Annunci
Tag Archives: Carabinieri
Immagine

Monterotondo: arrestato il sedicenne albanese ferito durante il furto in una casa – di Alessandro Pino

13 Giu

Monterotondo – Roma] I Carabinieri della Sezione Operativa del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Monterotondo hanno arrestato il sedicenne albanese che lo scorso 26 aprile, nel corso di un furto in abitazione in via San Matteo a Monterotondo, rimase ferito da un colpo d’arma da fuoco, esploso dal proprietario che lo aveva scoperto in casa assieme ad altri complici.

Il Giudice per le Indagini Preliminari ha considerato gravi gli indizi in capo al sedicenne in relazione al tentato furto in concorso con altre tre individui, tutti attualmente ancora in carcere, oltre che sussistente il pericolo di reiterazione del reato anche a seguito del fermo dello stesso minore eseguito, lo scorso 6 giugno, dai Carabinieri della Compagnia di Frascati per tentata rapina e lesioni aggravate. Il minore, che dal 6 giugno era collocato presso la comunità “Repubblica dei Ragazzi” di Civitavecchia, è stato quindi associato all’istituto penitenziario minorile di Roma Casal del Marmo.

Alessandro Pino

Annunci
Immagine

Prati Fiscali: molestatore violento arrestato – di Alessandro Pino

12 Giu

[Roma] Uno stalker romeno cinquantenne con precedenti è stato arrestato ieri sera in via Val di Non – tra i Prati Fiscali e Conca d’Oro – dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma con l’accusa di atti persecutori nei confronti di una connazionale di un anno più grande, della quale si era invaghito. Negli ultimi mesi la donna aveva dovuto subire episodi di violenza e di minacce di morte, denunciati lo scorso 9 giugno. Anche ieri, in tarda serata, il molestatore si è presentato alla porta di casa della vittima e ha iniziato a colpirla violentemente per farsi aprire, minacciandola ancora di morte. Allertati sia dalla vittima che da alcuni abitanti di zona, i Carabinieri sono intervenuti trovando l’uomo che, ancora in stato di forte agitazione, prendeva a calci la porta d’ingresso. A quel punto l’energumeno ha tentato la fuga ma è stato bloccato dopo un breve inseguimento a piedi ed è stato poi portato in carcere a Regina Coeli.

Alessandro Pino

Immagine

Saxa Rubra: nigeriano prende a calci e pugni i passanti – di Alessandro Pino

24 Mag

[Roma] Un nigeriano ventinovenne è stato fermato dalla Polizia in piazza Sandro Ciotti – nei pressi della, fermata Saxa Rubra della ferrovia Roma Viterbo – dopo che aveva aggredito i passanti inveendo completamente fuori di sé, forse a causa dell’abuso di alcolici. Il nigeriano ha cominciato a prendere calci e pugni tutto ciò che lo circondava, tra cui una cabina telefonica e una macchinetta emettitrice dei biglietti. Tra le vittime dell’aggressione anche il personale Atac presente ed un Carabiniere libero dal servizio che si trovava li per caso e che in tutti i modi hanno cercato di calmare il giovane, rimanendo feriti a loro volta. A quel punto è stato necessario l’intervento di una Volante che ha bloccato l’uomo con non poca difficoltà, visto che sono stati aggrediti anche i poliziotti che stavano facendo salire lo straniero sulla macchina di servizio, trasportandolo prima in ospedale per accertamenti medici e poi arrestandolo per resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale e danneggiamento aggravato.
Alessandro Pino

Immagine

Le belve di Monte Sacro: violenza feroce contro una nonnina indifesa – di Alessandro Pino

14 Mag

[Roma] Un delitto odioso, una violenza feroce che hanno sconvolto non solo Monte Sacro ma la città e l’Italia intere: la morte di Anna Tomasino, quasi novantenne deceduta in seguito alle percosse subite da una banda di rom (quattro bosniaci e un serbo) entrati nella sua abitazione di via Pizzo Bernina – tra Città Giardino e Talenti – arrampicandosi sul muro fino al secondo piano e scassinando una finestra lo scorso 5 maggio, è uno di quei fatti che segna per sempre una comunità già angosciata dall’intollerabile sequenza di furti che da mesi flagellano il territorio. La povera signora Anna, trovatasi in casa gli energumeni aveva provato a chiedere aiuto telefonando a una vicina: i criminali a quel punto l’hanno aggredita selvaggiamente. Le sue urla però avevano allertato l’attenzione di altri vicini che hanno fatto in tempo a scorgere l’auto degli zingari allontanarsi, una familiare grigia trovata nella disponibilità di un bosniaco del campo di via Salviati. Iniziate le indagini di Carabinieri e Squadra Mobile di Roma, la svolta è arrivata quando uno dei rom si è costituito e da lì si è risaliti ai complici in fuga, fermati dai Carabinieri e dalla Squadra Mobile di Roma. Nessuno riporterà in vita la signora Anna, il dolore e la rabbia rimarranno, ma per Giove che una volta per tutte si ripristini un minimo di civile convivenza: le zone franche, le sacche di delinquenza ben conosciuta ma impunita, le okkupazioni e le prevaricazioni dei prepotenti spalleggiati da chi vuol farli passare da vittime non vanno più tollerate come se fossero inevitabili.
Alessandro Pino

Immagine

Anziana massacrata per rapina a Monte Sacro: cinque arresti – di Alessandro Pino

13 Mag

[Roma] Cinque rom – quattro di origine serba e uno bosniaco – sono stati fermati dai Carabinieri della Compagnia Roma Casilina unitamente a personale della Squadra Mobile della Questura di Roma e delle Compagnie Carabinieri di Moncalieri e Ventimiglia perchè ritenuti responsabili di rapina pluriaggravata in concorso e dell omicidio della novantenne Anna Tomasino avvenuto lo scorso 5 maggio, durante una rapina in abitazione di via Pizzo Bernina nel quartiere Città Giardino. La svolta alle indagini, che ha permesso di risalire alla identità dei soggetti, è arrivata quando uno dei componenti del gruppo ha manifestato la volontà di costituirsi, presentandosi presso la Stazione Carabinieri di Cinecittà.
I primi elementi indiziari raccolti hanno consentito di risalire ai suoi complici che nel frattempo, in fuga, si erano allontanati dalla Capitale.
L’intensa attività info-investigativa ha consentito ai Carabinieri, nel giro di poche ore, di rintracciare tutti i componenti della banda: uno di loro è stato rintracciato presso il campo nomadi di via Salviati, un altro nei pressi della stazione ferroviaria di Pomezia – Santa Palomba ed un terzo in provincia di Torino, quest’ultimo rintracciato grazie alla collaborazione fornita dai Carabinieri della Compagnia di Moncalieri. Le indagini svolte su un quinto componente della banda, di nazionalità serba, hanno consentito di verificare che lo stesso, nella mattinata di domenica, era stato arrestato dalla Polizia di Frontiera di Ventimiglia perché ad un controllo era risultato irregolare nel territorio nazionale, nel quale aveva fatto rientro dopo essere stato espulso. Secondo le prime ammissioni rese ai Carabinieri, la sera del 5 maggio scorso, i cinque avevano raggiunto via Pizzo Bernina per commettere il furto all’interno dell’abitazione dell’anziana donna, al secondo piano dello stabile. Dopo aver infranto il vetro di una finestra ed aver fatto irruzione, hanno sorpreso l’anziana, che nel frattempo, accortasi di quanto stava accadendo, era riuscita ad allertare una vicina di casa telefonandole. In quel frangente uno dei malviventi, nel tentativo di bloccare la richiesta d’aiuto della donna, l’avrebbe aggredita da dietro tramortendola. Tuttavia, come emerso dai primi accertamenti svolti dalla Polizia, le urla d’aiuto dell’anziana avevano attirato l’attenzione di alcuni vicini che avevano notato due soggetti scappare dall’abitazione della donna e dileguarsi a bordo di un’autovettura station wagon di colore grigio. Nel corso delle operazioni, i Carabinieri e la Polizia hanno recuperato e sequestrato la citata autovettura, trovata nella disponibilità di un soggetto bosniaco abitante nel campo di via Salviati. Gli arrestati, espletate le formalità di rito, sono stati tradotti presso le case circondariali dei luoghi in cui è avvenuta la cattura, in attesa dell’interrogatorio di convalida.
Alessandro Pino

Immagine

Ruba uno scooter a Monte Sacro, arrestato – di Alessandro Pino

29 Apr

[Roma] Ruba uno scooter a Monte Sacro, poco dopo casca a terra e viene arrestato. È stato grazie a un antifurto satellitare, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma sono riusciti ad intercettare in via Dameta una moto rubata poco prima in via Corsaglia. Il conducente del mezzo, un romano di 22 anni, con precedenti per spaccio di stupefacenti, prima di essere arrestato, ha opposto una strenua resistenza, per questo oltre che di furto aggravato dovrà rispondere anche di resistenza a pubblico ufficiale. L’allarme della centrale a cui era collegato l’antifurto satellitare, diramato al 112, ha consentito in poco tempo alla pattuglia dei Carabinieri del Nucleo Radiomobile di rintracciare il ladro a bordo del veicolo, un Honda Sh 150, con cui era caduto, poco prima dell’alt dei militari, in via di Ponte Mammolo.

Alessandro Pino

Immagine

Val Melaina: arrestato ladro di appartamenti – di Alessandro Pino

29 Apr

[Roma] Un ladro di appartamenti georgiano trentottenne è stato arrestato dai Carabinieri della Stazione Roma Città Giardino dopo che aveva colpito in una abitazione in via di Val Melaina, grazie alla segnalazione di un portinaio. Il solerte portiere dello stabile infatti, ascoltati dei rumori provenienti dall’abitazione, ha affrontato il ladro che per guadagnare la fuga lo ha minacciato con un grosso cacciavite. Prima di lasciarlo fuggire, il custode è riuscito però a fotografare il cittadino georgiano, dando l’allarme al 112. La foto è stata diramata dalla centrale operativa dei Carabinieri a tutte le pattuglie in zona e così il ladro è stato rintracciato nei pressi: si tratta di un malvivente con precedenti specifici a cui i Carabinieri hanno anche sequestrato gli arnesi utilizzati per aprire la porta dell’appartamento di una donna romana che era in vacanza. L’arrestato è stato trattenuto in attesa del rito direttissimo.

Alessandro Pino

Immagine

Ex ospizio di Casal Boccone: un arresto per tentato omicidio – di Alessandro Pino

23 Apr

[Roma] È stato rintracciato e arrestato dai Carabinieri nell’ex casa di riposo occupata in via Di Casal Boccone un ventiquattrenne di Subiaco per il tentato omicidio di un suo compaesano, ancora oggi in prognosi riservata. Secondo la ricostruzione dei fatti, nel pomeriggio dello scorso 18 aprile, nei pressi del capolinea Cotral di Subiaco, al culmine di una lite per futili motivi, l’aggressore aveva estratto un coltello e colpito ripetutamente al tronco la vittima, per poi far perdere le proprie tracce dopo essere salito a bordo di un bus diretto nella Capitale. Il malvivente è stato appunto trovato qualche giorno dopo in un appartamento ricavato dentro l’ex ospizio occupato da diversi anni in via Di Casal Boccone. La perquisizione ha permesso di rinvenire e sequestrare un coltello ritenuto essere l’arma utilizzata per il ferimento e i vestiti sporchi di sangue, indossati al momento dell’aggressione.

Alessandro Pino

Immagine

Bel Poggio: arrestato per incendio di rifiuti – di Alessandro Pino

13 Mar

[Roma] Un italiano cinquantaquattrenne è stato arrestato dai Carabinieri della Stazione di Roma Settebagni per il reato di incendio doloso e combustione illecita di rifiuti. I militari, durante un servizio di controllo del territorio, nel transitare nei pressi di via del Monte di Casa – zona Bel Poggio, Terzo Municipio – hanno notato una colonna densa di fumo nero alzarsi da un maneggio situato nelle vicinanze. Temendo si fosse sviluppato un incendio nella struttura, i Carabinieri si sono precipitati per scongiurare il peggio. Una volta giunti sul posto però, i militari hanno trovato l’uomo intento a incendiare diversi rifiuti di vario genere che aveva accatastato. Vista la gravità degli indizi a suo carico, i militari hanno arrestato l’uomo e, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, lo hanno accompagnato presso la sua abitazione, agli arresti domiciliari, in attesa della celebrazione del rito direttissimo.

Alessandro Pino

Immagine

Conca d’Oro: un arresto per droga – di Alessandro Pino

12 Mar

[Roma] Un ventiduenne romano è stato arrestato ieri pomeriggio in zona Conca d’Oro dai Carabinieri per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il giovane stava andando al lavoro in macchina quando è stato fermato da una pattuglia di Carabinieri della Stazione Città Giardino per un normale controllo. Insospettiti dal suo atteggiamento infastidito e nervoso, i militari hanno deciso di approfondire il controllo: nelle tasche dei pantaloni aveva due dosi di cocaina e la somma contante di circa 520 euro, mentre nascoste nell’abitacolo c’erano altre ventidue dosi della stessa sostanza e 4 grammi di metanfetamine. Arrestato e portato in caserma il pusher è stato accompagnato presso la sua abitazione agli arresti domiciliari, dove attenderà di essere sottoposto al rito direttissimo.

Alessandro Pino

Immagine

Rissa tra stranieri per una birra non pagata: nove contusi – di Alessandro Pino

12 Mar

[Roma] Rissa multietnica per una birra non pagata la scorsa notte in via Tiburtina. I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno denunciato a piede libero per rissa aggravata ben nove persone tutte straniere, tranne una donna romana. I militari sono intervenuti di iniziativa quando, transitando su via Tiburtina nei pressi di un negozio gestito da bengalesi, hanno notato la zuffa in atto. Dopo aver richiesto l’intervento di altre pattuglie in supporto hanno riportato la calma e identificato tutti i presenti. I militari hanno poi denunciato a piede libero quattro cittadini del Bangladesh, di età compresa tra i 27 e i 41 anni, residenti a Roma, tre cittadini moldavi di 24, 25 e 29 anni domiciliati a Guidonia e Colleverde, un cittadino albanese di 23 sempre di Guidonia ed infine una romana, sempre di 23 anni. All’origine della rissa una birra non pagata al proprietario del negozio, uno dei 4 cittadini del Bangladesh. Tutti i rissanti hanno riportato contusioni e lievi lesioni che sono state medicate presso il pronto soccorso dell’Ospedale Sandro Pertini.

Alessandro Pino

Foro Italico: chiuso sfascio auto, smaltiva illecitamente rifiuti speciali – di Alessandro Pino

8 Mar

[Roma] Un settantatreenne romano, proprietario di una autodemolizioni situata alla confluenza dell’Aniene nel Tevere (in pratica al confine tra Secondo e Terzo Municipio) è stato denunciato dai Carabinieri con le accuse di attività di gestione di rifiuti e sversamento di liquidi reflui non autorizzati. L’area di circa 2.700 metri quadrati in via del Foro Italico è stata sequestrata in esecuzione ad un decreto emesso dal Tribunale di Roma – Sezione GIP. I Carabinieri hanno riscontrato che, in assenza di autorizzazioni in corso di validità, venivano svolte attività di raccolta e di stoccaggio di autoveicoli e di rifiuti speciali pericolosi. Inoltre i liquidi venivano scaricati illecitamente a terra in spazi adiacenti. Dopo le operazioni, i Carabinieri hanno posto sotto sequestro l’area e hanno chiuso la ditta.

Alessandro Pino

(foto Comando Provinciale Carabinieri Roma)

Immagine

Offre droga ai Carabinieri: arrestato – di Alessandro Pino

28 Feb

[Roma] Un gambiano ventitreenne senza fissa dimora è stato arrestato ieri sera in piazza Dei Cinquecento dai Carabinieri con l’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti. Il giovane ha avvicinato i militari che transitavano in borghese e ha offerto loro una dose di marijuana. Incredulo, è stato fermato e perquisito: nelle sue tasche nascondeva altre dosi della stessa sostanza e denaro contante, provento dello spaccio. L’arrestato è stato portato in caserma e trattenuto nelle camere di sicurezza, in attesa del rito direttissimo.

Alessandro Pino

Immagine

Viale Jonio: un arresto per droga – di Alessandro Pino

27 Feb

[Roma] Un trentenne romano con precedenti è stato arrestato questa mattina dai Carabinieri nel corso di alcuni controlli della circolazione stradale a viale Jonio, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L’uomo è stato notato dai militari mentre si muoveva con fare sospetto nei pressi di un’auto in sosta. Fermato per un controllo, è apparso molto agitato e nervoso, motivo che ha spinto i militari a ispezionare il veicolo e perquisirlo: all’interno del mezzo sono stati trovati due involucri di cellophane, contenenti circa quaranta dosi di cocaina, mentre l’uomo aveva addosso altre cinque dosi della medesima sostanza. Dopo l’arresto il trentenne è stato accompagnato in caserma e successivamente presso le aule di piazzale Clodio, per la direttissima.

Alessandro Pino

(foto repertorio)

Immagine

Monte Sacro: minorenne armato di mannaia rapina due farmacie e spende il bottino alle slot e in droga- di Alessandro Pino

27 Feb

[Roma] Dopo rapide indagini è stato individuato e arrestato dai Carabinieri l’autore di due rapine a farmacie avvenute domenica scorsa a Monte Sacro: si tratta di un sedicenne di Monterotondo con precedenti, già sottoposto al collocamento in comunità. Armato di mannaia e con il volto coperto da una maschera di carnevale, nel pomeriggio era entrato prima in una farmacia di viale Jonio intimando di farsi consegnare l’incasso ma alla resistenza della vittima ha desistito, perdendo inoltre la maschera cadutagli a terra. Poco dopo è entrato in una parafarmacia di via Ugo Ojetti sempre con la mannaia ma a volto scoperto, rapinando la dipendente di seicento euro e del cellulare. Questa volta scappando aveva lasciato a terra l’arma, recuperata dai militari della Compagnia Monte Sacro. Sono iniziate così le indagini: grazie alle immagini delle telecamere di sorveglianza interne presenti in una delle due farmacie rapinate e al cellulare di una delle vittime che i militari gli hanno trovato addosso quando lo hanno arrestato, oltre che a sofisticate tecniche, il minorenne è stato incastrato. Ieri pomeriggio infatti è stato trovato nella comunità di recupero dove era collocato. Durante le perquisizioni personali e della sua stanza sono stati trovati il cellulare dell’impiegata della parafarmacia e all’interno dell’armadio i vestiti compatibili con quelli indossati per compiere le rapine. Il denaro non è stato rinvenuto perché il giovane ha riferito di averlo speso per giocare alle slot machine, per l’acquisto di droghe e al centro commerciale. Dopo l’arresto, il sedicenne è stato portato presso il centro di prima accoglienza per minorenni di Roma, Virginia Agnelli, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Alessandro Pino.

(foto Comando Provinciale Carabinieri Roma)

Immagine

Monte Sacro: tre arresti e multe per la malamovida – di Alessandro Pino

24 Feb

[Roma] Durante i servizi di controllo sulla movida notturna a Città Giardino, i Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato tre persone, denunciato una quarta, contravvenzionato tre attività commerciali e sanzionato alcuni giovani sorpresi a bere alcolici in strada. A finire in manette sono stati un trentaseienne romano senza occupazione e con precedenti, arrestato per espiare una pena residua legata a reati di droga, un altro trentaseienne romano per aver violato l’obbligo di presentazione in caserma cui era sottoposto e un trentunenne romano che doveva espiare una pena residua per ricettazione. Una romena senza fissa dimora sorpresa ad incendiare materiale cartaceo è stata denunciata a piede libero. Durante i controlli sulle attività commerciali i titolari di un ristorante e un bar-bistrot in via Nomentana e un bar in viale Tirreno sono stati multati per un ammontare di 8.500 euro. Infine, sono stati multati alcuni giovani trovati a consumare alcolici in strada in barba all’ordinanza anti alcol del sindaco Virginia Raggi.

Alessandro Pino

Immagine

Autostazione Tiburtina: presi con ventitré chili di droga – di Alessandro Pino

23 Feb

[Roma] La sera del 22 febbraio due uomini e una donna albanesi sono stati arrestati in seguito a controlli presso l’autostazione “Tibus” in largo Guido Mazzoni dai Carabinieri per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I Carabinieri hanno notato e fermato i due uomini a bordo di un’autovettura nel cui bagagliaio c’erano diversi borsoni contenenti complessivamente circa ventitre chili di marijuana suddivisa in involucri in cellophane. Dal controllo è emerso che i fermati avevano in uso un appartamento in zona Alessandrino che i Carabinieri hanno deciso di perquisire. In casa è stata trovata la donna con ventotto grammi di cocaina mentre in un mobile del salone sono stati trovati oltre tremila euro in contanti, ritenuti provento dell’attività illecita. Droga e denaro sono stati sequestrati mentre i trafficanti sono stati portati in caserma e trattenuti in attesa del rito direttissimo.

Alessandro Pino

Immagine

Settebagni: roghi tossici in riva al Tevere, tre arresti – di Alessandro Pino

17 Feb

[Roma] Due romeni e una guatemalteca sono stati arrestati ieri dai Carabinieri della Stazione Settebagni per avere acceso roghi tossici di rifiuti lungo la riva del Tevere: i militari transitando in via Riva del Fiume hanno notato una colonna di fumo alzarsi da un terreno nei pressi e sono intervenuti sorprendendo i tre stranieri. Uno di loro scaricava dei sacchi contenenti materiale plastico e di scarto da due furgoni, mentre gli altri due li incendiavano. Le fiamme sono state spente dai Vigili del Fuoco e l’area sottoposta a sequestro, mentre gli arrestati sono stati sottoposti agli arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni, in attesa del rito direttissimo.

Alessandro Pino

(foto Comando Provinciale Carabinieri Roma)

Immagine

Stazione Tiburtina: preso con un chilo e mezzo di droga – di Alessandro Pino

14 Feb

[Roma] Un corriere di droga nigeriano è stato bloccato ieri pomeriggio dai Carabinieri nell’area dell’autostazione Tibus, adiacente la stazione Tiburtina. Il malvivente, residente in provincia di Perugia ma di fatto senza fissa dimora e con precedenti, è stato sorpreso dai militari in largo Guido Mazzoni mentre trascinava un trolley. Dentro la valigia è stato rinvenuto e sequestrato un chilo e mezzo di marijuana suddiviso in due confezioni in cellophane. Il corriere nigeriano è stato rinchiuso nel carcere di Regina Coeli.

Alessandro Pino

(foto Comando Provinciale Carabinieri Roma)

Immagine

Nuovo orario di segreteria per la caserma dei Carabinieri di Settebagni – di Luciana Miocchi

4 Feb

fb_img_15322539841615895141877350.jpg

La notizia che stessero per accadere gravi cose riguardo la sicurezza nel quartiere, specialmente in riferimento alla locale Stazione dei Carabinieri ha cominciato a girare di bocca in bocca, passando per i social ma nessuno sapeva dire qualcosa di più preciso. E’ bastato un accesso diretto per scoprire l’arcano: le disposizioni sono già operative, infatti da qualche giorno l’orario di apertura al pubblico degli uffici termina alle 16,30 e non più alle 22,00 per decisione del Comando territoriale.  A breve verranno cambiate anche le targhe che riporteranno le nuove modalità di accesso. Questo perché la Stazione di Settebagni è stata spostata di fascia – le caserme sono divise in tre fasce a seconda dell’orario di apertura-  dalla seconda alla prima, che ha appunto un orario che va dalle 8,30 alle 16,30. Ciò non significa assolutamente che la Caserma verrà chiusa, eventualità esclusa in maniera categorica, avendo un bacino di utenza e di competenza di venticinquemila persone, che va dai confini con il Comune di Monterotondo alla Flaminia a Cinquina ma che verrà liberato un milite dal servizio di segreteria da aggiungere a quelli impegnati nei servizi sul territorio.  Certo fa impressione sapere che suonando al citofono nel pomeriggio, si entrerà in contatto con un operatore che risponde a decine di km di distanza ma ci si abitua a tutto, ci si abituerà anche a questo, ad un piccolo peggioramento nelle modalità di accesso per fare un qualsiasi tipo di esposto o di denuncia, mentre prima era possibile dopo l’orario d’ufficio, ora sarà necessario prendere un permesso dal lavoro, aggiungendo al danno, anche la beffa. D’altra parte, la ormai cronica carenza di personale porta a fare scelte delle scelte, per poter schierare più persone sul campo.

Luciana Miocchi

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: