Tag Archives: Monte Sacro
Immagine

Teatro 7 Off: a Monte Sacro un nuovo spazio teatrale con Michele La Ginestra – di Alessandro Pino

28 Set

[ROMA] La ripartenza dopo il buio nasce anche dalla cultura e dallo spettacolo ed è bello sapere che un nuovo importante spazio teatrale sorgerà nel cuore di Monte Sacro: sarà il Teatro 7 Off in via Monte Senario, a pochi passi da viale Jonio. Il Teatro 7 Off nasce come costola del Teatro 7 al quartiere Nomentano e a dare l’annuncio via social nei giorni scorsi è stato proprio il direttore artistico del Teatro 7, l’attore, regista e conduttore televisivo (oltre che noto testimonial della Pasta De Cecco) Michele La Ginestra. Al momento sono in corso i lavori di allestimento del palco e della platea nella nuova struttura che inizierà l’attività dai laboratori teatrali, rivolti sia agli adultii che ai giovani e ai bambini.
Alessandro Pino

Immagine

Ponte Nomentano: recuperate dai Retaker le biciclette lanciate nell’Aniene – di Alessandro Pino

16 Set

[ROMA] I volontari di Retake Roma Terzo Municipio e i ragazzi della Onlus Guscio di Noce hanno dedicato la mattina del 16 settembre a ripulire il parco Nomentano e lo storico omonimo ponte. Ma non solo: sono anche riusciti a fare riemergere dalle acque dell’Aniene una transenna parapedonale e due biciclette – presumibilmente di quelle a noleggio rimaste preda di teppisti in tutta la città – che erano state gettate nel fiume più di un anno fa. Fra i volontari intervenuti anche il noto attore e divulgatore di storia romana Gherardo Dino Ruggiero.

Alessandro Pino

Immagine

Caso Italia Viva-Bono-Novelli: salta la riunione di maggioranza. Pd furioso, IV pure – di Luciana Miocchi

11 Set

Il Presidente del Municipio Caudo deve disattivare la miccia del possibile terremoto politico in seno alla sua maggioranza. IV e Pd non se le mandano a dire. Prova di muscoli in vista della scelta dei candidati alle prossime elezioni? 

Continua a far rumore il caso di Mario Novelli, ex capogruppo M5S in seno al consiglio municipale e di Emiliano Bono, ex consigliere di Fdi, da sempre nel centro destra, passati a Italia Viva. Come già rilevato, il Pd, soprattutto a livello municipale, non ha digerito il passaggio del cons pentastellato, considerato da sempre vicino alle idee più conservatrici e del noto esponente della destra, per altro già in consiglio con il Pdl, quota An, nella consiliatura Bonelli. Nei giorni scorsi si erano già visti i comunicati di dissenso da parte del partito democratico e di Leu, in reazione all’annuncio dell’assessore Leoncini, ex Pd passata poi a Italia Viva e a quello dei responsabili locali di IV. A breve giro  era seguito poi il comunicato di risposta, dai toni altrettanto fermi, di Iv, al momento forza alleata della maggioranza: « Al Pd e Leu del III Municipio che attraverso un post su Fb accusano di operazione trasformistica chi ha fatto scelta in totale libertà di aderire a una forza politica alleata con cui si governa insieme a livello nazionale, regionale e municipale, rispondiamo che forse si confondono con chi come loro sta lavorando a consegnare Roma alla Raggi fingendo di fare opposizione in Campidoglio. In III Municipio grazie a Italia Viva si allarga la maggioranza dell’ottimo presidente Caudo che abbiamo incontrato e con cui c’è un clima di condivisione politica e di reciproca stima. Caudo potrà contare ancor di più sul nostro supporto rispetto a forze politiche come il Pd III Municipio e ai relativi giochi di potere: sono solo assetati di poltrone in nome di questa bramosia hanno già rischiato nei mesi scorsi di far cadere la migliore amministrazione della Capitale. Non si costruisce con queste premesse un futuro insieme per Roma e per il III Municipio». Più che un comunicato di un alleato, quasi una dichiarazione di guerra, in politichese. In tutto ciò, sembra passare in secondo piano il fatto che il Movimento Cinque stelle abbia perso un rappresentante in Municipio, a favore dell’attuale maggioranza. Sempre se tiene, questa maggioranza. E’ di stamattina, infatti, un ulteriore nota del segretario del Pd del III e consigliere, Filippo Maria Laguzzi, dal tono molto critico nei confronti del Presidente Caudo. Questo un estratto: «Chiunque oggi avalli, anche con il proprio silenzio, questa deriva fascio-grillina proposta da Italia viva, sta compromettendo un percorso importante e valoriale che il centro sinistra ha voluto costruire in questo municipio e che vogliamo riproporre a Roma. Chiedo quindi nuovamente al presidente Giovanni Caudo di non avallare tale trasformismo politico e nell’interesse della comunità che amministra e tenendo conto dell’autonomia e della responsabilità del suo ruollo, di provvedere ad una rimodulazione della propria giunta municipale in conformità con il voto espresso dai cittadini due anni fa».  Nel frattempo, la riunione di maggioranza che si doveva tenere questo pomeriggio è stata annullata. Se queste sono le premesse sulla carta, il presidente Caudo ha una bella gatta da pelare, a pochi mesi dalle prossime elezioni.

Luciana Miocchi

 

Immagine

Una prima parziale dichiarazione di Mario Novelli sul suo passaggio a Italia Viva- di Alessandro Pino

5 Set

[ROMA] Mario Novelli, già presidente del Consiglio Municipale a piazza Sempione nella precedente consiliatura e fino a poche ore fa consigliere per il Movimento Cinque Stelle (anche se sul sito municipale al momento di scrivere risulta ancora tale) è transitato a Italia Viva, consentendo l’ingresso nell’aula di palazzo Sabbatini del partito di Renzi per il quale sarà anche capogruppo. A parte un post apparso via social sulla pagina ufficiale “Italia Viva Municipio 3 Roma” e la foto con Francesca Leoncini, esponente di Italia Viva e assessore municipale al Commercio, Artigianato, Attività produttive, Turismo, Personale e Sicurezza, Novelli preferisce in queste prime ore non rilasciare dichiarazioni ufficiali sul suo passaggio: «Non ho voluto fare dichiarazioni perché volevo aspettare un momentino per capire la situazione, più che altro su cosa avrebbe provocato questa mia decisione. Posso solo anticipare che è stata una decisione che viene da lontano e soprattutto che si limita a un discorso prettamente locale e non di più ampio respiro su quello che sta avvenendo a livello comunale piuttosto che nazionale, anche perché il mio spettro di azione è limitato al Municipio, mi muovo e mi sono sempre mosso nel Municipio. Il tutto nasce da un disagio all’interno del Gruppo municipale. Mi riserbo di avere un quadro più completo per poter fare una dichiarazione completa. Voglio vedere cosa esce fuori dopo di che le mie dichiarazioni potranno essere di circostanza o molto più forti, la mia reazione sarà misurata da quello che mi pioverà addosso. Sto raccogliendo gli umori per poi rispondere adeguatamente a quello che raccoglierò in questi giorni». Su una cosa però Novelli intende fare subito chiarezza: l’insinuazione che la sua sia stata una scelta “di poltrona” in vista di future elezioni per poter aggirare il famoso limite dei due mandati imposto a chi nelle file del M5S ricopre cariche elettive: «Lì è proprio l’ignoranza intesa nel senso di persone che non sanno. Avrei potuto continuare altri dieci anni in Movimento Cinque Stelle perché la questione del mandato zero e l’accordo che ci fu con l’allora Di Maio che era capo politico, essendo noi caduti dopo un anno e mezzo ed essendoci ricandidati, questo mandato veniva computato assieme alla prima parte. Poi è uscita la storia del mandato zero e di fatto quindi io avrei potuto ancora farmi dieci anni nel Movimento Cinque Stelle se avessi voluto. Quindi questa cosa va smontata immediatamente, nel senso che non è questa la motivazione, assolutamente, che qualcuno pensa che siccome avevo finito i due mandati mi sono trovato un’altra casa, non è questo il motivo della mia scelta. Non è un problema di mandati».

Alessandro Pino

Immagine

San Basilio: spacciatore arrestato- di Alessandro Pino

1 Set

[ROMA] Un trentanovenne romano senza occupazione e con precedenti è stato arrestato ieri pomeriggio dai Carabinieri della Compagnia Monte Sacro dopo essere stato sorpreso a cedere alcune dosi di cocaina ad un giovane in via Corinaldo a San Basilio. Nelle tasche dello spacciatore sono state trovati ventidue grammi di cocaina e denaro contante, provento dello spaccio. L’uomo è stato messo ai domiciliari mentre il cliente è stato identificato e segnalato all’Ufficio Territoriale del Governo di Roma, quale assuntore di droga. .
Alessandro Pino

Immagine

Una scrittrice di Monte Sacro in vetta ad Amazon- di Alessandro Pino

30 Ago

[ROMA] Una scrittrice di Monte Sacro é attualmente ai primi posti del concorso letterario Storyteller 2020 di Amazon con il suo terzo romanzo intitolato “Dai ragione ai sogni”. Lei si chiama Patrizia Marinelli, la passione per la scrittura ce l’ha fin da bambina e ha già vinto dei piccoli premi letterari fin da metà anni Novanta: il premio saggistica E.I.P. “Scuola strumento di pace” , il concorso europeo del Movimento per la Vita “La vita: una scelta per ognuno e per l’Europa” e il premio di poesia “L’alba del terzo Millennio” dell’associazione “La Conca” di Romeo Iurescia, il diploma d’onore del concorso
letterario A. L. I. Penna d’autore e il diploma di merito dal concorso letterario Albatros.
I romanzi di Patrizia Marinelli sono espressione di un nuovo genere letterario definito “Young Adult”, psicologico sentimentale con una spiccata attenzione e riferimento a un pubblico post adolescenziale ma non solo, visto che riscuote consensi anche presso un target anagraficamente molto più maturo.
La protagonista di “Dai ragione ai sogni” (già apparsa in un precedente lavoro) è Domiziana, una ragazza
che dopo una adolescenza travagliata
dalle prime esperienze amorose, dalle
droghe e dalla morte della amata sorella riesce a raggiungere uno stato di equilibrio, calma e razionalità. La tranquillità però dura poco e Domiziana si trova perseguitata da incubi ricorrenti in cui appare un misterioso ragazzo che la portano a mettere in discussione la relazione con Ivan, il suo fidanzato. Anche la copertina di “Dai ragione ai sogni” è un pezzo d’autore, illustrata dall’artista Marilena Fineanno con la quale Patrizia Marinelli rinnova una lunga collaborazione.

Alessandro Pino

.

Immagine

Monte Sacro: pomeriggio di battaglia contro il fuoco- di Alessandro Pino

24 Ago

[ROMA] Da mezzogiorno fin verso le cinque del pomeriggio del 24 agosto si è combattuto contro un incendio che ha interessato un territorio di cinque ettari all’altezza di Via Monte Nevoso nelle adiacenze dell’Aniene a Monte Sacro: sono intervenuti i Vigili del Fuoco con due squadre, una autobotte, una autoscala con il supporto aereo di due elicotteri e delle associazioni di Protezione Civile. I Vigili del Fuoco sono intervenuti anche nell’area del Poligrafico dove i residui della combustione portati dal vento hanno raggiunto e innescato altre fiamme su una una pensilina e sul tetto di un capannone.
Alessandro Pino

(Foto Comando Provinciale Vigili del Fuoco Roma e Gherardo Dino Ruggiero)

Immagine

Monte Sacro: donna cade nell’Aniene- di Alessandro Pino

11 Ago

[ROMA] Paura per una donna caduta nell’Aniene la sera dell’undici agosto. Mancavano pochi minuti alle ventuno quando alla sala operativa del Comando provinciale dei Vigili del Fuoco è arrivata dai Carabinieri la segnalazione di una persona nel fiume all’altezza di Monte Sacro. I soccorritori- tra cui il nucleo Speleo Alpino Fluviale dei Vigili del Fuoco- hanno tratto in salvo una ventiquattrenne nata in Svizzera di origini africane. La donna si trovava in stato confusionale ed è stata affidata alle cure dei sanitari.
Alessandro Pino

(Foto Comando Provinciale Vigili del Fuoco Roma)

Immagine

Usura ed estorsioni a Talenti: un arresto- di Alessandro Pino

18 Lug

[ROMA] Una persona è stata arrestata dai Carabinieri della Compagnia Roma Monte Sacro e altre tre sono indagate per tentata estorsione, usura, abusiva attività finanziaria e trasferimento fraudolento di valori. Nella stessa indagine i militari hanno anche sequestrato preventivamente un immobile del valore di circa quattrocentomila euro a Sant’Angelo Romano. Le indagini dei Carabinieri e coordinate dalla Procura di Roma, erano partite dalla denuncia presentata da un imprenditore di Talenti e si sono svolte tra i mesi di settembre 2016 e gennaio 2018. Accertata l’esistenza di un sistema usurario gestito dall’uomo arrestato adesso, al quale nove persone si erano rivolte all’arrestato per ottenere prestiti di denaro, in alcuni casi con tassi usurari.
Alessandro Pino

Immagine

Monte Sacro: chiusura provvisoria di un chiosco per motivi di igiene- di Alessandro Pino

1 Lug

[ROMA] Lo scorso sabato si è svolto un servizio di controllo sulla movida per il contenimento del Covid-19 tra Monte Sacro e Talenti da agenti della Polizia di Stato del commissariato Fidene Serpentara in collaborazione con il V Gruppo Nomentano della Guardia di Finanza, il III Gruppo Nomentano di Polizia Roma Capitale e la Asl Roma 1. Oltre 350 persone e 14 esercizi commerciali sono stati controllati senza riscontrare alcuna irregolarità. In viale Gargano però un chiosco di alimentari è stato chiuso per cinque giorni per la pessima condizione di pulizia e manutenzione della struttura, con presenza di sporcizia non rimossa da tempo, insetti striscianti, volanti e ragnatele, nonché di feci di roditori e topi, alimenti scaduti (alcuni dal 2014) e merce tenuta in condizioni non igieniche.

Alessandro Pino

(Foto Questura di Roma)

Immagine

Traffico di droga al Tufello e Monte Sacro: otto arresti- di Alessandro Pino

23 Giu

[ROMA] É in corso dalle prime ore del mattino un’operazione- chiamata “Mola”- per l’esecuzione di otto ordinanze di custodia cautelare con le quali è stata smantellata dalla Polizia di Stato una organizzazione criminale dedita allo spaccio di stupefacenti nelle zone del Tufello,  di Monte Sacro e Guidonia Montecelio oltre che nella città di Terni.
A eseguire gli arresti dopo le indagini
coordinate dal Pool Reati Gravi contro il Patrimonio sono stati gli agenti della Polizia di Stato del commissariato Fidene Serpentara. Degli arrestati, sei sono finiti ai domiciliari e due in carcere. Altre quattro persone sono state denunciate.
Alessandro Pino

(Foto Questura di Roma)

Immagine

Talenti: sul presidio sanitario a largo Rovani la Lega chiede chiarezza- di Alessandro Pino

12 Giu

[ROMA] La mattina del 12 giugno il consigliere regionale della Lega Daniele Giannini, il coordinatore leghista del III Municipio Cristiano Bonelli e il consigliere municipale Mario Astolfi hanno incontrato medici del presidio sanitario di Largo Rovani, cittadini di Talenti e commercianti, in merito alla sorte della struttura da decenni operativa nel quartiere. <In questi giorni e’ stata gradualmente depotenziata nei servizi ai cittadini- hanno dichiarato i tre esponenti del Carroccio in una nota- e sembrerebbe che a breve potrebbe definitivamente chiudere. Le operazioni di spostamento dei medici con i loro servizi, come gli oculisti gli pleumonogi e i cardiologi presso altre sedi come quella di via Lampedusa e via Dina Galli, sono un chiaro messaggio che la Asl con il benestare della Regione Lazio ha intenzione di non rinnovare il contratto di affitto in essere in scadenza e di togliere a decine di migliaia di cittadini in gran parte anziani un presidio decentrato utilissimo>.
Prosegue la nota: <Serve chiarezza e trasparenza, è assurdo pensare di intervenire in sordina, se non di nascosto, quando si parla di sanità e di servizi ai cittadini. I presídi decentrati sono un valore aggiunto che mette in condizione la cittadinanza di recarsi senza troppi disagi nelle strutture disponibili, al contrario di quanto stanno facendo i dirigenti della Asl Rm 1″. Sulla vicenda lo stesso consigliere regionale Giannini, questa mattina, ha inoltrato una interrogazione urgente all’indirizzo del governatore del Lazio Nicola Zingaretti “per ottenere notizie chiare e per pretendere trasparenza su una vicenda che, a oggi, appare torbida”. Ha concluso il coordinatore Cristiano Bonelli: <Una petizione é già stata lanciata in tutto il quartiere ma se serve siamo pronti a proteste e manifestazioni>.

Alessandro Pino

Immagine

Attentati incendiari anche a Monte Sacro: in manette sette anarcoinsurrezionalisti- di Alessandro Pino

12 Giu

[ROMA] Questa mattina, i Carabinieri del R.O.S. hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare, richiesta dalla Procura della Repubblica di Roma ed emessa dal G.I.P. del Tribunale, nei confronti di sette militanti anarco-insurrezionalisti con l’accusa di aver costituito una cellula eversiva di matrice anarchica insurrezionale, avente base presso il centro sociale “Bencivenga Occupato” di Roma (zona Batteria Nomentana). Per l’accusa il gruppo mirava a riorganizzare il movimento anarchico così da colpire l’organizzazione democratica e costituzionalmente organizzata dello Stato. Numerosi gli atti terroristici esecutivi del programma criminale addebitati alla cellula eversiva, compiuti in diverse località del territorio nazionale. Alcuni sono stati compiuti a Roma ai danni di veicoli del servizio “Enjoy” dell’Eni: il primo dicembre 2017 in viale Jonio, dove quattro vetture Eni furono date alle fiamme con della diavolina posizionata sui pneumatici. Con lo stesso modus operandi altre tre vetture furono incendiate ai Prati Fiscali a marzo dello scorso anno. Nelle immagini diffuse dal Comando Provinciale Carabinieri Roma anche l’affissione di volantini di rivendicazione presso la stazione Nomentana di cui imbrattarono inoltre il sottopasso, riprese dalla videosorveglianza, che qui pubblichiamo. Il provvedimento scaturisce da un’attività investigativa avviata a seguito dell’attentato esplosivo alla Stazione Carabinieri di Roma San Giovanni, compiuto il 7 dicembre 2017.
Alessandro Pino

Immagine

Viale Carnaro: pino si schianta a terra- di Alessandro Pino

6 Giu

[ROMA] Poco prima delle sei di questa mattina un albero è crollato improvvisisamente in viale Carnaro, nel cuore di Monte Sacro, abbattendosi sulle macchine e gli scooter parcheggiati sotto e invadendo la carreggiata. Fortunatamente non ci sono stati danni alle persone. Sono intervenuti i Vigili del Fuoco con autopompa serbatoio, autoscala e autogru per lo sfoltimento e la rimozione dell’albero mentre la strada è stata interdetta al traffico locale.
Alessandro Pino

(Foto Comando Provinciale Vigili del Fuoco Roma)

Immagine

Anziana uccisa a bastonate per rapina a Monte Sacro: cinque condanne- di Alessandro Pino

30 Mag

[ROMA] Sono arrivate le condanne per la banda di cinque rom giudicati colpevoli a vario titolo del brutale omicidio della novantenne Anna Tomasino, aggredita a maggio dell’anno scorso durante un furto nella sua casa di via Pizzo Bernina, nel cuore di Monte Sacro e morta in ospedale nei giorni seguenti. La pena più pesante, ventiquattro anni di carcere, è stata per il membro della gang di nomadi ritenuto essere l’autore della bastonata in seguito a cui l’anziana morì. Non è stata dunque ritenuta credibile la tesi difensiva secondo cui la vittima fosse scivolata battendo il capo ma la pena è comunque inferiore a quanto chiesto dalla pubblica accusa ed è facile immaginare che la permanenza effettiva in cella sarà comunque relativamente breve a causa dei meccanismi che in questi casi intervengono. Fra l’altro, a quanto si è letto sulla stampa sarebbe già stato annunciato il ricorso in appello dalla difesa di due degli imputati.
Alessandro Pino

Immagine

Monte Sacro: armi della Seconda Guerra nascoste in un muro- di Alessandro Pino

26 Mag

[ROMA] Mitragliatori, una bomba a mano, moschetti, munizioni risalenti probabilmente alla Seconda Guerra Mondiale: è quanto i Carabinieri
della Stazione Roma Città Giardino hanno sequestrato dopo che il materiale è stato trovato nel sottotetto di un palazzo in via Cimone, nel cuore di Monte Sacro. A chiamare i militari sono stati gli operai di una ditta che stava eseguendo lavori di ristrutturazione nell’edificio: le armi erano in una intercapedine venuta alla luce dopo la demolizione di una parete.
Sul posto sono arrivati anche i Carabinieri Artificieri del Comando Provinciale di Roma e i Vigili del Fuoco che hanno messo in sicurezza l’area.
Alessandro Pino

Immagine

Anziana uccisa per rapina a Monte Sacro: chiesti 90 anni per la gang di rom- di Alessandro Pino

23 Mag

[ROMA] Sono stati chiesti in totale novanta anni di carcere – ma non l’ergastolo- per i cinque rom ritenuti responsabili della morte violenta di una anziana rapinata nella sua casa di via Pizzo Bernina a Monte Sacro nel maggio dello scorso anno. Il fatto sconvolse la città intera per la ferocia contro la vittima novantenne, che morì in ospedale per le percosse ricevute (circostanza che i difensori degli imputati hanno cercato di negare, attribuendo le ferite alla caduta causata dallo spavento).
LA RICOSTRUZIONE
I delinquenti avevano fatto irruzione nella casa al secondo piano dello stabile entrando da una finestra da loro scassinata. Anna Tomasino, questo il nome dell’anziana vittima, accortasi di quanto stava accadendo, era riuscita a telefonare a una vicina di casa ma sarebbe stata presa a bastonate per bloccarne la richiesta di aiuto. I membri della banda di rom, ventenni imparentati tra loro, furono catturati nel giro di poche ore fa da Carabinieri e Squadra Mobile di Roma.
IL PROCESSO
A ognuno sono stati contestati i reati di omicidio volontario e rapina aggravata ma al momento sembrerebbero non rischiare l’ergastolo. La Procura ha infatti avanzato richieste di condanna differenziate in base al ruolo che si è ritenuto avere ricoperto i singoli nel delitto: ventisette anni la richiesta più rilevante, per il membro accusato di avere colpito la novantenne con un corpo contundente che però non fu rinvenuto. Facile intuire che, stante il quadro delle richieste di condanna che ha escluso l’ergastolo, per i meccanismi che intervengono in tali casi la permanenza effettiva dietro le sbarre sarebbe relativamente breve. Da quanto è emerso, uno dei membri della gang di recente è stato condannato per un furto in appartamento mentre un altro per rapine in casa
Alessandro Pino

Immagine

Monte Sacro: alimentari chiuso dopo un controllo- di Alessandro Pino

14 Mag

[ROMA] Dalle immagini si può dedurre in quali condizioni si trovasse un negozio di alimentari a Monte Sacro, controllato da agenti del Commissariato Fidene Serpentara nell’ambito delle attività di contrasto al Coronavirus assieme al personale del Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione della Asl Roma 1. Al titolare del negozio è stato contestato il mancato rispetto di alcune misure contenute nel D.P.C.M. del 26 aprile 2020 e per questo gli agenti hanno disposto la chiusura dell’attività per cinque giorni .
Alessandro Pino

(Foto Questura di Roma)

Immagine

Furti con scasso a Monte Sacro: due arresti- di Alessandro Pino

14 Mag

[ROMA] Avevano fatto razzia in un’edicola sulla Nomentana e in un supermercato di via Cimone a Monte Sacro. Per questo due romeni di 33 e 34 anni sono stati arrestati dai Carabinieri. I militari, allertati da una chiamata al 112, li avevano trovati mentre  saccheggiavano l’edicola di biglietti dell’autobus e carte prepagate dopo aver forzato la porta. Dalla perquisizione sono saltati fuori anche oltre tremila euro in contanti saccheggiati in precedenza nel supermercato di cui avevano forzato un’inferriata.
Alessandro Pino

(foto Comando Provinciale Carabinieri Roma)

Immagine

Monte Sacro: teneva pistole, fucili e coltelli sparsi per casa- di Alessandro Pino

5 Mag

[ROMA] Teneva sparsi per casa a Monte Sacro pistole, fucili, coltelli e munizioni varie. Per questo un cinquantenne è stato denunciato dalla Polizia. Gli agenti
delle Volanti e del commissariato Fidene Serpentaria erano intervenuti per la segnalazione di una lite condominiale ma entrando nell’appartamento aveva trovato su un letto e su un comodino due pistole da tiro sportivo. Vista la situazione è stato approfondito il controllo da cui sono saltati fuori sparsi per casa altre pistole, fucili da caccia e da poligono,  alcune centinaia di munizioni e coltelli di varie lunghezze. Le armi erano tutte detenute regolarmente mentre parte del munizionamento non risultava denunciato.
Alessandro Pino

(foto Questura di Roma)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: