Tag Archives: Polizia
Immagine

Porta di Roma: ruba in un negozio, spintona la vigilanza e si finge guardia giurata- di Alessandro Pino

26 Gen

[ROMA] Aveva rubato un articolo di elettronica da un negozio del centro commerciale Porte di Roma e dopo essere stato scoperto ha spintonato un addetto alla vigilanza e ha anche provato a spacciarsi per una guardia giurata. Il tutto ha fruttato a un trentaseienne italiano un arresto per rapina. Il malvivente dopo essere entrato in un negozio di elettronica ha staccato il tagliando con il codice a barre da un assistente vocale Google Chromecast. Infilato l’apparecchietto in una tasca ha provato ad allontanarsi ma è stato notato dal personale di sorveglianza che ha informato le guardie giurate del Centro commerciale e la Polizia. Uno degli addetti alla vigilanza è anche caduto a terra per una spinta ricevuta dal malvivente. Ai poliziotti il ladro ha dichiarato, fingendo, di essere anch’egli una guardia giurata e ha cercato di estrarre qualcosa dalla cintura ma è stato immobilizzato all’istante e arrestato.
Alessandro Pino

Immagine

Talenti: un arresto per le truffe dello specchietto- di Alessandro Pino

22 Gen

[ROMA] Continuano incessanti le segnalazioni di truffe stradali “dello specchietto” specialmente ai danni di donne e anziani ma questa volta al mascalzone di turno, un ventisettenne campano con numerosi precedenti di polizia anche specifici, è andata male:
il malvivente aveva messo a segno due colpi nell’arco di mezzora sulle strade del Terzo Municipio ma al secondo è finito in manette. La prima truffa è stata ai danni di un’anziana automobilista in via Nomentana. La signora ha sentito un rumore simile ad un urto, subito dopo ha visto un giovane che la inseguiva con il suo scooter e spacciandosi come appartenente alle Forze dell’Ordine ha indicato alla signora vari danni presenti sul proprio mezzo e una rigatura sulla macchina. Per questo ha preteso immediatamente del denaro, che la signora però non aveva con sé. A quel punto la vittima lo ha invitato a seguirla presso un bancomat, ma prima di consegnargli il denaro ha richiesto che le mostrasse un tesserino di riconoscimento. L’uomo allora ha estratto un fodero di passaporto con applicati dei fregi militari per simulare un tesserino e si è allontanato con i soldi. La signora a quel punto ha avuto il sospetto di essere stata raggirata e ha chiamato il 112 dando la targa dello scooter del truffatore. Gli agenti delle Volanti, arrivati a Talenti nei presso di una banca in via Ugo Ojetti, hanno intercettato lo scooter indicato dalla signora con in sella un giovane che parlava in modo aggressivo con un signore anziano, la sua seconda vittima. Quando i poliziotti si sono avvicinati per un controllo, il malvivente ha cercato di scappare ma è stato bloccato dai poliziotti e perquisito. Addosso gli è stato trovato un cellulare appena rubato all’anziano e quasi 300 euro, bottino delle due truffe. Inoltre nello scooter aveva l’attrezzatura per simulare i danni sui veicoli e spacciarsi per appartenente alle Forze dell’Ordine, comprendente una scatola di gessetti, frammenti del fanale posteriore dello scooter, un pezzo di carta vetrata e una custodia di passaporto con appiccicate delle spille militari. Il delinquente è stato arrestato e dovrà rispondere di truffa aggravata e continuata, resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale.
Alessandro Pino

Immagine

Nuovo Salario: droga ai ragazzi, due fermati- di Alessandro Pino

19 Gen

[ROMA] Vendevano droga ai ragazzi nel parco giochi tra via Dell’Ateneo Salesiano e via Ugo della Seta: per questo due spacciatori sono stati bloccati dagli agenti del commissariato Fidene Serpentara. Durante un apposito servizio i poliziotti hanno visto lo scambio tra droga e soldi, entrando in azione. Dei due spacciatori, entrambi italiani, uno era minorenne. Nell’operazione sono stati sequestrati 46 grammi di hashish e 420 euro in contanti.
Alessandro Pino

Immagine

Porta di Roma: preso con la macchina piena di merce rubata- di Alessandro Pino

14 Gen

[ROMA] Tagliava con le forbici le placche antitaccheggio dai prodotti appena rubati nei negozi, accumulandoli poi nella sua macchina. Per questo un trentacinquenne tunisino è stato denunciato dalla Polizia dopo essere stato pizzicato nel parcheggio della Galleria Commerciale Porta di Roma. I poliziotti si erano insospettiti vedendo l’uomo che guidando trafficava con le forbici su un paio di pantaloni e lo hanno fermato. Nella macchina hanno trovato placche antitaccheggio completamente danneggiate, valige piene di capi d’abbigliamento di varie marche e auricolari per smartphone. La macchina e la merce trovata sono stati sequestrati.

Alessandro Pino

(foto Questura di Roma)

Immagine

Val Melaina: un arresto per droga- di Alessandro Pino

12 Gen

[ROMA] Un trentacinquenne romano è stato arrestato nelle scorse ore per droga dalla Polizia in via di Val Melaina: una pattuglia del Reparto Volanti lo aveva fermato per un controllo. Addosso gli sono state trovate diverse dosi di cocaina e hashish ed è finito quindi in manette.
Alessandro Pino

Immagine

Furti in sequenza tra Conca d’Oro e Monte Sacro: un arresto- di Alessandro Pino

10 Gen

[ROMA] È stato arrestato a Monte Sacro nelle scorse ore dalla Polizia un romano di 42 anni che dopo aver rubato in un esercizio commerciale di via Valsesia (zona Conca d’Oro) si era spostato in via Monte Bianco dove stava cercando di scassinare un ristorante. Il malvivente, riconosciuto dal piumino rosso che indossava descritto nella segnalazione ricevuta dal 112, è stato bloccato grazie alle indicazioni di un cittadino che lo aveva visto mentre armeggiava con un piede di porco sull’entrata del ristorante . A suo carico sono emersi precedenti di polizia ed è risultato essere già destinatario di un avviso orale.
Alessandro Pino

Immagine

Conca d’Oro: a Natale picchia la moglie, arrestato- di Alessandro Pino

26 Dic

[ROMA] Subire violenze domestiche e maltrattamenti in famiglia proprio a Natale: è quanto accaduto alla moglie di un trentacinquenne del Bangladesh arrestato ieri in zona Conca d’Oro da agenti del Reparto Volanti. Il marito manesco verso mezzogiorno ha cominciato a litigare con la donna per motivi di gelosia aggredendola con un tubo di gomma per poi minacciare di morte i figli se lei avesse chiamato la Polizia. La vittima è comunque riuscita a chiedere aiuto e le pattuglie intervenute hanno bloccato l’aggressore ancora agitato e hanno poi soccorso la donna e i figli.
Alessandro Pino

Immagine

Manda il cugino al suo posto all’esame della patente: denunciati- di Alessandro Pino

28 Nov

[ROMA] Due cugini ghanesi sono stati denunciati dalla Polizia per tentata truffa ieri pomeriggio dopo aver cercato di fare i furbi agli esami per la patente presso la Motorizzazione Civile sulla Salaria a Fidene: uno dei due doveva appunto sostenere la prova teorica alla quale già era stato bocciato una volta e non sentendosi preparato ha mandato al suo posto il cugino. Controllando i documenti gli impiegati si sono insospettiti perché la persona davanti a loro somigliava a quella della foto sul documento ma era diversa per la forma del naso e un neo mancante. Per questo hanno chiamato la Polizia e gli agenti delle Volanti intervenuti hanno messo di fronte all’evidenza il candidato che ha ammesso di essersi sostituito al cugino.
Alessandro Pino

Immagine

Viale Libia: occupava una casa scroccando la corrente al vicino – di Alessandro Pino

26 Nov

[ROMA] Una cinquantenne marocchina che da circa due anni occupava abusivamente un appartamento al quarto piano di un signorile edificio di viale Libia nel quartiere Africano è stata arrestata dalla Polizia per furto aggravato di energia elettrica. Le indagini sono iniziate dopo la segnalazione del proprietario di un appartamento nel condominio che si è visto recapitare bollette esorbitanti rispetto al reale consumo. Gli agenti insieme ad un tecnico inviato dall’azienda fornitrice di corrente hanno fatto luce – è il caso di dirlo – sulla faccenda. Si è scoperto che la straniera,
rimasta senza corrente in quanto da mesi non pagava le bollette di casa, si era allacciata al contatore di un altro alloggio alimentando a scrocco il suo. Quando gli agenti hanno suonato al campanello della donna, questa non ha aperto tentando di sottrarsi al controllo ma alla fine ha desistito. Portata al Commissariato Vescovio dove è risultata avere una precedente denuncia per lo stesso reato, è stata arrestata e questa mattina è stata processata per direttissima: condannata a due mesi e 20 giorni di reclusione è stata rimessa in libertà.
Alessandro Pino

Immagine

Sacco Pastore: tenta di rapinare un poliziotto, in manette- di Alessandro Pino

19 Nov

[ROMA] Tentativo di rapina in strada ieri pomeriggio all’incrocio tra via Val di Nievole e via Val Trompia, zona Sacco Pastore a Monte Sacro. Un ventisettenne romano con numerosi precedenti ha avvicinato un passante che si trovava in compagnia di un’amica, pretendendo del denaro e al suo rifiuto ha cominciato a strattonarlo minacciandolo di morte. Ma al delinquente è andata male, perché il bersaglio che aveva abbordato era un poliziotto che si è qualificato mostrandogli tesserino di servizio e placca identificativa. Nonostante questo il rapinatore non ha desistito, minacciandolo pesantemente: <Non me ne frega, tiro fuori la pistola, te sparo dietro la testa>. A quel punto l’agente ha chiesto aiuto alla sala operativa della Questura di Roma che ha inviato due pattuglie. Il malvivente è stato così arrestato per la tentata rapina che aveva tentato anche se privo della pistola che minacciava di utilizzare.
Alessandro Pino

Immagine

Talenti: un arresto per droga- di Alessandro Pino

18 Nov

[ROMA] Nuovi arresti per droga nel territorio del Terzo Municipio: in via Cecco Angiolieri a Talenti gli agenti di una Volante della Polizia hanno notato un gruppo di giovani che cercava di scappare al loro arrivo per evitare un possibile controllo. Insospettiti dall’atteggiamento dei ragazzi li hanno perquisiti: a uno sono stati trovati 17 grammi di marijiuana e per questo è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio.
Alessandro Pino

Immagine

Tufello/ Val Melaina: un arresto per spaccio- di Alessandro Pino

3 Nov

[ROMA] Un trentunenne romano è stato arrestato dalla Polizia in via Monte Resegone- tra il Tufello e Val Melaina- per detenzione ai fini di spaccio di droga. Gli agenti del commissariato Fidene-Serpentara passando nella via lo avevano notato mentre, fermo all’interno della sua auto, parlava con un altro individuo e hanno deciso di controllarlo. Il suo atteggiamento nervoso li ha ulteriormente insospettiti e poco dopo lo stesso spacciatore ha consegnato spontaneamente della droga che aveva in tasca, confessando di averne altra nascosta in casa di una zia. Circa cinquanta grammi tra cocaina e hashish sono stati sequestrati.

Alessandro Pino

Immagine

Le belve di Monte Sacro: violenza feroce contro una nonnina indifesa – di Alessandro Pino

14 Mag

[Roma] Un delitto odioso, una violenza feroce che hanno sconvolto non solo Monte Sacro ma la città e l’Italia intere: la morte di Anna Tomasino, quasi novantenne deceduta in seguito alle percosse subite da una banda di rom (quattro bosniaci e un serbo) entrati nella sua abitazione di via Pizzo Bernina – tra Città Giardino e Talenti – arrampicandosi sul muro fino al secondo piano e scassinando una finestra lo scorso 5 maggio, è uno di quei fatti che segna per sempre una comunità già angosciata dall’intollerabile sequenza di furti che da mesi flagellano il territorio. La povera signora Anna, trovatasi in casa gli energumeni aveva provato a chiedere aiuto telefonando a una vicina: i criminali a quel punto l’hanno aggredita selvaggiamente. Le sue urla però avevano allertato l’attenzione di altri vicini che hanno fatto in tempo a scorgere l’auto degli zingari allontanarsi, una familiare grigia trovata nella disponibilità di un bosniaco del campo di via Salviati. Iniziate le indagini di Carabinieri e Squadra Mobile di Roma, la svolta è arrivata quando uno dei rom si è costituito e da lì si è risaliti ai complici in fuga, fermati dai Carabinieri e dalla Squadra Mobile di Roma. Nessuno riporterà in vita la signora Anna, il dolore e la rabbia rimarranno, ma per Giove che una volta per tutte si ripristini un minimo di civile convivenza: le zone franche, le sacche di delinquenza ben conosciuta ma impunita, le okkupazioni e le prevaricazioni dei prepotenti spalleggiati da chi vuol farli passare da vittime non vanno più tollerate come se fossero inevitabili.
Alessandro Pino

Immagine

Anziana massacrata per rapina a Monte Sacro: cinque arresti – di Alessandro Pino

13 Mag

[Roma] Cinque rom – quattro di origine serba e uno bosniaco – sono stati fermati dai Carabinieri della Compagnia Roma Casilina unitamente a personale della Squadra Mobile della Questura di Roma e delle Compagnie Carabinieri di Moncalieri e Ventimiglia perchè ritenuti responsabili di rapina pluriaggravata in concorso e dell omicidio della novantenne Anna Tomasino avvenuto lo scorso 5 maggio, durante una rapina in abitazione di via Pizzo Bernina nel quartiere Città Giardino. La svolta alle indagini, che ha permesso di risalire alla identità dei soggetti, è arrivata quando uno dei componenti del gruppo ha manifestato la volontà di costituirsi, presentandosi presso la Stazione Carabinieri di Cinecittà.
I primi elementi indiziari raccolti hanno consentito di risalire ai suoi complici che nel frattempo, in fuga, si erano allontanati dalla Capitale.
L’intensa attività info-investigativa ha consentito ai Carabinieri, nel giro di poche ore, di rintracciare tutti i componenti della banda: uno di loro è stato rintracciato presso il campo nomadi di via Salviati, un altro nei pressi della stazione ferroviaria di Pomezia – Santa Palomba ed un terzo in provincia di Torino, quest’ultimo rintracciato grazie alla collaborazione fornita dai Carabinieri della Compagnia di Moncalieri. Le indagini svolte su un quinto componente della banda, di nazionalità serba, hanno consentito di verificare che lo stesso, nella mattinata di domenica, era stato arrestato dalla Polizia di Frontiera di Ventimiglia perché ad un controllo era risultato irregolare nel territorio nazionale, nel quale aveva fatto rientro dopo essere stato espulso. Secondo le prime ammissioni rese ai Carabinieri, la sera del 5 maggio scorso, i cinque avevano raggiunto via Pizzo Bernina per commettere il furto all’interno dell’abitazione dell’anziana donna, al secondo piano dello stabile. Dopo aver infranto il vetro di una finestra ed aver fatto irruzione, hanno sorpreso l’anziana, che nel frattempo, accortasi di quanto stava accadendo, era riuscita ad allertare una vicina di casa telefonandole. In quel frangente uno dei malviventi, nel tentativo di bloccare la richiesta d’aiuto della donna, l’avrebbe aggredita da dietro tramortendola. Tuttavia, come emerso dai primi accertamenti svolti dalla Polizia, le urla d’aiuto dell’anziana avevano attirato l’attenzione di alcuni vicini che avevano notato due soggetti scappare dall’abitazione della donna e dileguarsi a bordo di un’autovettura station wagon di colore grigio. Nel corso delle operazioni, i Carabinieri e la Polizia hanno recuperato e sequestrato la citata autovettura, trovata nella disponibilità di un soggetto bosniaco abitante nel campo di via Salviati. Gli arrestati, espletate le formalità di rito, sono stati tradotti presso le case circondariali dei luoghi in cui è avvenuta la cattura, in attesa dell’interrogatorio di convalida.
Alessandro Pino

Immagine

Talenti: rapinato a bastonate mentre rovistava nei rifiuti – di Alessandro Pino

6 Apr

[Roma] Triste episodio di violenza tra poveri ieri a Talenti: un nigeriano venticinquenne che stava rovistando in un secchio della spazzatura a via Luigi Capuana, dopo aver trovato tra i rifiuti due orologi, è stato aggredito a bastonate da due romeni di 19 e 27 anni che volevano impossessarsene. Le urla della vittima hanno attirato l’attenzione di un passante che ha chiamato la Polizia. I due aggressori sono stati fermati dagli agenti delle Volanti con i bastoni intrisi del sangue del nigeriano, portato in ospedale in codice giallo.

Alessandro Pino

Immagine

Casal De’ Pazzi: trovato con tre chili di droga in casa – di Alessandro Pino

15 Mar

[Roma] Un trentasettenne italiano è stato arrestato dalla Polizia dopo che nella sua abitazione in zona Casal De’ Pazzi sono stati trovati tre chili di marijuana. Fermato inizialmente per un controllo, è apparso subito nervoso ed infastidito. Durante gli accertamenti è emerso che l’uomo aveva precedenti di polizia e così è stata perquisita la sua auto non trovando però nulla. Raggiunti dagli investigatori del Commissariato Fidene Serpentara, appurato che il sospetto cercava di nascondere il luogo della propria abitazione, i poliziotti sono andati nel suo appartamento dove in un mobile sul balcone hanno scovato un chilo e mezzo di marijuana in una scatola di cartone e un altro chilo e mezzo nella camera da letto, una bilancia elettronica ed una di precisione; infine, dentro un borsello a tracolla 1200 euro, probabile provento dell’illecita attività. L’uomo è finito in manette con le accuse di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Alessandro Pino

Immagine

Al Commissariato Fidene per il permesso di soggiorno col passaporto falso: arrestato – di Alessandro Pino

11 Mar

[Roma] Un guineano di ventidue anni è stato arrestato dalla Polizia per possesso e fabbricazione di documenti di identificazione falsi. Il giovane si era recato presso il Commissariato Fidene Serpentara per presentare domanda di permesso di soggiorno con un passaporto che presentava anomalie nella pagina dei dati personali e mostrandosi nervoso e incerto. L’agente addetto alla ricezione delle domande si è insospettito e a seguito degli accertamenti effettuati presso il Servizio di Polizia Scientifica, il passaporto è risultato essere stato falsificato. Il guineano è stato dunque arrestato.

Alessandro Pino

Immagine

Tufello: perseguitava i gestori di un bar, arrestato – di Alessandro Pino

11 Gen

[Roma] È finito in manette un quarantaduenne romano che per mesi aveva perseguitato con rapine, minacce e aggressioni i gestori di un bar al Tufello. Già nel giugno scorso il malvivente dopo essere entrato nel bar aveva preso a schiaffi il proprietario pretendendo da lui dieci euro necessari per comprare tre bombolette di vernice spray. Dopo averle acquistate era anche tornato nel locale sferrandogli un pugno in faccia. Senza farsi scrupoli aveva aggredito e minacciato in diversi episodi non solo il gestore del bar e la madre ma anche il padre cardiopatico, provocandone il ricovero in ospedale. Un’altra aggressione era avvenuta per la richiesta di soldi per comprare le sigarette: qui la vittima aveva riportato la frattura di alcune costole. Le vittime hanno subìto tutto questo per mesi, intimidite probabilmente dalle continue minacce del criminale: <…sai chi sono me dovete portà rispetto….> o anche <…non sapete chi sono io dovete sparire dal Tufello>. Alla fine però hanno chiesto aiuto agli agenti della Polizia di Stato del commissariato Fidene che hanno immediatamente avviato una intensa attività investigativa. L’emissione della ordinanza di custodia cautelare in carcere da parte del Giudice delle Indagini Preliminari, grazie alle risultanze investigative e alla richiesta fatta dal Pubblico Ministero, ha permesso infine agli investigatori di notificare il provvedimento a carico del 42enne romano che è finito in carcere con l’accusa di rapina aggravata, lesioni personali e minacce.

Alessandro Pino

(Immagine: Questura di Roma)

Immagine

Tufello: due arresti per droga – di Alessandro Pino

4 Gen

[Roma] Due ragazzi poco più che ventenni sono stati arrestati al Tufello dalla Polizia dopo un controllo antidroga. I due erano stati fermati in via Monte Resegone venendo trovati con alcune dosi di hashish e duemilacinquecento euro in contanti. Un successivo controllo effettuato nell’appartamento usato da uno dei due ha fatto trovare diciassette panetti di hashish del peso di 100 grammi ciascuno, due contenitori in plastica contenenti altri tre grammi della stessa sostanza stupefacente e un bilancino di precisione. I due sono stati arrestati per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti in concorso.

Alessandro Pino

(foto Questura di Roma)

Immagine

Va a firmare al Commissariato Fidene con la patente falsa – di Alessandro Pino

30 Dic

[Roma] Un trentaquattrenne romano, sottoposto all’obbligo di firma presso il Commissariato Fidene Serpentara, si è presentato presso gli uffici con un’auto di lusso ma soprattutto presentando come documento una patente risultata falsa. Dagli accertamenti è emerso infatti che la patente autentica gli era stata ritirata otto anni fa dalla Prefettura. Al termine il 34enne è stato denunciato per uso di atto falso e multato per guida senza patente, mentre la potente automobile è stata sottoposta a fermo amministrativo.

Alessandro Pino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: