Annunci
Tag Archives: Carabinieri
Immagine

Settebagni: roghi tossici in riva al Tevere, tre arresti – di Alessandro Pino

17 Feb

[Roma] Due romeni e una guatemalteca sono stati arrestati ieri dai Carabinieri della Stazione Settebagni per avere acceso roghi tossici di rifiuti lungo la riva del Tevere: i militari transitando in via Riva del Fiume hanno notato una colonna di fumo alzarsi da un terreno nei pressi e sono intervenuti sorprendendo i tre stranieri. Uno di loro scaricava dei sacchi contenenti materiale plastico e di scarto da due furgoni, mentre gli altri due li incendiavano. Le fiamme sono state spente dai Vigili del Fuoco e l’area sottoposta a sequestro, mentre gli arrestati sono stati sottoposti agli arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni, in attesa del rito direttissimo.

Alessandro Pino

(foto Comando Provinciale Carabinieri Roma)

Annunci
Immagine

Stazione Tiburtina: preso con un chilo e mezzo di droga – di Alessandro Pino

14 Feb

[Roma] Un corriere di droga nigeriano è stato bloccato ieri pomeriggio dai Carabinieri nell’area dell’autostazione Tibus, adiacente la stazione Tiburtina. Il malvivente, residente in provincia di Perugia ma di fatto senza fissa dimora e con precedenti, è stato sorpreso dai militari in largo Guido Mazzoni mentre trascinava un trolley. Dentro la valigia è stato rinvenuto e sequestrato un chilo e mezzo di marijuana suddiviso in due confezioni in cellophane. Il corriere nigeriano è stato rinchiuso nel carcere di Regina Coeli.

Alessandro Pino

(foto Comando Provinciale Carabinieri Roma)

Immagine

Nuovo orario di segreteria per la caserma dei Carabinieri di Settebagni – di Luciana Miocchi

4 Feb

fb_img_15322539841615895141877350.jpg

La notizia che stessero per accadere gravi cose riguardo la sicurezza nel quartiere, specialmente in riferimento alla locale Stazione dei Carabinieri ha cominciato a girare di bocca in bocca, passando per i social ma nessuno sapeva dire qualcosa di più preciso. E’ bastato un accesso diretto per scoprire l’arcano: le disposizioni sono già operative, infatti da qualche giorno l’orario di apertura al pubblico degli uffici termina alle 16,30 e non più alle 22,00 per decisione del Comando territoriale.  A breve verranno cambiate anche le targhe che riporteranno le nuove modalità di accesso. Questo perché la Stazione di Settebagni è stata spostata di fascia – le caserme sono divise in tre fasce a seconda dell’orario di apertura-  dalla seconda alla prima, che ha appunto un orario che va dalle 8,30 alle 16,30. Ciò non significa assolutamente che la Caserma verrà chiusa, eventualità esclusa in maniera categorica, avendo un bacino di utenza e di competenza di venticinquemila persone, che va dai confini con il Comune di Monterotondo alla Flaminia a Cinquina ma che verrà liberato un milite dal servizio di segreteria da aggiungere a quelli impegnati nei servizi sul territorio.  Certo fa impressione sapere che suonando al citofono nel pomeriggio, si entrerà in contatto con un operatore che risponde a decine di km di distanza ma ci si abitua a tutto, ci si abituerà anche a questo, ad un piccolo peggioramento nelle modalità di accesso per fare un qualsiasi tipo di esposto o di denuncia, mentre prima era possibile dopo l’orario d’ufficio, ora sarà necessario prendere un permesso dal lavoro, aggiungendo al danno, anche la beffa. D’altra parte, la ormai cronica carenza di personale porta a fare scelte delle scelte, per poter schierare più persone sul campo.

Luciana Miocchi

 

 

Immagine

Vigne Nuove: ucciso a coltellate in via Dina Galli? – di Alessandro Pino

1 Feb

[Roma] Giallo nei “cilindri” di Vigne Nuove per la morte di un nordafricano trentacinquenne, rinvenuto cadavere in un appartamento degli edifici popolari di via Dina Galli. La segnalazione ai Carabinieri è giunta nella mattinata del 31 gennaio da parte di un nigeriano amico del morto. Il corpo si trovava su un letto, nascosto da alcune coperte. I motivi del decesso non sarebbero chiari e le indagini sono in corso: a quanto si è letto sul “Messaggero” , secondo i militari il cadavere non presenterebbe segni di violenza. Qualcuno tra i vicini, però, avrebbe parlato di ferite da coltello. La convivente della vittima – una donna marocchina a quanto pare dal passato turbolento e con la quale l’uomo sembra avesse avuto pesanti diverbi di recente – è stata interrogata per ore. Seguiranno aggiornamenti.

Alessandro Pino

Immagine

Tufello: un altro arresto per spaccio – di Alessandro Pino

19 Gen

[Roma] Un trentaseienne romano è stato arrestato ieri pomeriggio al Tufello dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Roma Montesacro per avere avviato un’attività di spaccio in via Monte Crocco, dopo il blitz di polizia del novembre dello scorso anno. I militari hanno sorpreso l’uomo, disoccupato già noto alle forze dell’ordine, in possesso di 130 grammi di cocaina e 10 grammi di hashish suddivisi in dosi, oltre a 200 euro ritenuti provento dell’attività illecita. Dopo l’arresto, l’uomo è stato messo ai domiciliari, in attesa di essere accompagnato in mattinata a pizzale Clodio per essere sottoposto al rito direttissimo.

Alessandro Pino

Immagine

Testaccio: nuova aggressione per rapina dopo la discoteca – di Alessandro Pino

1 Gen

[Roma] Un diciottenne libico senza fissa dimora con precedenti è stato arrestato dai Carabinieri la notte di Capodanno per il reato di rapina in concorso. I militari sono intervenuti in via di Monte Testaccio – dove già qualche notte fa era stato malmenato e rapinato un ragazzo – nei pressi dell’uscita di una discoteca dopo aver notato un gruppo di ragazzi che accerchiava e prendeva spintoni un avventore che si era incamminato verso la sua auto. Uno dei delinquenti è stato bloccato mentre afferrava per il collo la vittima, uno studente 20enne, impossessandosi del suo portafoglio con all’interno denaro contante e passandolo ad uno dei suoi tre complici, riusciti a dileguarsi. L’arrestato è stato accompagnato in caserma, dove sarà trattenuto in attesa del rito direttissimo. Le indagini dei Carabinieri proseguono al fine di rintracciare gli altri componenti della banda.

Alessandro Pino

Immagine

Testaccio: rapinato a calci e pugni da tre nordafricani – di Alessandro Pino

30 Dic

[Roma] Tre diciottenni nordafricani sono stati arrestati la scorsa notte dai Carabinieri per aver malmenato e rapinato un ragazzo fuori una discoteca in via di Monte Testaccio. I tre, due marocchini e un tunisino, si erano appostati fuori il locale cercando una potenziale vittima e quando lo hanno visto uscire lo hanno seguito e aggredito a calci e pugni per rapinarlo del telefono e del portafogli, fratturandogli il naso e lasciandolo a terra. La vittima ha chiamato il 112 e i Carabinieri giunti sul posto in base alla descrizione hanno rintracciato e bloccato a poca distanza i tre aggressori. La refurtiva è stata recuperata e in tasca a uno degli aggressori è stato trovato un coltello con una lama di dieci centimetri. I tre nordafricani sono finiti a Regina Coeli, sottoposti a fermo di indiziato di delitto con l’accusa di rapina in concorso e porto abusivo di armi o oggetti atti ad offendere.

Alessandro Pino

(foto Comando Provinciale Carabinieri Roma)

Immagine

Quartiere Africano: preso a pugni per il cellulare – di Alessandro Pino

28 Dic

[Roma] Un trentenne romano, già conosciuto alle forze dell’ordine, è stato arrestato dai Carabinieri nel quartiere Africano dopo aver rapina impropria, dopo che aveva preso a pugni un cittadino dello Sri Lanka per impossessarsi del suo cellulare. La vittima si trovava in via Tripolitania al telefono con un conoscente italiano che doveva dargli delle indicazioni ma non comprendendo bene la lingua italiana, ha chiesto aiuto ad un passante, passandogli lo smartphone e pregandolo di parlare per lui. Purtroppo per lui lo sconosciuto, terminata la conversazione, invece di restituirgli il telefono, lo ha improvvisamente steso con due pugni allontanandosi a bordo della sua auto. Alcuni testimoni hanno assistito alla scena chiamando il 112 e una pattuglia del Nucleo Radiomobile di Roma è riuscita a bloccare il fuggitivo poche centinaia di metri dopo, in via Dancalia. Il rapinatore è stato portato in caserma in attesa del rito direttissimo. Per lui è scattata anche la denuncia a piede libero per guida con patente revocata.

Alessandro Pino

Immagine

Via Salaria: agli esami della patente collegati con il suggeritore – di Alessandro Pino

13 Dic

[Roma] Un indiano e una pakistana sono finiti nei guai per aver cercato di passare l’esame per la patente presso la Motorizzazione di via Salaria facendosi suggerire le risposte da un complice esterno con cui comunicavano tramite auricolari collegati a cellulari nascosti sotto i vestiti e attaccati al torace con del nastro adesivo. I due però sono stati scoperti dal personale di vigilanza della Motorizzazione, incaricato proprio di verificare il corretto svolgimento della prova, attraverso con rilevatori di frequenze e di metalli. Il sistema escogitato avrebbe permesso loro di trasmettere le domande a un complice che avrebbe suggerito loro dove mettere le crocette sui quiz. I due sono stati denunciati per tentata truffa, mentre i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma stanno cercando ora di risalire all’identità dei complici che suggerivano le risposte attraverso i cellulari.

Alessandro Pino

(foto Comando Provinciale Carabinieri Roma)

Immagine

Tor Lupara: anziana malata non può andare in farmacia, ci vanno i Carabinieri – di Alessandro Pino

26 Nov

[Tor Lupara – Roma] Un’anziana di Tor Lupara, settantatreenne con insufficienza respiratoria che vive sola con il figlio disabile, non riuscendo ad andare in farmacia per acquistare degli importanti medicinali, ha chiesto aiuto per telefono ai Carabinieri. I militari del Radiomobile della Compagnia di Monterotondo sono dunque andati a casa della donna per prendere la ricetta medica, dopodiché hanno acquistato i farmaci presso la farmacia di turno della zona consegnandoli all’anziana. La donna ha poi ringraziato i Carabinieri, li ha abbracciati manifestando loro la sua gratitudine dicendo “siete come due figli”.

Alessandro Pino

Immagine

Roghi tossici in riva all’Aniene per squagliare il rame: un arresto – di Alessandro Pino

10 Nov

[Roma] Un romeno cinquantottenne nella Capitale senza fissa dimora e con precedenti, è stato arrestato dai Carabinieri della Stazione Roma Parioli – supportati dai militari del Nucleo Investigativo del Gruppo Forestale di Roma – dopo essere stato sorpreso ad alimentare le fiamme appiccate a un cumulo di elettrodomestici e materiale elettrico vario, nelle vicinanze di alcune baracche sulla sponda del fiume Aniene tra via del Foro Italico e la Salaria, al confine tra Terzo e Secondo Municipio. Il rogo tossico serviva per estrarre dai rifiuti il rame da rivendere. Nei pressi i militari hanno rinvenuto altro materiale elettrico, frutto del rovistaggio nei cassonetti dei rifiuti della Capitale. L’uomo è stato portato in caserma e trattenuto in attesa di essere processato per direttissima con le accuse di incendio di rifiuti speciali pericolosi e gestione illecita di rifiuti speciali pericolosi.

Alessandro Pino

(foto Comando Provinciale Carabinieri Roma)

Immagine

Monterotondo: un arresto per la rapina alle Poste di via Garibaldi – di Alessandro Pino

7 Nov

[Monterotondo – Rm] Un quarantaseienne di Monterotondo già noto alle forze dell’ordine è stato arrestato dai Carabinieri del Nucleo Operativo della locale Compagnia in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip del Tribunale di Tivoli, con l’accusa di avere rapinato lo scorso 29 ottobre l’ufficio postale di via Garibaldi. L’uomo in prossimità dell’orario di chiusura aveva minacciato gli addetti alle casse con un coltello, facendosi consegnare la somma di oltre 2000 euro e allontanandosi subito dopo tra i vicoli del centro storico. Le indagini e l’analisi delle immagini dell’impianto di videosorveglianza dell’ufficio postale hanno consentito ai Carabinieri di raccogliere gravi e determinanti indizi a carico del malvivente, che nel frattempo aveva raggiunto la propria famiglia in Abruzzo, dove è stato poi rintracciato e arrestato. L’uomo, al termine degli adempimenti di rito, è stato portato in carcere a Teramo, a disposizione dell’A.G. di Tivoli.

Alessandro Pino

(immagini Comando Provinciale Carabinieri Roma)

Immagine

Piazzale Jonio: trovato con un chilo di droga nello scooter e tre fucili in casa – di Alessandro Pino

4 Nov

[Roma] Un quarantatreenne è stato arrestato ieri sera dai Carabinieri a piazzale Jonio dopo essere stato trovato con un chilo di hashish nascosto nel sottosella del suo scooter. L’uomo alla vista del posto di controllo del Nucleo Radiomobile aveva cercato di svicolare ma è stato inseguito, bloccato e perquisito. Non solo sono stati trovati i panetti di droga sul posto ma nel suo appartamento sono stati sequestrati due fucili calibro 12 e una carabina oltre a varie munizioni, tutti detenuti senza permesso. Dopo l’arresto l’uomo è stato portato in caserma e trattenuto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo.

Alessandro Pino

Immagine

A Settebagni si parla di sicurezza con i Carabinieri – di Alessandro Pino

26 Ott

Si è tenuto nel tardo pomeriggio del 26 ottobre presso il campo Angelucci di Settebagni un incontro riguardante la sicurezza della zona con il Comandante della locale Stazione dei Carabinieri, luogotenente Fiumarella, organizzato dal Comitato di Quartiere. L’incontro, richiesto dallo stesso sottufficiale, segue alcuni furti in appartamento verificatisi nelle scorse settimane e l’arresto in flagranza di due zingari sorpresi a rubare nella parte collinare di Settebagni, effettuato anche grazie alla collaborazione di alcuni cittadini che ne avevano segnalato la presenza: fatti che hanno destato preoccupazione tra i residenti, anche se occorre prendere atto con rammarico che erano pochissime le persone presenti all’incontro, tra cui il consigliere municipale di opposizione Mario Astolfi. <La collaborazione dei cittadini ci vuole – ha detto il luogotenente Fiumarella – se non c’è è difficile raggiungere alcuni obiettivi. Ho sempre detto che i cittadini non disturbano mai, qualsiasi cosa di sospetto vedano, chiamino>. Il comandante Fiumarella – affiancato dal suo collega in sottordine, brigadiere Teotino – ha confermato che Settebagni è un quartiere abbastanza tranquillo: <Anche gli stranieri lavorano e si sono integrati, non c’è più la marmaglia di una volta quando venivano occupati degli stabili. Occorre però evitare che persone poco perbene possano ramificarsi, anche il cittadino deve tutelarsi perché i tempi sono quelli che corrono, non bisogna abbassare la guardia. I reati succedevano anche prima ma al massimo si rubava una gallina o un salame, non si entrava in casa massacrando di botte gli abitanti>. Per questo il luogotenente Fiumarella ha voluto dispensare alcuni consigli di buon senso, rivolti soprattutto agli anziani ma non solo, “perché tutti possono essere vittime di certi signori” : <Non fidarsi di nessuno, non aprire la porta a sconosciuti che si presentano con una scusa> (sedicenti tecnici del gas o della luce, per esempio, ndr). Attenzione inoltre al trucco delle chiavi cadute a terra, specialmente nei parcheggi dei supermercati>. Si tratta di una tecnica criminale in cui con la scusa di segnalare alla vittima di avere appena perso un mazzo di chiavi – in realtà posizionato a terra dai delinquenti – la si distrae per una frazione di tempo sufficiente ad asportare la borsa o il portafogli che spesso vengono lasciati su un sedile al momento di caricare la spesa. <Non fidatevi, salite subito in macchina e controllate se avete tutto>. Altra raccomandazione pratica: <Segnare sempre il numero di targa in caso di veicoli sospetti>. In definitiva, come ha commentato il presidente del CdQ Settebagni, Renato Cianfroni: <Rispetto a certi quartieri sicuramente viviamo in un’isola felice e dobbiamo continuare a esserlo>.

Alessandro Pino

Immagine

Bufalotta: pensionato ferisce col bloccasterzo l’ex compagna – di Alessandro Pino

7 Ott

[Roma] Un pensionato romano settantottenne è stato arrestato dai Carabinieri per aver cercato di uccidere l’ex compagna pensionata di 75 anni in via Italo Svevo – zona Talenti Bufalotta – colpendola in testa con un bloccasterzo in metallo dopo un litigio collegato alla fine della relazione. L’anziano aggressore si era poi dileguato, lasciandola la vittima ferita sul pianerottolo condominiale. Alcuni vicini di casa hanno contattato il 112: la vittima ha riferito quanto accaduto ed è stato portata all’ospedale Sant’Andrea, dove è stata ricoverata in osservazione, non in pericolo di vita. A quel punto sono iniziate le ricerche dell’uomo da parte dei Carabinieri della Compagnia Roma Montesacro e del Nucleo Radiomobile di Roma che lo hanno rintracciato a bordo della sua auto nei pressi della sua abitazione in zona Don Bosco. Alla vista dei militari l’uomo ha accelerato tentando di allontanarsi ad alta velocità ma è andato a sbattere contro un altro veicolo in sosta, senza riportare ferite. I Carabinieri lo hanno bloccato e ammanettato dai Carabinieri che nel bagagliaio dell’auto hanno anche trovato il bloccasterzo utilizzato per colpire la vittima.

Alessandro Pino

Immagine

Settebagni: ladri arrestati con l’aiuto dei cittadini – di Alessandro Pino

6 Ott

[Roma] Due zingari serbi provenienti dal campo di via Di Salone sono stati arrestati ieri mattina a Settebagni dai Carabinieri (tra cui quelli della locale Stazione) con le accuse di furto aggravato in concorso, resistenza a Pubblico Ufficiale e lesioni personali. I militari erano intervenuti dopo numerose segnalazioni da parte di alcuni cittadini che avevano notato la coppia scavalcare le recinzioni delle abitazioni nella zona collinare del quartiere. Al loro arrivo i militari hanno notato una macchina allontanarsi a forte velocità e poi successivamente i due ladri a volto coperto uscire frettolosamente da un’abitazione. Il primo è stato bloccato dopo una violenta colluttazione con i Carabinieri, mentre l’altro è stato individuato grazie all’aiuto di un residente che ha indicato il punto dove si era nascosto. Altri due erano a bordo dell’auto fuggita a tutto gas: per scappare avevano approfittato del fatto che i militari erano impegnati ad arrestare i loro complici. Durante il sopralluogo nelle abitazioni della zona, i Carabinieri hanno scoperto che la banda di zingari poco prima aveva già messo a segno un colpo in un’abitazione rubando denaro ed alcuni oggetti e stava per mettere a segno un altro furto in una casa vicina, di cui avevano già forzato la porta d’ingresso. Dopo l’arresto, uno dei due, minorenne, è stato accompagnato al centro di Prima Accoglienza di Roma di via Virginia Agnelli, mentre l’altro, maggiorenne è stato trattenuto in caserma in attesa della celebrazione del rito direttissimo.

Alessandro Pino

Immagine

Roghi tossici lungo l’Aniene tra Salaria e Olimpica: due arresti – di Alessandro Pino

30 Set

[Roma] Due nomadi romeni senza fissa dimora e con precedenti sono stati arrestati dai Carabinieri sulle sponde dell’Aniene tra la Salaria e via Del Foro Italico per incendio di rifiuti pericolosi. I militari notando una densa colonna di fumo che si alzava hanno individuato un incendio in un accampamento di fortuna nascosto tra la fitta vegetazione lungo le sponde del fiume. Sul posto hanno trovato i due romeni che cercavano di spegnere un incendio di rifiuti. Controllando la zona ci si è trovati davanti ad una vera e propria discarica abusiva ed è stato accertato che i due stavano bruciando materiale plastico e ferroso. Trovati anche dieci chili di rame, ricavati dalla combustione di cavi elettrici. I due zingari sono stati ammanettati e portati in caserma in attesa del rito direttissimo. La zona è stata messa in sicurezza dai Carabinieri.

Alessandro Pino

(foto Comando Provinciale Carabinieri Roma)

Immagine

Piazza Bologna: tenta di rapinare tabaccaio – di Alessandro Pino

26 Set

[Roma] Un venticinquenne afgano, senza fissa dimora e con precedenti, è stato arrestato ieri dai Carabinieri del Radiomobile con l’accusa di tentata rapina aggravata. Il malvivente nel tardo pomeriggio è entrato in una tabaccheria di piazza Bologna e, dopo aver sferrato un violento calcio al bancone, ha minacciato con un coltello il titolare per farsi consegnare l’incasso giornaliero. La resistenza della vittima ha fatto desistere il rapinatore che è fuggito a piedi, venendo però rintracciato dai militari poco dopo in piazzale delle Province con in tasca il coltello. L’arrestato è stato portato in caserma in attesa del rito direttissimo.

Alessandro Pino

(foto Comando Provinciale Carabinieri Roma)

Immagine

Trastevere: scippa la pizza e prende a calci i Carabinieri – di Alessandro Pino

12 Set

[Roma] Un marocchino quarantanovenne senza fissa dimora e con numerosi precedenti alle spalle è stato arrestato dai Carabinieri con le accuse di furto aggravato, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale. L’uomo, in evidente stato di alterazione psicofisica, si è avvicinato ad uno dei tavoli esterni di un ristorante a piazza Trilussa e ha sfilato rapidamente dal piatto di un cliente la pizza che il cameriere gli aveva appena servito. Ne è nato un putiferio, con il titolare del ristorante che ha chiamato il “112”: ma alla vista dei Carabinieri, il marocchino si è rifiutato di fornire le proprie insultandoli e tentando di colpirli con calci e pugni nel tentativo di sottrarsi all’identificazione. Alla fine è stato immobilizzato e portato in caserma, dove rimane a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa del rito direttissimo.

Alessandro Pino

(foto di repertorio)

Immagine

Piazza Fiume: parcheggiatore abusivo in manette – di Alessandro Pino

6 Set

[Roma] Un trentunenne somalo gravato da numerosi precedenti e irregolare sul territorio nazionale, è stato arrestato a piazza Fiume nella tarda serata di ieri dai Carabinieri della Stazione Roma Parioli con l’accusa di tentata estorsione. L’uomo, svolgendo l’attività di parcheggiatore abusivo ha avvicinato una ragazza romana che aveva appena posteggiato il veicolo pretendendo “un’offerta”. Al rifiuto della ragazza l’energumeno è andato su tutte le furie e dopo aver aggredito verbalmente la giovane, le ha intimato di consegnargli subito dei soldi altrimenti le avrebbe graffiato la macchina. La povera ragazza ha ceduto al ricatto ma subito dopo si recata dai Carabinieri per denunciare l’accaduto. I militari, dopo aver raccolto tutte le informazioni sul parcheggiatore abusivo, hanno inviato una pattuglia a piazza Fiume che ha individuato l’uomo corrispondente all’identikit fornito dalla vittima, bloccandolo. Lo straniero è stato ammanettato e portato in caserma, dove è stato trattenuto in attesa del rito direttissimo.

Alessandro Pino

(foto repertorio)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: