Tag Archives: Polizia
Immagine

Piazzale Spadolini: donna aggredita mentre telefona | di Alessandro Pino

23 Lug

[ROMA] Ha aggredito una signora per strapparle via il cellulare a piazzale Giovanni Spadolini, nei pressi della stazione Tiburtina: per questo un senegalese quarantaseienne è stato arrestato dalla Polizia.


Gli agenti del commissariato Sant’Ippolito durante un servizio anti occupazioni abusive hanno visto la scena della donna che stava effettuando una videochiamata e all’improvviso è stata raggiunta dallo straniero, venendo aggredita verbalmente e fisicamente. L’uomo si è scagliato contro la vittima cercando di strapparle il telefono di mano perché secondo lui la donna lo stava riprendendo. Gli agenti lo hanno bloccato immediatamente ed è stato arrestato per violenza privata.
Alessandro Pino

Immagine

Via Michele di Lando: preso a botte da una ragazza, lei aggredisce anche i poliziotti | di Alessandro Pino

19 Lug

[ROMA] Violenta aggressione in via Michele di Lando, nei pressi di piazza Bologna, la scorsa notte: vittima un ragazzo, finito a terra e preso a botte da una giovane assieme a un complice.

Per sua fortuna è intervenuta una pattuglia del commissariato Porta Pia che assieme ad equipaggi delle Volanti ha bloccato la donna ventinovenne: nonostante questo è riuscita a colpire a calci su un ginocchio e una spalla uno degli agenti. Lei è stata arrestata per lesioni aggravate (in concorso con il complice che viene ricercato) e per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.
Il ragazzo rimasto vittima dell’aggressione è stato trasportato in ospedale con una prognosi di trenta giorni.
Alessandro Pino

Immagine

Castel Gandolfo: il vento li porta alla deriva, trainati dagli acquascooter della Polizia | di Alessandro Pino

18 Lug

[CASTEL GANDOLFO- RM] Se la sono vista brutta quattro ragazzi in gita a Castel Gandolfo nel pomeriggio del 17 luglio. Le due coppie si trovavano a bordo di un pedalò e due windsurf quando il vento si è improvvisamente rinforzato portandoli al largo, verso il centro del lago di Albano senza possibilità di tornare a riva.

Anche il tentativo di caricare le tavole a vela sul pedalò cercando di tornare tutti assieme è stato vano e il vento li ha spinti ancora più alla deriva. Per fortuna la situazione non era sfuggita alla squadra fluviale della Questura di Roma che è intervenuto con due acquascooter, trainando fino a terra il pedalò con i giovani naufraghi a bordo, mentre si provvedeva ad allertare i sanitari. Una volta a terra i ragazzi hanno ringraziato il personale della Polizia.

Alessandro Pino

(Foto Questura di Roma)

Immagine

Porta di Roma: cerca di rubare un Pc nascondendolo sotto la camicia | di Alessandro Pino

15 Lug

[ROMA] Ha cercato di rubare un PC da un negozio di elettronica del centro commerciale Porta di Roma. Per questo un trentacinquenne georgiano è stato arrestato dalla Polizia.

L’uomo aveva preso il computer del valore di circa duemila euro da uno scaffale cercando di staccarne il cavo di allarme. Il sistema antifurto invece si è attivato facendolo allontanare di corsa; subito dopo però, quando il cicalino si è interrotto è tornato indietro per arraffare il calcolatore elettronico nascondendolo sotto la camicia per poi dirigersi all’uscita.

La vigilanza però aveva avvisato gli agenti del III Distretto Fidene Serpentara che sono intervenuti arrestando il georgiano. Lo straniero è stato condannato a sei mesi di reclusione e 600 euro di multa oltre al pagamento delle spese processuali, con pena sospesa.
Alessandro Pino

Immagine

Due Ponti: in pochi minuti rapina due donne e violenta una di loro, arrestato | di Alessandro Pino

12 Lug

[ROMA] È stato arrestato dalla Polizia un italiano trentunenne accusato di aver compiuto due rapine e una violenza sessuale la mattina del 12 luglio in zona Due Ponti- Tomba di Nerone.

Agenti in borghese del XV Distretto Ponte Milvio mentre erano in servizio sulla Cassia hanno notato un individuo sospetto mentre veniva diramata una nota di ricerca relativa a un giovane appena resosi responsabile di rapina ai danni di una donna.

Per questo lo hanno fermato e perquisito trovandogli addosso un portafogli, oggetti, documenti e carte di credito appartenenti alla donna appena rapinata.

Nel frattempo sono venuti a conoscenza di un altro crimine compiuto a poche centinaia di metri, presumibilmente dallo stesso individuo: la donna rimasta vittima, in sede di denuncia ha riferito che era entrata in macchina in via Ischia di Castro dopo essere uscita dalla palestra, venendo aggredita da un giovane che dopo aver aperto lo sportello l’aveva palpeggiata nelle parti intime, cercando di sfilarle i leggins con una mano mentre con l’altra si masturbava.

La reazione della vittima lo ha messo in fuga, non prima però di rapinarla della borsa; successivamente la donna ha riconosciuto in foto l’arrestato quale suo aggressore.

Dalla ricostruzione dei fatti, é emerso che subito dopo essersi dato alla fuga l’uomo nella vicina via Vallinfredda aveva seguito e rapinato la seconda donna, strappandole la borsa e trascinandola in terra per poi darsi alla fuga.

Le due donne vittime dell’arrestato hanno ringraziato i poliziotti per la rapidità dell’intervento e la sensibilità dimostrata.

Alessandro Pino

Immagine

Rapinato alla metro B Ponte Mammolo: un arresto | di Alessandro Pino

12 Lug

[ROMA] Un ventitreenne egiziano con precedenti specifici è stato arrestato dalla Polizia in zona Monti Tiburtini con l’accusa di aver rapinato del cellulare e di una catenina d’oro un ragazzo alla fermata Ponte Mammolo della Metro B, assieme a un complice.

Gli agenti del commissariato Porta Pia
nel pomeriggio dell’11 luglio durante un servizio specificamente organizzato per risalire agli autori della rapina, all’angolo tra via Filippo Meda e via Monti Tiburtini hanno riconosciuto uno dei due rapinatori mentre passeggiava. Fermato e perquisiti, il giovane egiziano è stato trovato ancora in possesso del cellulare portato via alla vittima. Proseguono le indagini per trovare il complice.

Alessandro Pino

Immagine

Gregna Sant’Andrea: individuato il vandalo che era salito sul tetto di un’auto della Polizia dopo Italia-Spagna | di Alessandro Pino

10 Lug

[ROMA] É stato individuato dalla Polizia
il soggetto che lo scorso 6 luglio durante i festeggiamenti dopo la partita di calcio era salito sul tetto di una macchina della Polizia, apparendo in un video dilagato via social in cui si vedevano altre persone incitarlo durante il teppistico gesto. Si tratta di un venticinquenne rintracciato in zona Gregna Sant’Andrea: durante la perquisizione in casa gli investigatori hanno trovato anche abbastanza droga per procedere all’arresto in flagranza per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Il giovane è stato anche denunciato a piede libero per il reato di vilipendio della Repubblica, delle istituzioni costituzionali e delle Forze Armate. Nei suoi confronti verrà emesso anche il D.a.c.u.r. (divieto d’accesso alle aree urbane) da parte del Questore e dovrà risarcire gli eventuali danni causati alla macchina di servizio che sembrerebbero essere di alcune centinaia di euro.

Alessandro Pino

(Foto dalla pagina Instagram “Welcome to favelas”)

Immagine

Torpignattara: ruba due cellulari e minaccia gli agenti con una siringa | di Alessandro Pino

7 Lug

[ROMA] Un marocchino ventiquattrenne è stato bloccato dalla Polizia in zona Torpignattara mentre cercava di scavalcare il cancello di una abitazione dopo che già si era introdotto nei cortili di due edifici diversi.

Il nordafricano quando ha visto gli agenti del commissariato di zona ha provato a scappare minacciandoli con una siringa. Dopo essere stato bloccato grazie alla collaborazione di una pattuglia del commissariato Porta Maggiore, l’uomo ha gettato a terra due telefoni cellulari. Dalla perquisizione è stato trovato in possesso di 100 euro e di documenti sottratti alla vittima di un furto a cui si è risaliti dalle impronte lasciate sul terreno. Anche i cellulari sono stati restituiti ai proprietari.
Alessandro Pino

Immagine

Labaro: 25 kg di cocaina sequestrati | di Alessandro Pino

1 Lug

[ROMA] Maxi sequestro di droga a Labaro da parte della Polizia nelle prime ore del 1 luglio: venticinque chili di cocaina sono stati trovati con l’aiuto delle Unità Cinofile in una officina di via Veientana Vetere. Il proprietario della struttura, un trentaduenne italiano, è stato arrestato e portato a Rebibbia.
Alessandro Pino
(Foto Questura di Roma)

.

Immagine

Serenissima: strappa la collana a una anziana, arrestato | di Alessandro Pino

30 Giu

[ROMA] Ha strappato la collana a una signora anziana: per questo un romeno quarantunenne è stato arrestato dalla Polizia. É accaduto in viale Della Venezia Giulia nei pressi del viale della Serenissima: gli agenti delle Volanti hanno notato l’uomo che correva in direzione opposta alla loro mentre alcuni passanti urlavano per segnalare lo strappo appena commesso.

I poliziotti hanno inseguito a piedi il malvivente fino al cortile di un condominio dove ha gettato la collana per poi cadere a terra. L’uomo è stato arrestato per furto con strappo mentre la collana è stata recuperata e restituita alla vittima.

Alessandro Pino

Immagine

“Spaccio Arte”: la Fanfara della Polizia suona a San Basilio | di Alessandro Pino

28 Giu

[ROMA] La Fanfara della Polizia di Stato diretta dal maestro Secondino De Palma si è esibita la sera del 27 giugno in piazza Aldo Bozzi a San Basilio.

L’iniziativa fa parte del progetto “Spaccio Arte” promosso dalla giornalista Federica Angeli volto a contrastare la criminalità organizzata nelle  piazze di spaccio più attive della Capitale attraverso la diffusione dell’arte e della cultura. Era presente in piazza ad ascoltare le note della Fanfara anche il noto sacerdote anti spaccio Don Antonio Coluccia.


Alessandro Pino

(Foto Questura di Roma)

Immagine

Serpentara: sequestro di pistole detenute illegalmente, un arresto | di Alessandro Pino

26 Giu

[ROMA] Da un controllo effettuato in zona Serpentara la Polizia è arrivata al sequestro di due pistole di cui una rubata e l’altra con matricola abrasa.

È successo il 22 giugno: gli agenti del commissariato Celio trovandosi in viale Titina De Filippo hanno visto una Jeep con a bordo un personaggio a loro noto per essere stato sorpreso mesi prima a comprare droga.

A quel punto i poliziotti lo hanno seguito fino a via Tina Pica dove l’uomo ha parcheggiato la Jeep salendo su una Panda appena arrivata guidata da un’altra persona.

Appena c’è stato lo scambio di droga e denaro, i due individui sono stati bloccati e perquisiti anche a casa: uno di loro è stato trovato in possesso di cocaina mentre l’altro deteneva illegalmente due armi semiautomatiche. Le pistole, una Beretta risultata rubata e una Zastava con la matricola abrasa, sono state sequestrate.

L’uomo trovato con le armi, un romano cinquantenne, è finito ai domiciliari mentre l’altro, un trentaquattrenne è stato denunciato per spaccio di stupefacenti.

Alessandro Pino

(Foto Questura di Roma)

Immagine

Truffe dello specchietto: un denunciato dalla Stradale di Settebagni | di Alessandro Pino

25 Giu

[ROMA] L’autore di un ennesimo caso della famigerata “truffa dello specchietto” è stato denunciato dalla Polizia Stradale di Settebagni. Vittima questa volta una ragazza che percorreva il Grande Raccordo Anulare: la giovane automobilista è stata costretta ad accostare sulla corsia di emergenza da un uomo che prima le aveva dolosamente danneggiato la macchina.

Dopo una breve discussione l’uomo è riuscito a farsi consegnare alcune decine di euro per il danno che sosteneva avesse subito il suo veicolo, allontanandosi in fretta quando la ragazza ha detto di voler chiamare la Polizia.

La vittima è riuscita comunque a segnars la targa parzialmente leggibile ed è andata alla Stradale di Settebagni per denunciare l’ accaduto. Gli agenti sono così risaliti alla targa del veicolo e al conducente.
Alessandro Pino

Immagine

Pietralata: preso con un chilo di droga | di Alessandro Pino

25 Giu

[ROMA] Un ventottenne originario di Colleferro è stato arrestato dalla Polizia a Pietralata dopo essere stato trovato con un grosso quantitativo di droga.

L’uomo era stato notato dagli agenti delle Volanti mentre scendeva dalla macchina e si incamminava frettolosamente verso via di Pietralata.

Accortosi della presenza dei poliziotti, ha buttato via un grosso involucro che aveva in tasca ed è stato perquisito. Nell’altra tasca c’era un secondo pacco: in entrambi c’era hashish per il peso complessivo di un chilo. A casa sua invece sono stati trovati cinquemila euro in contanti.

Alessandro Pino

Immagine

Omicidio a coltellate in piazzale Appio: in manette il killer- LE FOTO DELL’AGGRESSIONE | di Alessandro Pino

24 Giu

[ROMA] C’è un arresto per il brutale omicidio avvenuto la sera del 22 giugno in piazzale Appio, fuori la fermata metro San Giovanni, quando un iracheno trentunenne richiedente asilo è stato trovato a terra in un lago di sangue e con un coltello conficcato nella schiena.
L’arrestato è un armeno ventisettenne

LE INDAGINI DELLA POLIZIA

Dalle prime ricostruzioni effettuate dalla Squadra Mobile e dal VII Distretto San Giovanni intervenuti sul posto con la Scientifica, è emerso che un ignoto aggressore, verosimilmente straniero, secondo le testimonianze di due ragazze che si erano accorte di quanto accaduto, aveva accoltellato la vittima.

Dalle immagini delle telecamere della sala operativa della Questura è stata confermata la dinamica dei fatti:  due persone stavano discutendo nemmeno animatamente sul marciapiede che fa angolo con via Taranto, quando uno dei due improvvisamente con un coltello preso di nascosto dalla tasca dei pantaloncini che indossava, ha colpito il malcapitato con dei fendenti e poi è fuggito.

La vittima è stata identificata dai documenti che aveva con sé, assieme ai bigliettini di un autolavaggio in via di Castel di Leva. C’era poi la fotocopia di un documento appartenente ad un cittadino giordano.

Gli agenti sono andati all’autolavaggio e presso il luogo di dimora dell’iracheno, scoprendo che lo straniero era di fatto insieme al cittadino giordano il proprietario dell’autolavaggio in cui lavoravano due impiegati, uno siriano e uno armeno, di cui però in un primo momento non si è riusciti a scoprire il domicilio.

Nella notte è stato rintracciato e il cittadino giordano che ha riferito di un problema con il dipendente armeno legato ad ammanchi di soldi rispetto alle auto che venivano lavate: per questo i due soci avevano deciso di licenziarlo dandogli la paga della giornata visto che nonostante l’evidenza l’impiegato continuava a negare di averli rubati. Da qui l’incontro chiarificatore finito in tragedia.

L’OMICIDIO

L’esame di altre immagini prese dalla videosorveglianza dei negozi hanno fornito altri particolari: in un filmato si è visto i due soggetti discutevano sul marciapiede ma nemmeno in modo animato, finchè all’improvviso c’è stata la violenta reazione dell’armeno che con un coltello ha colpito al collo e alla gola l’iracheno che si è accasciato a terra.

L’accoltellatore in un primo momento si è allontanato ma poi ci ha ripensato tornando indietro e continuando a infierire sul corpo riverso sul marciapiede, lasciandogli il coltello conficcato nella nuca e finalmente andando via.

Dalle immagini raffiguranti le caratteristiche fisiche dell’aggressore si è riusciti a trovare la corrispondenza tra la fisionomia del killer e la fotografia presente nel sistema informatico del nominativo trovato tra gli impiegati dell’autolavaggio: appunto un armeno nato nel 1994, incensurato, munito di foglio di soggiorno provvisorio in quanto richiedente asilo politico, presente già da qualche anno in territorio italiano, di fatto senza fissa dimora.

LA CACCIA ALL’UOMO

È quindi iniziata la caccia all’uomo tramite il segnale gps presente sul suo cellulare rintracciato alla stazione Termini dove il fuggitivo aveva preso un treno in direzione sud, partendo prima che i poliziotti arrivassero.

Il segnale gps indicava la direzione di Latina e si è riusciti a capire che il fuggitivo andava a Napoli, stabilendo su quale treno si trovasse: all’arrivo alla stazione di Napoli Centrale verso la mezzanotte del 23 giugno c’erano gli agenti della Squadra Mobile di Napoli che che lo hanno bloccato e dopo le pratiche del caso lo hanno portato nel carcere di Poggioreale.

 Alessandro Pino

(Immagine Questura di Roma)

Immagine

Prati: ruba una bicicletta e lo trovano con un coltello | di Alessandro Pino

22 Giu

[ROMA] Un nigeriano trentunenne è stato arrestato dalla Polizia nel quartiere Prati nel pomeriggio del 21 giugno. Gli agenti del Reparto Prevenzione Crimine e del commissariato Prati erano stati fermati da un cittadino in via Orsini: l’uomo ha riferito che pochi istanti prima un ragazzo di colore gli aveva rubato la bicicletta dall’interno del proprio cortile condominiale.
I poliziotti hanno rintracciato e bloccato lo straniero in viale delle Milizie. Nello zaino aveva un coltello che è stato sequestrato.
Alessandro Pino

Immagine

Centocelle: aggredisce a calci e pugni gli agenti e lo trovano con la droga | di Alessandro Pino

22 Giu

[ROMA] Un trentatreenne del Bangladesh è stato arrestato dalla Polizia a Centocelle nella tarda serata del 21 giugno: gli agenti delle Volanti e del V Distretto Prenestino erano intervenuti in un’area verde in via degli Anemoni per la segnalazione di un uomo che dormiva su una panchina. Al loro arrivo l’uomo ha dato in escandescenze colpendoli a calci e pugni. Nello zaino aveva inoltre quasi quaranta grammi di hashish avvolti nel cellophane.
Alessandro Pino

Immagine

Torna la movida a Monte Sacro: un quartiere al servizio della birra? | di Alessandro Pino

20 Giu

[ROMA] Con la sospensione del coprifuoco e il ritorno della cosiddetta movida di Monte Sacro- per quanto ancora “in maschera”- si è ripresentato puntuale il disagio e il malumore di quei residenti che più direttamente devono subire gli effetti della dolce (si fa per dire) vita notturna per le strade del quartiere.

È stato un post via social del Comitato di Quartiere Città Giardino a riproporre il tema delle “notti infernali” a viale Gottardo e dintorni, parlando senza mezzi termini di “un quartiere al servizio della birra”:
non solo gli schiamazzi, il traffico, i clacson fin sotto le finestre fino a notte inoltrata ma anche lo strascico di rifiuti e il tappeto di bottiglie e cocci di vetro che rimane il giorno dopo. E le occupazioni di suolo pubblico per i tavolini e pedane, concesse durante il divieto di consumo all’interno: ma se l’emergenza è finita allora vanno riviste, si chiedono gli estensori del post. E poi l’alcool che scorre tipo fiumara, con tanti saluti al “bevi responsabilmente”. Ciliegia sulla torta, il paventato e controverso progetto di risistemazione di piazza Sempione per renderla maggiormente fruibile dai pedoni: la probabile traduzione pratica, nei timori di alcuni, sarebbe la trasformazione della piazza in una arena per altri potenziali bevitori…

Nel frattempo, specifici controlli nella zona sono stati svolti dai poliziotti del III Distretto Fidene Serpentara coadiuvati dalla Stradale, dal Reparto Prevenzione Crimine e dal III Gruppo Nomentano della Polizia Locale Roma Capitale. A lato del monitoraggio della movida sono stati controllate attività commerciali in zona Piazza Sempione e piazza Talenti. Tra l’altro in un negozio di viale Tirreno è stato sequestrato un quintale di alimenti congelati tra carne e pesce.
Insomma, quasi quasi si stava meglio con il coprifuoco e il lockdown…

Alessandro Pino

(Foto di repertorio)

Immagine

Monte Sacro: oltre un chilo di cocaina in una cantina, un arresto | di Alessandro Pino

16 Giu

[ROMA] Oltre un chilo di droga è stato sequestrato dalla Polizia a Monte Sacro.

Gli agenti del III Distretto Fidene Serpentara hanno trovato in una cantina in via Delle Alpi Apuane un chilo e tre etti di cocaina suddivisa in più di ottocento involucri di vario peso, pronti per la vendita. Per questo un trentacinquenne romano è stato arrestato e in casa gli sono stati trovati più di duemila euro in banconote da 50 e un quaderno con i conteggi dello spaccio.
Alessandro Pino

(Foto Questura di Roma)

Immagine

Via Appia: corsa tra Suv interrotta dalla Polizia | di Alessandro Pino

15 Giu

[ROMA] Una folle gara di velocità tra due Suv in pieno giorno nel tratto urbano della via Appia è stata bloccata dalla Polizia.

Una pattuglia del VII Distretto San Giovanni ha visto la corsa dei due veicoli che stavano chiaramente gareggiando in velocità in mezzo al traffico. I poliziotti sono riusciti a fermare uno dei Suv, guidato da un ventenne residente a Tor Bella Monaca che lo aveva noleggiato il giorno prima. Allo sconsiderato pilota è stata ritirata la patente ed è stato denunciato. Il potente Suv tedesco è stato restituito all’autonoleggio.

Alessandro Pino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: