Archivio | il municipio più grande d’ Europa RSS feed for this section
Immagine

Sacco Pastore: preso mentre ruba uno scooter | di Alessandro Pino

28 Feb

[ROMA] Un diciannovenne è stato arrestato dalla Polizia in zona Sacco Pastore per furto aggravato in concorso nel pomeriggio del 27 febbraio. Gli agenti del commissariato Vescovio e del III Distretto Fidene Serpentara lo hanno sorpreso in via Val d’Aosta mentre con altri due ragazzi spingeva uno scooter. Alla vista dei poliziotti i tre si sono dati alla fuga e solo uno di loro è stato fermato. Il fermato è stato portato nelle camere di sicurezza in attesa della direttissima.
Alessandro Pino

Immagine

Il Ponte Nomentano classificato 227° tra i Luoghi del Cuore Fai | di Alessandro Pino

27 Feb

[ROMA] Sono stati annunciati il 25 febbraio i risultati del Censimento 2020 dei Luoghi del Cuore, promosso dal Fondo per l’Ambiente Italiano e giunto alla decima edizione. Nato per promuovere la cura e la valorizzazione di luoghi caratteristici del territorio nazionale, il Censimento ha visto concorrere tra essi il Ponte Nomentano, luogo simbolo del Terzo Municipio, classificatosi solo al 227° posto avendo raccolto sul sito del Fai 1752 voti. Ben poca cosa rispetto alle oltre settantacinquemila preferenze attribuite alla Ferrovia delle Meraviglie Cuneo Ventimiglia Nizza, vincitrice del Censimento. Subito dopo si sono piazzati il Castello e Parco di Sammezzano in Toscana con più di sessantaduemila voti e il Castello di Brescia con più di quarantatremila voti.

Notevolissimo in ogni caso il successo dell’iniziativa: 2.353.932 i voti pervenuti complessivamente. La campagna dei Luoghi del Cuore del Fai si articola su un ciclo biennale: negli anni pari si svolge il Censimento vero e proprio, in quelli dispari successivi si tiene un bando al quale partecipano i luoghi che hanno raccolto più di duemila preferenze, per accedere a contributi economici destinati alla loro cura.

Ricordiamo che l’ultimo sabato e domenica di ogni mese si svolgono le visite guidate gratuite al Ponte Nomentano a cura della associazione “Il Carro de’Comici” in compagnia dell’attore e regista Gherardo Dino Ruggiero.

Alessandro Pino

Immagine

Sergio Manoni per sempre con i ragazzi del Settebagni Calcio | di Alessandro Pino

26 Feb

[ROMA] È scomparso nei giorni scorsi all’età di 64 anni Sergio Manoni, persona notissima nel quartiere di Settebagni per essere stato dirigente della locale squadra di calcio lungo un quarantennio. Figlio di quel Gustavo che contribuì a fondare di fatto il nucleo principale della allora borgata, aveva visto passare davanti ai suoi occhi generazioni su generazioni di giovani calciatori contribuendone alla formazione sportiva. Innumerevoli i messaggi di cordoglio succedutisi via social. Fra tutti riportiamo quello apparso sulla pagina ufficiale della Asd Settebagni Calcio Salario: “La nostra riconoscenza nei tuoi confronti sarà sempre infinita e non saranno mai abbastanza i ringraziamenti per quanto fatto per la società e per i ragazzi”.
Alessandro Pino

Immagine

Cinquina: maniaco mostra i genitali a due bambine che giocano al parco| di Alessandro Pino

26 Feb

[ROMA] C’è preoccupazione nel quartiere di Cinquina dopo che nel pomeriggio del 25 febbraio un maniaco avrebbe mostrato i genitali a due sorelline che giocavano in un’area ludica in via Carlo Muscetta. Secondo quanto ricostruito da Roma Today l’uomo a bordo di un furgone avrebbe attirato l’attenzione delle piccole e una volta avvicinatesi si sarebbe fatto trovare con le mutande abbassate e i genitali in vista.
Da qui la fuga delle bambine spaventatissime e urlanti mentre il disgustoso adescatore si allontanava dileguandosi. Sul posto, chiamata dal padre delle bambine, è intervenuta la Polizia che è alla ricerca dell’individuo.

Alessandro Pino

Immagine

Sabato 27 e domenica 28 febbraio tornano le visite guidate a Ponte Nomentano e Città Giardino | di Alessandro Pino

25 Feb

[ROMA] Tornano anche questo fine mese le visite guidate gratuite al Ponte Nomentano e Città Giardino organizzate dall’Associazione Culturale “Il Carro de’ Comici”, con il patrocinio del Municipio Roma III Montesacro:


sabato 27 e domenica 28 febbraio primo appuntamento alle 10 del mattino al Ponte Nomentano, simbolo del Terzo Municipio e unico ponte di epoca romana a conservare le torri del ‘400.
Assieme all’attore, regista e divulgatore Gherardo Dino Ruggiero adulti e bambini andranno alla scoperta dei segreti del ponte: i simboli di Ercole, la feritoia per versare l’olio bollente, i segni lasciati dai Visigoti di Totila nel 549, dall’esercito francese accorso contro la Repubblica Romana nel 1849, dal terremoto del 1703, i due Mausolei del I secolo, il Monte Sacro ora Parchetto Bolìvar.

Secondo appuntamento alle 15 e 30 sotto il portico di piazza Sempione per la visita a Città Giardino e alla sorgente dell’Acqua Sacra.

Sono consigliate calzature comode. Per informazioni e prenotazioni telefonare al
338.7965614.

La visita è gratuita e si svolgerà nella massima sicurezza come da normativa anticovid, trattandosi di passeggiate all’aperto, con soste nei siti più interessanti dove la distanza è garantita dagli ampi spazi.

Alessandro Pino

Immagine

Colle Salario: cinque anni con la cabina elettrica del degrado | di Alessandro Pino

25 Feb

[ROMA] Sono passati cinque anni da quando una cabina elettrica a via Fiastra -zona Colle Salario- prese fuoco diventando così ricovero di (s)fortuna per sbandati dove si accumula immondizia.

Sul posto sono tornati- con tanto di candelina da spegnere per celebrare ironicamente l’anniversario due esponenti della Lega: la consigliera regionale Laura Corrotti e il consigliere municipale Fabrizio Bevilacqua.

Alessandro Pino

Immagine

Ciclabile Jonio: critiche da sinistra a destra, commerciante si incatena per protesta | di Alessandro Pino

24 Feb

[ROMA] L’inizio della pitturazione delle piste ciclabili sulla direttrice di viale Jonio annunciato trionfalmente sui social dal sindaco di Roma Virginia Raggi, ha suscitato reazioni tutt’altro che favorevoli sia a livello politico che fra i cittadini.

Contro quella che a piu di qualcuno sembra una ossessione da invasati del pedale, in contrasto con le reali esigenze quotidiane di sopravvivenza urbana e creando impedimenti insormontabili al commercio, si è arrivati al gesto eclatante di un negoziante di piazzale Jonio incatenatosi per protesta a un tombino nel pomeriggio del 23 febbraio, rimanendo seduto nell’auto parcheggiata davanti al suo esercizio impedendo così di spostarla e di tracciare la ciclabile con la vernice. «L’unica possibilità che avevo era quella, poi sarebbe stato impossibile opporci a questa cosa insensata che non ci permette più di lavorare» dichiara Stefano Cecchi, titolare da quarant’anni di un negozio di materassi: materassi che con una pista ciclabile diventerebbe impossibile scaricare dai camion dei fornitori e caricare sulle auto dei clienti, per capire la portata del disagio.


Sul fronte della politica si è registrato a sinistra un intervento sui social di
Fabio Dionisi, già assessore ai Lavori Pubblici in Terzo Municipio all’epoca della giunta Marchionne: “La amministrazione Raggi in vista delle elezioni ha sguinzagliato l’Agenzia per la Mobilità di Roma di disegnare su Roma quanti più chilometri possibili di piste ciclabili. Tali realizzazioni fatte molto spesso senza redigere preventivamente un progetto fatto con un rilievo preciso delle attività esistenti stanno creando disagi enormi alle persone, si nota dai post provenienti da quartieri diversi, il tutto senza coinvolgere i Municipi interessati” si legge nel suo post. Contrarietà anche in area centrodestra, con il consigliere leghista in Terzo Municipio Fabrizio Bevilacqua che sul suo profilo Facebook ha accostato l’idea di una ciclabile a viale Jonio alla famosa corazzata di Fantozzi: “Una cagata pazzesca”…
Alessandro Pino

Immagine

Ancora intoppi per l’asilo nido di Castel Giubileo, un contenzioso blocca l’ultimazione dei lavori – di Luciana Miocchi

24 Feb

Parla l’ex presidente del Municipio (2008-2013) Cristiano Bonelli, colui che ne decretò la chiusura nove anni fa. Qui l’articolo dell’epoca https://lucianamiocchi.com/2012/07/13/roma-iv-municipio-a-castel-giubileo-chiude-lasilo-nido-per-problemi-di-umidita-riaprira-quando-non-si-sa/ e la situazione due anni dopo, nel 2015 https://lucianamiocchi.com/2015/08/06/castel-giubileo-sempre-peggio-lasilo-castello-di-gelsomina-e-il-parco-di-via-bolognola-fotogallery-di-alessandro-pino/

L’asilo nido di Castel Giubileo è ormai in disuso da più di nove anni, quando il presidente del Municipio del tempo, Cristiano Bonelli, prese la decisione di chiuderlo a seguito di segnalazioni alla asl e di una certificazione di un pediatra sui rischi per la salute dei piccoli, in quanto i locali risultavano umidi e insalubri e trasferire le attività a più di cinque km di distanza, in un edificio destinato a scuola primaria e che fu riadattato per l’occasione, impossibile da raggiungere da Castel Giubileo e Settebagni, il bacino di utenza della struttura, senza l’uso di un mezzo privato. Si sono alternate da allora, diverse presidenze in Municipio e la ferita con le istituzioni è rimasta aperta a lungo, perché ben presto si capì che non vi sarebbe stato un ritorno, né a breve né a medio periodo. I primi finanziamenti cominciarono ad arrivare a metà della consiliatura Marchionne, nel 2016, dopo aver sgomberato l’area da un’occupazione abusiva e aver contato i danni, mentre quella Capoccioni se ne disinteressò, ritenendone l’utilità marginale, rispetto le nuove zone in espansione del Municipio. Poi rimaneva il problema dell’assunzione di nuove operatrici, visto che ormai il Castello di Gelsomina, integrato nel complesso residenziale di via Lea Padovani e raggiunto dai mezzi in partenza da Porta di Roma, era divenuto inamovibile. Con l’insediamento della giunta Caudo, nella seconda metà del 2018, tenuto conto anche delle risorse impiegate per la prima tranche dei lavori di risanamento, il progetto di riportare il nido a Castel Giubileo ha ripreso quota, con lo stanziamento di altri fondi e l’emanazione di un bando per la fornitura di arredi, infissi e altri lavori a completamento. Poi il covid ha rallentato tutto. Poi..ancora un inciampo. Si è aperto un contenzioso sui lavori di impermeabilizzazione della copertura. Nei giorni scorsi c’è stato un sopralluogo nel cantiere della struttura, al quale hanno partecipato sia il Presidente del Municipio Giovanni Caudo sia il Direttore del III, Patrizia Di Nola, sia alcuni consiglieri, sia Cristiano Bonelli, nella sua veste politica di coordinatore della Lega, che ne ha dato notizia.

Bonelli, come mai ha partecipato a un sopralluogo all’asilo nido chiuso di Castel Giubileo? Non è neppure consigliere

Oltre ad averlo fatto io il sopralluogo, lo ha fatto Caudo e la Di Nola. Tranne l’assessore ai lavori pubblici (Francesco Pieroni, ndr) a cui sono sfuggiti 270000 euro in parte buttati, come si evince dal capitolato, che è noto. L’ufficio tecnico, senza la vigilanza della politica, ha fatto una gara senza prevedere l’intervento sul solaio, che è fondamentale, perché mette in isolamento da piogge esterne il tetto e, quindi, tutta la struttura. Riassumo i fatti brevemente: se ne accorgono in secondo tempo, quando la ditta comincia ad intervenire e segnala la mancanza. L’ufficio tecnico, anziché ammettere l’errore di non averlo messo nel capitolato degli interventi da effettuare, pretende che venga fatto comunque, senza aumentare l’importo da liquidare, nonostante i costi lievitati. Così si irrigidiscono i rapporti, addirittura si arriva a ipotizzare il blocco dello stato di avanzamento lavori e a rimandare tutto a una possibile causa, con l’incasso di quanto già realizzato rimandato a fine giudizio. Cominciano a litigare, il responsabile della ditta si impunta e dice ma che voi, davero  davero te la piji con me? Io ho fatto i lavori a puntino, te lo ho arredato, ci stanno le lavatrici, i banchi i lettini per i bambini, tutto preciso. Peccato che dopo venti giorni, un mese, le piogge, senza l’isolamento superficiale, l’acqua comincia ad entrare. Quindi i soldi che sono stati spesi per ristrutturarlo e rimetterlo a nuovo sono di fatto svaniti, non tutti, però bisogna fare un altro intervento per levare le perdite, la muffa eccetera eccetera. In tutto questo, hanno cercato di intervenire. Sono intervenuti in presenza sia il Presidente del Municipio, Caudo, sia la direttrice, Di Nola, dicendo ma qua, si è impuntato il nostro dell’ufficio tecnico ..ed ecco cosa sta succedendo.

Se ne sta interessando perché nove anni fa lo chiuse lei?

Se la vogliamo dire tutta, visto che allora mi fecero a pezzi perché io ebbi il coraggio di chiuderlo dopo il parere dei pediatri della asl, quelli che hanno fatto i lavori adesso hanno scoperto che le fognature erano a dispersione, quindi i bambini galleggiavano nella fogna, perché a dispersione vuol dire che non c’è un indotto nella fognatura e quindi non solo l’acqua della falda che è collegata con il Tevere, ogni volta che si alza il fiume, spingeva sul pavimento dell’asilo, l’acqua di fatto trasudava e i bambini si ammalavano continuamente, ma era anche fogna, capito.

Lei però non ha risposto sul perché è andato lei. Non c’era disponibile nessuno dei consiglieri municipali della Lega?

Castel Giubileo come noto è quartiere da tutti abbandonato e da me preso sottobraccio e le persone che ci vivono sono d’oro, è una comunità che non puoi riscontrare da nessuna parte a Roma, è un quartiere che da quando l’ho conosciuto lo seguo ogni volta che posso e in più c’è quell’asilo che grida vendetta, fu chiuso proprio dal sottoscritto per le ragioni che conosce e quindi è normale che l’ho sempre seguito, seguo i solleciti del comitato di Marco Baldinelli, dei residenti e quindi come dire, ripeto, tutti questi puntini chiudono il cerchio. Lei mette il ditino nella piaga, dove stavano i consiglieri? Alcuni sono un po’ inesperti. Però stavo con Mario Astolfi (consigliere municipale della Lega), a dire il vero è venuto anche il consigliere regionale Daniele Giannini, eravamo andati a vedere il parco vicino, degradato (confina con l’asilo, ndr).

Dirò di più. La Di Nola, attuale direttore del Municipio, per un periodo, fino a pochissimo tempo fa ricopriva anche la direzione tecnica, nonché quella dei servizi sociali, in contemporanea. Una e trina. Avevamo il direttore che scriveva al capo dell’ufficio tecnico, che era lei, come nel caso del progetto di piazza Sempione, dove mandava, come prassi prevede, come Direttore, la delibera di giunta al direttore della direzione tecnica che era sempre la Di Nola, posso immaginare che verifiche, che controlli. Ma insisto nel dire che è mancata la politica, con i soldi pubblici impiegati solo per fare belle figure.

Luciana Miocchi

Immagine

Addio a Fiammetta La Guidara, la giornalista dei motori | di Alessandro Pino

24 Feb

[VARESE] È mancata dopo un malore a soli cinquant’anni la giornalista sportiva Fiammetta La Guidara. Romana laureata in Giurisprudenza, specializzata e appassionata di motori, era volto e voce particolarmente nota al pubblico degli appassionati come inviata al Motomondiale e in Formula 1 e come firma di punta della rivista Motosprint.
Alcuni anni fa presenziò alla presentazione tenutasi a Monte Sacro di una corsa automobilistica che si sarebbe svolta in Cina.
Alessandro Pino

(Nella foto, Fiammetta La Guidara fotografata da Alessandro Pino)

Immagine

Rapine con coltello e accetta tra Talenti e Vigne Nuove: due arresti | di Alessandro Pino

23 Feb

[ROMA] Un trentaduenne e un cinquantaduenne romani ritenuti responsabili di almeno tre rapine ai danni di esercizi commerciali tra le zone di Talenti e Vigne Nuove Montesacro sono stati arrestati dai Carabinieri.

Le rapine erano avvenute nel mese di giugno: l’otto di quel mese un supermercato in via Ludovico di Breme fu rapinato da un uomo armato di coltello. Tre giorni dopo a finire nel mirino nello stesso modo fu un supermercato in via Franco Sacchetti. Infine il 27 giugno fu rapinato un minimarket in via Delle Vigne Nuove da un malvivente armato di accetta.


Le indagini dei militari della Compagnia Monte Sacro sono partire dalle testimonianze dei presenti e dall’analisi dei filmati della videosorveglianza.
I due uomini sono stati rintracciati e messi agli arresti domiciliari, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa della convalida.
Alessandro Pino

(Immagine fornita dal Comando Provinciale Carabinieri Roma)

Immagine

Mercato Tufello: oltre cento chili di merce sequestrata | di Alessandro

20 Feb

[ROMA] In questi giorni si è svolta una attività interforze anti abusivismo commerciale presso il mercato di piazza degli Euganei da parte degli agenti III Gruppo Nomentano della Polizia Locale Roma Capitale e del III Distretto di Pubblica Sicurezza Fidene Serpentara.
Gli accertamenti amministrativi a carico degli ambulanti presenti in piazza degli Euganei nelle immediate vicinanze dell’ingresso del mercato Tufello hanno portato al sequestro di 135 chili di merce varia e abbigliamento con la contestazione di violazioni a carico di otto persone per irregolarità amministrative.
Alessandro Pino

(Foto Questura di Roma e Polizia Locale di Roma Capitale)

Immagine

Monte Sacro: due teatri per la scuola Don Bosco | di Alessandro Pino

19 Feb

[ROMA] La scuola Don Bosco di piazza Monte Baldo potrebbe avere entro fine anno due teatri, dagli zero disponibili attualmente: ne ha dato annuncio via social l’assessore al Lavori Pubblici del Terzo Municipio, Francesco Pieroni.


All’interno dell”edificio scolastico nel cuore di Monte Sacro è presente da lungo tempo un palco con gradinate, dismesso a causa dell’evoluzione delle norme in materia di sicurezza e servizi igienici.
Il suo ripristino sarà possibile grazie all’utilizzo di fondi per il recupero funzionale di spazi dismessi, stanziati sul bilancio municipale 2020.


Verrà inoltre realizzato ex novo in un’altra ala della scuola un secondo spazio teatrale provvisto anche di accesso indipendente esterno, in modo da renderlo fruibile anche dalla cittadinanza, in accordo con la dirigenza scolastica.
Alessandro Pino

Immagine

Prati Fiscali: auto si ribalta in un incidente | di Alessandro Pino

18 Feb

[ROMA] Ancora un incidente su via dei Prati Fiscali in cui una vettura finisce ribaltata: è accaduto nella mattinata del 18 febbraio poco prima dell’incrocio con via Val Pellice. Almeno due le vetture coinvolte nel sinistro. Sul posto è intervenuta la Polizia di Roma Capitale.

Alessandro Pino

Immagine

Monte Sacro: il parco Caio Sicinio Belluto risistemato dai volontari di “Arte e Città a Colori” | di Alessandro Pino

18 Feb

[ROMA] Mentre impazzano le polemiche e le chiacchere sul progetto di risistemazione di piazza Sempione, a pochi metri di distanza il parco Caio Sicinio Belluto nei giorni scorsi è stato oggetto di un impegnativo intervento eseguito dai volontari dell’associazione Arte e Città a Colori: muniti di decespugliatori, soffiatore, tosaerba, scope, pale, rastrelli, sacchi per la raccolta dei rifiuti, hanno restituito un aspetto dignitoso al giardino nel cuore di Monte Sacro.


«La nostra Associazione opera da diversi anni nel Terzo Municipio e siamo noti per i tanti murales che abbiamo realizzato, ma la bellezza non viene solo dall’arte ma anche dalla cura del territorio» spiega Francesco Galvano, presidente di Arte e Città a Colori «da circa un anno ci siamo dati questi due obiettivi. Grazie ad un gruppo di nostri associati, in forma volontaria, stiamo intervenendo in vari punti del quartiere Monte Sacro (via dei Prati Fiscali, viale Val Padana, via Franco Sacchetti, viale Jonio) e continueremo anche in futuro».

Alessandro Pino

Immagine

Vigne Nuove: a fuoco un appartamento | di Alessandro Pino

15 Feb

[ROMA] La mattina del 15 febbraio i Vigili del Fuoco sono intervenuti con autobotte e autoscala in via Rodolfo Valentino- zona Vigne Nuove- per un incendio in un appartamento al settimo piano di un palazzo. Sono andati a fuoco il salone e un terrazzino chiuso con delle vetrate.
Non ci sono stati feriti e danni alla struttura ma l’appartamento è rimasto inagibile a causa del fumo.
Alessandro Pino

Immagine

Via Val di Lanzo: scoperta festa in casa con 25 persone | di Alessandro Pino

14 Feb

[ROMA] Una festa a cui partecipavano venticinque persone è stata scoperta dalla Polizia in zona Prati Fiscali- Conca d’Oro la sera del 13 febbraio.

Gli agenti del III Distretto Fidene Serpentara insieme a quelli delle Volanti sono intervenuti in un appartamento di via Val di Lanzo dopo la segnalazione di musica ad alto volume. I presenti sono stati multati per violazione delle norme anti Covid.
Alessandro Pino

Immagine

Piazza Vimercati: pestato a sangue con una mazzetta durante il mercato | di Alessandro Pino

14 Feb

[ROMA] È stato violentemente pestato con una mazzetta da muratore davanti a tutti tra i banchi del mercato di piazza Ottaviano Vimercati al Nuovo Salario, riportando fratture al volto e venendo ricoverato in codice rosso e prognosi riservata. Ne ha dato notizia Il Messaggero. È accaduto verso le otto di mattina del 12 febbraio. La vittima è un banconista quarantenne che in quel momento stava lavorando. I soccorsi sono stati chiamati dai presenti che però alle domande dei poliziotti poi intervenuti si sarebbero trincerati dietro un muro di reticenza, probabilmente impauriti. Alla fine però si è riusciti a ricostruire l’accaduto: autore del brutale pestaggio sarebbe stato l’ex ragazzo della attuale fidanzata della vittima, al momento ricercato.

Alessandro Pino

Immagine

Piazza Sempione: sul restyling è lite tra parroco e minisindaco come ai tempi di Don Camillo e Peppone | di Alessandro Pino

13 Feb

[ROMA] Si arricchisce di una nuova puntata quella che sembra ormai diventata la telenovela del progetto di riqualificazione e parziale pedonalizzazione di piazza Sempione e del vespaio di polemiche che ha suscitato, anche per quanto riguarda lo spostamento della statua della Madonna dal centro verso la scalinata della Chiesa dei Santi Angeli Custodi, nel cuore di Monte Sacro.
Ad attizzare nuovamente il fuoco della polemica sono state le critiche del parroco Don Mario- spalleggiato dalle migliaia di parrocchiani che contestano il progetto- apparse nelle sezioni cittadine di testate del calibro de “Il Messaggero” e “la Repubblica”.

Nel mirino delle dichiarazioni del sacerdote, oltre al progetto in sé (che snaturerebbe gli equilibri di un quartiere la cui popolazione storica è sempre più anziana) è finito ovviamente il presidente del Municipio Giovanni Caudo, accusato di avere nei fatti ignorato le posizioni di quella consistente parte di stakeholder facente capo alla parrocchia: si parla di oltre ventimila fedeli. Persone legatissime alle dinamiche e alle abitudini quasi da piccola cittadina di provincia della Città Giardino e per i quali la movida selvaggia fatta di localini al posto di botteghe, con il relativo nefasto contorno di bivacchi, rifiuti e schiamazzi è chiaramente un fattore di invasiva molestia. Persone affezionate, sul piano simbolico, alla statua della Madonna, un ex voto dopo la tragedia della guerra, presente a centro piazza dal 1948. Per questo, a quanto si legge, è stata lanciata sul giornalino parrocchiale una raccolta firme tra i residenti per dire “no” al progetto. Il parroco Don Mario non ha poi escluso la possibilità di querelare il presidente Caudo per le sue dichiarazioni. E più di qualcuno, in questa querelle tra minisindaco e parroco, ha visto una sorta di remake delle baruffe tra Don Camillo e Peppone narrate da Guareschi e portate al cinema da Fernandel e Gino Cervi.
Alessandro Pino

Immagine

Roma: riapre al pubblico il centro visitatori della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni | di Alessandro Pino

13 Feb

[ROMA] Ha riaperto al pubblico il centro visitatori del Tempio di Roma della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni.
All’interno si possono ammirare opere d’arte sacra contemporanea con guide interattive e godere dei giardini. Il centro è visitabile nei giorni di lunedì, martedì, giovedì e venerdì dalle ore 14,00 alle 20,00 su prenotazione.


Il Centro Visitatori del Tempio di Roma si trova in via di Settebagni 380, vicino agli uffici della Agenzia delle Entrate. Si può entrare con la propria auto e parcheggiare all’interno. La visita è gratuita. Per prenotare telefonate al 351 767 7101.

Alessandro Pino

Immagine

Giro di prostituzione in centri massaggi orientali a Monte Sacro e al quartiere Africano | di Alessandro Pino

12 Feb

[ROMA] È stata messa la parola fine dai Carabinieri su richiesta della Procura della Repubblica a un giro di prostituzione all’interno di tre centri massaggi orientali- tra cui uno in viale Tirreno a Monte Sacro e uno in via Fezzan al quartiere Africano, il terzo era a via Ziani, zona Medaglie d’Oro- frequentati per lo più da italiani. Sei persone di cui cinque donne cinesi e un italiano convivente con una cinese, ritenute responsabili a vario titolo e in concorso tra loro dei reati di istigazione, sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione, sono finite ai domiciliari. Per l’accusa le donne si occupavano della gestione dei centri mentre l’italiano si occupava essenzialmente della loro pubblicizzazione su internet: su siti specializzati l’attività era reclamizzata con annunci ritraenti giovani donne dai tratti asiatici in pose provocanti e abbigliamento succinto. Spesso le ragazze da impiegare nell’attività venivano reclutate direttamente in Cina. La media mensile dei tre centri era di circa seicento clienti per un volume d’affari complessivo registrato pari a circa ventimila euro mensili. I destinatari dei provvedimenti saranno sottoposti al regime degli arresti domiciliari presso le loro abitazioni site in Roma e, contestualmente, sarà nuovamente sottoposto a sequestro preventivo il centro massaggi di via Ziani.
Alessandro Pino

(Foto Comando Provinciale Carabinieri Roma)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: