Tag Archives: Manuel Bartolomeo
Immagine

Rilascio pass provvisorio per invalidi in III Municipio- Bartolomeo (FdI): «Ufficio chiuso ad agosto, disservizio assurdo»

10 Ago

[ROMA] Rischiano di trovarsi in una situazione di pesante disagio i portatori di invalidità residenti nel Terzo Municipioa causa della chiusura agostana dell’ufficio che rilascia il pass provvisorio per invalidi. É la situazione che ha esposto il capogruppo municipale di Fratelli d’Italia, Manuel Bartolomeo:

“Oggi veniamo a conoscenza che in
III Municipio l’ufficio preposto al rilascio per il suddetto pass provvisorio invalidi è chiuso per tutto il mese di agosto, il disagio per i richiedenti aumenta esponenzialmente in vista delle ferie estive” ha scritto via social Bartolomeo. “Questo servizio dovrebbe essere utile alle famiglie che sono in attesa della copia definitiva da parte di Agenzia per la Mobilità di Roma Capitale che nel frattempo non riesce a smaltire la lunga lista di richieste. Possibile che decine di famiglie debbano superare mille ostacoli per ottenere un permesso provvisorio che non serve praticamente a nulla??? Chiederemo che nella prossima commissione Servizi Sociali e Trasparenza facciano chiarezza su questo assurdo disservizio!”

A cura di Alessandro Pino

Immagine

La Asl non andrà a via Paolo Monelli: il Consiglio di Stato accoglie il ricorso dei residenti

2 Lug

[ROMA] Colpo di scena nella vicenda della sede Asl di largo Rovani a Talenti, i cui servizi secondo i programmi della dirigenza sanitaria e della maggioranza municipale di. centrosinistra avrebbero dovuto essere trasferiti in una struttura in via Paolo Monelli, zona Bufalotta.

Il Consiglio di Stato ha accolto il ricorso presentato dai residenti con il Comitato di Quartiere di via Paolo Monelli.

A quanto pare la motivazione dell’accoglimento consisterebbe nella impossibilità di servire con una adeguata viabilità una ipotetica sede Asl in via Paolo Monelli, dal momento che si tratta di una strada pubblica ma di dimensioni ridotte e chiusa in fondo e che tutte le restanti strade del Consorzio di via Paolo Monelli sono private e a viabilità privata per cui non percorribili dal pubblico.

«È una vittoria per i residenti che da anni combattono contro i mulini a vento dell’amministrazione del centrosinistra- ha commentato al riguardo il capogruppo in Terzo Municipio di Fratelli d’Italia, Manuel Bartolomeo- questo vuol dire che non bisogna mai arrendersi davanti la malagestione di un territorio».

Rimane il fatto che la Asl andrà comunque via da largo Rovani entro un paio di anni e occorrerà trovare in ogni caso una collocazione alternativa ad essa.
A cura di Alessandro Pino

Immagine

Inno della Roma fatto cantare in una scuola a Talenti, la palla passa alla politica e arrivano azioni legali

30 Mag

[ROMA] Sta suscitando un vespaio di polemiche l’episodio accaduto nella scuola Caterina Usai di Talenti all’indomani della vittoria della Roma in Conference League: a quanto si è letto, una maestra avrebbe organizzato una specie di karaoke con la canzone Roma Roma Roma di Antonello Venditti, inno ufficiale della squadra giallorossa. Come mostrato in un video finito in rete, il brano è stato fatto cantare ai piccoli alunni di una classe; la cosa ha mandato su tutte le furie alcuni genitori di fede laziale e la polemica è divenuta virale investendo stampa e media.

Il dibattito non accenna a placarsi e dopo le inevitabili discussioni via social ora la palla passa alla politica e agli uffici legali: tra le iniziative politiche più rilevanti assunte in risposta al fatto, va citata una interrogazione scritta al presidente del Terzo Municipio e al presidente del Consiglio dello stesso Municipio, presentata dal consigliere di opposizione Fabrizio Bevilacqua con la quale chiede chiarimenti e un intervento presso la dirigenza scolastica anche da parte del competente assessore municipale.

Dal canto suo il Comitato Consumatori Lazio ha presentato un esposto a tutela dei minori presso la Procura per i Minorenni di Roma e la Dirigenza Scolastica dell’istituto in questione e anche il capogruppo di Fratelli d’Italia in Terzo Municipio aveva espresso via social dubbi sull’opportunità di quanto accaduto.

A cura di Alessandro Pino

(Foto dalla Rete)

Immagine

Ex Detroit occupato. Dall’opposizione chiedono le dimissioni dell’assessore Raimo che fa l’attivista – di Luciana Miocchi

17 Mag

Un gruppo di residenti organizzati occupa il centro sportivo ex Detroit, al Tufello. Rompono i lucchetti, puliscono, cercano di ridare un po’ di decoro a una struttura chiusa da tempo.  Attraverso un evento creato su fb da csa Astra viene data notizia di un’assemblea pubblica per sabato 14 maggio.

L’assessore alla Cultura della Giunta Marchionne, Christian Raimo affida ai social un post dedicato all’occupazione, di solidarietà e attivismo.

Immediatamente, dall’opposizione di piazza Sempione partono le richieste di dimissioni per l’assessore che non può non sapere che del centro si stanno occupando da tempo, c’è stato un atto votato all’unanimità per la destinazione di somme del pnrr per la sua riqualificazione anche se c’è un problema catastale da risolvere riguardo una particella.

FdI emette un comunicato: “L’occupazione del centro sportivo Detroit al Tufello da parte dei soliti centri sociali e l’emblema del lassismo delle ultime due amministrazioni: una struttura da riqualificare e restituire al quartiere che e stata abbandonata per anni dalla sinistra che governa il Municipio III, viene occupata dai centri sociali con tanto di benedizione di esponenti della giunta Marchionne come l’assessore Raimo”. Lo dichiarano il capogruppo di Fratelli d’Italia in Municipio III, Manuel Bartolomeo e i consiglieri Giordana Petrella, Fabrizio Santinelli e Serena Troiani “E’ appena il caso di ricordare al presidente Marchionne – aggiungono – che l’occupazione abusiva di spazi pubblici e un reato e ci aspettiamo che chi e a capo delle istituzioni tuteli i beni di proprietà del Municipio denunciando chi vuole appropriarsene abusivamente. L’appoggio esplicito dell’assessore Raimo gli occupanti e vergognoso quanto ipocrita, chi si schiera da parte dell’illegalità non può continuare a ricoprire cariche istituzionali. Il sindaco Gualtieri non ha nulla da dire in merito?”.

Il consigliere Fabrizio Bevilacqua (ex Lega, gruppo misto) tra i più attivi nel creare meme di critica sulla maggioranza così si esprime: «Perché chiedo le dimissioni di Raimo? Perché un briciolo di dignità dovrebbero avercela, in maggioranza. Va bene che hanno dovuto subire il ricatto elettorale di una lista che ha preso due consiglieri e ha avuto tre assessori, mentre una lista che ha eletto nove consiglieri, dieci compreso il presidente ne ha presi uguale, tre. Non so’ con quale logica politica, fa ridere. Sappiamo benissimo qual è il personaggio. Da assessore ha votato che è d’accordo alla riqualificazione e alla chiusura, poi da gruppettaro fa l’occupazione. Ma anche basta, un minimo di dignità la dovrebbero mantenere, capisco che i partiti sono diventati una cosa diversa però la dignità va mantenuta e il rispetto delle istituzioni anche. Non garantisci la serietà del lavoro e la pluralità degli interventi come assessore del Municipio, lascia perdere. Sennò ne perde di credibilità l’intera giunta e il Presidente stesso. Io sarò all’antica, un romantico, uno che la politica pensa ancora che abbia un senso e una dignità. Basta?»

A domanda diretta sul livello di imbarazzo o meno raggiunto dal Presidente del Municipio, dello stesso si sta ancora aspettando una eventuale risposta.

L’assessore Raimo invece, ha esposto il suo pensiero e lo si può leggere qui: https://lucianamiocchi.com/2022/05/17/christian-raimo-un-assessore-dentro-e-fuori-le-istituzioni-di-luciana-miocchi/

Luciana Miocchi

Immagine

Aula Giulio Regeni a piazza Sempione: nuove polemiche, stavolta sugli spazi disabili

5 Mag

[ROMA] Non si fermano le polemiche sulle condizioni dell’aula studio intitolata a Giulio Regeni all’interno della sede del Terzo Municipio di piazza Sempione: solo alcuni giorni fa si era avuta notizia del crollo di una parte del soffitto, circostanza resa pubblica dal capogruppo di Fratelli d’Italia, Manuel Bartolomeo.

Oggi lo stesso Bartolomeo è tornato a puntare l’indice sulla questione, pubblicando via social alcune foto della rampa esterna di accesso e del bagno disabili: “La rampa per accedere all’aula studio è sprovvista di corrimano. Nel bagno riservato ai disabili il water non è a norma e il maniglione per sorreggersi è assente. Le porte per l’acceso al bagno  non sono a norma per l’entrata e l’uscita” si legge nel post di Bartolomeo che conclude: “È inammissibile che proprio nella sede municipale, al piano sotto delle stanze della Giunta, siano stati realizzati pochi mesi fa spazi per disabili non a norma”.
A cura di Alessandro Pino

Immagine

Talenti: sulla futura chiusura della Asl di largo Rovani é botta e risposta tra opposizione e maggioranza municipali

27 Apr

[ROMA] Il futuro della sede Asl di Talenti a largo Rovani è stato al centro di un botta e risposta tra opposizione e maggioranza in Terzo Municipio.

A mettere sotto la lente di ingrandimento la sorte di tale struttura sanitaria é stato capogruppo municipale di Fratelli d’Italia, Manuel Bartolomeo che è intervenuto via social: “Questa mattina durante la commissione congiunta Pari Opportunita/Servizi sociali abbiamo avuto la conferma che entro il 2023/25 la sede Asl di Largo Rovani chiuderà!
Il responsabile Asl in presenza del Presidente del III Municipio Marchionne, ha dichiarato a verbale della commissione che tutti i servizi, compreso il SERT (Servizi per le Tossicodipendenze), saranno trasferiti in Via Paolo Monelli”. Prosegue Bartolomeo:
“Via Monelli, per chi non la conoscesse, è una strada a ferro di cavallo compresa tra Bufalotta e Talenti, confinante con una scuola superiore, immersa al traffico locale del centro commerciale Dima Shopping. Una scelta presa in piena autonomia dai ‘piani alti’ di questa amministrazione! Nulla di condiviso in fase decisionale nelle commissioni consiliari preposte! Non un atto presentato da votare in aula! Decisioni di questo genere non posso essere prese nelle stanze segrete di Piazza Sempione!
Fratelli d’italia Terzo Municipio chiede alla giunta Marchionne di fare un passo indietro rispetto a questa scelta scellerata!”.

Alle dichiarazioni di Bartolomeo ha fatto seguito una nota congiunta della capogruppo municipale Pd Federica Rampini, del presidente del Consiglio Municipale Filippo Maria Laguzzi e di Nicoletta Funghi, presidente della Commissione Patrimonio, Personale e Bilancio del Municipio III: “Il 30 dicembre 2021 la Giunta della Regione Lazio ha deliberato per il Piano Nazionale Ripresa e Resilienza le Reti di prossimità, strutture e telemedicina per l’assistenza sanitaria territoriale, nel Piano ci sono anche le cinque Case di Comunità previste nel territorio del Municipio Roma III, a tal proposito, infatti, abbiamo presentato un atto per la programmazione delle nuove aperture delle Case di Comunità”.

Ha poi concluso Federica Rampini: “Già da diversi anni la ASL RM 1 aveva comunicato, alle amministrazioni che si sono succedute, la volontà di voler chiudere la sede di Largo Rovani, ingenti sono le spese da sostenere e la vicinanza alle altre sedi di Via Lampedusa e Via Dina Galli è sempre stata disfunzionale alle necessità di un territorio vasto come quello del terzo municipio. Come Partito Democratico abbiamo cercato sino all’ultimo di evitare la chiusura, ma il nuovo quadro consente di fare un passo indietro e ragionare sulla nuova riorganizzazione.

Montesacro, Montesacro Alto (Talenti) e Val Melaina sono i quartieri della città consolidata, per questa ragione, nella programmazione prevista dalla Regione Lazio, oltre al potenziamento dello Spoke* di Via Salita della Marcigliana è stata prevista l’apertura di altre due Case di Comunità una proprio in sostituzione di Largo Rovani, in Via Paolo Monelli e l’altra nella zona di Porta Roma.

La Casa di Comunità presso Porta di Roma andrebbe ad offrire il servizio sanitario locale a tutti quei territori che da sempre ne sono privi, nello specifico Colle Salario, Fidene, Serpentara, Cinquina nonché la stessa zona di Porta di Roma. Per questa ragione, oggi in Commissione Politiche Sociali alla presenza del Direttore del 3 Distretto, abbiamo evidenziato come, anche in considerazione del blocco delle assunzioni del personale medico-sanitario, sarebbe giusto e doveroso dare la priorità all’apertura della Casa di Comunità di Porta di Roma, individuando strutture di priorità dell’Amministrazione.

Rimangono alcuni dubbi di natura logistica per l’apertura della Casa di Comunità in Via Paolo Monelli, ma la priorità è quella di continuare a garantire il servizio sanitario locale anche al quartiere Talenti. Come Partito Democratico abbiamo chiesto una seduta di Consiglio straordinaria per discuterne appieno” 

*Per Spoke si intende una rete territoriale di servizi ambulatoriali cui compete la selezione e la gestione dei pazienti e il loro invio ai centri di riferimento quando una determinata soglia di gravità clinico-assistenziale viene superata.Tale rete può essere suddivisa in: Spoke 2 (Centri Ospedalieri di riferimento provinciale con competenze specialistiche Diagnostico-terapeutiche specifiche) e Spoke 1 (Centri Specialistici territoriali in grado di servire più capillarmente il territorio a livello diagnostico, terapeutico e assistenziale).
A cura di Alessandro Pino

Immagine

Risolta la questione degli esuberi al liceo Nomentano: tutte accolte le domande di iscrizione al primo anno. Polemica in Municipio – di Luciana Miocchi

23 Mar

Ci è voluto tutto l’impegno del Municipio, con il dialogo costante con la Città Metropolitana e l’Ufficio Scolastico Regionale, nonchè la disponibilità della dirigente dell’IC Munari, dott.ssa Eva Pasqualini, che ha acconsentito ad accogliere sette classi del liceo Nomentano – togliendo così dall’imbarazzo un po’ tutte le parti coinvolte nella surreale vicenda verificatasi alla chiusura delle preiscrizioni al primo anno di liceo, qualche settimana fa. In quel frangente, infatti, ci si accorse che circa duecento studenti sarebbero rimasti fuori graduatoria, un po’ troppi rispetto ai numeri che si verificano normalmente e difficili da ricollocare, se non con grande disagio delle famiglie, segno che qualcosa nella programmazione non era andato per il verso giusto. Tanto più che a pagare, come sempre, sarebbero stati i ragazzi provenienti dalle zone più lontane dagli istituti superiori, sempre in fondo a tutte le graduatorie di istituto, colpevoli di non averne uno vicino, considerabile di prossimità con le scuole medie, come Settebagni e Castel Giubileo che per uno strano caso dell’ufficio scolastico provinciale, sono a una distanza media di dieci chilometri e senza collegamenti pubblici agevoli con le superiori del III Municipio. Una situazione a cui l’amministrazione dovrà porre rimedio, prima o poi.

L’impegno preso personalmente dall’assessora municipale alle scuola, nonché vice presidente del Municipio Paola Ilari e dal presidente Paolo Marchionne ha portato, piuttosto che allo smistamento verso altre strutture anche fuori Municipio, a cercare locali alternativi, in modo da non penalizzare le famiglie che avevano optato come prima scelta, per il liceo di via della Bufalotta. Con una nota congiunta Ilari e Marchionne esprimono tutta la loro soddisfazione: t”utte le studentesse e gli studenti, come ci eravamo impegnati a fare fin dall’inizio, saranno iscritti al liceo Nomentano. Ce lo avevano chiesto le famiglie e ragazzi e ragazze, per questo abbiamo quotidianamente interloquito con le altre Istituzioni per individuare esclusivamente nel Municipio III la soluzione migliore che garantisse il reperimento delle aule necessarie, affinché i gli oltre 200 studenti avessero la loro scuola“. Il problema era la quantità di spazio necessaria, infatti proseguono i due “Ci è voluto tempo ma ci siamo riusciti: sono stati effettuati diversi sopralluoghi, non era semplice trovare nelle scuole del territorio spazi così grandi. La scelta della struttura scolastica di via Rina de Liguori dell’I.C. Munari a Vigne Nuove era l’unica ad avere 7 aule e le caratteristiche necessarie a garantire la sicurezza“. All’inizio di giugno cominceranno i lavori di adeguamento, i locali erano destinati in origine a scuola elementare, in modo che tutto sia pronto per l’inizio del nuovo anno scolastico. Presidente e vice Presidente del III Municipio hanno tenuto a precisare che non si tratta di un risultato scontato, in quanto è stato “raggiunto grazie al Sindaco Roberto Gualtieri, al consigliere Daniele Parrucci e ai tecnici che si sono prontamente messi al servizio, ma il più importante ringraziamento va alla Dirigente dell’IC Munari, Eva Pasqualini che ha subito capito l’esigenza e si è messa a completa disposizione“.

Dall’opposizione municipale, i consiglieri di FdI Giordana Petrella e Manuel Bartolomeo sui social si manifestano critici nei confronti della soluzione trovata, proprio per via dell’ubicazione delle aule, prossime a una scuola primaria, anche se concordano che per gli studenti è meglio alle elementari in III piuttosto che sparsi per tutta Roma. Soprattutto, fanno notare che è il secondo anno che viene commesso un errore di valutazione. Questo è un discorso, che andrà affrontato sicuramente, in modo da non doversi trovare nuovamente nella stessa scomoda posizione.

Luciana Miocchi

Immagine

Avvistamenti di topi in una scuola a Talenti | di Alessandro Pino

10 Mar

[ROMA] É approdata sulle pagine del quotidiano Il Tempo la segnalazione del capogruppo di FdI in Terzo Municipio Manuel Bartolomeo relativa alla presenza di topi nella scuola dell’infanzia Gaspara Stampa di Talenti.

Bartolomeo ha riferito di diversi avvistamenti di roditori (e dei loro escrementi) avvenuti nel giardino circostante e anche nelle aule.

A quanto si legge, pur essendo state eseguite alcune derattizzazioni nei giorni scorsi, il problema non sembrerebbe risolto e c’è stato anche un intervento dei Carabinieri del Nas.

Alessandro Pino

Immagine

Talenti: bagni pubblici diventano alloggio per sbandati | di Alessandro Pino

21 Feb

[ROMA] Ma che tristezza, che amarezza, che naufragio dell’umanità vedere i bagni pubblici di largo Sergio Pugliese a Talenti ridotti ad alloggio per sbandati dove addirittura del cibo sta cuocendo in un tegame.

Le immagini sono state pubblicate via social da Manuel Bartolomeo, capogruppo FdI in Terzo Municipio che ha precisato di aver chiamato gli uffici competenti per gli interventi del caso.

Alessandro Pino

Immagine

Mercato di viale Adriatico: polemiche sulla ristrutturazione | di Alessandro Pino

16 Feb

[ROMA] É approdata anche sulle pagine del quotidiano Il Tempo la critica avanzata da Manuel Bartolomeo- capogruppo di FdI in Terzo Municipio- sulle condizioni del mercato di viale Adriatico, rinnovato a fine 2020 dopo lavori di ristrutturazione.

Bartolomeo così si era espresso con una nota via social: «…il mercato coperto di viale Adriatico rimane incompleto e mal ristrutturato tra muffe e infiltrazioni. 700.000 euro circa la cifra spesa per riqualificare a metà un mercato che, a detta degli stessi operatori, rimane incompleto e poco pubblicizzato. A oggi il mercato è semivuoto con banchi disposti male. Chiederemo agli uffici come sia possibile che sia già ridotto in queste condizioni e chiederemo al Presidente del III Municipio Paolo Emilio Marchionne, che ha la delega al commercio, di riferire in merito in commissione Trasparenza».
Alessandro Pino

Immagine

Giorno del Ricordo: omaggio di FdI nella sede del Terzo Municipio di via Fracchia

10 Feb

[ROMA] In occasione del “Giorno del Ricordo” istituito per commemorare i martiri delle foibe e il doloroso esodo degli esuli istriani, un omaggio floreale è stato deposto dai consiglieri municipali di Fratelli d’Italia (Manuel Bartolomeo, Giordana Petrella, Fabrizio Santinelli, Serena Troiani) e dal coordinatore municipale Maurizio Caserini presso la targa che si trova da alcuni anni nella sede del Terzo Municipio di via Umberto Fracchia la mattina del 10 febbraio.

Una nota polemica al riguardo è stata pubblicata dallo stesso Manuel Bartolomeo a proposito della mancanza di iniziative istituzionali da parte della Giunta municipale.
(A cura di Alessandro Pino)

Immagine

Polemica in Terzo Municipio: il consigliere Della Bella (Pd) denigra le periferie? | di A. Pino e L. Miocchi

4 Feb

[ROMA] Sta suscitando polemiche quanto accaduto nella mattinata del 4 febbraio a Cinquina e a Vigne Nuove durante un sopralluogo della commissione Lavori Pubblici del Terzo Municipio, a proposito di alcune affermazioni che sarebbero state pronunciate dal consigliere di maggioranza Italo della Bella, eletto nella lista del Partito Democratico.

É stato il capogruppo di Fratelli d’Italia, Manuel Bartolomeo a dare pubblicità alla vicenda fornendo un proprio resoconto attraverso un comunicato: “…abbiamo assistito ad un triste teatrino che ha visto come protagonista il consigliere del PD, Italo Della Bella, vice presidente della commissione stessa. Il consigliere ha prima delirato contro gli abitanti del quartiere Cinquina ripetendo più volte «Questi non si meritano niente, a questi je piace vivere così». A nulla sono servite le richieste di abbassare i toni visto che successivamente, una volta arrivati nel quartiere Vigne Nuove, come se non bastasse ha continuato a denigrare i residenti additandoli come zozzoni, se meritano questo, nu je dovemo fa niente qui”. A questo punto il sottoscritto è intervenuto mettendo a verbale della commissione che il comportamento scorretto del consigliere Della Bella non era più tollerabile, essendo discriminatorio e irrispettoso verso quei cittadini che invece dovrebbero sentirsi tutelati da chi amministra questo territorio. Già sul posto molti dei consiglieri presenti nella commissione hanno preso le distanze dalle esternazioni insensate del consigliere del Partito Democratico. Solamente dopo aver verbalizzato le incomprensibili dichiarazioni del consigliere, lo stesso ha ritenuto opportuno avanzare delle scuse. Non tollereremo più nessun atteggiamento denigratorio del genere. Il consigliere Della Bella forse si dimentica che solamente tre mesi fa in quelle stesse vie andava cercando voti per le elezioni amministrative”.
.

Al riguardo é seguita una nota di Filippo Maria Laguzzi, Presidente del Consiglio del III Municipio: “Quanto denunciato oggi da un consigliere di opposizione del III Municipio è un episodio spiacevole che non rappresenta in alcun modo il pensiero del Partito Democratico e dell’amministrazione di centrosinistra. Mi auguro che la ricostruzione di quanto accaduto non risponda al vero e che si tratti di chiacchiericcio fra consiglieri municipali, ma trovo tuttavia fastidioso che il III Municipio debba continuare a stare sulle cronache per il giudizio che altri pensano di poter dare sui nostri concittadini. Nei quartieri di Cinquina e Vigne Nuove ci sono problemi irrisolti che si accumulano da diversi decenni e compito della nostra amministrazione dovrà essere quello di dare finalmente delle risposte per migliorare la qualità della vita di quei residenti. Conosco perfettamente le idee del Presidente del III municipio Paolo Emilio Marchionne e sono certo saprà amministrare in questi anni mettendo al centro della propria azione politica le esigenze dei nostri concittadini”.

Ovviamente appena riceveremo repliche del consigliere Della Bella e del presidente del Municipio Marchionne saremo lieti di pubblicarle.
Alessandro Pino e Luciana Miocchi

Immagine

Nuove coperte per i trovatelli del “Rifugio delle Code Felici” | di Alessandro Pino

30 Gen

[ROMA] Sessanta coperte sono state donate per i quattrozampe ospitati dal Rifugio delle Code Felici, piccolo canile sul territorio del Terzo Municipio gestito da volontari, attivo da anni nel salvataggio di cagnolini abbandonati: sono quelle raccolte durante l’iniziativa “Una coperta per Natale” organizzata da Manuel Bartolomeo e che erano avanzate dopo la consegna ai senzatetto. che vivono per le strade della Capitale.

Le coperte contribuiranno a scaldare i pelosetti ospitati nel rifugio perché nei mesi invernali sono veramente indispensabili.
Alessandro Pino

Immagine

Proposta una targa in memoria di Stefano Cecchetti, ucciso a Talenti negli Anni di Piombo | di Alessandro Pino

27 Gen

[ROMA] Le strade di Talenti e Monte Sacro furono teatro di barbari omicidi durante gli anni di piombo. Tra le vittime della folla violenza politica che inondò di sangue il quartiere vi fu anche lo studente diciannovenne Stefano Cecchetti. Fu ucciso il 10 gennaio 1979 mentre assieme a due amici era seduto a un bar all’angolo tra largo Rovani e via Ludovico di Breme da una raffica di pallottole sparate da una macchina in corsa.

Da allora nessuna amministrazione lo ha ricordato e per questo é stata presentata nel Consiglio Municipale del Terzo la proposta di apporre una targa commemorativa. Primo firmatario é il capogruppo dei Fratelli d’Italia, Manuel Bartolomeo. Assieme a lui gli altri consiglieri di FdI a piazza Sempione: Giordana Petrella, Fabrizio Santinelli e Serena Troiani.

Commenta così Bartolomeo: «Penso sia arrivato il momento che il ricordo di quegli anni bui per il nostro quartiere sia concretamente testimoniato da un monumento simbolico come una targa in ricordo di Stefano Cecchetti».

Alessandro Pino

Immagine

Consegnate le offerte della IV edizione di “Una coperta per Natale” | di Alessandro Pino

22 Dic

[ROMA] Si é conclusa la quarta edizione della raccolta benefica “Una coperta per Natale”, con la consegna nella notte del 22 dicembre delle offerte raccolte per i senzatetto della Capitale (panettoni, pandori, coperte) durante le scorse settimane.

A consegnare i doni sono stati dei volontari con l’ausilio della Protezione Civile Radio Soccorso Roma.

«Purtroppo quest’anno le persone in difficoltà incontrate erano molte di più rispetto agli anni precedenti e ogni volta ci sente davvero piccoli rispetto le condizioni di disagio con cui ci si confronta» spiega l’organizzatore dell’iniziativa, Manuel Bartolomeo «noi nel nostro piccolo abbiamo portato un po’ di conforto, di calore, un sorriso.
Nelle prossime ore andremo a consegnare le coperte in esubero all’Associazione Il Rifugio Delle Code Felici Onlus di Via di Settebagni».

Vale la pena ricordare gli esercizi commerciali del Terzo Municipio che hanno partecipato fattivamente alla realizzazione di questa quarta edizione:
Vintro Bar & Bites
Idea Ceramica Srl
Nuvolari
Trattoria Popina
Valentini Pasticceria
Car Pit Stop srl
Prosciutto & Melone
Fermarket2000 di Gianfranco Antognelli
Bar Il Posto Giusto
NCC ITALY
Factory Nails
Autoscuola Driving
Gran Caffè Cirulli
Tecnorete Roma Talenti 2
Gruppo Tecnocasa Roma Vigne Nuove
Aesthetica Nima
Tale Roma
Mio Market Montesacro
Net Pairing Communication
CarTest Srl
Cirulli Carburanti
Semplice Talenti

Conclude Manuel Bartolomeo: «Ci vediamo il prossimo anno nella speranza che le persone incontrate questa notte possano vivere in sicurezza e in modo più dignitoso».
Alessandro Pino

Talenti: quarta edizione per la raccolta benefica “Una Coperta per Natale: partecipiamo tutti!

18 Nov

[ROMA] Torna a Talenti e Monte Sacro l’appuntamento con la raccolta benefica “Una coperta per Natale”, giunta alla quarta edizione: verranno raccolti
panettoni, pandori, coperte (quindi no a federe, no a piumoni, no a vestiti, no a denaro) che verranno destinati alle persone meno abbienti, specialmente a chi trascorrerà le Feste all’addiaccio.

Partecipano all’iniziativa: Vintro Bar & Bites, Autoscuola Driving, Tecnorete Roma Talenti 2, Nuvolari, Nails Factory,
Mio Market Montesacro, Valentini Pasticceria & cucina, NCC ITALY, Semplice, Al Posto Giusto, Car test,
Gruppo Tecnocasa Roma Vigne Nuove,
Fermarket 2000, Car Pit Stop srl, Gran Caffè Cirulli, Popina, Prosciutto e Melone, Idea Ceramica Srl, Cirulli Carburanti, Nima, Tale,Aesthetica Nima, Net Pairing Communication.

La distribuzione verrà effettuata assieme a Protezione Civile Radio Soccorso Roma Odv.

L’organizzatore Manuel Bartolomeo prega chi volesse donare una coperta di consegnarla lavata, sanificata e imbustata, visto il quadro sanitario tutt’ora in corso.

Il punto di raccolta é in via Clelia Bertini Attilj 35 a Talenti nei giorni 10, 11, 12 dicembre dalle ore 8 alle 20. Tutte le coperte in esubero veranno destinate all’ Associazione Il Rifugio Delle Code Felici Onlus.

Per informazioni telefonare al 3290262264.

(A cura di Alessandro Pino)

Immagine

Manuel Bartolomeo, dirigente FdI di Monte Sacro, è uno dei primi ad annunciare la candidatura alle prossime elezioni municipali di ottobre – di Luciana Miocchi

26 Giu

(Roma, 26 giugno 2021)

È stato uno dei primi in FdI a dichiarare la propria intenzione di partecipare alle prossime elezioni municipali. Rimasto fuori dal parlamentino di piazza Sempione nell’ultima tornata elettorale, Manuel Bartolomeo è tornato più deciso che mai a rappresentare ogni quartiere del Municipio III, tanto da averne inserito i nomi nel suo manifesto elettorale, al contrario di altri che hanno scelto di identificarsi in un quartiere in particolare.

Allora Bartolomeo, la sua candidatura riporta di attualità il fatto che lei e la sua compagna, Giordana Petrella, più volte consigliera municipale del Pdl prima e di FdI poi, facciate politica entrambi nel terzo municipio e questo vi crea delle ostilità, soprattutto nell’area del centro destra. Come se lo spiega, visto il sostanziale disinteresse del centro sinistra per il vostro status familiare? Nel vostro schieramento vi temono? Siete considerati un pericolo per chi voglia ascendere al municipio? Non vi sentite un po’ i Bartella’s di Montesacro?

Io e Giordana ci siamo conosciuti quando entrambi già facevamo politica attiva sul territorio, ognuno per conto suo. Credo che questo sia un valore aggiunto per la politica territoriale quindi non vedo perché dovremmo essere temuti da qualcuno, anzi! Ci tengo a precisare però che, nonostante gli obiettivi comuni, facciamo politica in modo diverso e quindi siamo ben distinti.

I poteri del municipio, allo stato, sono alquanto limitati, le competenze spesso si accavallano intralciandosi con quelle del Comune. Perchè le persone continuano a candidarsi comunque?

Perché il lavoro sul territorio è la base indispensabile della politica, perché il lavoro sul municipio è l’unico vero “front Office” con i cittadini. Credo che a distanza di quasi 10 anni dall’ultima vittoria del centrodestra a livello amministrativo romano, sia arrivato il momento di cambiare pagina dopo le due esperienze fallimentari del centro sinistra e una del Movimento 5 stelle i cittadini meritano l’impegno e la competenza

Quindi impegno e competenza ritiene di possederle solo lei e il suo schieramento politico?

Nessuno nasce con la bacchetta magica per cambiare un territorio con 1 solo mandato elettorale,ma con  l’impegno e il saper condividere e ascoltare i residenti si possono avere grandi risultati a differenza delle ultime 3 amministrazioni.

Luciana Miocchi

Immagine

Anniversario dell’omicidio di Angelo Mancia: una lettera aperta di Manuel Bartolomeo

11 Mar

[Riceviamo e pubblichiamo da Manuel Bartolomeo, dirigente romano Fratelli d’Italia]

Caro Presidente Giovanni Caudo domani è il 12 Marzo e saranno 41 anni dall’uccisione del giovane Angelo Mancia, un ragazzo di 27 anni residente nel nostro Municipio, barbaramente ucciso sotto la propria abitazione a Talenti dall’estrema sinistra “Volante Rossa”.
Vorrei sapere, oltre la corona di fiori che da anni viene posizionata dal cerimoniale del Comune di Roma, lei come intende partecipare?
In questi 3 anni, alla commemorazione di questo tragico omicidio, la sua giunta non ha mai presenziato.
Nell’anniversario del 41º anno possiamo sperare in un gesto da parte sua o della sua giunta?
Grazie.

Manuel Bartolomeo

Immagine

Monte Sacro: bruciati due mezzi Ama | di Alessandro Pino

11 Mar

[ROMA] Due veicoli dell’Ama parcheggiati in via di Monte Sacro sono stati trovati bruciati la mattina dell’undici marzo. Si tratta di un furgone cassonato (lo “squaletto” nel gergo) e di una spazzatrice.

Sul fatto è intervenuto polemicamente Manuel Bartolomeo, dirigente romano dei Fratelli d’Italia: «La priorità in questo Municipio sono i progetti di pedonalizzazione, poi forse la sicurezza» riferendosi chiaramente al discusso progetto di riallestimento di piazza Sempione «meglio spendere i soldi per la sicurezza dei cittadini che per un progetto di pedonalizzazione di una piazza storica».
Alessandro Pino

(Foto Manuel Bartolomeo)

Immagine

Distribuiti panettoni e coperte dell’iniziativa “una coperta per Natale” – di Luciana Miocchi

22 Dic

Nella notte tra il 21 e il 22 dicembre la terza edizione dell’iniziativa “una coperta per Natale” – nata da un’idea di Manuel Bartolomeo, già consigliere del III Municipio – è giunta a termine, consegnando, tramite i volontari della “Protezione Civile Soccorso Roma” e di altri cittadini coinvolti nell’organizzazione, coperte e panettoni raccolti presso il punto di incontro, quest’anno fissato presso l’attività di ristorazione “Semplice” di via A. Bettini a Monte Sacro, agli homeless incontrati a Borgo Pio, alla Stazione Ostiense, a Termini, a piazza San Giovanni e a San Pietro. Quest’anno le cose sono state complicate anche dalle restrizioni imposte dal Covid ma nonostante ciò, adottando tutte le misure idonee di protezione e di distanziamento, l’operazione è giunta a compimento in grande serenità. Le coperte raccolte, moltissime nuove, sono state sanificate e quelle che non potevano essere distribuite alle persone per i più disparati motivi, sono state destinate al rifugio “Code Felici” di via di Settebagni, a cui verranno consegnate nei prossimi giorni. Dice Bartolomeo «ci tengo a fare un ringraziamento speciale a chi ha contribuito fattivamente alla realizzazione di questa tre giorni di solidarietà».

LM

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: