri dai Carabinieri della Stazione di Settebagni per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione: l’uomo era stato visto durante numerose attività di appostamento mentre accompagnava una cittadina romena ventiquattrenne a prostituirsi lungo sulla Salaria, facendole anche usare la sua auto come spogliatoio per cambiarsi, ricevendo denaro. Nell’autovettura dell’uomo è stato inoltre rinvenuto un telefono cellulare che era stato rubato il giorno prima, motivo per il quale i Carabinieri lo hanno anche fermato per ricettazione ed è stato portato a Regina Coeli.

Alessandro Pino

Immagine

Ricostruita la casamatta delle condutture a Settebagni – di Alessandro Pino

24 Mar

È stata finalmente ricostruita la casamatta in cemento a protezione di alcune grandi tubature lungo la Salaria interna a Settebagni, nei pressi dell’ incrocio con la salita della Marcigliana. Al momento di pubblicare questo articolo il cemento della copertura è ancora fresco. Il manufatto precedente era andato distrutto alcune settimane fa dopo l’ urto da parte di un mezzo pesante. Grazie dunque al locale Comitato di Quartiere che si è attivato segnalando la situazione agli uffici competenti. Meno grazie, invece, all’ ignoto lurido incivile che ieri, mancando ancora la copertura della casamatta, ne ha approfittato scaricandoci dentro i cinescopi di due vecchi monitor che adesso sono adagiati di fianco la vicina campana per la raccolta vetri.

Alessandro Pino

Nuove accuse per lo stupratore seriale della Salaria – di Alessandro Pino

20 Nov

image

Nuove accuse contro il venticinquenne romeno senza fissa dimora – attualmente rinchiuso a Regina Coeli – già ritenuto il violentatore e rapinatore seriale che nelle scorse settimane aveva colpito tra la Salaria e Villa Borghese, malmenando e legando le sue vittime (tra cui la prostituta diventata celebre per il suo girovagare in bicicletta alla ricerca di clienti): l’uomo è ritenuto dalla Procura della Repubblica di Tivoli responsabile della violenta rapina a una connazionale avvenuta il 3 ottobre lungo la Tiberina all’altezza di Capena. La dinamica dei fatti è simile a quella delle altre aggressioni: dopo essersi avvicinato alla ragazza a bordo di uno scooter con la scusa di farsi accendere la sigaretta, la vittima è stata colpita violentemente con un pugno al viso e poi trascinata in un boschetto isolato. Lì le sono stati inferti altri colpi ed è stata minacciata di morte con un coltello alla gola, legata con i suoi stessi vestiti e rapinata. Solo dopo diversi  minuti era riuscita a liberarsi chiedendo aiuto  a un automobilista. Inizialmente non aveva denunciato l’accaduto, trovandone il coraggio solo dopo il rientro del marito da una trasferta di lavoro. A quel punto sono partite le indagini svolte dai Carabinieri del Nucleo Operativo di Monterotondo che hanno portato alla notifica nei confronti del romeno già in carcere.
Alessandro Pino

Immagine

Aggredite Susanna e un’altra professionista sulla Salaria. Le telecamere sono spente – di Luciana Miocchi

6 Ott

Susanna e un’altra donna romena sono state aggredite e violentate lo stesso giorno, mercoledì scorso, in pieno giorno, sulla Salaria. Le telecamere che tanto vengono invocate per il controllo del territorio, ci sono. Da anni. Peccato che non funzionino perché mai collegate, costava troppo, così dissero all’epoca. Susanna è una battitrice sciolta, una vecchia conoscenza, una presenza ormai familiare, vende il suo corpo da molto tempo su quel tratto, in bicicletta, senza un posto fisso perché lei di protettori non ne ha, non ne vuole, dice di essere libera, che si difende da se è che lo fa perché deve aiutare i figli. L’altra non so.

Si, fanno il mestiere. Si, fa parte del rischio del mestiere. No, nessuno si puó sentire autorizzato a pensare che se la sono cercata e meritata perché tanto so’ mignotte.

Piuttosto, a naso, non è difficile scorgere i prodromi di una guerra per il controllo del racket, chè in concomitanza delle aggressioni, più o meno negli stessi giorni, si era osservato il ritorno, in gran numero, di prostitute mai viste prima in zona, perfino nelle strade interne, con un paio di “autisti” del tutto simili a quello descritto alla polizia. D’altra parte la richiesta c’è, il mercato tira e si trascina dietro tutto un indotto sommerso di altri traffici, il ricambio è continuo, il rischio di impresa è quasi nullo e le forze dell’ordine giocano una partita assai squilibrata, tutta sbilanciata a favore degli fruttatori che dispongono di mezzi e capitali illimitati e di leggi mai aggiornate, scritte in maniera talmente ambigua, in un’epoca ormai lontana dall’attuale modo di percepire società, da risultare un fardello più che un aiuto.

I tempi sono ormai maturi perché in parlamento e sulle piazze si possa cominciare a discutere serenamente e senza finti puritanesimi dell’argomento, in modo da poter almeno pensare di riordinare la materia?

(Foto di repertorio luciana miocchi.com)

Luciana Miocchi

A diciassette anni si prostituisce sulla Salaria con documenti falsi – di Alessandro Pino

8 Mag

Una ragazza minorenne romena che si prostituiva sulla Salaria nei pressi di Settebagni è stata denunciata dai Carabinieri della Compagnia Cassia perché durante un controllo del ha mostrato un documento che falsamente ne attestava la maggiore età.
image

Lei in realtá era diciassettenne ma il documento falso romeno con la sua foto ma riportava le generalità di un’altra persona maggiorenne. I militari, dopo aver esaminato il documento e accertandone la falsità tramite il registro pubblico dei documenti d’identità dell’Unione Europea, hanno proseguito gli accertamenti sulla prostituta che si rifiutava di collaborare facendola sottoporre a visita medica antropometrica da cui è risultata avere un’età presunta compresa tra i 16 ed i 18 anni. Ormai scoperta, la minore ha fornito i suoi veri dati anagrafici, dichiarandosi diciassettenne e confermando il responso degli esami medici. La ragazza ha però negato di essere sfruttata, rifiutandosi di dichiarare come sia  arrivata in Italia e poi sul marciapiede a prostituirsi. È stata
denunciata per il possesso del documento falso e accompagnata presso un centro di accoglienza protetto, per avviare un percorso di recupero insieme agli assistenti  sociali.

Alessandro Pino

Limite di trenta orari sulla Salaria: in Consiglio Municipale si discute il 4 maggio per revocarlo – di Alessandro Pino

3 Mag

image

Giovedì 4 maggio il Consiglio del Terzo Municipio discuterà l’atto – presentato dal Partito Democratico – per la revoca del limite di trenta chilometri orari recentemente imposto sulla via Salaria lungo il tratto da Castel Giubileo fino alla Tangenziale. L’inizio della seduta è previsto per le ore 14.

Ricordiamo che  l’istituzione del limite a trenta all’ora era stata decisa a causa dello stato disastroso del manto stradale e che casualmente lungo il tratto interessato si era intensificata la presenza di autovelox con il risultato che i guidatori erano costretti a scegliere tra le seguenti opzioni:

A) rispettare l’andatura prescritta tenendo gli occhi sul tachimetro anzichè sulla strada e beccandosi oltretutto le maleparole di tutti gli altri conducenti, ciclisti inclusi.

B) ignorare il limite e procedere tenendosi prudenzialmente sui cinquanta all’ora, cercando di avvistare in tempo autovelox e crateri ma rischiando di vedersi purgare la patente con relativa dolorosa sanzione pecuniaria.

Alessandro Pino

Galleria

Salaria a 30 all’ora dal GRA a Prati Fiscali nei due sensi di marcia

14 Apr

pubblicato su La Voce del Municipio del 14 aprile 2017

30allora* * *

Manto stradale dissestato sulla statale, un ricorso al Tar blocca il rifacimento

Salaria a 30 all’ora dal GRA a Prati Fiscali nei due sensi di marcia

Monta la protesta verso il provvedimento provvisorio fino a giugno

La sorpresa è arrivata di lunedì. A seguito di un’ordinanza del Comandante dei Vigili del III gruppo, la via Salaria da Prati Fiscali al Gra nei due sensi di marcia, a causa del dissesto della strada, è percorribile con un limite di velocità a 30 orari. Al momento si tratta di un provvedimento a termine, fino a giugno. Se volete provare l’ebrezza della velocità, invece, le rampe di accesso presenti sulla stessa, sono a 40, come già era previsto dal Cds, lì non si è ritenuto di dover intervenire. Non si tratta dell’unico tratto del Comune di Roma con simile limite ma è di certo l’unica via statale, arteria che porta automobilisti dalla provincia e da Rieti, che ha un tratto di circa 8 chilometri a tale velocità. E’difficilissimo rispettare il limite: si rischiano tamponamenti, insulti e colpi di clacson, nonché le sghignazzate dei ciclisti che per una volta sorpassano le auto di gran carriera. La fila infatti, si forma solo in determinati orari di punta. Come effetto collaterale, ora vi è anche il divieto di sosta, che le zone a 30 portano con sé. Ciò ovviamente espone al rischio multa, legittimo, chi parcheggia lungo la statale. Sono apparsi i primi autovelox mobili e le proteste sui social si sono moltiplicate. Il problema è che in alcuni punti l’asfalto ha ormai l’aspetto bombardato – anche se per altre strade altrettanto disastrate non si è provveduto nella stessa maniera – sono quasi dieci anni che non viene rifatto. Il provvedimento che stanziava i fondi, del 2015, a firma del Sindaco Marino, dapprima è stato rallentato dal Commissariamento in seguito alle sue dimissioni, poi una delle ditte che partecipò alla gara di appalto ha fatto ricorso al Tar, sospendendolo fino a decisione. Non resta che andare a passo d’uomo o aggirare la Salaria. Almeno fino a giugno.

Luciana Miocchi

Video

Settebagni manifesta per riavere Asl e 118 – servizio webTg di Alessandro Pino

28 Gen

 

 

20170128_110534

Cliccando qui  potrete vedere il servizio video realizzato da Alessandro Pino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: