Tag Archives: Il Messaggero
Immagine

Conca d’Oro: due anziane rapinate in casa, una è in codice rosso | di Alessandro Pino

16 Dic

[ROMA] Due sorelle ultranovantenni sono rimaste vittime di una rapina avvenuta nei giorni scorsi in zona Conca d’Oro ma che è stata scoperta nel pomeriggio del 15 dicembre: a darne notizia è Il Messaggero di oggi.

La rapina é avvenuta in un appartamento di via Val Maira, completamente messo a soqquadro: le anziane vittime sono state trovate riverse sul pavimento dai familiari allarmati dopo che non erano riusciti a contattarle e arrivati assieme ai Vigili del Fuoco che hanno aperto la porta. Probabilmente le due sorelle sono state sedate da qualcuno forse introdottosi con l’inganno dal momento che non sono stati trovati segni di effrazione. Altra ipotesi è che siano state seguite e i malviventi o il malvivente le abbiano spintonate dentro chiudendosi la porta alle spalle.

Una delle due vittime è stata ricoverata in codice rosso al Pertini per una crisi respiratoria. Sulla rapina indaga la Polizia di Stato anche ricorrendo alla Scientifica.

Alessandro Pino

Immagine

Pestaggi a piazza Sempione: allarme per il branco che fa paura | di Alessandro Pino

10 Nov

[ROMA] Dobbiamo purtroppo tornare a occuparci di un argomento già trattato esattamente un anno fa: una serie di violente aggressioni verificatesi nei giorni scorsi a piazza Sempione nei pressi della scalinata e della fermata ai danni di adolescenti, da parte- a quanto sembra- di un branco di loro coetanei. Le vittime vengono attaccate di sera all’improvviso senza motivo da una decina o quindicina di aggressori, spinte a terra e prese a calci e pugni.

Ne parla oggi Il Messaggero dopo che dei fatti se ne erano occupate testate locali prendendo spunto da segnalazioni e testimonianze apparse via social anche con il corredo fotografico delle lesioni riportate. Sono fatti che suscitano paura e sdegno, a maggior motivo perché avvenuti non in luoghi sperduti e degradati ma nel cuore di Monte Sacro, praticamente davanti alla sede del Terzo Municipio

E proprio del neopresidente del Terzo Municipio Paolo Emilio Marchionne, che ha la delega alla Sicurezza, il quotidiano romano ha riportato un commento: Marchionne ha manifestato preoccupazione per la situazione annunciando la volontà di intervenire oltre che con le forze dell’ordine anche con il servizio sociale territoriale.

Immagine

Metro B1: aeratori montati male? Il Campidoglio accelera per rimediare

2 Nov

[ROMA] La lente di ingrandimento del Campidoglio è puntata sulla Metro B1- che attraversa Secondo e Terzo Municipio con le fermate Sant’Agnese/Annibaliano, Libia, Conca d’Oro e Jonio- in particolare sulle condizioni degli impianti antincendio.

Ne dà notizia oggi Il Messaggero: nello specifico, l’attenzione sarebbe stata posta dai competenti uffici dei Vigili del Fuoco sul non corretto montaggio degli aspiratori dell’impianto di aerazione. Praticamente, si legge, in molti di essi sarebbe stato inserito prima il filtro e poi la ventola, riducendone l’efficacia in caso di emergenza.

Obiettivo della amministrazione capitolina sarebbe quindi accelerare sulla riqualificazione creando una apposita struttura per poter utilizzare rapidamente fondi resi disponibili dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti già nel 2018 ma che rischierebbero di andare persi oltrepassato un certo limite temporale.

(A cura di Alessandro Pino)

Immagine

Via Fracchia: impiegato del Municipio aggredito da un utente | di Alessandro Pino

1 Nov

[ROMA] Un dipendente della sede municipale di via Fracchia a Talenti é stato aggredito da un utente lo scorso venerdì. Ne ha dato notizia Il Messaggero.

I fatti sono accaduti nella tarda mattinata: il dipendente, un trentasettenne assunto da alcuni mesi, era all’ingresso della sede per controllare i Green Pass e regolare gli accessi. A un tratto si è presentato un uomo che senza aver prenotato l’appuntamento voleva fare rinnovare la carta d’identità della figlia.

La sua richiesta è stata accolta con l’unica limitazione che la pratica sarebbe stata lavorata in coda a quelle degli utenti arrivati con prenotazione.

Improvvisamente però l’uomo ha preteso di andare allo sportello ed è stato fermato dal dipendente: da lì i due si sono trovati a contatto faccia a faccia e l’impiegato ha ricevuto una spinta e una lieve testata che gli ha procurato quattro giorni di prognosi. Sul posto sono intervenuti i sanitari e le Forze dell’ordine.

Il sindaco di Roma Gualtieri ha chiamato l’impiegato per esprimergli solidarietà.
Alessandro Pino

Immagine

Sacco Pastore, Valli, Nomentana: una storia infinita di accampamenti e discariche | di Alessandro Pino

26 Ott

[ROMA] É uno di quei temi purtroppo sempreverdi che da anni si ripropongono nella crescente frustrazione e rabbia dei residenti nella fascia di confine tra il Terzo e il Secondo Municipio:

parliamo della presenza di accampamenti abusivi di sbandati e rom ai bordi del parco delle Valli, sotto il viadotto omonimo, lungo la ferrovia nelle adiacenze della stazione Nomentana e lungo le rive dell’Aniene da un lato verso la confluenza col Tevere e dall’altro verso la Nomentana, per arrivare ai casi eclatanti registrati nei mesi scorsi di accampamenti nei manufatti del sistema di aerazione della stazione Conca d’Oro o nel giardinetto al centro di viale Val Padana.

Lo ha rilanciato anche oggi Il Messaggero, riportando le testimonianze di alcuni cittadini esasperati e preoccupati: tra questi c’è anche chi ogni sera va a prendere la moglie che arriva in treno alla stazione Nomentana, non sentendosela comprensibilmente di farla tornare da sola a casa.

Del resto, come non dare loro ragione, quando l’intero quadrante da Sacco Pastore a Val d’Ala è percorso da un triste campeggio diffuso della desolazione, una baraccopoli di ciarpame con tanto di falò accesi per arrostire non si sa bene quali cibi o per scaldarsi nei mesi invernali; a questi si aggiungono i roghi tossici di immondizia bruciata che spandono i loro fumi ammorbando chi abita nelle adiacenze, arrivando alla zona di viale Somalia nel Secondo Municipio.

Non di rado ne scaturiscono incendi rovinosi, tanto da poterla definire una piccola Terra dei Fuochi, analogamente a quella del degradato hinterland napoletano e casertano; solo che qui, a maggior scorno, tutto avviene in pieno centro abitato per di più in quartieri medio borghesi di un certo livello.

Periodicamente vengono effettuati degli sgomberi e delle bonifiche ma dopo pochi giorni se non dopo poche ore tutto torna come prima, anzi peggio.

Alessandro Pino

Immagine

Arancia Meccanica a Monte Sacro: anziana rapinata a casa | di Alessandro Pino

21 Ott

[ROMA] Rapina shock in casa di una anziana signora a Monte Sacro: é accaduto un paio di sere fa sulla via Nomentana nei pressi di piazza Sempione. La donna, secondo quanto riportato da Il Messaggero, è stata aggredita da due banditi che sono entrati in casa forzando l’inferriata di una porta finestra.

La vittima, settantacinquenne, è stata immobilizzata sul letto con uno dei criminali che le schiacciava un cuscino sulla faccia. Il bottino della rapina ammonterebbe a qualche migliaio di euro in preziosi. La povera donna dopo che i rapinatori si sono dileguati ha chiesto aiuto a una vicina che ha avvisato il 112.

Tutto questo quando è ben presente nel quartiere il ricordo dell’omicidio della ottantanovenne Anna Tomasino, avvenuto durante una rapina in casa nel cuore di Città Giardino nel 2019 a opera di una banda di rom.

Alessandro Pino

Immagine

Villa Chigi-Somalia: uomo trovato senza vita in casa | di Alessandro Pino

27 Set

[ROMA] Il corpo senza vita di un uomo sessantacinquenne è stato trovato la sera del 26 settembre in un appartamento di via Giovanni Animuccia, in zona Villa Chigi- Somalia.

Il rinvenimento è stato eseguito dai Carabinieri, entrati nell’abitazione su segnalazione di una vicina. Ne ha dato notizia l’edizione on line de Il Messaggero.

A quanto si legge, il corpo si trovava su un divano e il decesso, alla cui origine sarebbe ipotizzabile un malore, sembrerebbe risalire ad alcuni giorni fa.
Alessandro Pino

Immagine

Cinquina: scende dal taxi e spara colpi di pistola in aria | di Alessandro Pino

2 Feb

[ROMA] Follia pura e terrore dilagante a Cinquina nel pomeriggio del primo febbraio: a quanto riportato dal Messaggero, un tassista é sceso dalla sua auto di servizio in via Domenico Cavalca e ha sparato alcuni colpi di pistola in aria, puntandola anche verso un balcone dove giocava una bambina ma fortunatamente l’arma si è inceppata. Sul posto è intervenuta la Polizia, allertata da numerose chiamate al 112. Gli agenti sono riusciti a bloccare l’esagitato e a togliergli l’arma, una calibro 9 regolarmente denunciata ma solo per la detenzione domestica e l’uso al poligono. Nel taxi e nella sua abitazione sarebbero stati trovati degli psicofarmaci. L’uomo ha anche avuto necessità di essere portato in codice rosso al Sant’Andrea.
Alessandro Pino

Immagine

Un arresto per gli scippi a raffica tra Monte Sacro e Conca d’Oro | di Alessandro Pino

20 Gen

[ROMA] Sembrerebbe avere finalmente una identità lo scippatore seriale che nella prima metà di gennaio ha imperversato tra Monte Sacro e Conca d’Oro, colpendo almeno venti volte: si tratterebbe di un trentenne bosniaco, tossicodipendente, fermato dai Carabinieri la scorsa domenica. Ne dà notizia oggi Il Messaggero. Il malvivente, che era uscito dal carcere a fine dicembre, alloggiava in un camper parcheggiato in zona Vigne Nuove e per i colpi ha usato degli scooter rubati praticamente a ripetizione. Il fermo al momento è scattato per il reato di ricettazione, dopo il ritrovamento nel camper di oggetti sottratti alle vittime.

Alessandro Pino

Immagine

Monte Sacro: paura per le aggressioni di un branco di giovinastri – di Alessandro Pino

16 Nov

[ROMA] C’è una gang di giovinastri che sta seminando il terrore da giorni a Monte Sacro, rapinando con violenza i coetanei o anche persone più grandi: minacce, spintoni, schiaffi, anche coltellate per sottrarre oggetti anche di poco conto. Tra le feroci aggressioni compiute nelle ultime settimane, tre sono state ricostruite dal Messaggero: le abbiamo segnate con una X sulla mappa. L’ultimo episodio è avvenuto la sera del 14 novembre in via Nomentana nei pressi di piazza Sempione: un diciannovenne è stato accerchiato dal branco, composto da sette individui (alcuni forse minorenni) che gli hanno prima sottratto il berretto che indossava e poi ferito con diverse coltellate alle mani con cui cercava di parare i colpi. Lo hanno lasciato sanguinante per strada dove è stato soccorso dai sanitari. In precedenza due ragazzi erano stati rapinati di cellulare e portafogli in via Val d’Aosta sotto la minaccia di un coltello. Prima ancora a via Scarpanto- nei pressi della fermata metro Jonio- un ragazzo è stato preso a sberle e rapinato del telefono. Fino a ora non si è riusciti a fermare la banda di delinquenti e i residenti hanno paura.

Alessandro Pino

Immagine

Paura furti a Colle Salario: attenzione alla “M” |di Alessandro Pino

12 Set

[ROMA] M come minaccia, M come Mistero. La lettera M sta facendo paura ai residenti di Colle Salario. L’allarme è stato lanciato da un articolo del Messaggero: una serie di furti in appartamento è stata messa a segno nelle scorse settimane nella zona di Colle Salario, particolarmente nella zona cosiddetta delle Torri di via Camerata Picena, le alte palazzine che caratterizzano lo skyline di Roma Nord. I sospetti si sono appuntati su una banda di ladri presumibilmente dell’Est europeo: delle donne sarebbero state viste aggirarsi nelle vicinanze con il probabile ruolo di vedette. In corrispondenza delle loro apparizioni nel quartiere sarebbero stati tracciati appunto dei segni a forma “M” sui citofoni delle abitazioni individuate dai delinquenti come bersaglio da razziare dopo avere studiato le abitudini e gli orari dei residenti. Particolarmente nel mirino gli appartamenti ai piani bassi, più facilmente raggiungibili. Intanto a quanto si è letto nel quartiere ci si starebbe organizzando per sorvegliare le case.
Alessandro Pino

Ladri suonano alla porta fingendo controlli post terremoto: occhio! – di Alessandro Pino

31 Ott

Personaggi che bussano alla porta di casa spacciandosi per tecnici e ingegneri del Comune impegnati in controlli dopo il terremoto ma una volta entrati in casa rubano denaro e oggetti di valore:  a prima vista sembrerebbe una delle

image

tante bufale che girano in rete e poi di bocca in bocca, se non fosse che la notizia è apparsa su testate di diffusione nazionale, sulla scorta di un allarme lanciato dalla Federconsumatori. I malviventi agirebbero in particolar modo nelle regioni del Centro, inclusa la Capitale, prendendo di mira specialmente le persone anziane, ritenute più apprensive e suggestionabili. Secondo il quotidiano “Il Messaggero”, a Roma sarebbero stati segnalati al Nuovo Salario, al Casilino e al Tiburtino. Realtà o leggenda metropolitana che sia, è consigliabile non fidarsi assolutamente di sconosciuti che si presentino nella modalità sopra descritte anche se mostrano tesserini di riconoscimento e contattare subito le Forze dell’Ordine.
Alessandro Pino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: