Tag Archives: Monte Sacro
Immagine

Campo da basket di Sacco Pastore: Gasparri, Calabria e Borgheresi (Forza Italia) critici sull’inaugurazione

10 Apr

[ROMA] È stato inaugurato ufficialmente la mattina del dieci aprile il rinnovato campo da basket di Sacco Pastore. A questo proposito riceviamo e pubblichiamo dal coordinatore di Forza Italia per il Terzo Municipio Roberto Borgheresi (già presidente del Consiglio Municipale) una nota critica:

“Oggi il Presidente del Municipio III, Caudo, pur di monetizzare politicamente la ristrutturazione dovuta del campetto di basket presente nel quartiere Sacco Pastore, ha radunato un bel gruppo di bambini e suoi sostenitori assembrandoli in barba ad ogni norma anti Covid-19 e di buon senso pur di farsi fare una triste foto di propaganda!
Dal Presidente di uno dei più grandi Municipi di Roma, Montesacro, che conta ben 300.000 cittadini e che è quotidianamente martoriato dai contagi e da numerosissime vittime di questa tremenda pandemia ci aspettavamo maggior rispetto e maggior senso di responsabilità.
Lo dichiarano il coordinatore romano di Forza Italia senatore Maurizio Gasparri, il coordinatore del Municipio III di FI Roberto Borgheresi e la deputata di FI Annagrazia Calabria”.

(A cura di Alessandro Pino)

Immagine

Viale Adriatico: ragazzino esce da scuola e viene investito da un furgone | di Alessandro Pino

10 Apr

[ROMA] Paura a Monte Sacro nel pomeriggio dell’otto aprile per un ragazzino di undici anni investito da un furgone delle Poste all’uscita di scuola. Secondo quanto riportato dal Messaggero il giovane aveva appena terminato le lezioni all’Istituto Comprensivo di viale Adriatico, uscendo da una porta secondaria adiacente l’ufficio postale attualmente utilizzata per il distanziamento anti Covid. A quanto pare, proprio in quel momento è stato urtato dal furgone che procedeva all’indietro- forse per un guasto ai freni o perché parcheggiato senza freno a mano inserito- venendo sbalzato contro un’auto in sosta. Il ragazzo è stata portato in codice rosso al Policlinico Umberto I.
Alessandro Pino

Immagine

Tufello e Bufalotta: cercano di evitare il controllo ma vengono fermati e trovati con la droga | di Alessandro Pino

5 Apr

[ROMA] Due persone sono state arrestate in altrettanti controlli di polizia sul territorio del Terzo Municipio, nonostante abbiano provato a svicolare per evitare gli agenti.

Il primo è stato un ventitreenne al Tufello che alla vista della Volante ha provato a cambiare strada per non essere controllato. Fermato ugualmente, è stato trovato in possesso di denaro in contante e numerose dosi di cocaina.

Il secondo invece un trentaquattrenne che percorreva via della Bufalotta in direzione del Raccordo a bordo di uno scooter: per non essere fermato dai poliziotti ha iniziato ad accelerare sorpassando le macchine in coda fino a urtarne una cadendo a terra. Bloccato, è stato trovato con un involucro di cocaina. Durante la perquisizione a casa gli agenti hanno trovato altra droga tra hashish e cocaina. È stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio, in attesa del processo per direttissima.
Alessandro Pino

Immagine

Monte Sacro: la banda della serranda colpisce ancora | di Alessandro Pino

23 Mar

[ROMA] La banda della serranda ha colpito ancora a Monte Sacro: secondo quanto riporta “Il Messaggero”, due notti fa è stata depredata una nota pasticceria in viale Jonio, fra l’altro vicina a un forno già razziato. Pressoché identiche ai colpi precedenti le modalità del furto con scasso, avvenuto con il taglio della serranda.

Alessandro Pino

Immagine

Furti con scasso a raffica nei negozi di Monte Sacro e dintorni | di Alessandro Pino

22 Mar

[ROMA] Una serie di furti con scasso ai danni di esercizi commerciali sta flagellando con accanimento la zona di Monte Sacro e i quartieri limitrofi. Ne dà notizia “Il Messaggero”, stilando un elenco di colpi messi a segno praticamente in fotocopia: tagliando la serranda con un frullino, abbattendola con un’auto ariete o addirittura forzandola con un segnale stradale divelto e sgusciando al di sotto.

Il bottino solitamente consiste nel fondo cassa anche se nel caso di un negozio di biciclette sono state razziate dieci velocipedi. I furti più recenti sarebbero avvenuti in una pasticceria sulla Nomentana, un forno a viale Jonio, una enoteca in viale Adriatico, un casalinghi cinese in via Val d’Ossola e in un barbiere poco distante, più altre attività in piazza Monte Gennaro, mentre proseguendo più avanti su via Delle Vigne Nuove giorni fa è stato depredato per la quarta volta in tre anni un ciclista: qui, come detto, il bottino è stato pesante, dieci biciclette di alta gamma.
A quanto pare più di un commerciante starebbe pensando di far sorvegliare il proprio locale dalla vigilanza privata.
Alessandro Pino

Immagine

Arresti per droga tra Monte Sacro e Conca d’Oro | di Alessandro Pino

14 Mar

[ROMA] Due arresti per droga sono stati effettuati dalla Polizia tra Monte Sacro e Conca d’Oro: a finire in manette a piazza Sempione è stato un peruviano quarantasettenne, trovato dagli agenti delle Volanti durante un controllo con oltre dieci grammi di crack.

In via Val di Lanzo invece durante un controllo stradale un cinquantunenne italiano è stato trovato dalle Volanti con diversi involucri di cocaina. La successiva perquisizione domiciliare ha fatto trovare altra cocaina per un peso totale di 30 grammi, oltre 400 euro, un bilancino di precisione, materiale per il confezionamento delle dosi e un coltello intriso di droga
Alessandro Pino

Immagine

Monte Sacro: bruciati due mezzi Ama | di Alessandro Pino

11 Mar

[ROMA] Due veicoli dell’Ama parcheggiati in via di Monte Sacro sono stati trovati bruciati la mattina dell’undici marzo. Si tratta di un furgone cassonato (lo “squaletto” nel gergo) e di una spazzatrice.

Sul fatto è intervenuto polemicamente Manuel Bartolomeo, dirigente romano dei Fratelli d’Italia: «La priorità in questo Municipio sono i progetti di pedonalizzazione, poi forse la sicurezza» riferendosi chiaramente al discusso progetto di riallestimento di piazza Sempione «meglio spendere i soldi per la sicurezza dei cittadini che per un progetto di pedonalizzazione di una piazza storica».
Alessandro Pino

(Foto Manuel Bartolomeo)

Immagine

Ponte Tazio: intervento coordinato di Retake Roma e Comune | di Alessandro Pino

7 Mar

[ROMA] I volontari della associazione Retake Roma Terzo Municipio sono intervenuti la mattina del 6 marzo a Monte Sacro per restituire decoro al ponte Tazio. Per la prima volta l’iniziativa si è svolta in coordinamento con il Comune di Roma: all’operazione si sono infatti uniti
il Nucleo Ambiente Decoro della Polizia di Roma Capitale, l’Ama e il Servizio Giardini.
L’intervento è consistito nella potatura degli alberi, nella cura degli arredi urbani e cancellazione degli scarabocchi che deturpavano il ponte.


«Stamattina abbiamo eseguito il primo di una serie di interventi integrati con l’Ufficio di coordinamento del decoro urbano del Comune di Roma» commenta l’avvocato Simona Martinelli, amministratrice di Retake Roma Terzo Municipio «grazie al progetto presentato da Francesca Dell’Orco e Antonella Contaldo per la riqualificazione del ponte Tazio abbiamo unito competenze e sinergie con l’obiettivo comune di rendere più vivibile questo storico ponte e piazza Sempione».
Alessandro Pino

Immagine

Elezioni 2021 in Terzo Municipio: sarà forse Fabrizio Bevilacqua il candidato del centrodestra alla Presidenza? | di Alessandro Pino

5 Mar

[ROMA] Anche se lo svolgimento delle elezioni amministrative è stato ufficialmente posticipato all’autunno prossimo, di fatto è nel pieno della messa a punto la campagna da parte degli schieramenti politici: non solo per quanto riguarda la scelta dei candidati sindaco ma anche quella dei papabili alla presidenza dei Municipi della Capitale.

Nell’ambito del centrodestra nel Terzo Municipio, voci di corridoio vorrebbero che l’orientamento prevalente nelle sfere decisionali sarebbe quello di puntare su nomi di consolidata esperienza nella politica sul territorio e in esso ben radicati: se sul fronte dei Fratelli d’Italia è già apparso sulla stampa il nome della loro capogruppo a piazza Sempione, Giordana Petrella, sul lato della Lega parrebbe esserci  quello di Fabrizio Bevilacqua, anch’egli capogruppo di fresca nomina: attivista politico da quando, nemmeno adolescente ma poco più che bambino, attaccava i manifesti del Movimento Sociale, con cui militò anche durante la trasformazione in Alleanza Nazionale, molti anni dopo fu tra i primi sulla piazza romana ad avvicinarsi al Carroccio e al suo leader Matteo Salvini.


A Monte Sacro fu eletto la prima volta nel 1993, svolgendo di fatto anche la funzione di presidente del Municipio nel 2000 (allora la carica non veniva eletta direttamente dai cittadini), diventando poi consigliere alla Provincia di Roma, è stato assessore ai Lavori Pubblici nella giunta di Cristiano Bonelli. Tornato in Consiglio Municipale nel 2018, proprio nei giorni scorsi è stato nominato capogruppo della Lega in Consiglio.

Seduto alla sua sobria scrivania al secondo piano di palazzo Sabbatini, sede del Municipio («è stata aperta grazie alla giunta Bonelli con l’assessore ai Lavori Pubblici Fabrizio Bevilacqua, era chiusa da anni» sottolinea parlando di sé in terza persona) si dimostra possibilista su una sua candidatura, comunque consapevole dell’eventuale peso di strategie di raggio più ampio e precisando che non c’è rivalità con la Petrella: 
«Se mai fosse confermata una eventualità del genere sarei quello che sono sempre stato, per i cittadini del Terzo Municipio sono sempre stato Fabrizio.
Il leit motiv sarà quello che abbiamo adottato con il periodo della giunta Bonelli: checché se ne dica, in questo Municipio quello che si è visto in termini di opere, in termini di realizzazione e abbattimento dei costi della spesa pubblica si è visto solo con la giunta Bonelli della quale facevo orgogliosamente parte. Cito solo un esempio su mille: aver siglato e firmato da assessore ai Lavori Pubblici una cosa che per quarant’anni è stata promessa a questo Municipio e nessuno aveva mai realizzato, il ponte di Fidene (poi aperto durante la giunta Marchionne, ndr). Quel progetto, il bando per la assegnazione, il progetto preliminare, il progetto definitivo, il progetto esecutivo e la posa della prima pietra hanno un nome e cognome: giunta Bonelli, assessore ai Lavori Pubblici Fabrizio Bevilacqua».

Conclude l’esponente leghista: «L’impegno che abbiamo sempre dato sul territorio è lo stesso, non è cambiato niente. Che sia io sarei strafelice perché sarebbe il completamento di un percorso, se fosse Giordana sarebbe la stessa identica cosa ma dateci l’opportunità perché quando ci avete messo alla prova i risultati si sono visti sul territorio»

Alessandro Pino

Immagine

Fabrizio Bevilacqua nuovo capogruppo della Lega in Terzo Municipio | di Alessandro Pino

1 Mar

[ROMA] Fabrizio Bevilacqua è il nuovo capogruppo consiliare della Lega in Terzo Municipio.

L’esponente del Carroccio ha così commentato la propria nomina: «Accolgo con responsabilità e soddisfazione la volontà del gruppo consiliare di eleggermi, in data 26 febbraio, nuovo capogruppo Lega nel Municipio III di Roma.
Ringrazio per la fiducia il coordinatore romano Alfredo Becchetti e il coordinatore regionale Claudio Durigon.
Una scelta che mi riempie di orgoglio e che mi porta, con ancora più forza, ad impegnarmi per il Municipio raccogliendo le istanze dei cittadini anche in virtù della prossima scadenza elettorale che vedrà finalmente l’epilogo di un’amministrazione che non ha saputo ascoltare le priorità del territorio: sicurezza pubblica, decoro urbano e lotta al degrado; problemi già evidenziati in questi anni grazie anche al supporto del consigliere regionale Laura Corrotti e che ora affronteremo, con ancora più decisione, fino all’ultimo giorno del mandato».


Proprio dall’onorevole Laura Corrotti, esponente del Carroccio nel Consiglio Regionale del Lazio, sono giunti i primi auguri al neo capogruppo:
«Con grande soddisfazione auguro buon lavoro al neo capogruppo Lega al Municipio III di Roma Fabrizio Bevilacqua.
Certa che saprà guidare il gruppo consiliare fino al termine del mandato quando finalmente potremo liberare il territorio da un presidente che pensa piu’ alle proprie ambizioni personali che al bene dei cittadini, contornato da una giunta di personaggi noti alla cronaca per uscite fuori luogo che nulla hanno a che vedere con le priorità di cui necessita il territorio».
Alessandro Pino

Immagine

Sabato 27 e domenica 28 febbraio tornano le visite guidate a Ponte Nomentano e Città Giardino | di Alessandro Pino

25 Feb

[ROMA] Tornano anche questo fine mese le visite guidate gratuite al Ponte Nomentano e Città Giardino organizzate dall’Associazione Culturale “Il Carro de’ Comici”, con il patrocinio del Municipio Roma III Montesacro:


sabato 27 e domenica 28 febbraio primo appuntamento alle 10 del mattino al Ponte Nomentano, simbolo del Terzo Municipio e unico ponte di epoca romana a conservare le torri del ‘400.
Assieme all’attore, regista e divulgatore Gherardo Dino Ruggiero adulti e bambini andranno alla scoperta dei segreti del ponte: i simboli di Ercole, la feritoia per versare l’olio bollente, i segni lasciati dai Visigoti di Totila nel 549, dall’esercito francese accorso contro la Repubblica Romana nel 1849, dal terremoto del 1703, i due Mausolei del I secolo, il Monte Sacro ora Parchetto Bolìvar.

Secondo appuntamento alle 15 e 30 sotto il portico di piazza Sempione per la visita a Città Giardino e alla sorgente dell’Acqua Sacra.

Sono consigliate calzature comode. Per informazioni e prenotazioni telefonare al
338.7965614.

La visita è gratuita e si svolgerà nella massima sicurezza come da normativa anticovid, trattandosi di passeggiate all’aperto, con soste nei siti più interessanti dove la distanza è garantita dagli ampi spazi.

Alessandro Pino

Immagine

La partecipazione al tempo del covid. Bella, faticosa e necessaria. Intervista a Riccardo Corbucci

25 Feb

Sono tornate in primo piano le questioni riguardanti la partecipazione alle attività municipali, specialmente con le vicende riguardanti la pedonalizzazione di Piazza Sempione, opera della giunta, con il consiglio ufficialmente all’oscuro fino a poco fa e i cittadini di Città Giardino che sono stati informati dai giornali. Il regolamento municipale attualmente in vigore, fu licenziato quando presidente del Consiglio era Riccardo Corbucci – ora dirigente romano del Pd – e ha regolamentato in maniera chiara la partecipazione degli amministrati.

Corbucci lei che ha ricoperto il ruolo di Presidente del Consiglio del III Municipio e di assessore alla trasparenza e alla partecipazione, cosa mi dice delle polemiche di questa ore, sollevate da alcuni comitati, circa la trasparenza e la partecipazione dei cittadini alle sedute delle commissioni consiliari?

Era il 1 aprile del 2014 e fummo il primo Municipio di Roma ad approvare un regolamento municipale che consente ai cittadini di portare in discussione atti di iniziativa popolare, sostenuti da almeno 500 firme di residenti sui quali il consiglio ha l’obbligo di esprimersi. Inoltre prima che arrivassero gli streaming istituzionali siamo stati i primi ad aprire le commissioni e i consigli agli interventi dei cittadini e a mandare online le registrazioni. In III Municipio siamo stati dei pionieri della partecipazione e della trasparenza, grazie alla volontà unitaria di tutte le forze politiche. È un processo che è cominciato con il Presidente Cristiano Bonelli (Pdl), ha avuto il suo apice con il suo successore Paolo Emilio Marchionne (Pd) ed è continuato anche con la Presidente Roberta Capoccioni (M5S). Per questo mi preoccupa, che in conseguenza delle restrizioni legate al Covid, possano permanere troppo a lungo limitazioni alla partecipazione dei cittadini alla vita delle Istituzioni.

Sembra che oggi siano i presidenti delle singole commissioni a decidere chi possa o meno partecipare e intervenire alle stesse, in base al criterio che possano partecipare soltanto “enti portatori di interessi diffusi”. Lo trova giusto?

Credo che questa decisione sia stata assunta in via emergenziale a causa del Covid, che ha impedito al consiglio e alle commissioni di riunirsi in presenza. In tutti questi anni le commissioni sono sempre state aperte a tutti. Poi ovviamente è giusto che sia data priorità agli interventi di soggetti che sono stai invitati e che hanno una qualche ragione per farlo. Tuttavia tutti dovrebbero poter partecipare. Anche perché potenzialmente tutti i residenti interessati da un progetto hanno potenzialmente il diritto di poter esprimere la propria opinione. Alcune volte come municipio abbiamo persino promosso dei referendum per scegliere insieme ai residenti le decisioni da assumere. Personalmente sono favorevole ad una partecipazione spinta, che seppur faticosa alla fine conduce alla condivisione delle scelte e riduce di molto il conflitto. Ricordo il primo bilancio partecipato che ho promosso da assessore con i comitati di quartiere, le associazioni, la cooperazione sociale, i centri anziani e le scuole del nostro territorio. Fu un’esperienza straordinaria e alla fine del percorso partecipato quel bilancio, frutto di scelte concertate con la cittadinanza attiva, lo sostennero tutte le forze politiche. Quando la partecipazione è spinta, c’è tanta trasparenza e questo migliora i rapporti fra i cittadini e le Istituzioni.

Cosa dovrebbe fare il III Municipio allora?

Mi appello al Presidente del consiglio municipale Yuri Bugli, persona seria e preparata che conosco da vent’anni, affinché si faccia un regolamento transitorio della partecipazione, che consenta ai cittadini interessati di poter ascoltare e partecipare alle commissioni. C’è già troppa distanza fra politica e cittadinanza per far sì che questo maledetto virus la ampli. Sono cose che si stanno facendo anche in altri comuni più piccoli. Non sappiamo quanto durerà ancora l’emergenza, ma è importante mantenere uno standard elevato di partecipazione. Sono stato consigliere municipale per molti anni e sono assolutamente convinto che anche i consiglieri di questa consiliatura abbiano piacere di parlare e decidere insieme ai cittadini. Nessuna persona che faccia politica per passione trae soddisfazione dallo starsene a casa propria davanti ad uno schermo a parlare soltanto con altri eletti delle Istituzioni. Si tratta semplicemente di trovare un giusto compromesso fra partecipazione e organizzazione, con regole certe comunicate a tutta la cittadinanza.

LM

Immagine

Addio a Fiammetta La Guidara, la giornalista dei motori | di Alessandro Pino

24 Feb

[VARESE] È mancata dopo un malore a soli cinquant’anni la giornalista sportiva Fiammetta La Guidara. Romana laureata in Giurisprudenza, specializzata e appassionata di motori, era volto e voce particolarmente nota al pubblico degli appassionati come inviata al Motomondiale e in Formula 1 e come firma di punta della rivista Motosprint.
Alcuni anni fa presenziò alla presentazione tenutasi a Monte Sacro di una corsa automobilistica che si sarebbe svolta in Cina.
Alessandro Pino

(Nella foto, Fiammetta La Guidara fotografata da Alessandro Pino)

Immagine

Rapine con coltello e accetta tra Talenti e Vigne Nuove: due arresti | di Alessandro Pino

23 Feb

[ROMA] Un trentaduenne e un cinquantaduenne romani ritenuti responsabili di almeno tre rapine ai danni di esercizi commerciali tra le zone di Talenti e Vigne Nuove Montesacro sono stati arrestati dai Carabinieri.

Le rapine erano avvenute nel mese di giugno: l’otto di quel mese un supermercato in via Ludovico di Breme fu rapinato da un uomo armato di coltello. Tre giorni dopo a finire nel mirino nello stesso modo fu un supermercato in via Franco Sacchetti. Infine il 27 giugno fu rapinato un minimarket in via Delle Vigne Nuove da un malvivente armato di accetta.


Le indagini dei militari della Compagnia Monte Sacro sono partire dalle testimonianze dei presenti e dall’analisi dei filmati della videosorveglianza.
I due uomini sono stati rintracciati e messi agli arresti domiciliari, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa della convalida.
Alessandro Pino

(Immagine fornita dal Comando Provinciale Carabinieri Roma)

Immagine

Monte Sacro: due teatri per la scuola Don Bosco | di Alessandro Pino

19 Feb

[ROMA] La scuola Don Bosco di piazza Monte Baldo potrebbe avere entro fine anno due teatri, dagli zero disponibili attualmente: ne ha dato annuncio via social l’assessore al Lavori Pubblici del Terzo Municipio, Francesco Pieroni.


All’interno dell”edificio scolastico nel cuore di Monte Sacro è presente da lungo tempo un palco con gradinate, dismesso a causa dell’evoluzione delle norme in materia di sicurezza e servizi igienici.
Il suo ripristino sarà possibile grazie all’utilizzo di fondi per il recupero funzionale di spazi dismessi, stanziati sul bilancio municipale 2020.


Verrà inoltre realizzato ex novo in un’altra ala della scuola un secondo spazio teatrale provvisto anche di accesso indipendente esterno, in modo da renderlo fruibile anche dalla cittadinanza, in accordo con la dirigenza scolastica.
Alessandro Pino

Immagine

Monte Sacro: il parco Caio Sicinio Belluto risistemato dai volontari di “Arte e Città a Colori” | di Alessandro Pino

18 Feb

[ROMA] Mentre impazzano le polemiche e le chiacchere sul progetto di risistemazione di piazza Sempione, a pochi metri di distanza il parco Caio Sicinio Belluto nei giorni scorsi è stato oggetto di un impegnativo intervento eseguito dai volontari dell’associazione Arte e Città a Colori: muniti di decespugliatori, soffiatore, tosaerba, scope, pale, rastrelli, sacchi per la raccolta dei rifiuti, hanno restituito un aspetto dignitoso al giardino nel cuore di Monte Sacro.


«La nostra Associazione opera da diversi anni nel Terzo Municipio e siamo noti per i tanti murales che abbiamo realizzato, ma la bellezza non viene solo dall’arte ma anche dalla cura del territorio» spiega Francesco Galvano, presidente di Arte e Città a Colori «da circa un anno ci siamo dati questi due obiettivi. Grazie ad un gruppo di nostri associati, in forma volontaria, stiamo intervenendo in vari punti del quartiere Monte Sacro (via dei Prati Fiscali, viale Val Padana, via Franco Sacchetti, viale Jonio) e continueremo anche in futuro».

Alessandro Pino

Immagine

Piazza Sempione: sul restyling è lite tra parroco e minisindaco come ai tempi di Don Camillo e Peppone | di Alessandro Pino

13 Feb

[ROMA] Si arricchisce di una nuova puntata quella che sembra ormai diventata la telenovela del progetto di riqualificazione e parziale pedonalizzazione di piazza Sempione e del vespaio di polemiche che ha suscitato, anche per quanto riguarda lo spostamento della statua della Madonna dal centro verso la scalinata della Chiesa dei Santi Angeli Custodi, nel cuore di Monte Sacro.
Ad attizzare nuovamente il fuoco della polemica sono state le critiche del parroco Don Mario- spalleggiato dalle migliaia di parrocchiani che contestano il progetto- apparse nelle sezioni cittadine di testate del calibro de “Il Messaggero” e “la Repubblica”.

Nel mirino delle dichiarazioni del sacerdote, oltre al progetto in sé (che snaturerebbe gli equilibri di un quartiere la cui popolazione storica è sempre più anziana) è finito ovviamente il presidente del Municipio Giovanni Caudo, accusato di avere nei fatti ignorato le posizioni di quella consistente parte di stakeholder facente capo alla parrocchia: si parla di oltre ventimila fedeli. Persone legatissime alle dinamiche e alle abitudini quasi da piccola cittadina di provincia della Città Giardino e per i quali la movida selvaggia fatta di localini al posto di botteghe, con il relativo nefasto contorno di bivacchi, rifiuti e schiamazzi è chiaramente un fattore di invasiva molestia. Persone affezionate, sul piano simbolico, alla statua della Madonna, un ex voto dopo la tragedia della guerra, presente a centro piazza dal 1948. Per questo, a quanto si legge, è stata lanciata sul giornalino parrocchiale una raccolta firme tra i residenti per dire “no” al progetto. Il parroco Don Mario non ha poi escluso la possibilità di querelare il presidente Caudo per le sue dichiarazioni. E più di qualcuno, in questa querelle tra minisindaco e parroco, ha visto una sorta di remake delle baruffe tra Don Camillo e Peppone narrate da Guareschi e portate al cinema da Fernandel e Gino Cervi.
Alessandro Pino

Immagine

Giro di prostituzione in centri massaggi orientali a Monte Sacro e al quartiere Africano | di Alessandro Pino

12 Feb

[ROMA] È stata messa la parola fine dai Carabinieri su richiesta della Procura della Repubblica a un giro di prostituzione all’interno di tre centri massaggi orientali- tra cui uno in viale Tirreno a Monte Sacro e uno in via Fezzan al quartiere Africano, il terzo era a via Ziani, zona Medaglie d’Oro- frequentati per lo più da italiani. Sei persone di cui cinque donne cinesi e un italiano convivente con una cinese, ritenute responsabili a vario titolo e in concorso tra loro dei reati di istigazione, sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione, sono finite ai domiciliari. Per l’accusa le donne si occupavano della gestione dei centri mentre l’italiano si occupava essenzialmente della loro pubblicizzazione su internet: su siti specializzati l’attività era reclamizzata con annunci ritraenti giovani donne dai tratti asiatici in pose provocanti e abbigliamento succinto. Spesso le ragazze da impiegare nell’attività venivano reclutate direttamente in Cina. La media mensile dei tre centri era di circa seicento clienti per un volume d’affari complessivo registrato pari a circa ventimila euro mensili. I destinatari dei provvedimenti saranno sottoposti al regime degli arresti domiciliari presso le loro abitazioni site in Roma e, contestualmente, sarà nuovamente sottoposto a sequestro preventivo il centro massaggi di via Ziani.
Alessandro Pino

(Foto Comando Provinciale Carabinieri Roma)

Immagine

Muretto di via Cecco Angiolieri: controlli anti Covid della Polizia | di Alessandro Pino

6 Feb

[ROMA] Nell’ambito dei controlli anti Covid della Polizia per il rispetto del distanziamento sociale e l’utilizzo delle mascherine, gli agenti del III Distretto Fidene Serpentara sono intervenuti assieme ai colleghi del Reparto Mobile, del Reparto Prevenzione Crimine e della divisione amministrativa e sociale della Questura lungo il noto muretto di via Cecco Angiolieri a Talenti Bufalotta per evitare gli assembramenti dei giovani che abitualmente vi si radunano.

Inoltre due locali di Monte Sacro che violavano palesemente le attuali misure, sono stati sanzionati e dovranno restare chiusi rispettivamente per 2 e 3 giorni.

Alessandro Pino

(Foto di repertorio)

Immagine

Gira per Conca d’Oro con una pistola senza averne titoli e a casa gli trovano pugnali, machete, sfollagente, tirapugni e balestra | di Alessandro Pino

1 Feb

[ROMA] Girava per Prati Fiscali con una pistola senza averne i titoli e aveva in casa una balestra, un machete, un’accetta, tre tirapugni, cinque pugnali, dodici coltelli a serramanico e due sfollagente oltre a una shuriken (ma c’era anche una mazza da baseball): per questo un romano trentaquattrenne già noto alle forze dell’ordine è stato arrestato e denunciato dai Carabinieri.

I militari della Compagnia Monte Sacro lo avevano notato mentre si aggirava con atteggiamento sospetto nei pressi di un nei pressi di un condominio di via del Casale Giuliani (tra Conca d’Oro e Prati Fiscali). L’uomo è stato controllato venendo trovato in possesso di una semiautomatica Beretta 34 con relativo caricatore e 6 cartucce.
Durante la successiva perquisizione eseguita a casa dell’uomo sono state trovate le altre armi.
Alessandro Pino

(Foto Comando Provinciale Carabinieri Roma)

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: