Annunci
Archivio | Settebagni RSS feed for this section
Immagine

Settebagni: torna l’allarme furti in casa – di Alessandro Pino

21 Ago

[Roma] Due tentativi di furto con scasso sono stati segnalati la notte scorsa nel quartiere di Settebagni, periferia nord del Terzo Municipio. Le segnalazioni sono relative alla zona adiacente il capolinea Atac sulla Salaria e via Delle Lucarie. Torna dunque nella ex borgata l’allarme per le razzie che già aveva preoccupato i residenti nei mesi scorsi dopo ripetute incursioni e razzie. Risulta utile avvisarsi rapidamente tra vicini e residenti magari anche utilizzando la messaggistica di Whatsapp.

Alessandro Pino

Annunci
Immagine

Protocollo di intesa Comune di Roma FIGC e Salaria Sport Village per realizzare la casa delle Nazionali – di Luciana Miocchi

1 Ago

Con la delibera 148 Giunta Capitolina, votata il 30 luglio, lè stata determinata l’approvazione di un Protocollo di intesa tra Roma Capitale e la Federazione Italiana Gioco Calcio per realizzare la “Casa delle Nazionali” presso il ‘Salaria Sport Village’, in Via San Gaggio, a Settebagni.

Come si puó leggere sul sito della FIGC, “Il Centro, al cui interno verrà realizzato anche un Centro medico-fisioterapico all’avanguardia, potrà ospitare le Nazionali di calcio italiane; realizzare scambi con società sportive anche internazionali, incontri con Nazionali straniere e favorire lo svolgimento di attività tecnico-preparatorie per le Nazionali giovanili maschili e femminili, nonché programmi mirati per la valorizzazione dei giovani. Un progetto che, grazie allo sviluppo e alla promozione dell’attività sportiva ad alto livello e all’apporto di competenze e professionalità specifiche, permetterà alla città di Roma di godere di ulteriore attrattiva internazionale oltre che di una rilevante valenza sociale grazie, come proposto dalla FIGC, all’elaborazione di progetti rivolti a giovani provenienti da famiglie disagiate, a persone diversamente abili e alla realizzazione di una progettualità di responsabilità sociale. L’attuazione del Protocollo in oggetto è subordinata alla conclusione della procedura di trasferimento definitivo del compendio al patrimonio di Roma Capitale a seguito della confisca dello stesso e che non comporterà impegni di spesa a carico dell’Ente, perché l’investimento economico per il riammodernamento e la gestione ordinaria e straordinaria saranno presi in carico dalla FIGC. La Federcalcio, infatti, è intenzionata ad investire nella struttura per realizzare un polo sportivo d’eccellenza che, oltre al calcio e attraverso la collaborazione con altre Federazioni, possa ospitare diverse discipline sportive. Un’iniziativa prodromica alla realizzazione di una vera e propria Accademia di alta formazione, nella quale si affiancheranno diversi percorsi didattici rivolti ai giovani e agli atleti che si preparano per il post carriera”. Sempre sul sito della FIGC vengono riportati i commenti degli attori: “Una sinergia che rappresenta un’opportunità importante per la città di Roma e un regalo alle Nazionali di calcio, ma che non dimentica l’aspetto etico oltre che educativo dello sport” ha commentato la sindaca Virginia Raggi. “Vogliamo realizzare un programma che, attraverso una sana progettazione, favorisca inclusione sociale e integrazione rivolgendo la propria attenzione anche a quelle fasce di utenza svantaggiare. Quello della Giunta Capitolina è un atto importante, per il quale ringrazio in particolare la Sindaca Raggi – dichiara il Presidente della FIGC, Gabriele Gravina – è stato avviato un iter che nelle nostre intenzioni porterà alla realizzazione di qualcosa di unico, dal grande impatto sotto il profilo sportivo ma anche sociale e formativo”.

Parte della struttura del SSV fu al centro delle cronache giudiziarie scaturite dalla gestione commissariale dell’evento mondiali di nuoto 2009 e degli scandali seguenti es in questi dieci anni è stato comunque un polo di riferimento per le attività sportive del quartiere di Settebagni e di quelli limitrofi. Chissà se ora il progetto di FIGC e Comune di Roma lascerà il libero accesso ai residenti.

Giovanni Caudo, Presidente del III Municipio ha così esternato il suo pensiero: “Con la Casa delle Nazionali presso il Salaria Sport Village, viene posto un altro tassello per quella rinascita della Salaria che da tempo, ormai, auspichiamo e promuoviamo. È questo il segnale positivo per un futuro possibile per un’area dall’enorme potenziale in cui, come dimostrano anche le esperienze maturate in questi mesi e che hanno condotto alla chiusura del tmb e all’inaugurazione di Citylab 971, i cittadini e i giovani sono posti al centro del cambiamento”. “Ora – continua ancora Caudo – occorre, una volta di più, imprimere un’ulteriore accelerazione a questo processo, con un investimento reale, ideale e di senso su quelle fermate del treno – Fidene, Settebagni e Nuovo Salario – così vicine ma ancora non accessibili ai fruitori e indirizzare la bonifica e la riconversione dell’area ex tmb nell’ambito di una visione complessiva della nuova vita della via Salaria, come promesso e già avviato dal presidente Ama Luisa Melara”.

Luciana Miocchi

Immagine

Settebagni di nuovo sott’acqua, il Cdq attende risposte da un anno e mezzo – di Luciana Miocchi

29 Lug

Nonostante l’attività svolta dal Cdq, nessuna risposta è giunta da Roma Capitale, a distanza di un anno e mezzo

 

Le piogge battenti che hanno colpito la Capitale domenica hanno mandato di nuovo sott’acqua la parte del quartiere di Settebagni che si affaccia sulla via Salaria, oltre ad aver fatto saltare buona parte del manto stradale bisognoso di manutenzione, come già da tempo segnalato.

Sulle pagine fb del Comitato di Quartiere sono apparse puntuali proteste e richieste. E’ stato chiesto quindi al presidente Francesco Fusar Poli e alla vice presidente, Silvia De Rosa, di spiegare qual è al momento la situazione.

La questione allagamenti nella parte in pianura di Settebagni si ripropone ciclicamente, ad ogni temporale. Perché?

Abbiamo avuto una riunione – al quale abbiamo partecipato come Cdq di Settebagni, in Commissione capitolina il 22 marzo 2018, alla presenza di ACEA ATO2, SIMU, Direzione Tecnica Municipio lII. In quell’occasione il rappresentante di ACEA ha dichiarato che non è possibile dare una risposta immediata e completa se la rete idrica di Settebagni sia sottodimensionata poiché vi è la necessita di un approfondimento e soprattutto della conoscenza della rete delle acque meteoriche, che non sono di competenza di ACEA ma del Dipartimento SIMU U.O. Opere idrauliche e dissesto idrogeologicoACEA ATO2 ha verificato il funzionamento e la pulizia degli scolmatori — ricordiamo che stiamo parlando del 2018 – nei pressi della rotonda associato alla pulizia delle caditoie, tale intervento non è stato risolutivo, in quanto dopo detta pulizia si è verificato un nuovo allagamento. ACEA ATO2 doveva verificare il canale del fosso di Malpasso, poiché è risultato essere completamente intubato, attraverso una video ispezione e nonostante i sopraindicati interventi, l’acqua non riesce a defluire. Non abbiamo esito di questa video ispezione. I tecnici di ACEA ATO2, sempre in quell’occasione hanno chiesto se anche il tratto di fognatura delle acque meteoriche che è presente nella zona in cui si presentano puntualmente questi allagamenti sia allacciato allo stesso fosso, ma a tale richiesta SIMU non ha saputo fornire risposta. Già nella riunione della Commissione municipale dell’ottobre 2016, emerse che erano presenti sotto i marciapiedi dei canali di acque bianche, parzialmente ostruiti dalle radici dei platani, situazione che poteva favorire la formazione di allagamenti. Si è potuto anche riscontrare come lo stesso Cbtar con nota prot. n° 3483 del 26 giugno 2014 avesse segnalato che il carico idraulico di tale fosso a monte fosse stato modificato da un maggior carico idraulico, non autorizzato, proveniente dagli scarichi di edifici realizzati dalla società TACER. La presidente della Commissione Lavori Pubblici Capitolina, Alessandra Agnello, aveva quindi disposto che venisse eseguita celermente una indagine ispettiva di video ispezione su tale rete, per poter appurare gli elementi necessari al rispristino e corretto funzionamento idraulico di tale rete, auspicando che tali interventi venissero realizzati entro il 2018 ma di ciò non abbiamo più avuto notizia alcuna. Quindi allo stato non possiamo affermare con certezza quali siano i reali motivi dell’allagamento. Abbiamo notato che da quando sono in costruzione le case di Horti della Marcigliana, si allaga sempre il ponte grande di Settebagni, cosa che prima accadeva veramente di rado. Il tratto sotto il ponte è stato abbassato di 20 cm circa e vorremmo capire se questo o l’allacciamento delle fognature a quelle di via Salaria può provocare allagamenti nella parte del ponte grande.

Nonostante gli innumerevoli interventi del Cdq, l’ultimo lavoro di cui si ha memoria è la ripulitura del fosso tombato, circa dieci anni fa, sotto la giunta municipale Bonelli. La situazione miglioró ma non fu risolutiva. Cosa è successo nel frattempo?

A gennaio 2018 è stato pulito il fosso Casale della Marcigliana, a marzo 2018 quello lungo la via Salaria, come anche le caditoie.

Cosa Chiedete?

Che gli uffici competenti ci diano riscontro su cinque punti che per noi sono fondamentali:

il primo: verifica del Fosso Malpasso e della sua portata e se questo va a scaricare direttamente nelle vasche di raccolta delle pompe di sollevamento ubicate all’interno di detta rotonda mandandole in tilt; secondo:  vorremmo sapere se c’è stata la video Ispezione della rete fognaria e, nel caso, conoscerne i risultati; terzo: verifica del tratto di marciapiede di via Salaria in cui ci sono i canali delle acque bianche, per sapere se sono ostruiti dalle radici dei platani; quarto: Verifica delle condizioni delle fognature e pulizia delle griglie di raccolta acque al ponte grande di Settebagni, quello comunemente indicato come “della madonnina”; in ultimo, che sia prevista la pulizia periodica dei Fossi da parte degli Enti titolari. Chiediamo inoltre che sia istituito un tavolo di lavoro guidato dall’assessorato ai lavori pubblici e dalla commissione capitolina, con la partecipazione del III Municipio, di Simu, Acea Ato2 e la Regione Lazio, in quanto il Cbtar riceve fondi regionali per la manutenzione dei fossi, il Dipartimento Ambiente per le possibili eventuali ostruzioni provocate dalle radici degli alberi, in modo che ogni Ufficio abbia ben chiare le proprie competenze e possa agire in concertazione con gli altri, ognuno per la propria parte, al fine di risolvere l’annoso problema degli allagamenti ricorrenti.

Luciana Miocchi

 

Immagine

Settebagni: asfalto esploso dopo il temporale – di Alessandro Pino

28 Lug

[Roma] Quella nella foto è la situazione del tratto di via Salaria interno al quartiere di Settebagni dopo il temporale della scorsa notte: l’asfalto è letteralmente esploso all’incrocio con via Sant’Antonio di Padova, come già era accaduto in passato e si sperava non dovesse più accadere. Poco più avanti si è allagato il tratto antistante la rotonda.

Alessandro Pino

Immagine

Settebagni: cagnolini abbandonati salvati dalla Polizia – di Alessandro Pino

7 Lug

[Roma] Cinque cuccioli abbandonati in uno scatolone sono stati salvati dagli agenti del Reparto Prevenzione Crimine della Polizia di Stato nei pressi della loro caserma in zona Settebagni. I cagnolini sono stati trovati in una scatola di cartone con la scritta “regalo” poco prima delle 7 di mattina del 6 luglio. I poveri animaletti erano in buone condizioni ma tremanti per la paura e sporchi per le tante ore passate nella scatola.
I poliziotti, con l’aiuto di alcuni cittadini li hanno rifocillati e puliti, poi, con l’apporto della ASL, hanno affidato tre cagnolini al canile municipale, mentre altri due più fortunati sono stati subito adottati da una delle signore lì presenti.
Alessandro Pino

(foto Questura di Roma

Immagine

Qui Parco dei frutti, jungla metropolitana a Settebagni – di Luciana Miocchi

25 Giu

È d’estate che i parchi dovrebbero vivere la loro stagione più animata: bimbi piccoli e più grandicelli, le giornate che si allungano, il caldo, le panchine dove chiacchierare con tranquillità.

Se però la manutenzione scarseggia, i rifiuti rimangono per terra, l’erba cresce, le panchine spariscono inghiottite dalla jungla lussussereggiante – trova le panchine nelle foto- e, incoraggiata dalle piogge di marzo, aprile e maggio, il parco rimane un’utopia impossibile da realizzare. Questa è la situazione del parco dei Frutti, a Settebagni, oggi 25 giugno 2019. Gli altri spazi verdi de quartiere non se la passano meglio. Il Cdq ha trattato l’argomento anche nell’ultima riunione de direttivo.

Luciana Miocchi

Immagine

Settebagni si ritrova attorno a Sant’Antonio di Padova- di Alessandro Pino

14 Giu

[Roma] Come ogni anno, il quartiere di Settebagni si è ritrovato per la settimana di festeggiamenti in onore di Sant’Antonio di Padova, cui è intitolata la locale Chiesa parrocchiale. La giornata più sentita dai residenti è stata quella del 13 giugno, con la solenne processione al seguito della statua del Santo per le strade dell’ex borgata, guidata dal parroco Don Ruben Gallegos. Quest’anno vi proponiamo alcune suggestive immagini scattate da una fotografa d’eccezione, l’avvocato Maria Grazia Quanzo, che ce ne ha graziosamente concesso l’utilizzo. La serata del 13 giugno è stata conclusa da un appuntamento musicale di livello istituzionale con il concerto della Fanfara della Polizia di Stato.

Alessandro Pino

(foto: Avvocato Maria Grazia Quanzo)

Immagine

Settebagni: nuova sede per la Farmacia Daria Fabbri – di Alessandro Pino

27 Mag

[Roma] In una realtà come quella di Settebagni che nonostante le nuove edificazioni rimane tutto sommato raccolta e isolata rispetto al resto del Terzo Municipio e della Capitale, il trasloco della storica farmacia del quartiere in una nuova sede costituisce quasi un evento epocale: la farmacia della dottoressa Daria Fabbri si trova infatti ora al civico 1434 della Salaria, nei locali proprio accanto all’ufficio postale dove in precedenza c’era una banca. Numerosi sono stati i clienti che nella giornata inaugurale del 27 maggio hanno portato omaggi floreali per festeggiare la novità assieme alla dottoressa Fabbri e agli storici compagni di avventura: i veterani farmacisti dottori Stefano Bianchetti e Alessandra Pelli, la magazziniera Patrizia Bianchi ai quali si è aggiunto la new entry dottor Gianluigi Esposito. «Nel tempo il quartiere è cresciuto con nuove realtà e attività commerciali che dimostrano come ci sia bisogno di servizi nuovi – commenta la dottoressa Fabbri, che ha iniziato l’attività a Settebagni nel 2006 – anche il lavoro è cambiato perché sono aumentate le esigenze delle persone e anche la preparazione del cliente è maggiore. Di questa nuova sede mi piace da l’idea del tocco di verde all’esterno che dà l’idea di qualcosa di naturale e accompagna verso un punto di salute e poi l’accoglienza del cliente con il parcheggio più grande»

Alessandro Pino

Immagine

A Settebagni si rinnova il direttivo del Comitato di Quartiere: candidatevi! – di Alessandro Pino

2 Mag

[Roma] È tempo di rinnovare il direttivo del Comitato di Quartiere Settebagni per il biennio 2019-2021: chi volesse candidarsi – è necessario essere residenti o domiciliati nel quartiere oppure essere titolari di una attività commerciale in esso esistente – può inviare la propria domanda dal 3 al 15 maggio all’indirizzo di posta elettronica ufficiale comitato.settebagni@gmail.com oppure consegnarla a mano presso il campo sportivo Angelucci in via Salaria 1405 il 14 maggio dalle 16 alle 18. I candidati avranno modo di farsi conoscere dal pubblico in una assemblea che si terrà sempre presso il campo Angelucci il 17 maggio alle 17 e 30. Le votazioni si terranno i giorni 1 (dalle 16 alle 19) e 2 giugno (dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19) prossimi nel cortile antistante la Chiesa di Sant’Antonio di Padova.

Alessandro Pino

Immagine

A Settebagni aperta via Val d’Orcia: ma non potevano intitolarla al dottor Zerbo? – di Alessandro Pino

8 Apr

[Roma] È stato finalmente aperto nel pomeriggio di oggi il tratto di strada che a Settebagni collega via Capoliveri con la nuova zona residenziale nota come “Horti della Marcigliana”. L’inaugurazione della strada, chiamata “via Val d’Orcia” e che sicuramente influirà in modo positivo sui flussi di traffico verso la parte collinare del quartiere, è avvenuta alla presenza delle autorità del Terzo Municipio con in testa il presidente Giovanni Caudo, della Polizia di Roma Capitale e di rappresentanti del locale Comitato di Quartiere. Se per quanto riguarda la viabilità non dovrebbero esserci osservazioni negative, sul nome imposto alla via più di qualcuno ha storto il naso: si è persa infatti un’occasione per ricordare degnamente il dottor Rosario Zerbo che fu medico di base a Settebagni dai primi anni Cinquanta fino alle soglie del Duemila, scomparso poco dopo il pensionamento e ancora oggi ricordato per le doti di competenza, umanità e rude franchezza. A tale mancanza andrebbe posto rimedio, tanto più che nel Municipio la toponomastica legata alle valli è storicamente concentrata in zona Conca d’Oro, a diversi chilometri da Settebagni.
Alessandro Pino

Immagine

Sabato 30 marzo a Settebagni cresce ancora “l’Albero delle Identità” – di Alessandro Pino

26 Mar

[Roma] La stazione ferroviaria di Settebagni torna ad ospitare una sessione del progetto “Albero delle Identità” giunto alla sesta edizione: sabato 30 marzo dalle 18 alla 20 gli alunni delle scuole del quartiere e del territorio, i loro insegnanti, i lavoratori di Rete Ferroviaria Italiana e cittadini di ogni età espanderanno l’installazione decorativa che si dipana lungo il sottopasso e le gradinate della stazione, coordinati dallo staff di Happy Coaching and Counseling nell’ambito dell’iniziativa Ristazionarti promossa da Rfi.

Alessandro Pino

Immagine

Bel Poggio: arrestato per incendio di rifiuti – di Alessandro Pino

13 Mar

[Roma] Un italiano cinquantaquattrenne è stato arrestato dai Carabinieri della Stazione di Roma Settebagni per il reato di incendio doloso e combustione illecita di rifiuti. I militari, durante un servizio di controllo del territorio, nel transitare nei pressi di via del Monte di Casa – zona Bel Poggio, Terzo Municipio – hanno notato una colonna densa di fumo nero alzarsi da un maneggio situato nelle vicinanze. Temendo si fosse sviluppato un incendio nella struttura, i Carabinieri si sono precipitati per scongiurare il peggio. Una volta giunti sul posto però, i militari hanno trovato l’uomo intento a incendiare diversi rifiuti di vario genere che aveva accatastato. Vista la gravità degli indizi a suo carico, i militari hanno arrestato l’uomo e, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, lo hanno accompagnato presso la sua abitazione, agli arresti domiciliari, in attesa della celebrazione del rito direttissimo.

Alessandro Pino

Immagine

Settebagni: roghi tossici in riva al Tevere, tre arresti – di Alessandro Pino

17 Feb

[Roma] Due romeni e una guatemalteca sono stati arrestati ieri dai Carabinieri della Stazione Settebagni per avere acceso roghi tossici di rifiuti lungo la riva del Tevere: i militari transitando in via Riva del Fiume hanno notato una colonna di fumo alzarsi da un terreno nei pressi e sono intervenuti sorprendendo i tre stranieri. Uno di loro scaricava dei sacchi contenenti materiale plastico e di scarto da due furgoni, mentre gli altri due li incendiavano. Le fiamme sono state spente dai Vigili del Fuoco e l’area sottoposta a sequestro, mentre gli arrestati sono stati sottoposti agli arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni, in attesa del rito direttissimo.

Alessandro Pino

(foto Comando Provinciale Carabinieri Roma)

Immagine

Settebagni: furgone contromano rimane incastrato nel vecchio sottopasso – di Alessandro Pino

16 Feb

[Roma] Un furgone è rimasto incastrato sotto il vecchio sottopasso di via Sant’Antonio di Padova a Settebagni – Terzo Municipio – dopo averlo imboccato in direzione vietata, ossia verso la parte collinare del quartiere, nel pomeriggio del 16 febbraio. Pesanti i disagi alla circolazione. Seguiranno aggiornamenti.

Alessandro Pino

AGGIORNAMENTO

Il furgone è riuscito a disincastrarsi provocando però vari danni al sottopasso tra cui il distacco di un mattone.

Immagine

Tutti a ripristinare “L’albero delle identità” a Settebagni! – di Alessandro Pino

12 Feb

[Roma] Venerdì 15 febbraio andiamo tutti a ripristinare l’ “Albero delle Identità”, installazione decorativa che da qualche anno rallegra il sottopassaggio della stazione ferroviaria di Settebagni. Realizzato con tecniche di pittura, mosaico e applicazione di formelle sagomate a foglia, è opera corale di ragazzi delle scuole del territorio, specialmente di quelli della media Ungaretti facente capo all’Ic Uruguay, coordinati dalla Happy Coaching and Counseling Roma nell’ambito del progetto Ristazionarti promosso dalla Rete Ferroviaria Italiana. Nei giorni scorsi purtroppo qualche teppista ha rovinato una parte dell’albero e per questo il Comitato di Quartiere Settebagni ha organizzato un pomeriggio per rimediare ai danni. L’appuntamento è per le ore 17 e 30 fino alle 19 e 30.

Alessandro Pino

Immagine

Settebagni: cassonetti rotti e attorno a quelli sani crescono i rifiuti – di Alessandro Pino

11 Feb

[Roma] Questo è ciò che succede quando in una grande unità abitativa – un residence di sei palazzine a Settebagni – non vengono sostituiti i cassonetti dell’immondizia che vennero posizionati anni addietro con l’introduzione nel quartiere della raccolta porta a porta e nel tempo si sono danneggiati: trattandosi di quelli dell’indifferenziato, attorno ai bidoni superstiti si è creata una montagnola che sembra di stare a Chiaiano.

Alessandro Pino

Immagine

Imbrattato l’ “Albero della Vita” alla stazione di Settebagni – di Alessandro Pino

6 Feb

[Roma] Fino a oggi era rimasto indenne dalla teppaglia armata di vernice spray: l’ “Albero della Vita”, installazione artistica creata e ampliatasi negli anni lungo il sottopasso e le scalinate della stazione ferroviaria Settebagni, è stato imbrattato con alcuni scarabocchi tracciati a vernice dorata. Tra essi un “viva la f…” davanti al quale ci si domanda perché l’ignoto autore non vada a sfogare tanto entusiasmo ed energia sulla vicina via Salaria. Ricordiamo che l’ “Albero della Vita” – in forma di rami, radici e foglie – è stato modellato principalmente da studenti delle scuole del luogo sotto la guida della associazione “Happy Coaching and Counseling” nell’ambito di un progetto promosso dalla Rete Ferroviaria Italiana.

Alessandro Pino

(foto Comitato di Quartiere Settebagni)

Immagine

Nuovo orario di segreteria per la caserma dei Carabinieri di Settebagni – di Luciana Miocchi

4 Feb

fb_img_15322539841615895141877350.jpg

La notizia che stessero per accadere gravi cose riguardo la sicurezza nel quartiere, specialmente in riferimento alla locale Stazione dei Carabinieri ha cominciato a girare di bocca in bocca, passando per i social ma nessuno sapeva dire qualcosa di più preciso. E’ bastato un accesso diretto per scoprire l’arcano: le disposizioni sono già operative, infatti da qualche giorno l’orario di apertura al pubblico degli uffici termina alle 16,30 e non più alle 22,00 per decisione del Comando territoriale.  A breve verranno cambiate anche le targhe che riporteranno le nuove modalità di accesso. Questo perché la Stazione di Settebagni è stata spostata di fascia – le caserme sono divise in tre fasce a seconda dell’orario di apertura-  dalla seconda alla prima, che ha appunto un orario che va dalle 8,30 alle 16,30. Ciò non significa assolutamente che la Caserma verrà chiusa, eventualità esclusa in maniera categorica, avendo un bacino di utenza e di competenza di venticinquemila persone, che va dai confini con il Comune di Monterotondo alla Flaminia a Cinquina ma che verrà liberato un milite dal servizio di segreteria da aggiungere a quelli impegnati nei servizi sul territorio.  Certo fa impressione sapere che suonando al citofono nel pomeriggio, si entrerà in contatto con un operatore che risponde a decine di km di distanza ma ci si abitua a tutto, ci si abituerà anche a questo, ad un piccolo peggioramento nelle modalità di accesso per fare un qualsiasi tipo di esposto o di denuncia, mentre prima era possibile dopo l’orario d’ufficio, ora sarà necessario prendere un permesso dal lavoro, aggiungendo al danno, anche la beffa. D’altra parte, la ormai cronica carenza di personale porta a fare scelte delle scelte, per poter schierare più persone sul campo.

Luciana Miocchi

 

 

Immagine

Settebagni: se vi scaricano a casa la mondezza altrui – di Alessandro Pino

3 Feb

[Roma] Un vecchio mobiletto è stato gettato ai bordi della Salaria a Settebagni. Più volte su questo sito è stato documentato il fenomeno della teppistica dispersione di rifiuti ingombranti sulle strade del Terzo Municipio, a volte in modalità clamorose per tipo e quantità di materiali. Stavolta però è diverso e forse anche più grave: perché l’area su cui è stato lasciato il mobiletto (che non può essere ritirato con la normale immondizia indifferenziata ma va portato in una Isola Ecologica) è di proprietà privata e i sacchetti di spazzatura che vedete sono quelli lasciati dai legittimi utenti in attesa della raccolta porta a porta, essendosi rotti da tempo i bidoncini forniti con l’introduzione del servizio. Un po’ come se il troglodita di turno venisse a casa vostra e vi scaricasse la sua spazzatura sulla porta di ingresso, insomma.

Alessandro Pino

Immagine

Via Salaria a Settebagni: tipo mulattiera – di Alessandro Pino

26 Gen

[Roma] La foto si commenta da sola e non é che un esempio delle condizioni in cui si trova la via Salaria che passa internamente al quartiere di Settebagni, nel Terzo Municipio. Anche i muli e le capre di montagna troverebbero difficoltà a percorrere un tracciato in questo stato, figurarsi i veicoli.

Alessandro Pino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: