Annunci
Tag Archives: Polizia di Stato
Immagine

Talenti: rapinato del cellulare a calci e pugni – di Alessandro Pino

11 Set

[Roma] Violenta aggressione a scopo di rapina la sera del 10 settembre in via Ugo Ojetti. Vittima un italiano trentaduenne, aggredito a calci e pugni da due stranieri in un parcheggio per sottrargli il cellulare. I due malviventi sono stati individuati e bloccati poco dopo da equipaggi delle Volanti e del Commissariato Fidene Serpentara. La vittima, accompagnata in ospedale, ha riportato lesioni guaribili in otto giorni.

Alessandro Pino

Annunci
Immagine

Piazza Gimma: inseguito rapinatore travestito da postino – di Alessandro Pino

6 Set

[Roma] È terminato in piazza Gimma nel quartiere Africano l’inseguimento di un rapinatore trentaduenne

romano con vari precedenti, arrestato ieri mattina dagli agenti della Polizia di Stato in flagranza di reato per una rapina a mano armata consumata pochi minuti prima all’interno di una farmacia nel quartiere Tiburtino. Gli agenti delle Volanti in servizio nella zona erano intervenuti su segnalazione della locale Sala Operativa in una farmacia nei pressi di via Monti Tiburtini, per una rapina attuata da un giovane travestito da postino che ha minacciato le dipendenti con una pistola e arraffato circa 400 euro, fuggendo poi a bordo di uno scooter delle Poste Italiane. Le farmaciste durante la rapina sono riuscite ad attivare l’allarme collegato con la Sala Operativa e in tal modo i poliziotti hanno potuto intercettare il mezzo bloccandolo a piazza Gimma dopo un inseguimento durante il quale il rapinatore ha urtato alcuni mezzi in sosta e per due volte la volante della Polizia. Caduto a terra, il rapinatore è stato immobilizzato nonostante la resistenza opposta. La perquisizione personale ha fatto trovare la refurtiva e l’arma usata per la rapina, una scacciacani senza tappo rosso. L’uomo è stato portato negli uffici del commissariato Vescovio e da accertamenti è risultato autore di una rapina simile avvenuta martedì scorso a Talenti con le stesse modalità e travestimento. Il ciclomotore delle Poste Italiane è risultato rubato ai danni di un portalettere durante la sua attività lavorativa. Il criminale è stato portato in carcere per i reati di rapina aggravata dall’uso

delle armi.

Alessandro Pino

(immagine Questura di Roma)

Immagine

Collatino: rapina disabile in sedia a rotelle e prende a calci la Volante – di Alessandro Pino

5 Set

Un libico cinquantenne è stato arrestato dalla Polizia per aver rapinato e minacciato un disabile al Collatino. La vittima prendeva un po’ d’aria sulla sua sedia a rotelle nel cortile di uno stabile quando l’aggressore tenendogli ferme le mani e minacciandolo gli ha aperto il marsupio portandogli via il telefono e settanta euro. Sulle tracce del rapinatore si sono messi agenti della Polizia di Stato del commissariato San Basilio e del Reparto Volanti: il libico è stato individuato all’interno di un vicino parco pubblico e bloccato, ma una volta fatto salire sulla macchina di servizio ha iniziato a sbattere la testa violentemente contro il finestrino, autolesionandosi e danneggiando il veicolo con calci. Medicato al pronto soccorso, è stato arrestato per rapina aggravata e denunciato per minacce gravi, resistenza e danneggiamento ai beni dello Stato .

Alessandro Pino

(foto repertorio)

Immagine

Nuovi sequestri di droga a San Basilio – di Alessandro Pino

31 Ago

(Roma) Due differenti operazioni condotte dalla Polizia e dai Carabinieri si sono svolte nei giorni scorsi nelle piazze di spaccio del quartiere di San Basilio. Mercoledì è stato arrestato dai poliziotti del Commissariato San Basilio un italiano cinquantaquattrenne, trovato in possesso di numerose dosi di cocaina nella cantina della sua abitazione in via Pievebovigliana. Dentro una cassaforte la cui chiave è stata trovata nascosta sotto un divano in soggiorno, c’erano quasi duecento dosi di cocaina già pronte per lo spaccio. Oltre alla droga sono state sequestrate buste in cellophane vuote, recanti la scritta “mani” e “palle” accompagnate da un numero. Nel gergo criminale la “mano” è una dose da cinque grammi di cocaina (come le dita di una mano appunto) , mentre la “palla” è una confezione di cellophane di forma sferica contenente a sua volta 50 dosi da 0.5 grammi ciascuna. Dopo l’udienza di convalida l’arrestato è stato portato a Regina Coeli.

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Montesacro, coadiuvati da una unità del Nucleo Cinofili di Santa Maria di Galeria, hanno scoperto invece un deposito di droga nascosto in uno stabile di via Corinaldo grazie al fiuto del cane “Ron” che ha indicato le cassette postali del condominio: ispezionandole, i Carabinieri hanno scoperto che erano state modificate in modo da creare nella parte posteriore degli scomparti, al cui interno sono state recuperate decine di buste contenenti oltre tre etti di cocaina e un etto circa di hashish. La droga è stata sequestrata e i Carabinieri hanno avviato le indagini finalizzate ad identificare chi ne avesse la disponibilità.

Alessandro Pino

(foto Questura di Roma)

Immagine

Tre arresti per droga al Tufello – di Alessandro Pino

23 Mag



Nuove operazioni della Polizia di Stato nella piazza di spaccio del Tufello: tre persone sono state arrestate dal personale del Commissariato Fidene Serpentara per violazione della normativa sugli stupefacenti. I primi due arrestati operavano direttamente tra i caseggiati del Tufello, come specifica il comunicato della Questura. I poliziotti erano nascosti nei giardini per ingannare il sistema di vedette, osservando l’operato di due distinti pusher, uno che nascondeva le dosi di cocaina nei passaruote delle auto parcheggiate, mentre l’altro usava come “appoggio” una bombola del gas vuota ed abbandonata. Entrambi gli spacciatori sono stati bloccati ed arrestati.
Il terzo arresto è partito invece da via delle Vigne Nuove: è da lì che gli investigatori hanno seguito un cliente fino a quando ha ricevuto dieci grammi di cocaina e trenta di marijuana da uno spacciatore del Tufello. Gli agenti, dopo aver bloccato l’acquirente, hanno perquisito la casa del pusher trovando oltre settanta grammi di cocaina nascosta in bagno.un cliente fino a quando ha ricevuto dieci grammi di cocaina e trenta di marijuana da uno spacciatore del Tufello. Gli agenti, dopo aver bloccato l’acquirente, hanno perquisito la casa del pusher trovando oltre settanta grammi di cocaina nascosta in bagno.

Alessandro Pino

(Foto Questura di Roma)

Immagine

Cagnolino ucciso precipitando dal settimo piano – di Alessandro Pino

19 Apr

Un povero cagnolino è stato brutalmente ucciso ieri pomeriggio, scaraventato dal settimo piano di un palazzo in zona Tor Carbone a Roma da un quarantaquattrenne. Quando i poliziotti sono arrivati su segnalazione al 112 hanno trovato un ragazzino in lacrime che stringeva al petto il cagnolino nel parco sotto casa. Gli agenti hanno cercato di confortare l’adolescente quando si è presentato il padre, ossia proprio colui che aveva ucciso il povero animaletto, insultandoli e cercando di colpirli con calci e pugni mentre gridava <Tutte ste pagliacciate…è solo un cane!!>. Per fermare l’energumeno non è bastato nemmeno lo spray “al peperoncino” in dotazione alla Polizia di Stato, visto che ha colpito anche le auto della polizia e negli gli uffici del commissariato Esposizione ha cercato di auto-lesionarsi.

Alessandro Pino

(foto Questura di Roma)

Immagine

Fidene: moldavi ladri di biciclette in manette – di Alessandro Pino

14 Apr

Due moldavi sono stati arrestati
a Fidene dopo aver rubato dieci 
biciclette da un negozio di via San
Leo di cui avevano scassinato la
serranda. I ladri dopo il colpo
stavano fuggendo su due veicoli
(un furgone bianco e una
Mercedes Classe A) quando
sono stati intercettati su via
Cortona dai poliziotti avvertiti
via radio. Gli autisti dei due
veicoli sono stati fermati
mentre il passeggero del
furgone è riuscito a fuggire.
Nel vano di carico sono
state trovate dieci biciclette
professionali, diverse scatole
contenenti calzature da
ciclista e vari accessori,
mentre in uno zainetto
c’erano arnesi da scasso
come tronchesi, forbici,
scalpelli e anche un cric
utilizzato per alzare la
serranda dopo averla
tagliata. I due moldavi
sono stati arrestati per
furto aggravato in concorso. 

Alessandro Pino

Immagine

Val Melaina: macellaio in arresto per droga – di Alessandro Pino

23 Mar

Il titolare di una macelleria in zona Val Melaina, un quarantanovenne romano, è stato arrestato dalla Polizia di Stato nel corso di servizi di contrasto allo spaccio di stupefacenti. Quando i poliziotti dopo alcune indagini si sono presentati nella macelleria, l’ uomo cercando di alleggerire la sua posizione, ha consegnato egli stesso pochi grammi di cocaina presi da un cassetto sotto il bancone della carne, ma non ha convinto gli investigatori che hanno comunque perquisito i locali. Tra i motori delle celle frigorifere hanno infatti trovato più di quattrocento dosi di cocaina. Sequestrati anche oltre tremila euro che il macellaio teneva fuori cassa. Inoltre perquisendo l’abitazione del macellaio sono stati trovati cinquanta grammi di hashish nascosti in bagno. L’uomo finito agli arresti domiciliari.

Alessandro Pino

(foto Questura di Roma)

Immagine

Viale Somalia: trovato con arnesi per scassinare i negozi – di Alessandro Pino

23 Mar

Denunciato dai poliziotti del Commissariato Vescovio un cinquantaseienne romano – noto per la sua abilitá nel forzare le vetrine dei negozi – trovato a viale Somalia con numerose chiavi e uno zaino contenente arnesi da scasso. L’ intervento dei poliziotti era stato richiesto dai commessi di un negozio allarmatisi dopo che avevano riconosciuto l’ uomo, noto come “il re delle vetrine”. I commessi si erano avvicinati temendo stesse per compiere l’ ennesimo furto e a quel punto il malvivente ha cercato di allontanarsi, venendo peró da loro ostacolato nel tentativo di rallentarne l’ uscita dal negozio nell’ attesa della Polizia, giunta poco dopo. Gli agenti, visto il nervosismo dell’ uomo, lo hanno perquisito controllando anche la sua macchina, dove c’ era l’ attrezzatura necessaria per aprire le serrature. È stato portato in commissariato e denunciato.

Alessandro Pino

(foto Questura di Roma)

Immagine

Tenta di rapinare una ragazza e prende a testate, calci e sputi i poliziotti: senegalese arrestato a via Cavour – di Alessandro Pino

16 Mar

Un ventisettenne senegalese senza fissa dimora e con precedenti di polizia è stato arrestato ieri mattina da agenti delle Volanti e dei Commissariati Esquilino e Viminale con le accuse di tentata rapina, resistenza e violenza a pubblico ufficiale, danneggiamento aggravato di beni dello Stato ed è stato inoltre denunciato per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio. I fatti sono iniziati verso le cinque del mattino del 15 marzo quando gli equipaggi hanno ricevuto la segnalazione di un tentativo di rapinare il cellulare a una ragazza, avvenuto nei pressi della fermata Colosseo della metro B. Le immediate ricerche del soggetto corrispondente alla descrizione hanno avuto esito positivo nei pressi della vicina via Cavour. Il senegalese a quel punto ha cercato di divincolarsi spintonando gli agenti e al momento di venire ammanettato ha colpito il parafango di una delle auto della Polizia ammaccandolo vistosamente. Una volta portato in Commissariato il senegalese ha continuato a dare in escandescenze tentando di colpire i poliziotti con testate, calci e sputi. Intanto dalla perquisizione saltavano fuori anche involucri di droga che teneva nascosti nelle scarpe mentre dagli accertamenti è risultato che solo pochi giorni prima era stato scarcerato ed aveva a suo carico precedenti per stupefacenti, ricettazione, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Non contento, il fermato ha cercato di ferirsi provando a colpire con la testa le pareti e il pavimento dell’ ufficio ed è stato necessario chiamare il 118 per curarlo. Il senegalese è stato processato per direttissima alla fine di una vicenda che è solo una delle innumerevoli testimonianze di una città in cui quotidianamente gli operanti delle Forze dell’ Ordine si trovano a fronteggiare violenti predatori abituali, personaggi senza alcun freno viste anche le normative evidentemente troppo morbide nei loro confronti.
Alessandro Pino

(foto Questura di Roma)

Settebagni: due arresti per droga – di Alessandro Pino

15 Mar

Due fratelli sono stati arrestati a via Piombino a Settebagni da agenti del Commissariato Fidene Serpentara per il reato di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. I poliziotti durante un servizio finalizzato al contrasto del fenomeno dello spaccio di stupefacenti hanno sottoposto a controllo uno dei due, già noto perché sottoposto all’obbligo di firma, il cui atteggiamento uscendo di casa li aveva insospettiti. Il giovane ha consegnato spontaneamente agli agenti dell’hashish che aveva in tasca. Durante la perquisizione in casa sono stati sequestrati altri 156 grammi della stessa sostanza e 26 grammi di marijuana, nascosti in una cassetta in ferro nella camera da letto. È stata sequestrata anche una bilancia di precisione e appunti riconducibili all’attività di spaccio. Dentro una cassaforte di proprietà del fratello maggiore sono stati rinvenuti altri 26 grammi di marijuana.

Alessandro Pino

(foto Questura di Roma)

Viale Libia: due arrestati mentre scassinano un negozio – di Alessandro Pino

24 Feb

image

Arrestati dalle Volanti della Polizia due uomini trovati mentre con una torcia in mano ed un arnese metallico stavano forzando la serratura di un esercizio commerciale a viale Libia. Per terra gli agenti hanno rinvenuto il nottolino della serratura appena forzata della porta del negozio. Inoltre nell’ automobile usata dai due sono stati trovati e sequestrati altri arnesi da scasso, torce elettriche tascabili, due borse in tela e una confezione da trentaquattro sacchi di plastica che probabilmente erano destinati a nascondere la refurtiva.
A carico dei due malviventi (un sessantasettenne originario di Rieti e un romano cinquantanovenne) sono emersi diversi precedenti di polizia specialmente per reati contro il patrimonio. Portati negli uffici del commissariato Vescovio, per i due è scattato l’arresto per tentato furto aggravato.
Alessandro Pino

Aggredisce ragazze con una bottiglia per rapinarle: marocchino arrestato a Trastevere – di Alessandro Pino

6 Feb

image

Un ventinovenne originario del Marocco è finito in carcere a Regina Coeli per aver tentato di  rapinare  tre sorelle adolescenti aggredendole con una bottiglia proprio nei pressi del penitenziario, in via Della Lungara. Fortunatamente pochi istanti dopo la rapina erano intervenuti gli agenti della Polizia di Stato di pattuglia nel quartiere durante la movida romana.
Le sorelle passeggiavano per Trastevere quando si è fatto avanti il marocchino che agitando una bottiglia di birra ha intimato loro di dargli  tutto quello che avevano. Le ragazze hanno appena esitato e a quel punto il rapinatore ha afferrato la più piccola e l’ha colpita in testa e sul volto con la bottiglia di vetro. Le  ragazze hanno urlato terrorizzate e le grida sono state udite dalla pattuglia del commissariato Trastevere che hanno bloccato lo straniero con ancora in mano la bottiglia di birra. La giovane colpita con la bottiglia è stata portata nel vicino ospedale.  L’ aggressore è stato condotto negli uffici della Polizia di Stato dove dai riscontri sulla sua identità sono emersi vari reati e l’obbligo quotidiano di presentarsi alla polizia giudiziaria.
Dopo la convalida dell’ arresto è finito a Regina Coeli.
Alessandro Pino

Quarantacinque panetti di hashish sequestrati e un arresto a San Basilio – di Alessandro Pino

2 Feb

image

Quarantacinque panetti di hashish sequestrati per un totale di circa due chili e mezzo (oltre ad altri involucri con trentuno grammi di droga) e un arresto per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti: è il risultato dell’ ultimo intervento della Polizia nel quartiere di San Basilio. A finire in manette un quarantanovenne romano con vari precedenti di polizia residente nei pressi di piazza Urbania.
Durante la perquisizione in casa dell’ uomo – avvenuta dopo pedinamenti e servizi di osservazione – dentro una cassaforte sono state anche trovate due buste da lettera con cifre e nomi riconducibili all’attività di spaccio. All’ arrestato sono inoltre stati sequestrati duecentottanta euro in banconote di piccolo taglio che aveva nel portafogli.
Alessandro Pino

(Foto Questura di Roma)

Arrestato spacciatore del Tufello – di Alessandro Pino

5 Gen

image

Arrestato nel pomeriggio del 4 gennaio da agenti della Polizia di Stato del Commissariato Fidene – Serpentara uno spacciatore che da tempo era diventato un riferimento per i tossici del Tufello. Le indagini si erano indirizzate su un trentaquattenne italiano di professione guardia giurata, con un evidente tatuaggio sul collo tra i segni particolari; durante la perquisizione nella sua abitazione sono stati
trovati circa trecento grammi di cocaina, un bilancino elettronico di precisione ed alcuni fogli con la contabilità dell’attività di spaccio.
La pistola di servizio gli è stata sequestrata.
Alessandro Pino

(Foto Questura di Roma)

Prati: africano si masturba davanti a due ragazze – di Alessandro Pino

11 Dic

image

Arrestato l’altra sera in viale Angelico (quartiere Prati) un diciannovenne senza fissa dimora originario del Mali  queste le caratteristiche del giovane che aveva molestato sessualmente due ragazze, masturbandosi davanti a loro e sferrando anche un pugno al fidanzato di una di esse, ferendolo al volto. Erano passate da poco poco le nove di sera quando una coppia di fidanzati ha parcheggiato la macchina a bordo strada: dalla vettura è scesa la ragazza per salire a casa e a quel punto il maliano è apparso alle sue spalle masturbandosi. Il fidanzato è intervenuto ma l’africano lo ha colpito con un pugno. Quando sono arrivati gli agenti delle Volanti fermando il maliano si è avvicinata un’altra ragazza che ha riferito di essere stata seguita poco prima dallo stesso individuo che le mostrava i genitali e le urlava oscenità, costringendola a rifugiarsi in una pizzeria. Il giovane immigrato è stato arrestato e messo a disposizione della magistratura.
Alessandro Pino

Armi, esplosivi e droga alla Serpentara: un arresto – di Alessandro Pino

26 Ott

image

Sequestro di armi, ordigni e droga in zona Serpentara: agenti del Commissariato Fidene Serpentara hanno trovato in una casa di via Pasquariello una pistola e un revolver (un’arma con matricola abrasa e l’altra risultata rubata), quaranta cartucce, due candelotti esplosivi realizzati artigianalmente pieni di chiodi e diverse dosi di cocaina. Arrestato un trentunenne romano i cui ripetuti movimenti in uscita dalla casa avevano insospettito i poliziotti: quella infatti non era l’abituale residenza dell’uomo, già noto alle Forze dell’Ordine.
Il suo nervosismo alla richiesta di informazioni su cosa facesse in zona ha confermato i sospetti che si sono concretizzati poi nella perquisizione. Da lì sono scattate le manette.
Alessandro Pino

(Foto Questura di Roma)

Metro Ottaviano: nordafricano molesta ragazza e aggredisce i poliziotti – di Alessandro Pino

19 Ott

image

Arrestato nella stazione della Linea A metropolitana di Roma “Ottaviano” un nordafricano che aveva molestato verbalmente una ragazza aggredendo poi i poliziotti chiamati dai militari dell’Esercito in servizio nell’operazione “Strade Sicure”. Gli agenti erano intervenuti dopo che lo straniero aveva rifiutato di dare le proprie generalità ai militari. Giunti sul posto, gli equipaggi del Reparto Volanti e del commissariato Borgo sono stati aggrediti ma alla fine il ventitreenne nordafricano è finito in manette.

Alessandro Pino

(foto Questura di Roma)

Piazza Annibaliano: romena ferisce un anziano per strappargli l’orologio – di Alessandro Pino

5 Ott

image

Una giovane romena nella tarda mattinata del 4 ottobre in piazza Annibaliano ha avvicinato un anziano con una scusa, tentando di rubargli l’orologio d’oro che aveva al polso, procurandogli così una escoriazione. L’anziano ha gridato chiedendo aiuto e alcuni passanti  hanno chiamato il 112. Sul posto sono arrivati dei poliziotti che hanno bloccato la romena portandola al commissariato Vescovio dove è stata identificata e denunciata per tentata rapina. 
Alessandro Pino

(Foto Questura di Roma)

In manette il clan delle occupazioni all’Ater di via Giovanni Conti – di Alessandro Pino

28 Set

image

Sgominato la mattina del 28 settembre dai poliziotti del Commissariato Fidene Serpentara assieme al Terzo Gruppo Nomentano della polizia di Roma Capitale un clan familiare che oltre a gestire un racket di occupazioni abusive nelle palazzine Ater di via Giovanni Conti – tra le zone del Tufello e Vigne Nuove – era dedita anche alle estorsioni e allo spaccio di droga. Sei gli arrestati (tre in carcere e tre ai domiciliari). Le case venivano occupate approfittando della temporanea assenza dei legittimi assegnatari, cui veniva impedito l’ingresso anche utilizzando armi da fuoco come accaduto a febbraio dello scorso anno con un tentato omicidio che ha dato il via alle indagini e nel quale furono sparati colpi di pistola contro una vettura in cui erano presenti addirittura due bambini.
Sono in corso altre indagini per valutare la posizione di altri personaggi che in vario modo fiancheggiavano e sostenevano le attività illecite del gruppo finito agli arresti.
Alessandro Pino

(immagine: Questura di Roma)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: