Tag Archives: Monte Sacro
Immagine

Monte Sacro: bandito rapina l’auto a una donna e scappa con un’anziana a bordo | di Alessandro Pino

26 Mag

[ROMA] Rapina in strada con sequestro di persona a Monte Sacro: è accaduto un paio di notti fa tra viale Pantelleria e viale Tirreno. Le vittime sono una donna sessantenne e la madre ottantacinquenne. Ne dà notizia oggi Il Messaggero.

Un bandito- descritto poi dalla vittima ai Carabinieri della stazione Talenti come avente accento romano e di carnagione chiara sulla trentina- ha strattonato la sessantenne ordinandole di consegnargli il borsellino e le chiavi della macchina altrimenti l’avrebbe ammazzata.

La vittima terrorizzata ha obbedito e l’uomo si è messo al volante partendo di corsa senza accorgersi che sul sedile posteriore c’era l’anziana che ha cominciato a urlare sentendosi male per lo spavento.

A quel punto il criminale ha provato a farla scendere ma senza riuscirci e ha preferito abbandonare la macchina dopo poche centinaia di metri scappando a piedi con il portafogli rapinato.

Alessandro Pino

Immagine

Monte Sacro: nuovi controlli sui locali | di Alessandro Pino

19 Mag

[ROMA] Nuovi controlli per il contrasto alla malamovida a Monte Sacro si sono svolti nella serata del 18 maggio da parte degli agenti della Polizia di Stato del III Distretto con l’ausilio degli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, del Reparto Prevenzione Crimine Lazio e con la collaborazione della Polizia Locale Roma Capitale

In un bar di viale Tirreno sono state controllate nove persone; una di esse è risultata inosservante alle prescrizioni imposte da un Avviso Orale del Questore di Roma.

Sono stati ispezionati anche un minimarket in viale Tirreno e una sala slot in piazzale Jonio senza riscontrare inosservanze. Al termine del servizio sono state  identificate cinquantanove persone.
Alessandro Pino

Immagine

Christian Raimo, un Assessore dentro e fuori le Istituzioni – di Luciana Miocchi

17 Mag

Lo si ama o lo si odia, di certo il suo pensiero non lascia indifferenti. Christian Raimo è assessore alla cultura del III Municipio dal 2018 e spesso, nonostante la carica, o forse proprio per quella, si è ritrovato a prendere posizioni che molti vedono inconciliabili con il ruolo che ricopre nelle Istituzioni. Ultima, quella riferibile all’occupazione, da parte di residenti stanchi di vederla inutilizzabile, della struttura sportiva ex Detroit, in via Monte Ruggero, centro per cui sono già stati spesi 250.000 euro di fondi pubblici e per cui, con un atto votato in maniera bipartisan quindici giorni fa, si è deciso di impiegare i fondi del pnrr destinati al Municipio. A complicare le procedure, una particella catastale da correggere, con i relativi tempi burocratici. Anche questa volta dall’opposizione si son levate richieste di dimissioni per incompatibilità tra la carica e le azioni. Articoli sulle ragioni degli occupanti se ne trovano ovunque ma sembra che chiedere direttamente a Raimo conto delle sue azioni sembra quasi un gesto impensabile. Eppure è una persona disponibilissima.

Professor Raimo, ha qualcosa da rispondere riguardo alle critiche e alle richieste di dimissioni in merito alle posizioni assunte sull’occupazione, da assessore di una giunta al governo del Municipio che ha anche approvato degli atti in merito alla riqualificazione e all’utilizzo del campo ex Detroit?

Nel senso che io sono abbastanza allibito ogni volta che sento l’idea del ruolo istituzionale che deve essere un ruolo depoliticizzato. Per me fare politica vuol dire farla dentro e fuori dalle istituzioni, quindi chiaramente non è che sono schizofrenico: io in quanto Assessore faccio degli atti e in quanto attivista porto avanti delle battaglie. Non è che i partigiani da una parte combattevano i fascisti e dall’altra parte pensavano di dover abbattere lo Stato, anzi. Immaginavano che dovessero migliorare la forma dello Stato. Chi ha fatto le più grandi riforme degli anni settanta, dalla scuola all’eliminazione dei manicomi, era un funzionario amministratore, chiaramente aveva un ruolo pubblico, che poi cercava attraverso l’attivismo, il volontariato e le forzature di portare verso una direzione che era quella auspicata dall’attivismo. Per me è un’idea vile del fare politica quella che poi se uno sta dentro le istituzioni deve fare soltanto un’attività istituzionale.

Ma cosi non mette in imbarazzo la sua stessa giunta, l’assessore allo sport, i consiglieri di maggioranza?

No, io penso che ci sia una dialettica interna molto franca, nel senso che, come dire, la mia idea di dialettica è una casa di cristallo, spesso le cose che ci diciamo in pubblico ci diciamo in privato ma non è che se uno mi mette in imbarazzo, mi fa delle critiche, io penso che c’è una forma di lesa maestà, io voglio cercare di far capire cosa è il bene pubblico. Il bene pubblico è uno spazio che va restituito il prima possibile all’uso pubblico dei cittadini. Se poi una parte di cittadinanza pensa che questa cosa deve essere fatta attraverso una partecipazione forte, delle assemblee pubbliche e non soltanto attraverso gli atti amministrativi, ben venga, poi discuteremo.

Ma qui si tratta di un ’occupazione, non è un’assemblea pubblica, è stata proclamata occupazione, quindi sarebbe un’altra cosa.

Che differenza c’è?

C’è che un’occupazione è di fatto un atto contro l’amministrazione, perché quella deve seguire un iter, dei passi ben precisi

E’ un’idea diversa dell’amministrazione. Tra le più importanti cose politiche che sono avvenute a Roma , spesso si è passati attraverso l’occupazione. Dalla delibera sulla casa all’importanza della restituzione dei beni settari.. Per me un libro fondamentale è l’Istituzione negata di Basaglia, un libro di una bellezza incredibile, che parte proprio dall’idea che dentro le istituzioni si può negare e contrastare la stessa istituzione e quindi trasformare i manicomi in settario pubblico per tutti. Questa cosa qui vuol dire dare più forza alle istituzioni perché vuol dire renderle permeabili, porose. La vogliamo chiamare occupazione? Un gruppo di persone ha preso e ha deciso di occuparsi di un posto che sta a venti metri da casa sua. Come lo vogliamo chiamare? E’ contro l’Istituzione? A me sembra che sia con l’istituzione. E’ un rapporto diverso.

Se l’Istituzione ha comunque fatto degli atti, delle delibere, sta seguendo un iter, sicuramente non si sta rispettando i tempi dell’amministrazione della cosa pubblica. Nel senso, Marchionne, il presidente del III Municipio, sarà contento?

Ma si. Alla fine spesso le cose vengono “fatte a regola d’arte”, con i processi “partecipati”…l’amministrazione dei cinque stelle era piena di questi progetti che da un punto di vista della carta erano perfetti e poi non gliene fregava niente a nessuno. Spesso c’è scritto partecipazione sulla carta, regola d’arte.. eccetera eccetera e poi questi posti non sono animati. Spesso invece l’animazione spontanea, vitale della cittadinanza porta poi a trovare anche esperimenti amministrativi e burocratici che sono più consoni all’oggetto stesso della politica.

Quindi pensa che non ci sia nessun tipo di malumore all’interno della giunta per questa sua presa di posizione?

Ma viva i malumori, a me dispiace se sono malumori personali ma se sono malumori o degli imbarazzi che poi si sciolgono e portano un maggior interesse su quell’area, ma chi se ne frega se è arrivato attraverso un malumore o attraverso la concordia. Importante è che poi si arriva a un punto, a un compromesso al rialzo, al punto di arrivo di trecento persone che occupano uno spazio e dicono “questo spazio è abitato dalla cittadinanza, troviamo il rimedio amministrativo più adatto per fare tutto questo”. Io penso che i cittadini non sono soltanto le persone che votano, io penso che i cittadini sono anche quelli che si mobilitano. Questa per me è una idea di democrazia solida, viva.

Però ci sono comunque delle regole da rispettare. Altrimenti è il Kaos e non si va avanti.

Non è il caos, non è il caos. No, perché io invece penso che il problema fondamentale è che le persone non fanno politica. Questa non è una lamentela. Fare politica, impegnarsi in politica, in movimenti, in associazioni è un dovere costituzionale, scritto nell’articolo 2 della costituzione.

La Costituzione è comunque la legge fondante del nostro Stato, dalla quale tutte le leggi traggono origine. Il principio è che si osservano le regole che ci si è dati.

Sulle regole c’è l’articolo 3 che dice che è compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli per il pieno sviluppo della persona umana. L’articolo 2 dice che c’è il dovere della solidarietà. Uno deve fare politica. Nel senso, se una persona non fa politica, non passa un po’ di tempo della sua vita a fare politica, per me sta andando contro il bene pubblico

Quindi l’amministrazione è superflua?

No, l’amministrazione è una parte della politica, non è tutta.

E Raimo cosa vuole fare? Politica, amministrazione e ideologia?

Sia l’attivista che l’amministratore. Ma come hanno fatto tutte le persone che hanno fatto politica. Pertini è stato in carcere sei volte!

Si ma c’è stato prima di essere Presidente della Repubblica. Non è che si è messo a fare il dinamitardo durante la presidenza.

Ma mica fai il dinamitardo, però su alcune cose ti metti a fare obiezione civile, ti metti a fare altre cose. Dico Pertini per dire una persona qualunque. Vogliamo pensare alle cose importanti che sono successe in questi anni, comunque è chiaro che fai politica in altro modo. Altrimenti se riduciamo la politica alla pubblica amministrazione è proprio una palla, proprio una lagna, ma non succederà mai niente! Che facciamo? Io penso che il ruolo di un’amministrazione sia anche quello di innescare un processo partecipativo . Ieri al Detroit c’erano duecento studenti! Duecento studenti ma dove li trovi che la domenica, invece di cazzeggiare si mobilitano a ripulire un parco. E lo vogliono far in quel modo lí, quindi? Che facciamo, gli diciamo che non si fa?

Se è una cosa loro si, se una cosa è pubblica ed è soggetta a determinate regole, assecondandoli ci si pone fuori dall’istituzione, dalla legalità, perché l’istituzione si muove in determinati binari , no?

L’istituzione così è veramente vuota. A prescindere. Cioè tu pigli tutti i teorici, da Habermars a Abel pongono l’istituzione in un modo molto ma molto diverso. Io ho citato prima Basaglia ma l’Istituzione mi sembra molto legata a un concetto liberale da ottocento. Tutta la situazione politica del novecento,  tutta la situazione della pubblica istituzione non è questo.  Questa è un’idea liberale, da Statuto Albertino. Nemmeno nella  costituzione si parla di Istituzione. C’è una differenza molto precisa, leggiti i libri di Roberta Calvano sulle Istituzioni come processi vitali o come processi formali. Se l’istituzione è solo un processo formale e non viene continuamente sfidata, anche attraverso una forma dinamica delle regole. Le regole non sono regole fisse, vivono nel diritto vivo. Da Onida (Valerio, ex presidente della Corte Costituzionale ndr), al suo ultimo libro, a tutta la letteratura di Ferraioli (Luigi, professore universitario e filosofo del diritto), proprio qual è il concetto di Istituzione oggi. Detta cosi teoricamente.

Detta alla spiccia io voglio che le persone partecipino alla politica. Io non posso dire alle persone come devono fare politica. Le persone fanno politica come cavolo gli pare. Se domani mattina le persone si stendono sulla metro e dicono la metro non passa da due mesi. Vogliamo fare una protesta?  Io mi stendo insieme a loro. Chiaramente non mi limiterò a quello. Cercherò di farmi un bucio di culo e di andare a cercare di capire con Metro come fare a far ripartire le corse.

Mettiamo un punto. Quale è la sua partecipazione a questa occupazione? Gli da un sostegno ?

Gli dò un sostegno, cerco di capire quali sono.. Verifico il mio operato,  cerco di stare li, se mi limitassi a quello…

Quindi non ritiene che il suo sostegno sia incompatibile con la carica di assessore di una giunta municipale?

Per niente. Anzi, ritengo che sia determinante perché di fatto, questo fa si che una giunta riesca ad essere porosa ai processi vitali di protagonismo di chi fa politica nella città. Penso che questo sia un ruolo fondamentale. Quello che ho firmato facendo l’Assessore mi chiede questo, non mi chiede semplicemente di fare gli atti formali che vogliono il Sindaco e i movimenti politici. Mi chiede di valorizzare il protagonismo politico delle persone che stanno nei territori. E questa è la prima cosa, è fondamentale. Poi, che l’opposizione voglia trovare le ragioni per sfidarmi rispetto a questo , questa è un operazione che trovo molto scadente. Quello che chiedo all’opposizione ogni volta è: fate politica, fate una politica sfidante. L’hanno fatto, hanno occupato quel posto? Trovate un altro posto con cinquecento persone e liberatelo. Facciamo vedere che Non ci stiamo sfidando a colpi di social perchè quello ha trasgredito le regole. Io non sono  un ribellista, io sono un intellettuale, sono una persona che studia , che si fa un bucio di culo così, sono una persona che cerca di capire come organizzare processi partecipativi. Se uno pensa soltanto a vedere se si sono messe le dita nella presa per vedere se per caso ha fatto scattare il corto circuito, è vile. Io vorrei che le persone all’opposizione ripensassero a come riportare l’elettricità dall’altra parte, non a chi ha messo le dita nella presa e ha fatto un corto circuito. E’ una sfida vera  e questa non c’è mai. Qualunque obiezione,  notazione, qualunque osservazione che mi ha fatto l’opposizione è sempre perché c’è stato un qualche momento, in cui forse, da un punto di vista delle regole io sono stato più libero, diciamo cosi, meno leguleio, meno preciso, E’ possibile un opposizione fatta cosi? Mai su un’idea, mai su un processo partecipativo, mai su una sfida vera, che ci stanno 300 persone che vogliono qualcosa invece ci stanno 300 che ne vogliono un’altra, mai su una soluzione intellettuale, mai che palle! Ma che opposizione è? Sembra che sono un ragazzino di quindici anni che fa i pasticci  e c’è chi mi rimprovera.

( per approfondire http://ex-detroit-occupato-dallopposizione-chiedono-le-dimissioni-dellassessore-raimo-che-fa-lattivista-di-luciana-miocchi )

Luciana Miocchi

Immagine

Monte Sacro: cavallo cade nell’Aniene, salvato dai Vigili del Fuoco | di Alessandro Pino

14 Mag

[ROMA] Paura per la sorte di un cavallo caduto nell’Aniene la mattina del 14 maggio dalle sponde di viale Tirreno, tra Conca d’Oro e Monte Sacro.

In soccorso dell’equino sono arrivati i Vigili del Fuoco del distaccamento Nomentano con il sommozzatori e l’elicottero Drago.

Il cavallo, che era rimasto impantanato nel letto del fiume accanto alla riva, è stato imbragato e riportato a terra.
Alessandro Pino

(Foto Comando Provinciale Vigili del Fuoco Roma)

Immagine

Controlli su negozi e locali a Monte Sacro, sequestrati 7 chili di carne | di Alessandro Pino

28 Apr

[ROMA] Gli agenti del III Distretto Fidene Serpentara hanno svolto un servizio di ispezione amministrativa di alcuni esercizi commerciali, rilevando alcune violazioni in due di essi.

In un minimarket  di viale Tirreno sono stati sequestrati sette chili di carne per mancata tracciabilità e provenienza oltre ad accessori per tabacchi e fumo che erano venduti senza l’autorizzazione del caso.

In un locale di piazzale Jonio invece é stata accertata la presenza di fumatori in una sala sprovvista di autorizzazione.
Alessandro Pino

Immagine

Roghi di cassonetti a Talenti: fermato dopo un furto a viale Jonio | di Alessandro Pino

5 Apr

[ROMA] É accusato non solo di aver rubato merce da un negozio di casalinghi nei pressi di viale Jonio ma anche di aver incendiato cassonetti dell’immondizia a Talenti. Per questo un cinquantenne italiano con precedenti penali é stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto dai Carabinieri.

I militari della stazione Città Giardino lo avevano fermato in viale Jonio a bordo di un monopattino trovandolo in possesso di merce risultata poco prima in un vicino negozio di casalinghi. Inoltre aveva uno stoppino artigianale e dato il ripetersi negli ultimi tempi di incendi dolosi di cassonetti dei rifiuti, sono stati compiuti degli accertamenti tramite le immagini degli impianti di videosorveglianza presenti nei luoghi dei roghi.

In alcuni dei video appariva un uomo che appiccava gli incendi vestito con abiti compatibili con quelli indossati dal cinquantenne al momento del controllo. Per adesso è gravemente indiziato di essere l’autore di due incendi appiccati a fine marzo nella zona di via Ugo Ojetti.
Alessandro Pino

(Foto Comando Provinciale Carabinieri Roma)

Immagine

Monte Sacro: scuola e mercato imbrattati con scritte su Ucraina e pandemia | di Alessandro Pino

31 Mar

[ROMA] I muri della scuola Don Bosco a piazza Monte Baldo e del mercato di viale Adriatico a Monte Sacro sono stati imbrattati nei giorni scorsi con alcune scritte sulla pandemia e sulla guerra in Ucraina: “Ucraina = Nato e “No all’obbligo vaccinale” mentre altri scarabocchi e scritte deturpano le pareti del mercato Adriatico che era stato ristrutturato l’anno scorso.

Al riguardo i consiglieri del gruppo Italia Viva in Campidoglio Valerio Casini e Francesca Leoncini hanno diffuso una nota: “Su segnalazione della consigliera Marta Marziali, capogruppo di IV in Municipio III, ci siamo subito attivati chiedendo all’Ufficio del Nucleo Ambiente e Decoro e all’Assessorato all’Ambiente di Roma Capitale un intervento immediato di pulizia per ripristinare il decoro delle aree”.
Alessandro Pino

Immagine

Uno striscione per la pace a piazza Sempione | di Alessandro Pino

28 Mar

[ROMA] Uno striscione in italiano e in cirillico che invoca la pace é esposto dalla mattina del 28 marzo a piazza Sempione sul balcone della Presidenza del Consiglio del Terzo Municipio.

L’esposizione dello striscione sulla facciata di palazzo Sabbatini segue la mozione votata in Consiglio Municipale lo scorso 3 marzo e fortemente voluta da tutti i gruppi politici.

Alessandro Pino

Immagine

Sabato 26 e domenica 27 marzo tornano le visite guidate a Ponte Nomentano e Città Giardino

25 Mar

[ROMA] Proseguono le visite guidate gratuite al Ponte Nomentano e Città Giardino organizzate dall’Associazione Culturale “Il Carro de’ Comici” con il patrocinio del Terzo Municipio.

Questi i prossimi appuntamenti per imparare divertendosi in compagnia dell’attore, regista e divulgatore di storia romana Gherardo Dino Ruggiero:

sabato 26 marzo alle 10 di mattina appuntamento al Ponte Nomentano per la visita guidata gratuita alla scoperta dei segreti del ponte, dei due mausolei del Primo secolo e del Monte Sacro, ora Parchetto Bolìvar.

Sabato 26 e domenica 27 marzo alle 15 e 30 appuntamento sotto il portico di piazza Sempione per la visita a Città Giardino seguendo il percorso Sempione- Gottardo- Montenevoso- Cimone- Sempione compresa la sorgente dell’Acqua Sacra.

Per informazioni e prenotazioni scrivere a
ilcarrodecomici@gmail.com – gherardodinoruggiero@gmail.com o telefonare al 338.7965614.

(A cura di Alessandro Pino)

Immagine

Il Terzo Municipio vota l’istituzione del Premio David Sassoli “Europa dei Popoli” | di Alessandro Pino

24 Mar

[ROMA] Il Consiglio del Terzo Municipio della Capitale ha approvato l’istituzione del Premio David Sassoli denominato “Europa dei Popoli”: si tratta di un concorso annuale aperto alle scuole del territorio con il duplice scopo di ricordare il ruolo svolto in rappresentanza dell’Italia da Sassoli all’interno del Consiglio Europeo e come Presidente dello stesso negli ultimi anni di mandato.

Al riguardo il presidente del Consiglio Municipale Filippo Maria Laguzzi si è così espresso: «Un atto approvato oggi, a un mese dall’inizio del conflitto fra Russia e Ucraina, che ci vede coinvolti come Europei e come Italiani. Ritorna oggi, più che mai, il bisogno di sentirsi uniti sotto le parole comuni che sono sancite nella Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea che contiene gli ideali su cui si fonda l’Unione europea stessa. Già a partire dal 9 maggio, saranno pensate, promosse e ideate dalla Commissione Scuola e Cultura, iniziative volte, non solo alla memoria di David Sassoli ed al riconoscimento del suo impegno istituzionale ma anche iniziative volte alla condivisione e alla comprensione profonda del ruolo dell’Europa in un’ottica di unità e soprattutto di pace».

Alessandro Pino

Immagine

Monte Sacro in preda alla malamovida, cassonetti in fiamme e auto vandalizzate | di Alessandro Pino

20 Mar

[ROMA] Le immagini pubblicate via social dal consigliere capitolino del Pd Riccardo Corbucci lasciano poco da commentare ma sicuramente con l’amaro in bocca.

Sono il resoconto di una nottata folle di malamovida- quella tra sabato e domenica- nei dintorni di piazza Sempione, nel cuore di Città Giardino e Monte Sacro.

Cassonetti dati alle fiamme a auto vandalizzate, questo é il risultato di un teppismo folle e senza freni. Al riguardo «É assolutamente necessario estendere anche al III Municipio i giusti provvedimenti già adottati dall’amministrazione in altri Municipi della nostra città» ha scritto Corbucci nel suo post.

Alessandro Pino

Immagine

A piazza Sempione raccolta di farmaci per l’emergenza Ucraina giovedì 17 marzo | di Alessandro Pino

15 Mar

[ROMA] Anche giovedì 17 marzo dalle 9 alle 13 presso i portici della sede del Terzo Municipio a piazza Sempione si terrà una raccolta straordinaria di farmaci e zaini per il banco alimentare.

La raccolta si colloca nell’ambito delle iniziative di solidarietà attivate per fornire sostegno alla popolazione Ucraina in fuga dalla guerra.

Alessandro Pino

Immagine

Anziano scippato a Monte Sacro, un arresto | di Alessandro Pino

10 Mar

[ROMA] É finito agli arresti domiciliari un giovane gravemente indiziato di aver strappato la borsa a un anziano in strada a Monte Sacro.

I fatti erano accaduti a luglio scorso: la vittima era stata sorpresa alle spalle da un malvivente che gli aveva portato via la borsa.

Gli investigatori del III Distretto Fidene Serpentara che stavano già indagando su episodi simili avvenuti in quel periodo avevano identificato un ventitreenne sospettato di essere l’autore dello scippo e di un altro analogo.

In base agli elementi raccolti la Procura di Roma che ha chiesto ed ottenuto dal Gip del Tribunale un’ordinanza di misura cautelare.
Alessandro Pino

Immagine

Casal Boccone: fermato con oltre un etto di cocaina | di Alessandro Pino

6 Mar

[ROMA] Un trentunenne romano è stato arrestato dai Carabinieri della Compagnia Monte Sacro nelle scorse ore.

L’uomo in via di Casal Boccone vedendo i militari aveva cercato di sottrarsi al controllo. Fermato e controllato, aveva con sé cocaina per oltre un etto e più di 400 euro in contanti.
Alessandro Pino

Immagine

Tornano le visite a Ponte Nomentano e Città Giardino, sabato 26 e domenica 27 febbraio | di Alessandro Pino

24 Feb

[ROMA] Proseguono le visite guidate gratuite al Ponte Nomentano e Città Giardino organizzate dall’Associazione Culturale “Il Carro de’ Comici” con il patrocinio del Terzo Municipio.

Questi i prossimi appuntamenti per imparare divertendosi in compagnia dell’attore, regista e divulgatore di storia romana Gherardo Dino Ruggiero:

domenica 27 febbraio alle 10 di mattina appuntamento al Ponte Nomentano per la visita guidata gratuita alla scoperta dei segreti del ponte, dei due mausolei del Primo secolo e del Monte Sacro, ora Parchetto Bolìvar.

Sabato 26 e domenica 27 febbraio alle 15 e 30 appuntamento sotto il portico di piazza Sempione per la visita a Città Giardino seguendo il percorso Sempione- Gottardo- Montenevoso- Cimone- Sempione compresa la sorgente dell’Acqua Sacra.

Per informazioni e prenotazioni scrivere a
ilcarrodecomici@gmail.com – gherardodinoruggiero@gmail.com o telefonare al 338.7965614.

Alessandro Pino

Immagine

Ancora un tentato suicidio da Ponte Tazio | di Alessandro Pino

12 Feb

[ROMA] Ancora un tentativo di suicidio dal Ponte Tazio sventato in extremis: è accaduto nel tardo pomeriggio dell’11 febbraio:

erano circa le diciotto quando un ragazzo ventisettenne ha scavalcato il parapetto minacciando di buttarsi di sotto se fosse intervenuto qualcuno. Fortunatamente una pattuglia del III gruppo Nomentano della Polizia di Roma Capitale è riuscita a stabilire un contatto con il ragazzo guadagnandosi la sua fiducia. Alla fine gli agenti sono riusciti a metterlo in salvo affidandolo ai sanitari per accertamenti. Sul posto erano presenti anche i Carabinieri.
Alessandro Pino

Immagine

Muncraft: il centro di aggregazione per lo studio e il tempo libero dei giovani del Terzo Municipio | di Alessandro Pino

6 Feb

[ROMA] Muncraft è il centro di aggregazione giovanile promosso dal Municipio Roma III, uno spazio dedicato a ragazzi e ragazze per lo studio e il tempo libero che si trova in via Sergio Tofano, 90 (zona Vigne Nuove).

Gestito dalle cooperative Rifornimento in Volo e Antropos, propone attività aggregative, educative, ricreative e culturali per ragazze e ragazzi dagli 11 ai 18 anni del Municipio: laboratori educativi, creativi ed espressivi, uno spazio compiti pomeridiano, cineforum, attività di gioco, conoscenza del territorio. Il progetto prevede inoltre attività educativa di strada, interventi nelle scuole o in altri contesti sociali del territorio municipale.

Presso il Centro Muncraft è inoltre presente uno Sportello di Ascolto rivolto ai ragazzi e ragazze e ai loro genitori, attivo tutti i martedì. Per fissare un appuntamento è possibile chiamare o lasciare un messaggio al numero 3208942760.

Le attività si svolgeranno per tutto il corso del 2022 tutti i pomeriggi dalle 15.30 alle 19.30.

Per contatti chiamare o lasciare un messaggio al 320.8942760 o inviare un messaggio tramite il Messenger della pagina Facebook https://www.facebook.com/muncraft3 
Alessandro Pino

Immagine

Polemica in Terzo Municipio: il consigliere Della Bella (Pd) denigra le periferie? | di A. Pino e L. Miocchi

4 Feb

[ROMA] Sta suscitando polemiche quanto accaduto nella mattinata del 4 febbraio a Cinquina e a Vigne Nuove durante un sopralluogo della commissione Lavori Pubblici del Terzo Municipio, a proposito di alcune affermazioni che sarebbero state pronunciate dal consigliere di maggioranza Italo della Bella, eletto nella lista del Partito Democratico.

É stato il capogruppo di Fratelli d’Italia, Manuel Bartolomeo a dare pubblicità alla vicenda fornendo un proprio resoconto attraverso un comunicato: “…abbiamo assistito ad un triste teatrino che ha visto come protagonista il consigliere del PD, Italo Della Bella, vice presidente della commissione stessa. Il consigliere ha prima delirato contro gli abitanti del quartiere Cinquina ripetendo più volte «Questi non si meritano niente, a questi je piace vivere così». A nulla sono servite le richieste di abbassare i toni visto che successivamente, una volta arrivati nel quartiere Vigne Nuove, come se non bastasse ha continuato a denigrare i residenti additandoli come zozzoni, se meritano questo, nu je dovemo fa niente qui”. A questo punto il sottoscritto è intervenuto mettendo a verbale della commissione che il comportamento scorretto del consigliere Della Bella non era più tollerabile, essendo discriminatorio e irrispettoso verso quei cittadini che invece dovrebbero sentirsi tutelati da chi amministra questo territorio. Già sul posto molti dei consiglieri presenti nella commissione hanno preso le distanze dalle esternazioni insensate del consigliere del Partito Democratico. Solamente dopo aver verbalizzato le incomprensibili dichiarazioni del consigliere, lo stesso ha ritenuto opportuno avanzare delle scuse. Non tollereremo più nessun atteggiamento denigratorio del genere. Il consigliere Della Bella forse si dimentica che solamente tre mesi fa in quelle stesse vie andava cercando voti per le elezioni amministrative”.
.

Al riguardo é seguita una nota di Filippo Maria Laguzzi, Presidente del Consiglio del III Municipio: “Quanto denunciato oggi da un consigliere di opposizione del III Municipio è un episodio spiacevole che non rappresenta in alcun modo il pensiero del Partito Democratico e dell’amministrazione di centrosinistra. Mi auguro che la ricostruzione di quanto accaduto non risponda al vero e che si tratti di chiacchiericcio fra consiglieri municipali, ma trovo tuttavia fastidioso che il III Municipio debba continuare a stare sulle cronache per il giudizio che altri pensano di poter dare sui nostri concittadini. Nei quartieri di Cinquina e Vigne Nuove ci sono problemi irrisolti che si accumulano da diversi decenni e compito della nostra amministrazione dovrà essere quello di dare finalmente delle risposte per migliorare la qualità della vita di quei residenti. Conosco perfettamente le idee del Presidente del III municipio Paolo Emilio Marchionne e sono certo saprà amministrare in questi anni mettendo al centro della propria azione politica le esigenze dei nostri concittadini”.

Ovviamente appena riceveremo repliche del consigliere Della Bella e del presidente del Municipio Marchionne saremo lieti di pubblicarle.
Alessandro Pino e Luciana Miocchi

Immagine

Monte Sacro: tenta il suicidio da Ponte Tazio | di Alessandro Pino

4 Feb

[ROMA] Tentativo di suicidio dal Ponte Tazio, nel cuore di Monte Sacro, la mattina del 3 febbraio: erano circa le nove quando un uomo di 42 anni é salito sul parapetto mostrando di volersi buttare di sotto.

Due agenti del III Gruppo Nomentano della Polizia di Roma Capitale sono intervenuti riuscendo a calmarlo e a farlo desistere.

Una volta sceso è stato portato in ambulanza per accertamenti al policlinico Umberto I.
Alessandro Pino

(Foto Polizia di Roma Capitale)

Immagine

Rapine seriali ai giovanissimi tra Monte Sacro e Conca d’Oro: un arresto | di Alessandro Pino

28 Gen

[ROMA] I Carabinieri hanno fermato un ventiseienne romano, già noto alle forze dell’ordine, accusato di aver compiuto una serie di rapine tra Conca d’Oro e Monte Sacro ai danni di adolescenti e giovanissimi lo scorso 15 gennaio.

Nello stesso pomeriggio infatti uno studente romano quindicenne che percorreva via Conca d’Oro è stato minacciato con un coltello e rapinato del portafogli. portato via il portafogli contenent

Poi a piazza Sempione un ventenne romano è stato avvicinato alle spalle da qualcuno che gli ha puntato il coltello alla gola e ordinato di consegnare il portafogli. Al rifiuto la vittima è stata colpita con un pugno in testa.

Stessa scena poco dopo in via Nomentana all’altezza di ponte Tazio: due studenti di 26 e 23 anni sono stati minacciati com un coltello e costretti a consegnare portafogli e telefoni. Anche in questo caso le vittime si sono opposte e il ragazzo è stato colpito con un pugno in testa.

Infine verso le diciannove due studenti quindicenni davanti la fermata metro Conca d’Oro sono stati minacciati con un coltello e costretti a consegnare un I-Phone e un paio di auricolari AirPods oltre a essere colpiti con un pugno in faccia.

I Carabinieri della Stazione Roma Città Giardino, del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Montesacro e della Compagnia Roma Parioli, intervenuti sui singoli episodi, hanno acquisito le informazioni dalle vittime che hanno permesso di individuare il ventiseienne gravemente indiziato di essere l’autore delle rapine seriali.

Il giovane è stato rintracciato a casa di un quarantatreeenne romano, con precedenti che lo aveva ospitato per eludere le ricerche e per questo
è stato denunciato a piede libero per favoreggiamento.

L’arrestato è stato portato in caserma e sottoposto a fermo di polizia giudiziaria e in attesa della convalida è stato portato in carcere. Il fermo è stato successivamente convalidato e l’arrestato si trova tutt’ora in carcere a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Sono in corso ulteriori accertamenti al fine di verificare se l’arrestato, nei giorni precedenti al fermo, abbia compiuto altre rapine.
Alessandro Pino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: