Tag Archives: Piazza Bologna
Immagine

Controlli sulla movida a piazza Bologna: segnalati cinque assuntori di droga

20 Set

[ROMA] La movida di piazza Bologna è stata oggetto di un servizio straordinario di controllo svolto dai Carabinieri per prevenire e reprimere illegalità e degrado.

I militari della Stazione Roma piazza Bologna e quelli del Nucleo Operativo della Compagnia di Roma Parioli hanno identificato e controllato oltre 200 persone, un centinaio di auto e diversi locali.

Un trentottenne straniero senza fissa dimora è stato trovato in possesso di una carta di identità rubata e quindi denunciato per ricettazione. Un ventisettenne romano e un trentunenne albanese sono stati trovati alla guida delle loro auto con un tasso alcolemico superiore al consentito: a entrambi è stata ritirata la patente.

Cinque persone sono state segnalate perché trovate in possesso di marijuana, hashish e cocaina per uso personale.

Due auto sono state sottoposte a sequestro amministrativo perché senza assicurazione.

I controlli hanno riguardato anche alcuni locali del quartiere dove i militari hanno identificato i presenti, trovando in alcuni casi soggetti di interesse operativo.
A cura di Alessandro Pino

Immagine

Piazza Bologna: imbrattato il murale di Falcone e Borsellino

24 Ago

[ROMA] Ha suscitato sdegno unanime il vile atto vandalico perpetrato nelle scorse ore a piazza Bologna contro il murale raffigurante Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

Il dipinto-realizzato alcuni anni fa dal disegnatore noto come Gojo- è stato imbrattato con secchiate di vernice rossa e scritte riconducibili alla galassia anarchica.

Tra le reazioni sia ufficiali che a titolo personale vanno segnalate quella del sindaco di Roma Roberto Gualtieri, della presidente del Secondo Municipio Francesca Del Bello e dello stesso autore del murale.

A cura di Alessandro Pino

Immagine

Piazza Bologna a dintorni: paura e rabbia dei residenti dopo l’aggressione di due sbandati a un negoziante

23 Ago

[ROMA] Non solo malamovida: piazza Bologna e i suoi dintorni sono anche preda di sbandati che per impossessarsi di qualche bottiglia di alcool sono disposti praticamente a tutto, come accaduto sabato sera in via Teodorico.

Ne ha dato notizia Il Messaggero di oggi: poco prima delle venti il titolare di un negozio di alimentari è stato violentemente aggredito da una coppia di rumeni già noti alle forze dell’ordine- lei di 27, lui di 32 anni- che già durante il giorno avevano portato via diverse bottiglie di alcolici e alla richiesta di saldare il dovuto hanno reagito malmenando l’uomo: nel putiferio sono andate sfasciate anche le vetrine del negozio.

I due aggressori sono rimasti feriti dai vetri infranti con una prognosi di 15 giorni. Cinque giorni invece per il negoziante. I due romeni sono stati arrestati dalla Polizia per rapina impropria ma intanto cresce la rabbia e la preoccupazione dei residenti

A cura di Alessandro Pino

Immagine

Furti con la tecnica del fermaglio di plastica: incubo finito a piazza Bologna | di Alessandro Pino

13 Lug

[ROMA] Sembra avere una soluzione il caso che ha allarmato i residenti nei palazzi di piazza Bologna e di altri quartieri quadrante nord della Capitale, diffondendosi anche via social: la presenza di frammenti di plastica, piegati in due a mo’ di fermaglio, infilati tra il telaio e la porta d’ingresso di numerosi appartamenti, probabilmente per distinguere gli appartamenti vuoti da quelli abitati in questo periodo di vacanze estive, essendo sufficiente aprire la porta per fare cadere a terra la linguetta di plastica.

I Carabinieri hanno arrestato un georgiano quarantottenne, con precedenti e nella Capitale senza fissa dimora, gravemente indiziato del reato di tentato furto in abitazione.

La preoccupazione tra i residenti era cresciuta dopo ripetute analoghe segnalazioni anche fotografiche della “tecnica del fermaglio”.

Ed ecco che militari della Compagnia Roma Parioli hanno fermato l’uomo durante una serie di servizi di prevenzione organizzati nella zona di piazza Bologna: quando è giunta la segnalazione di un personaggio sospetto tra i piani di un condominio di via Livorno, dove è stato rinvenuto uno dei fermagli di plastica posizionato in precedenza, i Carabinieri lo hanno trovato in possesso di altri fermagli nascosti in uno zaino.

L’uomo è sospettato di aver cercato di entrare in uno degli appartamenti e nei i suoi confronti è scattata l’accusa di tentato furto. Proseguono gli accertamenti per verificare se agisse da solo o in concorso con altri.

Alessandro Pino

Immagine

Piazza Bologna: finito l’incubo dei furti con la tecnica del fermaglio di plastica | di Alessandro Pino

13 Lug

[ROMA] Sembra avere una soluzione il caso che ha allarmato i residenti nei palazzi di piazza Bologna e di altri quartieri nel quadrante nord della Capitale, diffondendosi anche via social: la presenza di frammenti di plastica, piegati in due a mo’ di fermaglio, infilati tra il telaio e la porta d’ingresso di numerosi appartamenti, probabilmente per distinguere quelli vuoti da quelli abitati in questo periodo di vacanze estive, essendo sufficiente aprire la porta per fare cadere a terra la linguetta di plastica.

I Carabinieri hanno arrestato un georgiano quarantottenne, con precedenti e nella Capitale senza fissa dimora, gravemente indiziato del reato di tentato furto in abitazione.

La preoccupazione tra i residenti era diventata altissima dopo ripetute analoghe segnalazioni anche fotografiche della “tecnica del fermaglio”. Ed ecco che militari della Compagnia Roma Parioli hanno fermato l’uomo durante una serie di servizi di prevenzione organizzati nella zona di piazza Bologna: quando è giunta la segnalazione di un personaggio sospetto tra i piani di un condominio di via Livorno, dove è stato rinvenuto uno dei fermagli di plastica posizionato in precedenza, i Carabinieri lo hanno trovato in possesso di altri fermagli nascosti in uno zaino.

L’uomo è sospettato di aver cercato di entrare in uno degli appartamenti e nei i suoi confronti è scattata l’accusa di tentato furto. Proseguono gli accertamenti dei per verificare se agisse da solo o in concorso con altri.

Alessandro Pino

(Foto Comando Provinciale Carabinieri Roma)

Immagine

Mala movida a piazza Bologna: chiusi tre locali | di Alessandro Pino

9 Lug

[ROMA] I Carabinieri hanno notificato ai rappresentanti legali di tre locali nella zona di piazza Bologna le determinazioni dirigenziali firmate dal Direttore del II Municipio con cui si dispone la sospensione dell’attività per quindici giorni.

I provvedimenti sono stati emessi dal Secondo Municipio su proposta dei militari della Compagnia Roma Parioli dopo numerose violazioni del Regolamento di Polizia Urbana, accertate durante servizi di contrasto alla mala movida effettuati in diversi fine settimana.
Alessandro Pino

(Foto Comando Provinciale Carabinieri Roma)

Immagine

Movida a piazza Bologna e Nomentano: 15 giorni di chiusura per nove locali | di Alessandro Pino

11 Giu

[ROMA] I Carabinieri hanno notificato le determinazioni dirigenziali firmate dal Direttore del II Municipio di Roma Capitale con le quali si dispone la sospensione dell’esercizio dell’attività nei confronti di nove locali nella zona di piazza Bologna e del Nomentano per la durata di quindici giorni.

I provvedimenti decorreranno dal giorno successivo alla notifica e sono stati emessi dal II Municipio su proposta dei militari della Compagnia di Roma Parioli dopo numerose e ripetute violazioni del Regolamento di Polizia Urbana, accertate dai militari nel corso di servizi finalizzati al contrasto della “mala movida” effettuati in diversi weekend.
Alessandro Pino

Immagine

Piazza Bologna: chiuso centro massaggi a luci rosse | di Alessandro Pino

1 Giu

[ROMA] Un centro massaggi orientali nella zona di piazza Bologna è stato chiuso e sequestrato dalla Polizia: la misura è arrivata dopo indagini partite in seguito alle segnalazioni dei residenti secondo i quali si trattava in realtà di una casa di appuntamenti.

Gli investigatori della Seconda sezione della Squadra Mobile di Roma hanno prima scandagliato alcuni siti specializzati dove il centro  massaggi, situato in via Livorno, veniva pubblicizzato con foto di ragazze in abiti succinti e pose sensuali.

Il locale era aperto fino a tarda sera: i vetri erano oscurati e coperti completamente da locandine per cui non era possibile vedere dall’esterno. Sono stati svolti allora accertamenti tecnici che hanno documentato ciò che accadeva dentro: alcune donne cinesi tra i 30 ed i 50 anni offrivano rapporti sessuali a pagamento.

Per la titolare del centro, una quarantanovenne cinese, c’è ora l’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria. Per lei l’accusa è di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.
Alessandro Pino

(Foto Questura di Roma)

Immagine

Piazza Bologna, Trieste-Salario, Nomentano: movida sempre sotto osservazione | di Alessandro Pino

21 Mag

[ROMA] I Carabinieri hanno svolto una nuova serie di controlli sulla movida nelle zone comprese tra Nomentano, Salario-Trieste e piazza Bologna per prevenire fenomeni di degrado e illegalità.

I gestori di un bar e di una pizzeria sono stati multati di 150 euro ciascuno perché hanno continuato a vendere alcolici da asporto anche dopo l’orario previsto. É stata anche chiesta la chiusura dei locali.

I militari hanno anche multato i titolari di tre locali in viale Ippocrate per non aver adottato le cautele per evitare il disturbo alla quiete pubblica. Anche in questo caso è stata chiesta la chiusura.

Due automobilisti di 24 e 27 anni sono stati denunciati perché trovati con un tasso alcolemico superiore al consentito.

Altri diciotto giovani sono stati multati perché bevevano alcolici in strada e oltre l’orario consentito.

Infine due studenti universitari sono stati segnalati alle autorità competenti perché avevano una modica quantità di marijuana.
Alessandro Pino

Immagine

Nuovi controlli sulla movida a piazza Bologna, Salario-Trieste, Nomentano | di Alessandro Pino

15 Mag

[ROMA] Anche nella serata del 14 maggio i Carabinieri della Compagnia Roma Parioli hanno svolto controlli nei quartieri Nomentano, Salario-Trieste e nella zona di piazza Bologna per contrastare la cosiddetta malamovida e verificare il rispetto delle ordinanze sindacali per la prevenzione della vendita di alcolici.

Un minimarket è stato trovato aperto dopo le 22 e i Carabinieri hanno chiesto l’emissione del provvedimento di chiusura multando il titolare della licenza. Sei titolari di locali sono stati multati perché nelle aree adiacenti l’ingresso non hanno adottato misure per evitare il disturbo alla quiete pubblica.

Sedici giovani sono stati multati perché bevevano alcolici in strada e due studenti sono segnalati perché trovati in possesso di droga in modica quantità. Due automobilisti sono stati trovati con tasso alcolemico oltre al limite consentito dal Codice della Strada.
Alessandro Pino

Immagine

Piazza Bologna: violenta rapina in casa di una anziana che reagisce, un rom in manette | di Alessandro Pino

19 Apr

[ROMA] Una violenta rapina in casa ai danni di una anziana in zona piazza Bologna da parte di due rom si è conclusa con l’arresto di uno degli aggressori, un minorenne. Ne dà notizia oggi Il Messaggero.

Il tentativo di rapina era avvenuto il 7 aprile: secondo la ricostruzione, i due giovani criminali erano entrati nell’abitazione della vittima novantenne forzando una porta finestra.

L’anziana era stata immobilizzata e trascinata a terra ma ha continuato a urlare mordendo le mani dei due rom che hanno così desistito.

La Polizia poi a Pasquetta ha rintracciato uno dei due in base alle impronte che aveva lasciato in casa della novantenne: non è stato facile arrestarlo nel campo nomadi di Villa Gordiani per i tentativi di coprirlo degli altri abitanti ma alla fine è stato preso mentre continua la caccia al complice.
Alessandro Pino

Immagine

Piazza Bologna: ancora controlli su movida, assembramenti e negozi | di Alessandro Pino

19 Feb

[ROMA] Proseguono anche nella zona di piazza Bologna i servizi di controllo nei quartieri della movida da parte dei Carabinieri di Roma con la collaborazione dei militari specializzati del Nas per prevenire il degrado e il rispetto delle disposizioni sulla mala movida e anti Covid.

I militari della Compagnia Parioli hanno chiuso  un negozio di vicinato per tre giorni per inosservanza dell’ordinanza di chiusura entro le 22; altri due locali sono stati multati perché vendevano alcolici da asporto; multati anche dieci ragazzi che bevevano alcolici in strada. Sempre nella zona di piazza Bologna un guidatore ventenne è risultato positivo all’etilometro e per questo è stato segnalato.
Alessandro Pino

Immagine

Nuovi controlli su movida, assembramenti e minimarket tra piazza Bologna, Trieste-Salario e Nomentano | di Alessandro Pino

13 Feb

[ROMA] Una serie di nuovi controlli sulla malamovida, sul rispetto delle misure anti Covid e sui locali e minimarket é stata eseguita dai Carabinieri tra piazza Bologna e i quartieri Trieste-Salario e Nomentano.

Un minimarket tra corso Trieste e viale Regina Margherita è stato chiuso per tre giorni per inosservanza dell’ordinanza sindacale di chiusura entro le 22 per prevenire la vendita di alcolici.

In zona piazza Bologna un locale è stato chiuso perché due dipendenti sono stati trovati a lavorare senza indossare mascherina. 

I titolari di tre locali di viale Ippocrate sono stati multati perché davanti l’ingresso dei locali non hanno attuato misure idonee a evitare situazioni di disturbo alla quiete pubblica; per tutti, i Carabinieri chiederanno l’emissione di un provvedimento di chiusura.

Nelle stesse zone, i Carabinieri hanno multato quindici ragazzi sorpresi a consumare alcolici in strada e segnalato al Prefetto due studenti trovati in possesso di marijuana per uso personale.
Alessandro Pino

Immagine

Controlli su movida, assembramenti e minimarket a piazza Bologna, Salario-Trieste e Nomentano | di Alessandro Pino

5 Feb

[ROMA] I quartieri Nomentano, Salario-Trieste e la zona di piazza Bologna sono stati interessati la sera del 4 febbraio da controlli dei Carabinieri per il rispetto della nuova ordinanza sindacale che prevede la chiusura dei minimarket alle 22 oltre che per contenere e sciogliere assembramenti ai fini del contrasto del Covid, del degrado e della mala movida.  

I militari della Compagnia Roma Parioli hanno chiuso cinque minimarket per inosservanza dell’ordinanza sindacale che dispone la chiusura entro le 22 per prevenire la vendita di alcolici. La chiusura durerà cinque giorni e i titolari sono stati multati ognuno di 400 euro.

Un locale è stato sanzionato per disturbo alla quiete pubblica, sedici persone sono state multate perché sorprese a consumare alcolici in strada e due studenti perché trovati in possesso di quattro grammi di marijuana.

Il titolare di un bar nei pressi di piazza Bologna è stato multato perché non ha provveduto a predisporre nelle aree adiacenti l’ingresso del locale misure per evitare il disturbo alla quiete pubblica.
Alessandro Pino

Immagine

Piazza Bologna: un arresto per spaccio | di Alessandro Pino

1 Feb

[ROMA] Un cinquantaquattrenne romano è stato arrestato per droga dai Carabinieri nei pressi di piazza Bologna e viale XXI Aprile.

I militari della Compagnia Roma Parioli lo hanno fermato mentre a bordo di un’auto parcheggiata in via Gaetano Moroni cedeva diverse dosi di cocaina e marijuana a un cliente.
Alessandro Pino

Immagine

Controlli sulla mala movida a piazza Bologna, Nomentano, Trieste e Salario | di Alessandro Pino

29 Gen

[ROMA] I Carabinieri della Compagnia Roma Parioli hanno eseguito nella notte un servizio di controllo nei quartieri Nomentano, Salario, Trieste e piazza Bologna per contenere e sciogliere assembramenti, verificare il rispetto delle norme anti Covid e contrastare la mala movida.


Tre titolari di esercizi commerciali sono stati multati e uno denunciato. Nei pressi di viale Ippocrate, il il titolare di un bar è stato multato di 400 euro perché trovato a vendere una bevanda alcolica da asporto. Inoltre i Carabinieri hanno riscontrato un notevole afflusso di clientela,l che con il suo comportamento disturbava la quiete pubblica.

Nella zona di piazza Bologna, é stato accertato che il personale di un bar aveva venduto una bibita alcolica da asporto a un minorenne oltre la mancanza di distanziamento tra i numerosi clienti. Di conseguenza oltre alla multa di 400 euro c’è stata la sanzione accessoria della chiusura per cinque giorni.

Nei pressi di piazza Fiume nei confronti di una nota enoteca é stata fatta scattare la chiusura per due giorni e la multa di 400 euro per il mancato distanziamento interpersonale dei clienti.

Inoltre i Carabinieri della Stazione Roma Nomentana hanno dato esecuzione a un decreto di sequestro preventivo nei confronti del titolare di un bar. Il provvedimento è scaturito dalle numerose verifiche eseguite dai Carabinieri per lo sforamento dei limiti dei decibel consentito dalla legge.

Inoltre sono stati multati quattordici giovani sorpresi a consumare alcolici in strada, mentre altre ventidue persone trovate in assembramento sono state sanzionate. Infine due studenti sono stati segnalati dai Carabinieri per uso di stupefacenti.
Alessandro Pino

Immagine

Piazza Bologna: strappa il telefono a una ragazza e la prende a schiaffi, arrestato | di Alessandro Pino

29 Dic

[ROMA] Un algerino quarantottenne senza fissa dimora é stato arrestato dai Carabinieri a piazza Bologna: l’uomo aveva avvicinato una ragazza alle spalle strappandole dalle mani il telefono, per poi prenderla a schiaffi e fuggendo nelle strade adiacenti.

La vittima ha chiesto aiuto e i militari della locale stazione hanno raggiunto e bloccato il nordafricano.
Alessandro Pino

Immagine

Piazza Bologna e Nomentano: in due trovati con arnesi da scasso | di Alessandro Pino

21 Dic

[ROMA] La zona di piazza Bologna, del quartiere Nomentano e le adiacenze della Stazione Tiburtina sono state sottoposte nelle ultime ore a un piano di controlli da parte dei Carabinieri della Compagnia Roma Parioli.

Nel corso del servizio , i militari hanno identificato un centinaio di persone e controllato una cinquantina di veicoli.

Un ventenne straniero senza fissa dimora è stato denunciato dopo essere stato trovato in possesso senza giustificato motivo di alcuni arnesi da scasso: un cacciavite, una chiave esagonale e una chiave combinata che sono stati sequestrati.

Per lo stesso motivo i Carabinieri della Stazione Salaria hanno denunciato uno straniero quarantasettenne nullafacente e domiciliato in un campo nomadi della Capitale. Nel furgone guidato dall’uomo sono stati trovati e sequestrati due cacciaviti, due pinze, una tenaglia, un martello, una chiave inglese, altre chiavi combinate e un attrezzo multiuso.
Alessandro Pino

Immagine

Piazza Bologna: borseggi in gelateria, due in carcere | di Alessandro Pino

9 Nov

[ROMA] Sono gravemente indiziati di avere borseggiato delle persone che mangiavano il gelato in una nota pasticceria nei pressi di piazza Bologna. Per questo una coppia di peruviani di 36 e 32 anni, già gravati da precedenti, dopo indagini svolte dalla Polizia e coordinate dalla Procura della Repubblica di Roma é stata raggiunta da un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip presso il Tribunale di Roma.

I BORSEGGI

La tecnica era collaudata: quando la coppia di borseggiatori individuava il cliente di una gelateria, andava a  sedersi nei tavoli vicini e distraendo la vittima metteva a segno il colpo.

LE INDAGINI

Gli investigatori del commissariato Porta Pia hanno raccolto l’ennesima denuncia e si sono attivati, partendo dalle descrizioni fornite dalla vittima e acquisendo le immagini degli impianti di videosorveglianze della zona. A quel punto gli esperti della Polizia Scientifica sono riusciti a dare un nome a quei volti e la vittima tramite riconoscimento fotografico ha confermato i sospetti.

GLI ARRESTI

Al termine delle indagini la Procura della Repubblica di Roma  ha chiesto ed ottenuto dal Gip del Tribunale capitolino l’emissione di una misura cautelare in carcere per entrambi gli indagati per il reato di furto aggravato in concorso. Lo stesso commissariato Porta Pia è stato incaricato di eseguire la misura. La coppia però intuendo di essere ricercata ha provato a dileguarsi e per individuarla gli investigatori hanno seguito la traccia di una torta di compleanno e due pizze a domicilio: gli investigatori hanno scoperto che l’uomo per il suo compleanno aveva organizzato una festa in un ristorante al Pigneto; si sono finti clienti dello stesso locale e quando è arrivato il festeggiato lo hanno riconosciuto e bloccato. Ancora più complessa la cattura della complice di cui si sapeva solo la zona di residenza; in questo caso i poliziotti, venuti a conoscenza che la peruviana era solita ordinare la pizza tramite uno dei noti servizi di consegna, hanno seguito il fattorino fino alla porta di casa. Il tentativo del compagno di avvisarla per farla fuggire é stato inutile: la donna è stata fermata e portata in commissariato. Dopo le procedure del caso i due peruviani sono stati portati nelle carceri di Rieti e Rebibbia.

Proseguono le indagini su altri episodi analoghi avvenuti nella stessa zona.   
Alessandro Pino  

Immagine

Controlli sulla movida a piazza Bologna e Nomentano: 8 studenti segnalati per droga, 5 locali chiusi per sovraffollamento | di Alessandro Pino

24 Ott

[ROMA] Una serie di controlli è stata eseguita sulla movida dai Carabinieri nelle zone di piazza Bologna e nel quartiere Nomentano nella serata del 23 ottobre, proseguendo fino a notte fonda.

I militari della Compagnia Roma Parioli con i colleghi del Nucleo Antisofisticazione e Sanità di Roma hanno passato al setaccio gli esercizi commerciali della zona, sorprendendone sei non in regola: in particolare per cinque di questi, localizzati tra viale Ippocrate e piazza Bologna, oltre alle sanzioni amministrative dell’importo di 400 euro ciascuno sono scattate le sanzioni accessorie della chiusura dai 2 ai 5 giorni, essendo stato riscontrato un afflusso di clienti tale da non rendere possibile il distanziamento sociale minimo imposto dalle norme anti Covid.

Nel sesto esercizio, un bar di piazza Bologna, i Carabinieri del Nas hanno riscontrato mancanze riguardanti il rispetto del sistema Haccp elevando una multa da quattromila euro.

Quindici persone, invece, sono state pizzicate mentre erano in strada in possesso di bevande alcoliche, in violazione del Regolamento di Polizia Urbana del Comune di Roma: in tale circostanza, otto studenti universitari sono stati segnalati all’Ufficio Territoriale del Governo dopo essere stati trovati in possesso di modiche quantità di marijuana per uso personale.

Alessandro Pino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: