Tag Archives: Avs Cosmos
Immagine

La Avs Cosmos raccoglie generi di prima necessità per l’Ucraina | di Alessandro Pino

10 Mar

[ROMA] L’associazione di Volontariato di Protezione Civile AVS COSMOS – Associazione Volontari Soccorso OdV, in collaborazione con il Coordinamento Nazionale di Protezione Civile PROCIV ITALIA sta organizzando una raccolta di beni materiali da destinare e portare direttamente in loco per le popolazioni in fuga dai territori ucraini.


I prodotti richiesti sono indicati nella immagine allegata e possono essere consegnati presso la sede della Avs Cosmos in via di Settebagni 291 tutti i giorni dalle ore 18 alle ore 22.

Per informazioni o chiarimenti si può scrivere alla casella avscosmos.pc@gmail.com o telefonare al 3342094714.

Alessandro Pino

Immagine

Via Ventotene: vent’anni esatti dopo l’esplosione che segnó per sempre Val Melaina | di Alessandro Pino e Luciana Miocchi

27 Nov

[ROMA] Il tempo che passa trasforma la cronaca in ricordi e a volte anche in Storia: venti anni esatti sono trascorsi questo 27 novembre da quella mattina apocalittica in cui il soffio della morte e della distruzione totale spiró prepotente in una stradina del quartiere Val Melaina proprio dietro viale Jonio.

Venti anni da quel 27 novembre 2001 in cui lo scoppio dovuto a una fuga di gas devastò via Ventotene e portò via otto vite tra residenti e i Vigili del Fuoco intervenuti, la squadra 6A del distaccamento Nomentano, entrata da quel giorno nella leggenda come accade solo ai grandi che vanno via tragicamente.

Pur nella ricorrenza del doppio decennale pieno, lo svolgimento della cerimonia di commemorazione tenutasi la mattina del 27 novembre 2021 ha ricalcato quello degli anni precedenti, magari con più persone presenti.

Cittadini, autorità, la stampa, le associazioni di Protezione Civile della zona (Caer, Avs Cosmos, NSA Roma Nord), le Forze dell’ordine e naturalmente i Vigili del Fuoco con due automezzi: tutti si sono radunati davanti alla lapide in memoria delle vittime per la deposizione delle corone offerte dal Sindaco di Roma e dal Corpo dei Vigili del Fuoco.

Sono le nove e mezza, la stessa ora del disastro, quando il vocío e le chiacchere tacciono e vengono deposte le due corone all’angolo tra via Ventotene e via Scarpanto.
Nel silenzio, la voce del Padre Gaetano Saracino vibra davanti alle autorità schierate al completo, in primis il sindaco di Roma Roberto Gualtieri e il Presidente del Terzo Municipio Paolo Emilio Marchionne.

Ci sono anche l’onorevole Antonello Aurigemma del Consiglio Regionale del Lazio, il consigliere capitolino Riccardo Corbucci, il presidente del Consiglio Municipale Filippo Maria Laguzzi, oltre all’allora presidente del Municipio Benvenuto Salducco, il comandante di allora del distaccamento Nomentano Luigi Liolli, il luogotenente in congedo dei Carabinieri Salvatore Veltri e all’ispettore di polizia in congedo Aldo Mugeo che quella mattina di venti anni fa furono tra i primissimi ad accorrere sul posto.

Quella di Padre Saracino é la voce che il pubblico televisivo conosce bene, quella di uno degli opinionisti più richiesti a apprezzati nelle trasmissioni che contano, nei talk show più seguiti dagli italiani. Al tempo della tragedia Padre Gaetano era il viceparroco della adiacente Chiesa del Redentore e anche lui fu uno tra i primi a arrivare sul luogo del disastro ma non ha voluto mancare oggi nella sua Val Melaina tra quella che è ancora la sua gente anche se il quartiere da allora ha mutato aspetto e non c’è più la collina di via Scarpanto, sostituita da una artificiale che racchiude la stazione Jonio della metropolitana.

Alle sue parole sono affidati il ricordo delle vittime, la preghiera per i defunti e la benedizione delle due corone e dei presenti.

Poi l’aria viene lacerata dall’urlo delle sirene dei due mezzi dei Vigili del Fuoco e sembra di rivivere le scene folli e surreali viste in televisione all’epoca. Le sirene infine ammutoliscono e viene suonato il silenzio dal trombettiere dei Vigili del Fuoco. Nel pubblico alcune persone in lacrime: chi conoscevano, delle vittime?

Forse Fabiana Perrone, Maria Grosso, Elena Proietti, Michela Camillo? Oppure la squadra 6A del distaccamento Nomentano: Fabio Di Lorenzo, Sirio Corona, Danilo Di Veglio, Alessandro Manuelli?

Dopo la deposizione, tutti si spostano nella vicinissima piazza antistante la stazione della metropolitana, dove c’è il monumento in ricordo dei caduti di quella mattina: altre due corone vengono deposte e intervengono brevemente il sindaco Gualtieri, il presidente Marchionne e Francesco Notaro, comandante provinciale dei Vigili del Fuoco. Viene infine recitata la preghiera del Vigile del Fuoco e così si conclude la cerimonia.

Forse a questo punto la nebbia del tempo che ormai ci separa da quei giorni torna ad addensarsi. Sta alle parole del Padre Gaetano Saracino, rilasciate al nostro microfono, diradarla ancora: «Proprio pensavo in questi giorni che quando una persona va via e ancora di più in una tragedia, la domanda che si fanno tutti, soprattutto chi geme di più per quella perdita è “come andremo avanti?”.

Siamo andati avanti e siamo arrivati a venti anni, segno che le persone quando ci rinascono dentro di noi non se ne vanno più e anzi più aumentano gli anni più la loro presenza cresce perché cresciamo noi e cresciamo con loro.

Quindi fare memoria non è solo un andare indietro con il ricordo ma è davvero un rivivere con loro che ci ha segnato per tutta la vita segno che queste esperienze di dolore non sono degli stigmi che restano sempre tali ma possono anche trasformarsi e qualcuno questo lo fa.

Da un punto di vista anche di convivenza sociale questa esperienza nel particolare ci ha dato la prova anche di una solidarietà che è possibile, che nel dolore non si resta da soli. Quando si fanno le promesse “non vi lasceremo soli”, ecco qui possiamo dire che dopo venti anni ma con la stessa intensità di tutti questi anni -e ancora di più quest’anno mi sto rendendo conto- questa vicinanza è stata di aiuto in tutto questo tempo a queste persone che sono i parenti delle vittime, il Corpo dei Vigili del Fuoco e la comunità di Val Melaina sconvolta da quell’evento; ecco la solidarietà, la vicinanza possono dare senso a qualcosa che non deve accadere ma che se accade può trovare una risposta nelle braccia delle persone che se le rimboccano e si sostengono».

La chiosa alla commemorazione ventennale spetta al luogotenente dei Carabinieri Salvatore Veltri: «Contrariamente a quanto ci si aspettava è stata una cerimonia come tutti gli anni, a cui da diciannove anni presenzio.

Ho gradito che sia stato fatto un invito ma sostanzialmente era una comunicazione di un evento al quale ho partecipato tutti gli anni. Ma non c’è stato nulla di diverso».

Nel pomeriggio una delegazione con il capogruppo di Fratelli d’Italia in Terzo Municipio, invece, ha deposto un omaggio floreale davanti la caserma dei Vigili del Fuoco in via Ettore Romagnoli a Talenti, dalla quale partì la 6A quella mattina senza farvi più ritorno.

Alessandro Pino e Luciana Miocchi

Immagine

Ancora allagamenti per la pioggia a Roma Nord, un albero cade a Talenti | di Alessandro Pino

7 Nov

[ROMA] Come ormai é amara consuetudine, a ogni ondata di maltempo che investe la Capitale si verifica una serie di pesanti disagi per i cittadini: anche nella serata di pioggia e vento del 6 novembre, le strade del Terzo Municipio si sono trasformate in una specie di idroscalo a causa degli allagamenti. Come non bastasse, in via Matteo Bandello- tra Talenti e la Bufalotta- un albero si è abbattuto sulla carreggiata.

Il tronco è stato rimosso dai volontari della AVS Cosmos, associazione di protezione Civile – odv che hanno eseguito anche altri interventi di disostruzione caditoie da fogliame e detriti per permettere il deflusso dell’acqua piovana.
Alessandro Pino

(Foto Avs Cosmos- odv)

Immagine

Via della Marcigliana: la solita ininterrotta discarica a bordo strada | di Alessandro Pino

15 Lug

[ROMA] Le immagini delle discariche a bordo strada che vedete sono state pubblicate sulla pagina social della associazione di protezione civile Avs Cosmos: si riferiscono a via Della Marcigliana, nel cuore della omonima riserva naturale e del Terzo Municipio. La situazione è quella, desolante, che viene documentata da anni: una strada usata come luogo di sversamento abusivo di ogni tipo di rifiuti ma specialmente quelli provenienti con tutta evidenza da sgomberi di appartamenti, cantine e soffitte oltre che da demolizioni. Al netto degli innegabili guasti della raccolta dei rifiuti nella Capitale, in questi casi la colpa è di chi continua a ridurre a una pattumiera un patrimonio di tutti, inclusi quelli che invece di andare alle Isole Ecologiche Ama scaricano tutto per strada (o incaricano qualcuno di farlo sapendo benissimo come andranno le cose) perché “tanto chissenefrega”.

Alessandro Pino

Immagine

Incendio nella Marcigliana, 50 ettari di Riserva in fiamme | di Alessandro Pino

29 Giu

[ROMA] Un disastroso incendio ha devastato cinquanta ettari di vegetazione nella Riserva Naturale della Marcigliana nel pomeriggio del 27 giugno.

I danni sono stati limitati grazie a un lungo intervento della associazione di Protezione Civile Avs Cosmos: fino a sera due squadre con sette operatori più una in supporto hanno fatto in modo che le fiamme non raggiungessero le aziende agricole presenti né coinvolgessero persone o animali.

Alessandro Pino

Immagine

Ponte delle Valli: bonifica dagli accampamenti, spento un incendio | di Alessandro Pino

24 Giu

[ROMA] Si è svolta la mattina del 22 giugno nell’ambito del “Rail Safe Day” una operazione di bonifica, sgombero dei microinsediamenti e messa  in sicurezza delle aree adiacenti la stazione Nomentana e la pista ciclabile del fosso di Sant’Agnese lungo l’Aniene, dopo che era stato rilevato dalla PolFer sotto il ponte delle Valli un accampamento di tende dove viveva una quindicina di rom.

L’intervento si è svolto con la collaborazione del personale del III Distretto Fidene Serpentara, del Compartimento Polfer Lazio e con la collaborazione del III Gruppo Nomentano della Polizia Roma Capitale. 

Per la pulizia e lo sfalcio dell’area, in condizioni di grave degrado per i rifiuti accumulati e le sterpaglie è stata preziosa la collaborazione da parte della Direzione di Protezione Aziendale della RFI e di un gruppo di cittadini.

Durante l’attività di bonifica lungo la ciclovia è divampato un incendio di sterpaglie, domato dai Vigili del Fuoco e dai volontari di una associazione di Protezione Civile..

Alessandro Pino

(Foto Questura di Roma)

Immagine

Parte la campagna Anti Incendio Boschivo 2021 | di Alessandro Pino

13 Giu

[ROMA] Anche per il 2021 ricomincia la Campagna Anti Incendio Boschivo che impegna tutte le Associazioni di Volontariato di Protezione Civile.
Il loro compito è quello di avvistare ed estinguere ogni focolaio che metta in pericolo qualunque area verde, sia che si tratti di un parco cittadino, una riserva naturale o una semplice adiacenza stradale.

Il periodo interessato andrà dal 15 giugno al 30 settembre e contestualmente sarà vietata l’accensione di fuochi anche se controllati, proprio per scongiurare il pericolo di incendi. Tra le associazioni impegnate nel servizio antincendio, c’è anche la Avs Cosmos che ha la base operativa in via di Settebagni, nel Terzo Municipio: nelle foto alcuni loro interventi degli anni scorsi.

Tutti possono collaborare: qualora si avvisti una colonna di fumo o un incendio in qualsiasi area verde, telefonare ai numeri della Protezione Civile del Comune di Roma e della Regione Lazio (800.854.854 e
803.555) oppure al 112 per informare i Vigili del Fuoco.

Alessandro Pino

(Immagini Avs Cosmos)

Immagine

Maltempo: straripa il Fosso di Settebagni, interventi contro gli allagamenti nel Terzo Municipio | di Alessandro Pino

3 Gen

[ROMA] Giornata critica a causa del maltempo quella 3 gennaio per il territorio del Terzo Municipio. In via Lello Maddaleno- praticamente all’uscita Via di Settebagni del Raccordo- nel tardo pomeriggio il passaggio è stato interdetto dopo lo straripamento del Fosso di Settebagni. Sono presenti Vigili del Fuoco e Polizia Roma Capitale, dopo che la associazione di protezione civile Avs Cosmos aveva monitorato la situazione durante il giorno. Sempre i volontari della Avs Cosmos hanno svolto interventi di svuotamento e disostruzione caditoie in via Monte Massico al Tufello e via Isole Curzolane a Monte Sacro, in via della Cecchina a Talenti/Bufalotta e al capolinea Atac di largo Pugliese a Talenti.
Alessandro Pino

Immagine

Via Marco Simone allagata: mezzo della Protezione Civile finisce fuori strada, soccorso da altri volontari – di Alessandro Pino

6 Dic

[ROMA] Il maltempo stagionale continua a farsi sentire sulle strade della Capitale e nei loro dintorni, che come è noto al minimo accenno di pioggia diventano una laguna. Sul campo ci sono sempre le associazioni di Protezione Civile ma succede a volte che abbiano necessità a loro volta di soccorso. Come ad esempio nella mattinata del 6 dicembre in via Marco Simone, dove un pick up della Associazione Nazionale Polizia di Stato è finito nel fosso a lato della carreggiata allagata a causa della visibilità nulla. In loro aiuto a bordo di una Land Rover è arrivato un equipaggio di un’altra associazione, la Avs Cosmos: con molta fatica sono riusciti a tirare fuori dall’impaccio i colleghi che fortunatamente non hanno riportato conseguenze.

Alessandro Pino

Immagine

Fiamme vicino all’impianto elettrico di Terna in via della Marcigliana – di Luciana Miocchi

22 Ago

Nel pomeriggio si è sviluppato un incendio nei dintorni dell’impianto Terna Di via della Marcigliana n 911. Poco prima vi era stato un black out di breve durata nella zona di Roma Nord. Sulla propria pagina, l’associazione di protezione civile Avs Cosmos, intervenuta sul posto insieme ai vigili del fuoco e a personale tecnico di Terna, ipotizza che sia stato proprio un guasto alla linea elettrica aerea nelle adiacenze dell’impianto, la causa scatenante delle fiamme.
Il fumo risultava visibile anche da Settebagni.

(foto dal gruppo Avs Facebook)

Già iniziata la piaga degli incendi estivi in Terzo Municipio – di Alessandro Pino

12 Giu

image

È ancora primavera ma la piaga degli incendi estivi nel Terzo Municipio in questo 2017 è già cominciata: nel pomeriggio del 12 giugno un rogo è scoppiato nell’area verde a ridosso di via Franco Sacchetti mentre il 31 maggio, il 5 e il 7 giugno era stato il turno di altrettanti focolai all’interno della Riserva Naturale della Marcigliana (con l’intervento dei volontari della associazione di protezione civile Avs Cosmos). In un caso (quello del 5 giugno) le Forze dell’Ordine avevano arrestato un quarantenne eritreo ritenuto responsabile dell’incendio.
Alessandro Pino

(Foto Manuel Bartolomeo e Avs Cosmos)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: