Archivio | Cultura RSS feed for this section
Immagine

Musica: la scomparsa di Sylvano Bussotti in un ricordo di Dino Ruggiero

20 Set

É scomparso a Milano all’età di novant’anni il noto compositore sperimentale e artista Sylvano Bussotti. Era nato a Firenze il primo ottobre 1931 e fu anche direttore del Teatro La Fenice di Venezia e della sezione musicale della Biennale di Venezia.

Nell’occasione riportiamo un suo ricordo scritto da Gherardo Dino Ruggiero, attore, regista e divulgatore di storia romana, che con il Maestro Bussotti ebbe modo di collaborare:

«Aula Magna della Sapienza, primi anni 70. Concerto di un tal Bussotti, a me studente di Scienze Politiche sconosciuto. Aula gremita, entra compunto il pianista in frac d’ordinanza e salutato il pubblico siede al pianoforte al centro del palcoscenico. Il frac era bianco. Suona con molta passione qualche brano di musica classica e di vari generi, ad un tratto mentre suona lascia una mano suonare sui tasti e con l’altra pare scacciare una mosca che l’infastidisce proterva. I gesti per scacciare l’inopportuno insetto da un ritmo lento gradualmente diventano parossistici in un crescendo di gesti e di …musica anch’essa “infastidita” il pianista si esibisce in una vera e propria caccia tra note e colpi sul pianoforte finché raggiunto l’acme di azione e musica lascia la scena sbattendo il coperchio dei tasti. Al virtuosismo del pianista aveva aggiunto gag e divertimento…del clown, irridendo alla seriosità che ammanta spesso il paludato personaggio! Entusiasti applausi scroscianti lo accolsero da parte del giovane pubblico
Era Sylvano Bussotti, poliedrico musicista e “innovatore” dello spartito.
Anni dopo mi trovai a collaborare in qualche suo spettacolo anche nei Teatri dell’Opera; memorabile un inaspettato omaggio a lui dedicato all’interno del Mercato di Traiano, per il suo 70° compleanno. Riflettendoci devo anche a lui in qualche modo quello che sarà il “divulgare divertendo”, motto e mio modo di fare teatro e divulgazione.
Gli sia lieve la terra come lui è stato con lei».

(A cura di Alessandro Pino)

Immagine

Torna a Roma il contest #roadtogreen: sfida tra nuove idee per un futuro sostenibile

15 Set

[ROMA] Il 23 settembre torna nella Capitale la finale del contest #roadtogreen, iniziativa annuale ideata dall’Associazione Road to green 2020 e realizzata in collaborazione con l’Accademia del Lusso di Roma, finalizzata alla promozione di nuove idee per un futuro più sostenibile nei confronti dell’ambiente e rispettoso della vita e delle risorse, dando visibilità a creativi, designer e innovatori.

La sfida a colpi di creatività avrà luogo all’Hotel Trustever (via Francesco Benaglia 13) dove si incontreranno i promotori dei migliori progetti pervenuti negli scorsi mesi, coloro che hanno saputo trovare soluzioni green ai problemi della quotidianità o idee per rendere migliore la nostra vita.

Tra le novità di quest’anno, nuovi riconoscimenti e opportunità per i partecipanti. Nella giuria del contest, infatti, siederanno esperti del settore della sostenibilità, ognuno dei quali potrà conferire la propria “menzione speciale” a uno dei candidati sulla base della presentazione fatta. Queste menzioni potranno essere di vario genere: dai premi economici alla possibilità di prendere parte ad importanti eventi del settore, all’opportunità di essere inserito in alcuni dei loro progetti.

«Anche quest’anno abbiamo ricevuto delle proposte davvero interessanti, a dimostrazione di quanto l’interesse nei confronti dell’ambiente stia continuando a crescere- commenta Barbara Molinario, Presidente di Road to green 2020– voglio complimentarmi con tutti, perché la sola partecipazione, l’ideazione di un progetto e la sua realizzazione deve essere motivo di orgoglio. Alcune delle idee che ci sono state presentate meritano davvero di essere concretizzate, per questo ci auguriamo di poter rappresentare per loro il giusto trampolino di lancio».

«Da anni siamo al fianco di Road to green in questo progetto, omaggiando il partecipante ritenuto migliore con uno dei nostri corsi e devo dire che da questo contest arrivano sempre studenti brillanti. – dichiara Laura Gramigna, Direttrice dell’Accademia del Lusso di Roma – a tutti i partecipanti faccio i miei complimenti e vorrei invitarli a continuare a studiare e formarsi nel proprio campo. Questa è l’unica strada per avere successo».

L’evento è organizzato in ottemperanza alle attuali normative anti-Covid. Ai partecipanti sarà chiesto di rispettare la distanza interpersonale di sicurezza e di indossare la mascherina per tutta la durata dell’evento. L’appuntamento è per le ore 11.

(A cura di Alessandro Pino)

Immagine

Il Teatro degli Audaci presenta la stagione 2021-22 | di Alessandro Pino

6 Set

[ROMA] Il Teatro degli Audaci, il primo stabile del Terzo Municipio, è pronto a presentare la sua nona stagione nella consueta conferenza stampa che si terrà il 14 settembre, all’insegna del motto
“Senza teatro non c’è rinascita” coniato dal direttore artistico e fondatore Flavio de Paola.

In attesa della presentazione, possiamo dare una anteprima: aprirà il sipario il 14 ottobre la commedia “Il carro di Dioniso”, libero adattamento dal Pluto di Aristofane, con Vito Cesaro e Danny Mendez per la regia di Vito Cesaro.

A seguire, dal 28 al 31 ottobre ci sarà “Non si sa come” di Luigi Pirandello per la regia di Francesco Branchetti con Isabella Giannone e Francesco Branchetti.

Dopo lo strepitoso successo degli scorsi anni, Flavio De Paola riproporrà dal 4 al 21 novembre “Aspettando Godot”, il testo più celebre di Samuel Beckett da lui diretto e interpretato assieme a Gianluca delle Fontane, Ilario Crudetti, Emiliano Ottaviani. Sarà il primo di una serie di importanti spettacoli di alto spessore artistico e culturale come “Novecento” di Alessandro Baricco e “L’apparenza inganna” di John Tremblay, tutti diretti da Flavio De Paola.

Dal 9 al 12 dicembre salirà sul palcoscenico Alessia Fabiani con la divertentissima commedia “Stasera mi butto”, scritta da Patrizio Pacioni, per la regia di Giancarlo Fares, con Mario Zamma, Alessia Fabiani e Salvo Buccafusca.

Continua la tradizione del Capodanno a teatro: anche quest’anno il direttore artistico Flavio De Paola lo trascorrerà insieme al pubblico con lo spettacolo “Matrimoni spericolati” di Anita Tremblay, diretto e interpretato da Flavio De Paola con Gianluca delle Fontane, Ilario Crudetti, Serena Renzi e Giorgia Masseroni.

La stagione teatrale continuerà poi con gli spettacoli di Franco Oppini, Mario Antinolfi, Mino Sferra e tanti altri che verranno svelati alla conferenza stampa
del 14 settembre: inizio previsto per le 19:30. Il Teatro degli Audaci si trova in via Giuseppe De Santis 29, zona Porta di Roma. Informazioni e prenotazioni ai numeri 06/9437 6057 e 333/2403211.

Alessandro Pino

Immagine

Fidene: parte il restauro della “Capanna Protostorica” | di Alessandro Pino

18 Ago

[ROMA] Sono partiti nei giorni scorsi i lavori di restauro della ricostruzione della Capanna Protostorica di Fidene da parte della Soprintendenza Archeologica.

La ricostruzione, realizzata un ventina di anni fa con argilla, paglia e legno, si trova in via Quarrata, accanto al luogo in cui sono sepolti i resti di un insediamento risalente a circa otto-nove secoli prima di Cristo e che fu trovato durante scavi compiuti tra il 1987 e il 1993. Probabilmente l’originale era adibito a uso magazzino e al suo interno furono trovati i resti di un gatto domestico.

Il simulacro si era via via deteriorato e un incendio doloso l’aveva anche esposto al rischio di crollo. Per questo fu inevitabile interrompere le visite guidate per cittadini e scolaresche che occasionalmente organizzava l’associazione “Il Carro de’Comici” con l’attore, regista e divulgatore di storia romana Gherardo Dino Ruggiero. Si spera che una volta ultimati i lavori il sito venga riaperto al pubblico e le visite guidate riprendano.

Alessandro Pino

Immagine

Visite guidate al Ponte Nomentano e Città Giardino: prossime date sabato 31 luglio e domenica 1 agosto  |  di Alessandro Pino

30 Lug

[ROMA] Proseguono le visite guidate gratuite al Ponte Nomentano e Città Giardino organizzate dall’Associazione Culturale “Il Carro de’ Comici”, con il Patrocinio del Municipio Roma III Montesacro.

I prossimi appuntamenti sono sabato 31 luglio e domenica primo agosto. In entrambe le date si comincia alle 10 di mattina con “I segreti del Ponte” per conoscere il Ponte Nomentano, simbolo di Monte Sacro e le sue adiacenze.

Si prosegue alle 15 e 30 con il giro per Città Giardino e al fiume Aniene (appuntamento sotto il portico di palazzo Sabbatini a piazza Sempione).

In entrambe le occasioni sarà l’attore, regista e divulgatore di storia romana Gherardo Dino Ruggiero ad accompagnare i partecipanti con la sua esposizione competente e divertente al tempo stesso. Per informazioni e per prenotarsi chiamare il 3387965614.
Alessandro Pino

Immagine

La Protezione Civile compie 40 anni: una mostra a Roma il 19 luglio per farsi conoscere dai cittadini

17 Lug

[A cura di Alessandro Pino]

La Protezione Civile compie quarant’anni: creata dopo una serie di tragedie nazionali e umane che resero evidente come la buona volontà da sola non bastava per portare soccorso nelle emergenze e nelle catastrofi, è oggi un sistema integrato, coordinato e capillare.

Per far conoscere ai cittadini le attività di Protezione Civile, le attrezzature e i mezzi utilizzati negli interventi di assistenza e aiuto alla popolazione, il 19 luglio si terrà a Roma nella monumentale cornice di via dei Fori Imperiali la manifestazione “Siamo noi la storia! Il Volontario di Protezione Civile oggi. Quarant’anni di evoluzione al servizio della comunità”.

Si tratta di una iniziativa organizzata e promossa dall’Associazione di Protezione Civile – Gruppo Roma Montecitorio OdV, PROCIV ITALIA Coordinamento LAZIO e dall’Associazione Nazionale PROCIV ITALIA Protezione Civile e Sanità.

In campo di saranno oltre 200 Volontari di Protezione Civile, appartenenti a 26 Associazioni di Volontariato di Roma e della Regione Lazio che forniranno tutte le informazioni necessarie alla diffusione della cultura di Protezione Civile e della prevenzione dei rischi.

Saranno inoltre presenti i Volontari del “Progetto Young” di Protezione Civile (ragazzi dai nove ai quattordici anni che si affacciano all’educazione di Protezione Civile) accompagnati dai genitori e i giovani Volontari del Servizio Civile Universale.

É attesa la partecipazione della Ministro per le Politiche Giovanili Fabiana Dadone, del Sindaco di Roma Virginia Raggi, del Capo Dipartimento della Protezione Civile Fabrizio Curcio e di altre autorità istituzionali e del mondo del Sistema di Protezione Civile.

La manifestazione si svolgerà dalle 16 e 30 alle 21; ingresso su via Dei Fori Imperiali, lato via di San Pietro in Carcere.

Alessandro Pino

Immagine

“Quasi adulti” al Teatro 7 Off conclude la rassegna (Ri)aperture mentali | di Alessandro Pino

12 Lug

[ROMA] Il graduale ritorno alla vita normale passa anche, anzi soprattutto, attraverso la ripresa delle attività teatrali con la presenza dal vivo degli spettatori.

Il Teatro 7 Off di Monte Sacro, il cui direttore artistico è Michele La Ginestra, ha scelto un titolo significativo per la rassegna che ha sancito il ritorno del pubblico in sala: (Ri)Aperture Mentali, nel cui ambito sono andati in scena i gruppi dei laboratori attivi nella struttura di via Monte Senario.

Ultimi (last but not least) a salire sul palco davanti agli spettatori concludendo la rassegna, sono stati gli allievi del laboratorio “Gli Assembrati”- solo uno di quelli attivati dal Teatro 7 Off- con la pièce Quasi Adulti.

Si tratta di una commedia diretta da Andrea Martella con una improvvisa piega drammatica, centrata su un gruppo di persone che durante una festa di compleanno si trovano a fare i conti con la vita e i propri lati oscuri mai risolti.

Soddisfattissimo della riuscita il regista, che ci tiene a ricordare come gli attori in scena siano dei non professionisti che nella vita lavorativa si occupano di altro: «Questo è solo il risultato del lungo e intenso lavoro dei mesi scorsi» spiega Andrea Martella.

Beh, saranno anche non professionisti ma sicuramente si sono dimostrati professionali, talmente bravi e affiatati che meritano di essere citati tutti: Antonio Capocefalo, Flaminia Grieco, Maria Luisa Libratti, Chiara Petragnani, Stefania Zoppo, Andrea Feliziani Turchi, Fabiana Della Rosa, Elisa Saltamerenda, Alfredo Tursi, Stefano Pennacchio e in voce Noemi Toni.
Alessandro Pino

(Foto di Daniele Danieli)

Immagine

L’Orient Express si è fermato a Campo di Giove | di Alessandro Pino

11 Lug

[CAMPO DI GIOVE- AQ] Si è fermato anche nella stazione di Campo Di Giove (mille metri sul livello del mare) il convoglio formato da alcune carrozze dello storico Orient Express, treno di lusso degli anni Venti immortalato anche nel celebre giallo di Agatha Christie. L’iniziativa è nata dalla collaborazione tra Arsenale S.p.A. e Trenitalia.

Le sei vetture marchiate Ciwl (Compagnie Internationale des Wagons Lits) sono partite da Roma verso Sulmona la mattina dell’11 luglio e da lí trainate da due locomotive diesel in livrea storica hanno scalato la montagna fino a Campo di Giove con destinazione Roccaraso, percorrendo quella che ora viene chiamata Ferrovia dei Parchi e per alcuni anni “Transiberiana d’Italia”.

Come sempre accade in occasione del transito dei treni storici, la stazione di Campo di Giove è tornata ad animarsi come ai bei tempi del servizio regolare, affollandosi di turisti, residenti e cultori del treno.

Alessandro Pino

(Foto Prof. G. Salvaggio)

Immagine

A Monte Sacro la finale delle Olimpiadi Italiane di Astronomia | di Alessandro Pino

4 Lug

[ROMA] Si sono appena svolte per il secondo anno presso la Sala Agnini di Monte Sacro le finali regionali delle Olimpiadi Italiane di Astronomia, manifestazione riservata alle scuole secondarie di primo e secondo grado statali e paritarie, organizzata dalla Sait (Società Astronomica Italiana) e dall’Inaf (Istituto Nazionale di Astrofisica), giunta alla diciannovesima edizione.

A sfidarsi sotto la guida di Rosanna Rispoli e Maria Pia di Mauro, rispettivamente ricercatrice e ricercatrice astronoma presso l’Istituto Nazionale di Astro Fisica sono stati dodici ragazzi provenienti dagli Istituti Comprensivi Piaget-Majorana, Visconti, Parco della Vittoria, Via Carotenuto 30 e dai licei scientifici Leonardo Da Vinci, Amaldi, Avogadro, Labriola, Nomentano e dal liceo classico Russell. Chi arriverà alle selezioni nazionali rappresenterà l’Italia alle Olimpiadi internazionali di astronomia che si svolgeranno a ottobre.


«Grazie alla conoscenza che ho avuto direttamente, tre anni fa, con i componenti della commissione giudicatrice per il Lazio ed al fascino che ha in me scaturito questa realtà, d’accordo con loro ho proposto di fare svolgere le finali regionali nel nostro municipio, così da due anni a questa parte si svolgono presso la sala Agnini» spiega il consigliere municipale Filippo Maria Laguzzi, presidente della Commissione commercio e attività produttive «é una opportunità per gli alunni delle scuole partecipanti di essere a contatto con eccellenze del mondo della ricerca e poter anche accedere via via che si superano i vari step selettivi territoriali a frequentare anche scienziati di fama nazionale ed internazionale e istituti universitari di primo livello, una grande opportunità da coltivare».

Alessandro Pino

Immagine

Raduno a Torrita Tiberina per le Alfa del Club Cuore Sportivo Lazio | di Alessandro Pino

27 Giu

[ROMA] Il graduale ritorno alla normalità dopo la pandemia è segnato anche dalla ripresa delle attività del motorismo storico, settore in cui uno dei sodalizi più noti e attivi è il Club Cuore Sportivo Lazio, dedicato al marchio Alfa Romeo.

La prima uscita ufficiale del Club dopo la lunga interruzione dovuta alle norme anti Covid si è tenuta lo scorso 27 giugno- tre giorni dopo il 111° anniversario del marchio- con destinazione Torrita Tiberina.

Come d’abitudine, le vetture del Biscione sono state accolte dai responsabili del Club Maurizio Solazzi e Danilo Cambrini per la partenza dalla zona Anagnina: una ventina di auto tra cui due Alfetta, la granturismo Montreal, la rara Giulietta Turbodelta e poi lo Spider, le Giulia e Giulia GT, (più la solita Mito imbucata…).

Sempre divertente il lungo percorso di trasferimento in colonna, prima sul Raccordo e poi sulle strade della Sabina passando per la Diramazione Roma Nord della autostrada A1.

All’arrivo a Torrita Tiberina, dove nel frattempo erano giunte altre vetture storiche Alfa Romeo, i partecipanti al raduno sono stati accolti in piazza della Repubblica dal sindaco, dottoressa Rita Colafigli, indossante la fascia tricolore d’ordinanza.

Successivamente presso l’antico Castello il presidente del locale centro sociale anziani, Maurizio Ruggeri, ha illustrato la storia della cittadina ovviamente non mancando di ricordarne il legame con Aldo Moro, lo statista democristiano assassinato nel 1978 dalle Brigate Rosse che qui aveva una villetta in cui trascorrere i fine settimana e le cui spoglie riposano nel minuscolo cimitero adiacente il centro abitato.

Alessandro Pino

Immagine

Domenica 27 giugno a spasso per Città Giardino e il Ponte Nomentano con “Il Carro de’Comici” | di Alessandro Pino

26 Giu

[ROMA] Domenica 27 giugno torna ancora una volta l’appuntamento con la Storia con la esse maiuscola, a spasso per Monte Sacro e le visite guidate a cura della associazione “Il Carro de’ Comici”.

Si comincia alle 10 di mattina con l’appuntamento sul Ponte Nomentano e le sue adiacenze per proseguire alle 16 con la visita a Città Giardino partendo dal portico di piazza Sempione, sempre in compagnia dell’attore e regista Gherardo Dino Ruggiero, apprezzato divulgatore di storia romana assieme al quale divertirsi imparando.
Per informazioni e prenotazioni telefonare al 338 7965614.

Alessandro Pino

Immagine

Il “Premio Caravella Tricolore” per il Sociale a Roberto Borgheresi

17 Giu

[ROMA] Prestigioso riconoscimento per il fondatore e direttore del Centro Iniziative Sociali di Monte Sacro, Roberto Borgheresi, già presidente del Consiglio Municipale di quello che è oggi il Terzo Municipio: nei giorni scorsi gli è stato conferito il Premio Caravella Tricolore 2020 nella categoria per il Sociale, per i dieci anni ininterrotti (dodici, per la precisione) di attività culturali e corsi di istruzione aperti a tutti tenuti nella sede di via Val Trompia

La cerimonia di premiazione, condotta dai giornalisti Maria Antonietta Spadoccia del Tg2 e Pietro De Leo del quotidiano Il Tempo, si è tenuta presso la sala della Fondazione Alleanza Nazionale a Roma. A premiare Roberto Borgheresi con la targa del Premio Caravella Tricolore (giunto alla quinta edizione e promosso dal senatore Domenico Gramazio) è stato l’onorevole Tommaso Luzzi.

Ricevendo il premio, Borgheresi ha
voluto ricordare tutti i collaboratori del Centro Iniziative Sociali di Monte Sacro, aggiungendo che «Facciamo attività culturali per circa 3/400 persone l’anno»
(A cura di Alessandro Pino)

Immagine

#ROADTOGREEN, il contest più verde che c’è: iscriviti per diventare campione della sostenibilità!

14 Giu

C’è tempo fino al 30 giugno per iscriversi all’edizione di quest’anno di #roadtogreen, contest dedicato alla creatività e all’innovazione all’insegna della sostenibilità, promosso dall’Associazione Road to green 2020 in collaborazione con l’Accademia del Lusso di Roma.

L’iniziativa è rivolta a chiunque voglia presentare il proprio progetto che sia innovativo, originale, creativo e ispirato a valori di salvaguardia ambientale, oltre che rigorosamente inedito, per rendere il nostro futuro più verde, più green. Cinque le categorie tematiche previste dal regolamento: 

food: mangiare a Km zero sta diventando una tendenza sempre più diffusa;

culture & nature: ripercorrendo il passato per un grande futuro;

health: la prevenzione in campo medico, una sana alimentazione e l’attività fisica oggi sono sempre più in linea con la filosofia green nel senso di risparmio e sostenibilità;

fashion & beauty: prodotti vegan, artigianali, artistici, concettuali, totalmente cruelty-free, tessuti naturali e prodotti in loco, riciclati ed ecosostenibili. Cosmetica sensibile alla ecodermocompatibilità che predilige il bio, l’eco e il fito;

city, mobility & technology: la mobilità sostenibile punta su veicoli e carburanti a ridotto impatto ambientale, servizi informatici che contribuiscono a razionalizzare gli spostamenti in ambito urbano e tecnologie in grado di ridurre la necessità di spostarsi.

Tutti possono partecipare con la loro arte, senza alcun vincolo, utilizzando pitture, sculture, installazioni, video, abiti (bozzetti o realizzati dal vero), plastici ecosostenibili, disegni, fotografie, progetti di eventi e altro.

Il progetto vincitore verrà proclamato nel corso del Forum Internazionale “La città del futuro” che si terrà il 23 settembre 2021 a Roma, in cui i finalisti presenteranno al pubblico in sala i propri lavori. Al vincitore andrà in premio un Voucher Formativo presso l’Accademia del Lusso di Roma.

Tra le novità di quest’anno, nuovi riconoscimenti e opportunità per i partecipanti. Nella giuria del contest, infatti, siederanno esperti del settore della sostenibilità, ognuno dei quali potrà conferire la propria “menzione speciale” a uno dei candidati sulla base della presentazione proposta. Queste menzioni potranno essere di vario genere: dai premi economici alla possibilità di prendere parte a importanti eventi del settore, all’opportunità di essere inseriti in alcuni dei loro progetti. Rimangono ancora rigorosamente top secret i nomi dei giurati che verranno svelati nelle settimane precedenti l’evento.

«Siamo davvero felici di annunciare la nuova edizione del nostro contest, un progetto che è a noi molto caro e che non si è lasciato fermare dalle difficoltà del momento» dichiara la giornalista Barbara Molinario, Presidente di Road to green 2020 «ogni anno siamo orgogliosi di vedere la grande partecipazione da parte di creativi, innovatori, designer e artisti. Questo indica che la nostra società sta sviluppando una maggior consapevolezza di quanto sia importante salvaguardare l’ambiente».

Per partecipare al contest #roadtogreen
non ci sono vincoli di età, titolo o professione: al link https://lacittadelfuturo.com/contest-2021-roadtogreen/ ci sono tutte le informazioni necessarie per iscriversi.

E allora cosa aspetti? Potresti diventare proprio tu il campione della sostenibilità!

(A cura di Alessandro Pino)
 

Immagine

Villa di Faonte: torna il 9 giugno l’appuntamento con la Morte di Nerone | di Alessandro Pino

7 Giu

[ROMA] Torna mercoledì 9 giugno l’appuntamento con la Morte di Nerone al Parco Villa di Faonte, zona Bufalotta-Vigne Nuove: verrà rievocato con una rappresentazione in costume lo storico episodio avvenuto nel 68 dopo Cristo e narrato da Tacito e Svetonio.

L’associazione Il Carro de’ Comici con il narrattore e regista Gherardo Dino Ruggiero riproporrà la mise èn scène che tanto successo e applausi ha riscosso negli anni scorsi. L’ingresso è su via delle Vigne Nuove con ingresso libero e gratuito. La rappresentazione inizia alle 17e 30 e si svolge all’aperto, nel pieno rispetto delle prescrizioni anti Covid. Per informazioni scrivere alla casella di posta elettronica gherardodinoruggiero@gmail.com o telefonare al 3387965614.
Alessandro Pino

Immagine

Premio Ugo Forno al Parco Nemorense per ricordare Ughetto ucciso dai tedeschi | di Alessandro Pino

5 Giu

[ROMA] Si è tenuta la mattina del 5 giugno al Parco Virgiliano di via Nemorense la prima edizione del Premio Ugo Forno, intitolato al dodicenne che proprio il 5 giugno del 1944 venne massacrato da una granata tedesca dopo essere riuscito con i suoi compagni a impedire che i tedeschi in ritirata facessero saltare in aria il ponte ferroviario sull’Aniene, ancora oggi in uso.

Il concorso, rivolto agli studenti della scuola Luigi Settembrini, la stessa che frequentava Ugo, è stato indetto in collaborazione con l’Associazione ex Alunni e Docenti del Liceo Giulio Cesare, con il supporto del Municipio II di Roma Capitale, dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia e dell’Associazione Familiari e Amici di Ugo Forno.

Questa prima edizione è stata vinta da Maria Sole, una studentessa solare di nome e di fatto che nel suo tema ha descritto con grande realismo la tragica vicenda di un ragazzino che si trova a riflettere e ragionare come un adulto, pressato dall’emergenza sempre più stringente e dall’incattivirsi dell’invasore, senza più la libertà di giocare nel suo caro parco Nemorense, poi neanche nel cortile di casa.

Il premio è stato consegnato a Maria Sole dalla dirigente scolastica Maria Andreina Le Foche alla presenza di insegnanti e studenti, di Fabrizio Forno nipote di Ugo, della presidente del Secondo Municipio-che ha patrocinato l’iniziativa- Francesca Del Bello, di Carlo Caponi dell’Anpi e del giornalista Lorenzo Grassi. che da sempre ha perpetuato la memoria di Ughetto. Importante l’appoggio del Caffè Nemorense e naturalmente c’era anche un profondo conoscitore della vicenda come l’attore, regista e divulgatore di storia romana Gherardo Dino Ruggiero che proprio qualche settimana fa in occasione della ricorrenza della nascita di Ugo ne ha narrato la storia al Belvedere che ne porta il nome, lungo la ciclabile Salaria-Nomentana accanto al ponte che Ughetto contribuì a salvare e dove rimase ucciso.
Alessandro Pino

Immagine

Il “Parco Arena Rino Gaetano” sorgerà nel parco delle Valli – di Alessandro Pino

2 Giu

[ROMA] Quella che vedete in foto è l’area ex cantiere Metro B1 adiacente il Parco delle Valli in cui verrà realizzata un’arena per eventi musicali da intitolare al cantautore Rino Gaetano.

Sono trascorsi quarant’anni esatti dal tragico incidente stradale sulla vicina via Nomentana per le cui conseguenze morì a soli trentun anni il cantautore di origini calabresi: la Volvo 343 grigio metallizzato da lui guidata si scontró con un camion verso le quattro del mattino del 2 giugno 1981. Il cantautore spirò circa due ore dopo e a oggi non si placano le dietrologie su alcuni aspetti forse rimasti opachi del tragico episodio, come i ritardi e gli intoppi nei soccorsi.

Per ricordarlo celebrandone il legame che aveva con il territorio di Monte Sacro dove l’artista risiedette per anni, è stata formalmente proposta dalla Giunta del Terzo Municipio all’ufficio Toponomastica di Roma Capitale l’intitolazione a Rino Gaetano della Arena (appunto “Parco Arena Rino Gaetano”) da realizzare appunto nell’area per lunghi anni occupata dal cantiere della metropolitana B1, ampliando così di fatto il Parco delle Valli.

Alla presentazione del progetto nell’area dove sorgerà l’Arena proprio nel quarantesimo anniversario della scomparsa, erano presenti il presidente del Terzo Municipio Giovanni Caudo, la sorella e il nipote di Rino Gaetano, oltre agli assessori municipali all’Urbanistica Stefano Sampaolo, alla Cultura, Christian Raimo e al Commercio, Francesca Leoncini.

«Questo luogo un po’ fuori del comune somiglia a una persona che si è sempre mossa fuori degli schemi, strano ma sincero e appartenente alla nostra sensibilità» ha dichiarato il presidente Caudo ai presenti, aggiungendo «sono orgoglioso di consegnare questo atto» dando copia della proposta ufficiale di intitolazione alla sorella di Rino Gaetano, Anna e al nipote Alessandro, che è anche leader della Rino Gaetano Band. “Questo è il suo quartiere” ha commentato commossa Anna Gaetano. “Rino torna un po’ a casa sua” ha aggiunto Alessandro Gaetano.

Alessandro Pino

Immagine

Sabato 29 e domenica 30 maggio a spasso per Città Giardino e Ponte Nomentano, imparando e divertendosi | di Alessandro Pino

28 Mag

[ROMA] Tornano anche questo fine mese le visite guidate gratuite al Ponte Nomentano e Città Giardino organizzate dall’Associazione Culturale “Il Carro de’ Comici”, con il patrocinio del Municipio Roma III Montesacro:

si comincia sabato 29 maggio alle 10 e mezza con la visita al Ponte Nomentano per conoscerne i segreti in compagni del brillante attore, regista e divulgatore di storia romana Gherardo Dino Ruggiero: i simboli di Ercole, la feritoia per versare l’olio bollente, i segni lasciati dai Visigoti di Totila nel 549 e dall’esercito francese accorso contro la Repubblica Romana nel 1849, dal terremoto del 1703 che fece crollare la torre esterna. A seguire,cvietia ai due Mausolei del I secolo e al Monte Sacro, ora Parchetto Bolìvar.

Invece, sabato 29 e domenica 30 maggio alle 15 e 30: visita a Città Giardino e all’Aniene con appuntamento sotto il portico di palazzo Sabbatini a piazza Sempione. Sempre in compagnia di Gherardo Ruggiero, lungo il percorso viale Gottardo- via Montenevoso- via Cimone- per tornare a piazza Sempione, visitando anche la sorgente dell’Acqua Sacra.

Una cosa e sicura: i partecipanti sia grandi che piccoli si divertiranno imparando e impareranno divertendosi, come avviene ormai dal 1999. Sono consigliate calzature comode. Per informazioni e prenotazioni telefonare al 338 7965614.

Alessandro Pino

Immagine

A Monte Sacro il Premio di poesia Massimo Ferretti | di Alessandro Pino

28 Mag

[ROMA] Si tiene dal 28 al 30 maggio presso il Liceo Scientifico Statale Nomentano, il Centro Sociale Brancaleone e la scalinata di via Tofana a Monte Sacro la prima edizione del Premio di poesia Massimo Ferretti. Si tratta di una rassegna di eventi culturali mirata a perpetuare l’opera del poeta Massimo Ferretti.

La manifestazione è nata da un’idea di Furio Testa e Alessandro Contadini e
gode del patrocinio del Terzo Municipio e del Comune di Chiaravalle, in collaborazione con Polisemie – Rivista di Poesia Ipercontemporanea, del movimento Grande come Una Città, OJ Food, Es – Editoria Semplice e Scuola del Libro.
Alessandro Pino

Immagine

Addio al console Antonio Verde, il diplomatico amico dei tram di Napoli | di Alessandro Pino

13 Mag

Il Covid ha fatto un’altra vittima illustre: a soli sessant’anni di età è mancato al Cairo nei giorni scorsi il diplomatico Antonio Verde, console italiano in Egitto. Originario di Giugliano e laureato in Scienze Politiche all’Orientale di Napoli, aveva iniziato la carriera diplomatica nel 1990 inanellando prestigiosi incarichi tra cui il consolato italiano a Los Angeles.

Era anche un apprezzato intenditore di veicoli storici e dei mezzi di trasporti pubblico storici partenopei e fu uno dei principali animatori del sito tematico “Mondotram”, diventando segretario nazionale della AIAT (Associazione Italiana Amici della Tranvia) che da esso prese origine.

Solo qualche giorno prima della scomparsa, chi scrive aveva scambiato con il console Verde un paio di brevi messaggi via social, inviandogli un filmato amatoriale ispirato alla saga di Guerre Stellari come ogni tanto avveniva in entrambe le direzioni. Poi l’aggravamento e la notizia della tragica scomparsa.

Alessandro Pino

Immagine

Cento anni di Nino Manfredi: ricordiamolo con “La mazzetta” | di Alessandro Pino

1 Apr

[NAPOLI] Sono trascorsi pochi giorni dal centenario della nascita di Nino Manfredi e vogliamo con modestia celebrarlo anche noi su questo sito ricordandolo in uno dei suoi film a nostro avviso più caratteristici: “La Mazzetta” del 1978 (ma fu girato sotto Natale del 1977) diretto da Sergio Corbucci e in cui assieme all’attore ciociaro recitavano Ugo Tognazzi, Paolo Stoppa, Marisa Laurito, Imma Piro, Pietro De Vico, Gennaro Di Napoli. La musica era firmata da un allora giovanissimo Pino Daniele.

Si tratta di un thriller in salsa napoletana con marcate sfumature da commedia, tratto da un romanzo di Attilio Veraldi e sceneggiato tra gli altri, oltre che dallo scrittore, da Elvio Porta e Luciano De Crescenzo, centrato sulla ricerca da parte di un finto avvocato (Manfredi) delle carte relative a un appalto, .

Per chi è appassionato della ricerca di location cinematografiche, ecco alcune indicazioni, ricavate dal sito specializzato Il Davinotti: la scena della tortura a base di spaghetti con polipetti e nero di seppia, entrata nell’immaginario collettivo e a cui si riferisce l’immagine, fu girata nel ristorante “Transatlantico” al Borgo Marinari di Napoli.

Altre scene furono girate a Fuorigrotta in via Michelangelo da Caravaggio, alcune ad Anzio (spacciata per Formia) mentre in via Della Marcigliana a Roma una residenza usata più volte come location cinematografica fu immaginata come villa sul Monte Faito.

Il bar di fronte a Porta Capuana dove il personaggio di Manfredi (finto avvocato) riceve i clienti esiste ancora anche se l’allestimento interno è molto cambiato.

Per i cultori delle automobli classiche, nel film fa probabilmente la sua primissima apparizione cinematografica l’Alfa Romeo Giulietta “serie 116” (nel romanzo è una Alfetta).
Alessandro Pino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: