Tag Archives: Alessandro Pino
Immagine

Jonio Christmas Park: un villaggio di Natale sopra la stazione metro- di Alessandro Pino

13 Dic

[ROMA] Il parco sul tetto della stazione metro Jonio ospita dal 14 al 22 dicembre “Jonio Christmas Park”, villaggio natalizio che prevede attività ricreative, culturali e musicali organizzate dalla associazione di protezione civile Nsa Roma Nord assieme ai ragazzi di URBANz. Obiettivo della manifestazione è far rivivere il Municipio III e sensibilizzare la cittadinanza al rispetto del proprio territorio attraverso la propria cultura, aggregando, coinvolgendo e divertendo.

Questo è il calendario degli appuntamenti:

Sabato 14 Dicembre

ORE 10:00
incontro con i volontari di Protezione Civile e discorsi di apertura evento.
Colazione offerta dalla NSA ROMA NORD.
Dibattito sulle Emergenze e sui punti critici del terzo Municipo
La Protezione Civile nel Terzo Municipio.
Saranno presenti le Associazioni Caer, Cosmos, Fukyo, Nsa Roma Nord.

ORE 16:00
Spettacolo Circense e di Giocoleria a cura della associazione 238 Hangar delle Arti

Ore 18:00
Spettacolo Teatrale
” Tutti Dicon Buon Natale”
a cura della Compagnia ARTISTIDEA di Sonia Viviani

Ore 21:00
Live Performance e DJ SetRude MC – Flaminio Maphia

Domenica 15 Dicembre

ORE 16:00
Spettacolo Circense e di Giocoleria a cura della associazione
238 Hangar delle Arti

Ore 18:00
Spettacolo Teatrale
“Storie Sotto l’Albero”
a cura della Compagnia ARTISTIDEA di Sonia Viviani

Performance e DJ SetURBANz Live FEST

Lunedi 16 Dicembre

ORE 16:00
Laboratori di Circo ludico per bambini dai 4 agli 11 anni
238 Hangar delle Arti

Ore 18:00
Spettacolo Teatrale
” Tutti dicon Buon Natale”
a cura della Compagnia : ARTISTIDEA di Sonia Viviani

Ore 21:00
Ilive Music Night Martedi 17 Dicembre

ORE 16:00
Laboratori di Circo ludico per bambini dai 4 agli 11 anni
238 Hangar delle Arti

Ore 18:00
Spettacolo Teatrale
” Storie sotto l’Albero”
a cura della Compagnia : ARTISTIDEA di Sonia Viviani

Ore 21:00
Live e Dj set
URBANz JAM Mercoledi 18 Dicembre

ORE 16:00
Laboratori di Circo ludico per bambini dai 4 agli 11 anni
238 Hangar delle Arti

Ore 18:00
Laboratorio teatrale didattico
“CHEESMAKER”
Laboratorio a cura di Walter del Greco per bambini dai 3 ai 15 anni

Ore 21:00
Live Performance e DJ SetStrade + Martiri LIVE

Giovedi 19 Dicembre
Ore 16:00
Laboratori di Circo ludico per bambini dai 4 agli 11 anni
238 Hangar delle Arti

Ore 18:00
Laboratorio teatrale didattico
“Frankie e il lungo viaggio dei Cibi”
Laboratorio a cura di Walter del Greco per bambini dai 3 ai 15 anni

Ore 21:00
Spettacolo Teatrale
IL MESTIERE DI VIVERE
Per una poetica della precarietà dell’oggi
A cura del gruppo Arti Grande come una città

Venerdi 20 Dicembre
Ore 16:00
Laboratori di Circo ludico per bambini dai 4 agli 11 anni
238 Hangar delle Arti

Ore 18:00
“Come scrivere un Romanzo”
Cenni sulla scrittura creativa
a cura dello scrittore Rocco Ruggiero

Ore 21:00
Live Performance e DJ SetRude MC – Flaminio Maphia

Sabato 21 Dicembre
ORE 9:30
la Formazione e l’informazione nel Volontariato di Protezione Civile
Previsione e prevenzione delle Calamita di Protezione Civile
Cenni sulle normative che regolano il mondo del volontariato
e sulle norme di sicurezza 81/08
Associazioni Presenti (Caer,Cosmos, Fukyo, Nsa Roma Nord)

Ore 16:00
Spettacolo di Circo ludico per bambini dai 4 agli 11 anni
238 Hangar delle Arti

Ore 18:00
Spettacolo Teatrale di Stand UP
“Con i piedi fortemente poggiati sulle nuvole”
Gabriele Linari racconta Flaiano

Live Performance e DJ SetSpecial VIP Guest

Domenica 22 Dicembre

Ore 16:00
Spettacolo di Circo ludico per bambini dai 4 agli 11 anni
238 Hangar delle Arti

Ore 18:00
Laboratorio teatrale didattico
“CHEESMAKER”
Laboratorio a cura di Walter del Greco per bambini dai 3 ai 15 anni

Ore 21:00
Spettacolo Teatrale
“Donne è arrivato l’arrotino”
Lame che trafiggono lame da impugnare
Per una poetica della precarietà dell’oggi
A cura del gruppo Arti Grande come una città.

Ingresso gratuito.

Alessandro Pino

Immagine

A Talenti tornano i panettoni e pandori che aiutano i piccoli pazienti del Bambin Gesù- di Alessandro Pino

11 Dic

[ROMA] Tornano gli appuntamenti con la campagna “Una dolcezza che crea dolcezza” promossa da alcuni anni sul territorio del Terzo Municipio dalla associazione “Infinito amore da Emanuele Ciccozzi onlus” in occasione delle Festività natalizie e pasquali. Finalità delle iniziative è il sostegno a progetti a favore del reparto onco-ematologico dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù con la vendita dei suoi prodotti solidali (a Dicembre i panettoni e pandori).<Il nostro obiettivo è di regalare sorrisi e portare gioia ed energia in questo reparto- spiega Claudia Colloca, presidente della associazione e mamma del bambino, scomparso per una grave malattia, cui è intitolata l’associazione- cercando di allegerire la dura realtà dell’ospedalizzazione.
Aiutateci a realizzare i nostri progetti>. I prossimi appuntamenti per comprare i buoni (in ogni senso) panettoni e pandori saranno a Talenti il 14 dicembre in orario 8,30-12,30 alla scuola Cecco Angiolieri e il 20 dicembre in orario 8,30-14 scuola Caterina Usai.

Alessandro Pino

Immagine

Sacco Pastore: spacciatori in manette- di Alessandro Pino

8 Dic

[ROMA] Nelle scorse ore i Carabinieri hanno arrestato in via Valsugana – zona Sacco Pastore- un quarantacinquenne romano e un cinquantaduenne albanese, entrambi già noti per precedenti di droga. I due erano stati controllati mentre passeggiavano con un atteggiamento che ha suscitato i sospetti dei militari. Infatti sono stati trovati in possesso di dieci dosi di cocaina e cinque di hashish, oltre a circa trecento euro in contanti, ritenuti provento dello spaccio.

Alessandro Pino

Immagine

Le mamme del terremoto di Norcia premiate dalla Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni – di Alessandro Pino

8 Dic

[ROMA] Si è svolta lo scorso 7 dicembre nel complesso del Tempio della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni (conosciuta anche come Mormone) in via Di Settebagni la premiazione di dieci mamme provenienti da Norcia, cittadina duramente colpita dagli eventi sismici che devastarono numerose località del Centro Italia (radendo pressoché al suolo Amatrice, come è noto) tra l’estate del 2016 e i primi mesi del 2017. Il Riconoscimento per i Valori della Famiglia viene conferito annualmente a chi si è contraddistinto per aver difeso l’istituzione della famiglia. Le mamme sono state dunque premiate perché, pur in quei momenti difficili, hanno deciso di investire nel futuro dando alla luce un figlio. Alla cerimonia erano presenti il presidente del Terzo Municipio, Giovanni Caudo, il sindaco di Norcia, Nicola Alemanno e l’onorevole Maria Teresa Bellucci, mentre a fare gli onori di casa c’erano l’Anziano Alessandro Dini Ciacci, responsabile della Chiesa per l’Italia, con la moglie Sara. «Oggi abbiamo celebrato la gioia dei valori familiari – ha commentato Dini Ciacci – siamo fermamente convinti che la famiglia, così come ordinata da Dio, sia la fonte delle gioie più grandi della vita e che sia degna di ogni sforzo e di ogni attenzione».
Alessandro Pino

Immagine

Bufalotta: con la droga nella Smart cerca di scappare dai Carabinieri- di Alessandro Pino

8 Dic

[ROMA] Alla guida di una Smart aveva cercato di evitare un posto di controllo dei Carabinieri in via Villa di Faonte alla Bufalotta sterzando e dando una bella sgasata. Il motivo è che nel portaoggetti della macchina aveva alcune dose di cocaina. La guidatrice trentanovenne è stata però raggiunta dopo pochi metri e controllata accuratamente. Per lei è scattata la denuncia di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Alessandro Pino

Immagine

Contro le truffe agli anziani in Terzo Municipio incontri con la Polizia di Roma Capitale- di Alessandro Pino

3 Dic

[ROMA] Il fenomeno delle truffe agli anziani è sempre più diffuso e non passa giorno senza che arrivino segnalazioni anche dal territorio del Terzo Municipio. Si tratta di reati particolarmente odiosi specialmente perché compiuti contro persone indebolite dal peso degli anni e spesso facenti leva sulla naturale preoccupazione per i loro cari, come nel caso delle richieste di denaro per falsi incidenti o fantomatici prestiti in cui sarebbero coinvolti figli o nipoti (ovviamente all’oscuro di tutto) con tanto di complici al telefono che si spacciano per loro. Per mettere in guardia i nostri vegliardi da questo e altri tranelli scende in campo il corpo della Polizia Locale di Roma Capitale che ha organizzato nei centri anziani del Terzo Municipio una serie di incontri- intitolata “Insieme siamo più forti” – anche per farsi conoscere meglio dai loro frequentatori. Il progetto, che prevede anche la distribuzione ai partecipanti di un utile promemoria, nasce in collaborazione con il Dipartimento Politiche Sociali capitolino, la Prefettura di Roma e Farmacap. Gli incontri durano un paio di ore circa dalle 16 alle 18 e qui di seguito trovate il calendario dei prossimi con gli indirizzi:
a via Capraia 35 il 4 e 11 dicembre, in via di Aguzzano 9 il 10 dicembre, via Cifariello 1 il 4 e 11 dicembre, via Dina Galli 4 il 10 dicembre, via Pasquariello 46 il 4 e 11 dicembre, via Salaria 1177 (Castel Giubileo) il 10 dicembre, largo Monte San Giusto 12 il 4 e 11 dicembre, via Serassi 75 (Cinquina) il 10 dicembre, via Renato Fucini 265/B (Talenti) il 4 e 11 dicembre, via Di Settebagni 294 il 10 dicembre, via Isola Bella 7 il 4 e 11 dicembre, via Val d’Ala il 10 dicembre.

Alessandro Pino

Immagine

Troviamo un nome al simpatico cinghialetto di Settebagni- di Alessandro Pino

30 Nov

[ROMA] Un simpatico cinghialetto è stato visto aggirarsi per via Sant’Antonio di Padova a Settebagni verso l’una di pomeriggio del 30 novembre. Il suino con ogni probabilità è arrivato dalla adiacente campagna della Marcigliana in cerca di cibo, come accade da mesi anche in altre zone del Terzo Municipio e del resto della Capitale. La voce della presenza (non tanto insolita a quanto si è letto) si è sparsa rapidamente anche sui gruppi social di zona. A questo punto, visto che il cinghiale è diventato un abituèe del posto si potrebbe anche indire un sondaggio su che nome dargli…

Alessandro Pino

Immagine

Al Chiostro del Bramante i “Ritratti” di Bruno Bruni- di Alessandro Pino

30 Nov

[ROMA] La storica cornice del Chiostro del Bramante ha ospitato lo scorso 29 novembre la presentazione del nuovo libro fotografico di Bruno Bruni (il terzo fino a oggi e il primo in bianco e nero) intitolato “Ritratti” , edito da The Pigswick Papers: si tratta di un lungo viaggio sentimentale per immagini nella memoria dell’autore per rievocare fatti, sensazioni e situazioni legate a cinquanta persone da lui incontrate. Bruno Bruni ha iniziato a fotografare nel 1980 centrando il suo interesse sull’Uomo. Ha effettuato diverse mostre personali e partecipato a esibizioni collettive sia di foto che di portfolio. L’appuntamento al Chiostro del Bramante è stato organizzato con il patrocinio di “Arte e Città a Colori” e la collaborazione di “Segnalazioni Letterarie”. <Una grande affluenza di pubblico- ha commentato Franco Galvano, presidente di “Arte e Città a Colori” – direi un successo>.

Alessandro Pino

Immagine

Talenti: ladro di auto beccato sul fatto- di Alessandro Pino

28 Nov

[ROMA] Un trentatreenne albanese, senza occupazione e con precedenti, è stato arrestato la scorsa notte dai Carabinieri a Talenti- lato Bufalotta Rinascimento – con l’accusa di tentato furto aggravato. I militari lo hanno visto in via Ezra Pound mentre stava accovacciato vicino a un’auto parcheggiata in strada e sono intervenuti. Il malvivente è stato bloccato mentre tentava di rubare la macchina usando un disturbatore di frequenze elettronico in grado di interferire sui segnali radio degli antifurto e alcuni arnesi da scasso. L’arrestato è stato poi portato in caserma e trattenuto nelle camere di sicurezza, in attesa del processo per direttissima.

Alessandro Pino

Immagine

Manda il cugino al suo posto all’esame della patente: denunciati- di Alessandro Pino

28 Nov

[ROMA] Due cugini ghanesi sono stati denunciati dalla Polizia per tentata truffa ieri pomeriggio dopo aver cercato di fare i furbi agli esami per la patente presso la Motorizzazione Civile sulla Salaria a Fidene: uno dei due doveva appunto sostenere la prova teorica alla quale già era stato bocciato una volta e non sentendosi preparato ha mandato al suo posto il cugino. Controllando i documenti gli impiegati si sono insospettiti perché la persona davanti a loro somigliava a quella della foto sul documento ma era diversa per la forma del naso e un neo mancante. Per questo hanno chiamato la Polizia e gli agenti delle Volanti intervenuti hanno messo di fronte all’evidenza il candidato che ha ammesso di essersi sostituito al cugino.
Alessandro Pino

Immagine

Piazza Istria: in due anni spilla migliaia di euro a un anziano- di Alessandro Pino

27 Nov

[ROMA] In quasi due anni si ritiene abbia spillato circa trentamila euro a uno sprovveduto settantaseienne facendo leva sulla sua compassione: una trentatrenne romena è stata denunciata per truffa dalla Polizia dopo l’ultimo episodio in cui l’anziano stava per consegnarle oltre cinquemila euro in contanti a piazza Istria. Tutto era iniziato era iniziato due anni prima a piazza Bologna dove la romena chiedeva l’elemosina: in quell’occasione l’anziano l’aveva rifocillata con una bevanda calda e con qualcosa da mangiare, poi nel tempo era riuscita ad avvicinarglisi sempre più iniziando a chiedergli grosse somme di denaro. Di volta in volta la scusa era che i soldi le servivano per pagare l’affitto di una stanza, per risolvere dei problemi giudiziari, per la caparra dell’affitto di un nuovo appartamento. In aggiunta a questo c’erano i regali che l’uomo sistematicamente le faceva.
Ma all’ultimo prelievo di denaro che l’anziano avrebbe usato per sbloccare una polizza assicurativa emessa a suo favore pari a 30.000 euro, l’impiegata della banca si è insospettita e ha chiamato la Polizia. Gli agenti del commissariato Sant’Ippolito hanno così hanno organizzato una trappola a Piazza Istria, facendo incontrare l’uomo e la sua aguzzina. Appena consegnata la busta con i contanti nelle mani della donna ché era tenuta sotto controllo, questa è stata fermata e denunciata per il reato di truffa.

Alessandro Pino

Immagine

Viale Libia: occupava una casa scroccando la corrente al vicino – di Alessandro Pino

26 Nov

[ROMA] Una cinquantenne marocchina che da circa due anni occupava abusivamente un appartamento al quarto piano di un signorile edificio di viale Libia nel quartiere Africano è stata arrestata dalla Polizia per furto aggravato di energia elettrica. Le indagini sono iniziate dopo la segnalazione del proprietario di un appartamento nel condominio che si è visto recapitare bollette esorbitanti rispetto al reale consumo. Gli agenti insieme ad un tecnico inviato dall’azienda fornitrice di corrente hanno fatto luce – è il caso di dirlo – sulla faccenda. Si è scoperto che la straniera,
rimasta senza corrente in quanto da mesi non pagava le bollette di casa, si era allacciata al contatore di un altro alloggio alimentando a scrocco il suo. Quando gli agenti hanno suonato al campanello della donna, questa non ha aperto tentando di sottrarsi al controllo ma alla fine ha desistito. Portata al Commissariato Vescovio dove è risultata avere una precedente denuncia per lo stesso reato, è stata arrestata e questa mattina è stata processata per direttissima: condannata a due mesi e 20 giorni di reclusione è stata rimessa in libertà.
Alessandro Pino

Immagine

“Fino alla fine – romanzo di una catastrofe”: nel nuovo libro di Angelo Mellone il futuro dell’acciaio a Taranto, adesso

24 Nov

[di Alessandro Pino]

C’è una grande storia industriale italiana di cui forse stiamo assistendo in questi giorni all’ultimo atto: è quella delle acciaierie di Taranto, il Siderurgico come viene chiamato il complesso nella città pugliese, via via conosciute nel resto del Paese come Ilva, Italsider, nuovamente Ilva e ultimamente Arcelor Mittal. Un complesso industriale che ha dato e ancora potrebbe dare lavoro e vita a decine di migliaia di famiglie, accusato però – talvolta sull’onda di un certo ambientalqualunquismo oltranzista – di avere anche dato la morte per via dei fumi delle ciminiere e delle esalazioni di scarico e oggetto di ripetuti, controversi interventi giudiziari e normativi. Di questa storia se ne occupa da anni Angelo Mellone, giornalista e dirigente Rai, autore e conduttore di trasmissioni di successo, tarantino di origine e legato ad essa visceralmente anche per motivi letteralmente di sangue: il papà fu tra le primissime matricole del gigantesco stabilimento ed è mancato a causa di un tumore fulminante. Adesso Mellone l’ha portata in un suo libro intitolato “Fino alla fine – romanzo di una catastrofe”, edito da Mondadori e che in questi giorni l’autore sta presentando in tutta la nostra disgraziata penisola che un tempo era tra le maggiori potenze industriali del mondo e in cui ogni realtà produttiva sembra condannata a diventare un “ex qualcosa”. In occasione della presentazione a Roma presso la sala conferenze della Fondazione Alleanza Nazionale sono intervenuti sul tavolo dei relatori nomi di peso del giornalismo come quelli di Mario Sechi (direttore dell’Agi e in passato alla guida de Il Tempo), Laura Tecce (opinionista in trasmissioni televisive e firma di importanti testate), Barbara Li Doni che ha seguito la vicenda da inviata del Tg5, Pierangelo Maurizio di Lettera 22 con Francesco Storace (attualmente direttore del Secolo d’Italia) a fare gli onori di casa, mentre nel pubblico si sono visti tra gli altri l’ex sindaco di Roma Gianni Alemanno, l’inviata della Rai Camilla Nata e Barbara Ricciuti. Il romanzo è innescato sul passaggio all’età adulta dei personaggi già visti in un precedente romanzo di Mellone le cui vicende si intrecciano con quella del Siderurgico. Ambientate nel 2022, mostrano una sorprendente corrispondenza agli eventi anche politici di questi giorni il cui corso si è accelerato e compresso arrivando a dipingere una sorta di distopia presente al punto che secondo l’autore: « Ho cominciato a preoccuparmi delle mie doti di Cassandra» visto che il libro è stato terminato di scrivere diversi mesi fa quando nessuno, tranne Mellone appunto, immaginava il quadro attuale. Ma è davvero finita per il Siderurgico di Taranto o c’è ancora speranza? «Nel romanzo no, tanto è che il sottotitolo è “romanzo di una catastrofe” , nella realtà mi auguro con tutta la forza e il cuore che si esca da quella che rimane la più grande e grave crisi industriale del dopoguerra – conclude Mellone – ci vuole una fabbrica che produca acciaio pulito senza ammazzare la gente perché messa a norma quella fabbrica può essere ancora competitiva sul mercato globale. A Taranto si deve ritornare a fare il miglior acciaio del mondo».
Alessandro Pino

Immagine

“Fino alla fine – romanzo di una catastrofe”: nel nuovo libro di Angelo Mellone il futuro dell’acciaio a Taranto, adesso

24 Nov

[di Alessandro Pino]

C’è una grande storia industriale italiana di cui forse stiamo assistendo in questi giorni all’ultimo atto: è quella delle acciaierie di Taranto, il Siderurgico come viene chiamato il complesso nella città pugliese, via via conosciute nel resto del Paese come Ilva, Italsider, nuovamente Ilva e ultimamente Arcelor Mittal. Un complesso industriale che ha dato e ancora potrebbe dare lavoro e vita a decine di migliaia di famiglie, accusato però – talvolta sull’onda di un certo ambientalqualunquismo oltranzista – di avere anche dato la morte per via dei fumi delle ciminiere e delle esalazioni di scarico e oggetto di ripetuti, controversi interventi giudiziari e normativi. Di questa storia se ne occupa da anni Angelo Mellone, giornalista e dirigente Rai, autore e conduttore di trasmissioni di successo, tarantino di origine e legato ad essa visceralmente anche per motivi letteralmente di sangue: il papà fu tra le primissime matricole del gigantesco stabilimento ed è mancato a causa di un tumore fulminante. Adesso Mellone l’ha portata in un suo libro intitolato “Fino alla fine – romanzo di una catastrofe”, edito da Mondadori e che in questi giorni l’autore sta presentando in tutta la nostra disgraziata penisola che un tempo era tra le maggiori potenze industriali del mondo e in cui ogni realtà produttiva sembra condannata a diventare un “ex qualcosa”. In occasione della presentazione a Roma presso la sala conferenze della Fondazione Alleanza Nazionale sono intervenuti sul tavolo dei relatori nomi di peso del giornalismo come quelli di Mario Sechi (direttore dell’Agi e in passato alla guida de Il Tempo), Laura Tecce (opinionista in trasmissioni televisive e firma di importanti testate), Barbara Li Doni che ha seguito la vicenda da inviata del Tg5, Pierangelo Maurizio di Lettera 22 con Francesco Storace (attualmente direttore del Secolo d’Italia) a fare gli onori di casa, mentre nel pubblico si sono visti tra gli altri l’ex sindaco di Roma Gianni Alemanno, l’inviata della Rai Camilla Nata e Barbara Ricciuti. Il romanzo è innescato sul passaggio all’età adulta dei personaggi già visti in un precedente romanzo di Mellone le cui vicende si intrecciano con quella del Siderurgico. Ambientate nel 2022, mostrano una sorprendente corrispondenza agli eventi anche politici di questi giorni il cui corso si è accelerato e compresso arrivando a dipingere una sorta di distopia presente al punto che secondo l’autore: « Ho cominciato a preoccuparmi delle mie doti di Cassandra» visto che il libro è stato terminato di scrivere diversi mesi fa quando nessuno, tranne Mellone appunto, immaginava il quadro attuale. Ma è davvero finita per il Siderurgico di Taranto o c’è ancora speranza? «Nel romanzo no, tanto è che il sottotitolo è “romanzo di una catastrofe” , nella realtà mi auguro con tutta la forza e il cuore che si esca da quella che rimane la più grande e grave crisi industriale del dopoguerra – conclude Mellone – ci vuole una fabbrica che produca acciaio pulito senza ammazzare la gente perché messa a norma quella fabbrica può essere ancora competitiva sul mercato globale. A Taranto si deve ritornare a fare il miglior acciaio del mondo».
Alessandro Pino

Immagine

“Fino alla fine – romanzo di una catastrofe”: nel nuovo libro di Angelo Mellone il futuro dell’acciaio a Taranto, adesso

24 Nov

[di Alessandro Pino]

C’è una grande storia industriale italiana di cui forse stiamo assistendo in questi giorni all’ultimo atto: è quella delle acciaierie di Taranto, il Siderurgico come viene chiamato il complesso nella città pugliese, via via conosciute nel resto del Paese come Ilva, Italsider, nuovamente Ilva e ultimamente Arcelor Mittal. Un complesso industriale che ha dato e ancora potrebbe dare lavoro e vita a decine di migliaia di famiglie, accusato però – talvolta sull’onda di un certo ambientalqualunquismo oltranzista – di avere anche dato la morte per via dei fumi delle ciminiere e delle esalazioni di scarico e oggetto di ripetuti, controversi interventi giudiziari e normativi. Di questa storia se ne occupa da anni Angelo Mellone, giornalista e dirigente Rai, autore e conduttore di trasmissioni di successo, tarantino di origine e legato ad essa visceralmente anche per motivi letteralmente di sangue: il papà fu tra le primissime matricole del gigantesco stabilimento ed è mancato a causa di un tumore fulminante. Adesso Mellone l’ha portata in un suo libro intitolato “Fino alla fine – romanzo di una catastrofe”, edito da Mondadori e che in questi giorni l’autore sta presentando in tutta la nostra disgraziata penisola che un tempo era tra le maggiori potenze industriali del mondo e in cui ogni realtà produttiva sembra condannata a diventare un “ex qualcosa”. In occasione della presentazione a Roma presso la sala conferenze della Fondazione Alleanza Nazionale sono intervenuti sul tavolo dei relatori nomi di peso del giornalismo come quelli di Mario Sechi (direttore dell’Agi e in passato alla guida de Il Tempo), Laura Tecce (opinionista in trasmissioni televisive e firma di importanti testate), Barbara Li Doni che ha seguito la vicenda da inviata del Tg5, Pierangelo Maurizio di Lettera 22 con Francesco Storace (attualmente direttore del Secolo d’Italia) a fare gli onori di casa, mentre nel pubblico si sono visti tra gli altri l’ex sindaco di Roma Gianni Alemanno, l’inviata della Rai Camilla Nata e Barbara Ricciuti. Il romanzo è innescato sul passaggio all’età adulta dei personaggi già visti in un precedente romanzo di Mellone le cui vicende si intrecciano con quella del Siderurgico. Ambientate nel 2022, mostrano una sorprendente corrispondenza agli eventi anche politici di questi giorni il cui corso si è accelerato e compresso arrivando a dipingere una sorta di distopia presente al punto che secondo l’autore: « Ho cominciato a preoccuparmi delle mie doti di Cassandra» visto che il libro è stato terminato di scrivere diversi mesi fa quando nessuno, tranne Mellone appunto, immaginava il quadro attuale. Ma è davvero finita per il Siderurgico di Taranto o c’è ancora speranza? «Nel romanzo no, tanto è che il sottotitolo è “romanzo di una catastrofe” , nella realtà mi auguro con tutta la forza e il cuore che si esca da quella che rimane la più grande e grave crisi industriale del dopoguerra – conclude Mellone – ci vuole una fabbrica che produca acciaio pulito senza ammazzare la gente perché messa a norma quella fabbrica può essere ancora competitiva sul mercato globale. A Taranto si deve ritornare a fare il miglior acciaio del mondo».
Alessandro Pino

Immagine

Piazza Bologna: finti gioielli ai polli, truffatore in manette- di Alessandro Pino

22 Nov

[ROMA] Un pluripregiudicato di 46 anni senza fissa dimora è stato arrestato nelle scorse ore dai Carabinieri mentre stava raggirando una donna nella stazione della metropolitana di piazza Bologna. L’uomo aveva appena ceduto alla ingenua vittima in cambio di venti euro un anello in metallo di colore giallo, spacciandolo per oro e mostrando una falsa punzonatura orafa. Appena avvenuto lo scambio tra i soldi e la patacca sono intervenuti i militari che hanno bloccato il truffatore. Nel corso della perquisizione, il lestofante è stato trovato in possesso di altri dodici anelli della stessa fattura pronti per essere spacciati come preziosi ai polli di turno. Trattenuto in caserma, il truffatore è in attesa del rito direttissimo.
Alessandro Pino

Immagine

Insieme a Retake per fare più bella la scuola Cecco Angiolieri- di Alessandro Pino

22 Nov

[ROMA] Anche la scuola Cecco Angiolieri nella via omonima a Talenti ha aderito al progetto Retake, seguendo così l’esempio della Caterina Usai e del Liceo Orazio a via Savinio che nel quartiere hanno aperto la strada della collaborazione con l’associazione di volontari attivi nella riqualificazione del territorio. La mattina di sabato 23 novembre dunque ci saranno insieme genitori, docenti, alunni- ma ogni volontario sarà benvenuto- che puliranno l’area esterna, metteranno a dimora nuove piante per creare un’area verde e di relax, ridipingeranno i muretti.
<Alla Cecco Angiolieri l’evento di recupero degli spazi comuni non sarà a conclusione del progetto annuale ma viene fatto in apertura dell’anno- spiega l’avvocato Simona Martinelli, coordinatrice di Retake Roma Terzo Municipio- inauguriamo un anno Retake e speriamo con una grande partecipazione dei docenti che è fondamentale. Abbiamo tante idee che insieme a loro potremo portare avanti per fare educazione civica ai ragazzi divertendoli>. L’inizio delle attività è previsto per le nove e mezza.

Alessandro Pino

Immagine

Sacco Pastore: tenta di rapinare un poliziotto, in manette- di Alessandro Pino

19 Nov

[ROMA] Tentativo di rapina in strada ieri pomeriggio all’incrocio tra via Val di Nievole e via Val Trompia, zona Sacco Pastore a Monte Sacro. Un ventisettenne romano con numerosi precedenti ha avvicinato un passante che si trovava in compagnia di un’amica, pretendendo del denaro e al suo rifiuto ha cominciato a strattonarlo minacciandolo di morte. Ma al delinquente è andata male, perché il bersaglio che aveva abbordato era un poliziotto che si è qualificato mostrandogli tesserino di servizio e placca identificativa. Nonostante questo il rapinatore non ha desistito, minacciandolo pesantemente: <Non me ne frega, tiro fuori la pistola, te sparo dietro la testa>. A quel punto l’agente ha chiesto aiuto alla sala operativa della Questura di Roma che ha inviato due pattuglie. Il malvivente è stato così arrestato per la tentata rapina che aveva tentato anche se privo della pistola che minacciava di utilizzare.
Alessandro Pino

Immagine

Talenti: un arresto per droga- di Alessandro Pino

18 Nov

[ROMA] Nuovi arresti per droga nel territorio del Terzo Municipio: in via Cecco Angiolieri a Talenti gli agenti di una Volante della Polizia hanno notato un gruppo di giovani che cercava di scappare al loro arrivo per evitare un possibile controllo. Insospettiti dall’atteggiamento dei ragazzi li hanno perquisiti: a uno sono stati trovati 17 grammi di marijiuana e per questo è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio.
Alessandro Pino

Immagine

Via Ticino: rubavano nelle auto in sosta, tre in manette- di Alessandro Pino

16 Nov

[ROMA] Tre albanesi sono stati arrestati dalla Polizia la scorsa notte nel quartiere Salario Trieste per danneggiamento e furto aggravato in concorso. Erano da poco trascorse le 2 quando gli agenti sono intervenuti in via Ticino, dove erano state segnalate tre persone sospette vicino alle auto in sosta. I tre stavano armeggiando su una delle auto parcheggiate e dopo aver visto i poliziotti hanno cercato di scappare. Sono stati però bloccati e vicino all’auto è stato trovato un arnese da scasso. Nel frattempo una signora si è avvicinata agli agenti lamentandosi di aver trovato un finestrino rotto alla sua auto da cui mancavano un paio di occhiali ed una borsa, trovati in possesso dei fermati che sono stati portati in commissariato. Uno di loro è stato anche denunciato in stato di libertà per aver fornito un documento di dubbia provenienza.
Alessandro Pino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: