Annunci
Tag Archives: commissariato Fidene Serpentara

Spaccio al Tufello: altri quattro arrestati – di Alessandro Pino

10 Set

Due diverse operazioni condotte dai poliziotti del commissariato Fidene Serpentara nella famigerata piazza di spaccio al Tufello sono terminate con quattro persone in manette. 

image

I primi a venire arrestati per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti sono due romani –  padre e figlio – residenti nel quartiere: il padre, sessantunenne,
è stato notato dai poliziotti in via Monte Ruggero mentre consegnava una busta  al figlio di ventuno anni.
Il giovane si è accorto della presenza della polizia cercando di scappare nei cortili condominiali ma è stato fermato:. nella busta c’erano tre panetti di hashish pesanti in tutto tre etti.
Arrestati per lo stesso reato altri due individui, sempre in via Monte Ruggero: uno è stato notato mentre cedeva dosi di cocaina a più persone in cambio di denaro nei pressi di uno degli ingressi ai giardini condominiali, consegnando. l’incasso di volta in volta all’altro che durante la perquisizione è stato trovato in possesso di 480   euro
Alessandro Pino

(foto Questura di Roma)

Annunci

Fuori la farmacia a via Baseggio con scooter rubato e coltello: presi – di Alessandro Pino

9 Set

Si erano appostati con uno scooter fuori la farmacia di via Cesco Baseggio (zona Casale Nei, Terzo Municipio della Capitale): ma essendo due “vecchie conoscenze” della Polizia, quando di lì sono passati gli agenti del Commissariato Fidene Serpentara che si sono insospettiti avvicinandosi, hanno cercato di fuggire prima sul motociclo – abbandonandolo subito dopo – e poi a piedi nel parco delle Sabine. La fuga è durata poco:  

image

sono stati raggiunti e bloccati,
uno dei due venendo trovato con un coltello a serramanico, mentre lo scooter risultava rubato, ancora con il blocchetto di accensione forzato da uno spadino. In Commissariato
sono poi risultati a loro carico parecchi precedenti di polizia per rapina e – per uno dei due che aveva anche dato inizialmente false generalità –  una ordinanza di custodia cautelare per rapina. Quest’ultimo,  romano quarantunenne, è stato arrestato per il provvedimento a suo carico e denunciato per ricettazione,  false attestazioni e porto illegale di coltello e di arnesi atti allo scasso. L’ altro,  romano di 35 anni, deve rispondere di ricettazione e porto di arnesi atti allo scasso.
Alessandro Pino

(foto Questura di Roma)

Truffa del finto incidente a Porta di Roma: arrestato – di Alessandro Pino

31 Ago

image

Si era appostato nel parcheggio della galleria commerciale Porta di Roma portandosi dietro il figlio minorenne in cerca di prede cui spillare soldi con la truffa del finto incidente:  nel pomeriggio del 29 agosto un quarantacinquenne palermitano che ha dato un pugno sul cofano di una macchina  per far credere al guidatore, un anziano zoppicante,  di aver causato un danno alla propria vettura posteggiata accanto pretendendo un risarcimento.
Il truffatore non sapeva che nel parcheggio erano di servizio poliziotti in borghese del commissariato Fidene Serpentara i quali in collaborazione con le volanti di zona che hanno bloccato le uscite, hanno fermato l’uomo arrestandolo.
Alessandro Pino

(foto Questura di Roma)

Talenti: minaccia con le forbici le farmaciste per rapinarle – di Alessandro Pino

3 Ago

È entrato nella farmacia di via Nomentana 939 – ai bordi del quartiere Talenti – armato di forbici minacciando il personale per farsi consegnare l’incasso: 《Vi sfregio, vi infilzo la pancia, vi ammazzo》queste le frasi pronunciate.

image

Le due giovani farmaciste pur impaurite sono riuscite ad attivare il sistema di allarme collegato direttamente con la sala operativa della Questura di Roma.  Sono arrivate rapidamente le pattuglie della Polizia di Stato delle Volanti e del commissariato Fidene Serpentara in che hanno bloccato le uscite della farmacia.
A quel punto il rapinatore, romano quarantatreenne, ha gettato a terra le forbici e si è lasciato arrestare.
Alessandro Pino 

Straniero ubriaco alla Serpentara prende a calci autobus e tenta di aggredire l’autista: arrestato – di Alessandro Pino

28 Nov

image

È successo sabato sera – 26 novembre –  in via Amalia Bettini, zona Serpentara (Terzo Municipio della Capitale): un uomo completamente ubriaco ha fermato un autobus pubblico prendendo a calci e pugni la carrozzeria e cercando di scagliandosi contro l’autista. È intervenuta una pattuglia del vicino Commissariato di Polizia Fidene – Serpentara che lo ha bloccato e identificato e dopo che l’uomo ha anche ingaggiato una colluttazione con gli agenti. Lo scalmanato, un kosovaro trentanovenne, è stato arrestato per violenza e resistenza, lesioni personali e danneggiamento.
Alessandro Pino

Bufalotta: per rapinare una vecchietta la scaraventa a terra rompendole una spalla – di Alessandro Pino

8 Nov

Un energumeno di oltre un metro e novanta  che per depredare della borsa una vecchietta di settantacinque anni non ha esitato a colpirla scaraventandola a terra procurandole una frattura a una spalla: è accaduto la sera del 7 novembre in via Franco Sacchetti (tra Talenti e la Bufalotta, Terzo Municipio della Capitale). Alcuni testimoni – tra cui un commerciante membro del Comitato di Quartiere Talenti, presieduto da Manuel Bartolomeo – però hanno inseguito il

image

rapinatore che si era poi dato alla fuga e hanno telefonato nel frattempo al 112 (Numero Unico Emergenze). Sul posto sono arrivate alcune Volanti della Polizia di Stato che hanno fermato il fuggitivo portandolo poi negli uffici del Commissariato Fidene Serpentara dove sono risultati a suo carico precedenti di polizia. L’uomo, un campano ventinovenne, è stato quindi arrestato per rapina aggravata e condotto in carcere. Alla povera vecchietta, accompagnata in ospedale, è stata appunto riscontrata una frattura alla spalla con prognosi di un mese circa.
Alessandro Pino

(foto: Questura di Roma)

Roma – Via Salaria: un missile a 200 km/h. Dopo inseguimento i poliziotti fermano un trentenne

9 Lug

E’ questa mattina presto, verso le tre, quando per strada non c’è più o non c’è ancora nessuno…agli agenti dell’auto del reparto volanti impegnati nel loro giro di solitaria routine deve essere preso un colpo, dopo essersi resi conto che non si trattava di un’allucinazione collettiva né di un sogno fatto ad occhi aperti ma era proprio un’auto che procedeva nemmeno fosse un  proiettile sparato ad alta velocità su via Salaria – direzione Rieti – più o meno incrociata all’altezza del ponte della tangenziale est. L’inseguimento iniziato con il cuore in gola, vista la pericolosità dell’andatura del “missile”, la richiesta di rinforzi alla sala operativa. Gli agenti sono riusciti a raggiungere la vettura, guidata da un trentenne con il tasso alcolemico superiore di tre volte il consentito, soltanto nei pressi del Gra, a Castel Giubileo.

Accompagnato al Commissariato Fidene Serpentara, il conducente è stato denunciato per guida in stato di ebrezza e l’auto affidata ad un parente. Per fortuna, questa volta non si è fatto male nessuno.

Luciana Miocchi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: