Tag Archives: Carabinieri
Immagine

Torpignattara: spacca il finestrino di un furgone per rubare attrezzi | di Alessandro Pino

26 Feb

[ROMA] Un marocchino ventiquattrenne senza fissa dimora, nullafacente e con precedenti è stato arrestato la notte del 26 febbraio dai Carabinieri della Stazione di Roma Torpignattara per furto aggravato.
I militari lo hanno sorpreso subito dopo che aveva spaccato il finestrino di un furgone da cui stava portando via due torce portatili a led e una chiave inglese universale per sbloccare le porte degli ascensori.
Il nordafricano ha provato a scappare ma è stato raggiunto e bloccato. La refurtiva è stata recuperata e restituita al proprietario.
Alessandro Pino

Immagine

Via Calpurnio Pisone: alla Posta vuole attivare una carta di pagamento sotto falso nome e con documenti contraffatti | di Alessandro Pino

25 Feb

[ROMA] Aveva provato ad attivare una carta di debito presso l’ufficio postale di via Calpurnio Pisone dichiarando un falso nome e presentando allo sportello documenti contraffatti. Per questo un trentanovenne romano è stato denunciato ai piede libero dai Carabinieri nel pomeriggio del 24 febbraio.

L’impiegato allo sportello, insospettitosi, ha chiamato il 112 senza farsi notare dall’uomo. Sul posto sono arrivati i militari del Nucleo Radiomobile di Roma che hanno identificato il maldestro personaggio: per lui è scattata la denuncia con le accuse di tentata truffa, sostituzione di persona e fabbricazione di documenti falsi.
Alessandro Pino

Immagine

Rapine con coltello e accetta tra Talenti e Vigne Nuove: due arresti | di Alessandro Pino

23 Feb

[ROMA] Un trentaduenne e un cinquantaduenne romani ritenuti responsabili di almeno tre rapine ai danni di esercizi commerciali tra le zone di Talenti e Vigne Nuove Montesacro sono stati arrestati dai Carabinieri.

Le rapine erano avvenute nel mese di giugno: l’otto di quel mese un supermercato in via Ludovico di Breme fu rapinato da un uomo armato di coltello. Tre giorni dopo a finire nel mirino nello stesso modo fu un supermercato in via Franco Sacchetti. Infine il 27 giugno fu rapinato un minimarket in via Delle Vigne Nuove da un malvivente armato di accetta.


Le indagini dei militari della Compagnia Monte Sacro sono partire dalle testimonianze dei presenti e dall’analisi dei filmati della videosorveglianza.
I due uomini sono stati rintracciati e messi agli arresti domiciliari, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa della convalida.
Alessandro Pino

(Immagine fornita dal Comando Provinciale Carabinieri Roma)

Immagine

Campi Sportivi: durante il coprifuoco lo trovano con arnesi da scasso | di Alessandro Pino

19 Feb

[ROMA] È stato fermato in auto dai Carabinieri in via dei Campi Sportivi a notte fonda, venendo trovato con decine di chiavi alterate e arnesi da scasso di vario tipo, nascosti in uno zaino. Per questo un cinquantatreenne romano residente a Ladispoli è stato denunciato con l’accusa di possesso ingiustificato di chiavi o grimaldelli.

I militari della Stazione Roma Parioli lo avevano fermato nelle ore di coprifuoco e lo hanno perquisito. Dopo il sequestro del materiale l’uomo, già con precedenti, è stato anche multato per inosservanza delle disposizioni anti Covid.
Alessandro Pino

(Foto Comando Provinciale Carabinieri Roma)

Immagine

Centocelle: trovato di notte a rubare in un bar | di Alessandro Pino

19 Feb

[ROMA] Un quarantatreenne romano già noto alle forze dell’ordine è stato fermato due notti fa dai Carabinieri dopo un furto con scasso ai danni di un bar in viale della Primavera. I militari delle Stazioni Roma Centocelle e Roma Cinecittà, dopo aver visto la serranda alzata, lo hanno trovato all’uscita mentre si allontanava con un borsone dove aveva ficcato gli alcolici, i soldi della cassa, cellulari e altro materiale.
Il ladro ha cercato di fuggire ma è stato raggiunto e ammanettato dopo aver cercato di opporsi all’arresto.
Alessandro Pino

Immagine

Acilia: dopo minacce e violenze al padre per estorcergli soldi, tenta di dare fuoco a casa | di Alessandro Pino

17 Feb

[ROMA] È stata messa fine dai Carabinieri a una serie di abusi e violenze inflitte da un diciannovenne con precedenti di Acilia all’anziano padre. Anche il 16 febbraio il giovane nella loro abitazione in via Corrado Cagli ha minacciato il genitore per estorcergli dei soldi ma di fronte al suo rifiuto ha dato fuoco ad alcuni oggetti tentando di incendiare casa.

Le urla hanno attirato l’attenzione dei passanti e di una pattuglia dei militari di passaggio che sono intervenuti.
Il giovane è stato portato in carcere in attesa di decisioni della Autorità Giudiziaria.
Alessandro Pino

Immagine

Guidonia: si ubriaca e picchia un bambino di cinque anni che gli avevano affidato | di Alessandro Pino

16 Feb

[GUIDONIA MONTECELIO- RM] Si era ubriacato e aveva malmenato un bambino di cinque anni che gli era stato affidato dalla madre del piccolo, procurandogli tumefazioni al volto e ferite agli arti: per questo un venticinquenne ghanese è stato fermato dai Carabinieri della Stazione di Settecamini nel pomeriggio del 16 febbraio. I fatti erano accaduti domenica scorsa a Guidonia: una donna ghanese aveva chiesto l’intervento di una pattuglia presso la sua abitazione. I militari intervenuti l’hanno trovata col bambino in braccio tra le lacrime. In ospedale i medici gli hanno diagnosticato diverse fratture con una prognosi di 60 giorni. Le indagini hanno portato al connazionale della donna, suo amico: da quanto è emerso, i genitori lo avevano affidato a lui per alcune ore ma al ritorno lo avevano trovato ubriaco col bambino nelle condizioni descritte. Il baby sitter (se così si può definire) si trova a Rebibbia in attesa della convalida del provvedimento.
Alessandro Pino

Immagine

Cinecittà: cercano di occupare l’appartamento di un ente | di Alessandro Pino

14 Feb

[ROMA] Hanno cercato di occupare un appartamento dell’Enasarco a Cinecittà: per questo tre persone già note alle forze dell’ordine sono state denunciate dai Carabinieri con l’accusa di violazione di domicilio.
I militari del Nucleo Radiomobile hanno sorpreso i tre (un ventottenne della provincia di Latina, un venticinquenne romano e una ventottenne della provincia di Reggio Emilia) mentre stavano sostituendo la serratura dell’appartamento in via Caio Sulpicio, al momento vuoto.
Dalle verifiche è emerso che i tre già nei giorni scorsi erano entrati nell’appartamento per occuparlo.

Alessandro Pino

Immagine

San Basilio: preso con quasi due chili di cocaina | di Alessandro Pino

14 Feb

[ROMA] Un albanese cinquantaduenne già conosciuto alle forze dell’ordine è stato arrestato dai Carabinieri la sera del 13 febbraio a San Basilio per spaccio di droga. I militari della Compagnia Roma Montesacro lo avevano fermato per un controllo in via del Casale di San Basilio mentre si trovava su un furgone. Il nervosismo dell’uomo li ha spinti a ispezionare il veicolo: in un vano sotto il seggiolino centrale c’era un panetto di cocaina pura all’ottanta per cento del peso di quasi due chili da cui si sarebbero ricavate cinquemila dosi per un valore di oltre 60.000 euro.
La droga è stata sequestrata, mentre l’albanese è finito in carcere.
Alessandro Pino

(Foto Comando Provinciale Carabinieri Roma)

Immagine

Giro di prostituzione in centri massaggi orientali a Monte Sacro e al quartiere Africano | di Alessandro Pino

12 Feb

[ROMA] È stata messa la parola fine dai Carabinieri su richiesta della Procura della Repubblica a un giro di prostituzione all’interno di tre centri massaggi orientali- tra cui uno in viale Tirreno a Monte Sacro e uno in via Fezzan al quartiere Africano, il terzo era a via Ziani, zona Medaglie d’Oro- frequentati per lo più da italiani. Sei persone di cui cinque donne cinesi e un italiano convivente con una cinese, ritenute responsabili a vario titolo e in concorso tra loro dei reati di istigazione, sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione, sono finite ai domiciliari. Per l’accusa le donne si occupavano della gestione dei centri mentre l’italiano si occupava essenzialmente della loro pubblicizzazione su internet: su siti specializzati l’attività era reclamizzata con annunci ritraenti giovani donne dai tratti asiatici in pose provocanti e abbigliamento succinto. Spesso le ragazze da impiegare nell’attività venivano reclutate direttamente in Cina. La media mensile dei tre centri era di circa seicento clienti per un volume d’affari complessivo registrato pari a circa ventimila euro mensili. I destinatari dei provvedimenti saranno sottoposti al regime degli arresti domiciliari presso le loro abitazioni site in Roma e, contestualmente, sarà nuovamente sottoposto a sequestro preventivo il centro massaggi di via Ziani.
Alessandro Pino

(Foto Comando Provinciale Carabinieri Roma)

Immagine

Val Melaina: dopo una lite lo trovano con un machete | di Alessandro Pino

12 Feb

[ROMA] È stato trovato in possesso di un machete con una lama di ventotto centimetri e un coltello da elettricista: per questo un quarantenne commerciante romano già noto alle forze dell’ordine, è stato denunciato dai Carabinieri per porto abusivo di oggetti atti a offendere.
È successo la sera dell’undici febbraio in via Monte Bove, zona Val Melaina. I militari della Compagnia Monte Sacro erano intervenuti per la segnalazione di una lite. Giunti sul posto hanno identificato le persone coinvolte nel diverbio: perquisito, il quarantenne è stato trovato con machete e coltello che gli sono stati sequestrati.
Alessandro Pino

Immagine

Tiburtina: nomadi trovati con arnesi da scasso in auto | di Alessandro Pino

10 Feb

[ROMA] Quattro nomadi di età compresa tra i 17 e 34 anni, tutti già noti alle forze dell’ordine e domiciliati presso il campo di via Tommaso Smith, sono stati denunciati a piede libero dai Carabinieri per possesso ingiustificato di chiavi alterate e grimaldelli.

I militari durante un controllo stradale in via Tiburtina li hanno fermati a bordo di un’auto che è stata perquisita. Sul veicolo sono stati trovati e sequestrati attrezzi da scasso oltre a guanti, torce e una punta da trapano limata appositamente.
Alessandro Pino

(Foto Comando Provinciale Carabinieri Roma)

Immagine

Gang di predatori alla stazione Termini: due nordafricani in manette | di Alessandro Pino

8 Feb

[ROMA] Una banda di predoni metropolitani, verosimilmente nordafricani, che aggredivano e rapinavano viaggiatori e passanti nei sottopassi della stazione Termini è stata decapitata dai Carabinieri. I militari della Compagnia Roma Centro hanno infatti fermato un egiziano ventenne e un tunisino ventitreenne, entrambi con precedenti e senza fissa dimora, membri “operativi” della gang di predatori. La scia di colpi messi a segno nella zona della stazione Termini si è infatti interrotta bruscamente con il loro arresto. Una svolta nelle indagini è arrivata dopo una rapina ai danni di un giovane di Anzio a fine gennaio: il ragazzo fu bloccato dai criminali armati di bottiglie di birra e preso a pugni, dopodiché rapinato del cellulare e di una catenina che aveva al collo. La descrizione dei malviventi e l’esame delle immagini della videosorveglianza hanno permesso di stringere il cerchio sul tunisino e sull’egiziano, ritenuti esecutori della aggressione e della rapina.
Sono in corso altri accertamenti sia per verificare l’eventuale coinvolgimento dei due nordafricani in analoghe rapine sia per identificare i loro complici.
Alessandro Pino

Immagine

Rapine violente in strada anche a donne e anziani tra Torpignattara e Centocelle: un fermo | di Alessandro Pino

6 Feb

[ROMA] Aveva rapinato i passanti tra Torpignattara e Centocelle minacciandole con armi rimediate, prendendole a pugni e accanendosi con violenza su anziani e donne. Con questa accusa un marocchino trentaduenne senza fissa dimora è stato fermato dai Carabinieri. Le indagini compiute anche tramite l’analisi di immagini di sistemi di videosorveglianza hanno portato a identificare l’uomo quale
autore di quattro rapine in strada, avvenute tra luglio e dicembre scorsi.
Inoltre è stato denunciato per ricettazione un altro marocchino, barista trentottenne, che aveva acquistato dal rapinatore dei gioielli sottratti alle vittime. Il fermato si trova nel carcere di Velletri.
Alessandro Pino

Immagine

San Vittorino: rubano i ricordi di famiglia dalla casa di una anziana | di Alessandro Pino

5 Feb

[SAN VITTORINO – RM] Tre minori di etnia rom sono stati arrestati dai Carabinieri della Stazione di San Vittorino Romano mentre saccheggiavano di notte l’abitazione di una anziana signora, non presente in casa durante l’irruzione dei ladri.

Sono stati i vicini di casa ad allertare i militari che hanno bloccato all’uscita i tre malviventi, di età compresa tra i 14 e i 15 anni, con la refurtiva nei loro zaini: tutti i ricordi di famiglia dell’anziana vittima, orologi e gioielli appartenuti al defunto marito. I tre sono stati portati in una comunità restrittiva per minori mentre la refurtiva è stata riconsegnata alla signora che ha ringraziato i militari.
Alessandro Pino

Immagine

Truffe del “falso primario” agli anziani nei pressi degli ospedali | di Alessandro Pino

2 Feb

[ROMA] È stata fatta luce su una serie di odiose truffe ai danni di anziani, compiute nei pressi dei principali ospedali della Capitale — San Giovanni-Addolorata, San Filippo Neri, Regina Margherita, Sant’Eugenio, Sandro Pertini e Sant’Andrea – da un individuo che fingendosi medico o addirittura primario ne conquistava la fiducia facendosi consegnare delle somme in denaro.

Per queste truffe, avvenute nel 2019, è indagato un romano cinquantanovenne nella Capitale senza fissa dimora e con precedenti, che al momento si trova già in carcere per altro motivo.

La scusa (totalmente inventata) usata dal malvivente dopo aver agganciato le vittime, erano le ingenti spese per fantomatiche terapie a cui la figlia doveva sottoporsi a seguito di un grave incidente stradale, ovviamente mai avvenuto, spese a cui dichiarava di non riuscire a fare fronte e per le quali si diceva molto preoccupato. A quel punto le vittime commosse gli offrivano somme di denaro; addirittura, secondo quanto ricostruito dalle indagini dei Carabinieri, in un caso l’uomo si era appropriato della macchina di una signora che lo aveva fatto salire a bordo per un passaggio ed era scesa per comprare una marca da bollo.
Alessandro Pino

Immagine

Gira per Conca d’Oro con una pistola senza averne titoli e a casa gli trovano pugnali, machete, sfollagente, tirapugni e balestra | di Alessandro Pino

1 Feb

[ROMA] Girava per Prati Fiscali con una pistola senza averne i titoli e aveva in casa una balestra, un machete, un’accetta, tre tirapugni, cinque pugnali, dodici coltelli a serramanico e due sfollagente oltre a una shuriken (ma c’era anche una mazza da baseball): per questo un romano trentaquattrenne già noto alle forze dell’ordine è stato arrestato e denunciato dai Carabinieri.

I militari della Compagnia Monte Sacro lo avevano notato mentre si aggirava con atteggiamento sospetto nei pressi di un nei pressi di un condominio di via del Casale Giuliani (tra Conca d’Oro e Prati Fiscali). L’uomo è stato controllato venendo trovato in possesso di una semiautomatica Beretta 34 con relativo caricatore e 6 cartucce.
Durante la successiva perquisizione eseguita a casa dell’uomo sono state trovate le altre armi.
Alessandro Pino

(Foto Comando Provinciale Carabinieri Roma)

Immagine

Tiburtina: inseguimento in auto, trovato carico di droga | di Alessandro Pino

31 Gen

[ROMA] Inseguimento sulla Tiburtina nei pressi del Raccordo conclusosi con la scoperta di un carico di droga nella macchina bloccata: è accaduto in località Settecamini, dove i Carabinieri durante controlli stradali avevano fermato un Suv guidato da un cinquantatreenne di Anzio, già noto alle forze dell’ordine.

Quando gli sono stati chiesti i documenti, l’uomo ha ha ingranato la marcia ed è fuggito, per poco non investendo uno dei militari. È iniziato cosí l’inseguimento al quale hanno preso parte numerose pattuglie della Compagnia di Tivoli arrivate in zona. convergere in zona. Il fuggitivo è stato bloccato in una via adiacente l’ingresso del Gra. A bordo del Suv sono stati trovati tredici chili di hashish e circa 6000 euro in contanti, ritenuti proventi dello spaccio.
L’uomo fermato è stato messo ai domiciliari.
Alessandro Pino

Immagine

San Giovanni e Appio: truffavano anziani fingendosi marescialli o avvocati | di Alessandro Pino

26 Gen

[ROMA] Truffavano anziani specialmente nei quartieri San Giovanni e Appio, fingendosi di volta in volta al telefono membri delle forze dell’ordine o avvocati, arrivando anche a rubare oggetti preziosi e denaro che le vittime avevano in casa. Per questo sette persone di origine napoletana imparentate tra loro sono state raggiunte da provvedimento cautelare.

Decine i casi nella Capitale e anche in Friuli che hanno fatto scattare le indagini di Polizia e Carabinieri coordinati dalla Procura di Roma già nel 2018: in tutti i casi, le anziane vittime avevano denunciato di aver ricevuto una telefonata da un sedicente maresciallo dei carabinieri o da un avvocato che riferiva di un finto incidente stradale in cui era rimasto coinvolto un parente della vittima e per cui serviva con urgenza una somma di denaro per risarcire il danno causato, minacciando gravi conseguenze giudiziarie a carico del familiare se la cifra non fosse stata pagata.

Quando la truffa andava a segno, con la vittima che cedeva alla paura credendo alla messinscena, il fantomatico tutore dell’ordine (o avvocato) concludeva la telefonata indicando alla vittima una persona che si sarebbe recata a casa per ritirare il risarcimento. A quel punto spesso la vittima non solo consegnava ai soldi ma veniva anche derubata di oggetti preziosi e altro denaro presenti in casa.
Alessandro Pino

(Immagini da un video della Questura di Roma e del Comando Provinciale Carabinieri Roma)

Immagine

Pietralata: cucinano su un barbecue in un garage, il fumo invade il palazzo | di Alessandro Pino

25 Gen

[ROMA] Una sbraciolata domenicale con barbecue abusiva ha messo in allarme un condominio in via Carlo Perrier, zona Pietralata. È accaduto nel pomeriggio del 24 gennaio: all’ora di pranzo cinque filippini avevano allestito un forno con barbecue nell’autorimessa ma il fumo si è propagato attraverso una conduttura fino all’androne e ai pianerottoli. I condómini allarmati hanno chiamato il 112: sono intervenuti i Carabinieri che hanno denunciato i cinque filippini mentre il forno è stato sequestrato, vista l’alta presenza di monossido di carbonio rilevata dai Vigili del Fuoco.
Alessandro Pino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: