Annunci

Roma-IV Municipio: sulla svolta a sinistra a Castel Giubileo il Pdl si astiene in blocco. Solo il Pd vota contro

22 Set

pubblicato su http://www.di-roma.com

Castel Giubileo svolta a sinistra: solo il Pd vota contro. Pdl astenuto in blocco sull’atto presentato dalla consigliera di maggioranza Jessica De Napoli

Nella seduta del consiglio di giovedì è arrivata finalmente a discussione la mozione presentata dalla consigliera Pdl Jessica De Napoli, che chiedeva l’annullamento del progetto della svolta a sinistra da via Salaria direzione entro quartiere e la revoca dei lavori che ad oggi, dopo molti mesi dalle prime proteste, risultano ancora sospesi, data la strenua opposizione della maggioranza dei residenti. Questo atto era stato presentato un anno fa, appena iniziata la cantierizzazione, ma non era stato mai calendarizzato. La settimana scorsa la mozione a favore della svolta, presentata dal consigliere Alfredo D’Antimi venne ritirata poco prima della discussione in aula e subito dopo il gruppo del Pd depositò un atto con il quale si dichiarava contrario alla viabilità contestata, atto a cui il Pd ha rinunciato poco prima dell’inizio della discussione per sottoscrivere quello a firma della De Napoli, inspirato anche da Bonelli che aveva dato la sua disponibilità ai residenti durante le manifestazioni in strada, per conciliare sicurezza e esigenze della circolazione.

 

Il presidente Bonelli e la consigliera De Napoli però non sono stati presenti in consiglio durante i lavori. I tre consiglieri del Pd. Dionisi, Corbucci e Marchionne presenti – Rampini assente perché in viaggio di nozze – hanno espresso voto favorevole all’atto che era stato sottoscritto mentre i consiglieri del Pdl che erano presenti, Bentivoglio, Clavenzani, Ripanucci e Vaccaro si sono astenuti. Astenuti anche Iurescia, Cardente, Limardi e d’antimi nonché il presidente del consiglio Borgheresi. Non votando, nonostante la maggioranza dei voti fosse stata favorevole all’annullamento, l’atto non è passato perché a norma di regolamento se le astensioni (nove) sono superiori ai voti favorevoli (tre) l’atto non viene bocciato ma tecnicamente risulta non approvato.

 

Perché un’astensione di massa anziché un voto unanimemente contrario? La risposta è semplice ed ed è un piccolo capolavoro di tattica politica. Votando apertamente contro avrebbero sfiduciato apertamente il presidente del Municipio. L’atto infatti risulta essere presentato da un consigliere del Pdl e non dal Pd, perché i rappresentanti municipali l’hanno soltanto sottoscritto. In pratica, la gran parte dei consiglieri di maggioranza, sono favorevoli alla famigerata svolta o quanto meno indifferenti, poiché i lavori di realizzazione sono stati decisi dal dipartimento dei lavori pubblici della giunta Alemanno e politicamente non è un gesto opportuno andare contro le decisioni di un governo comunale del proprio colore in una questione circoscritta ad un piccolo quartiere di periferia dove non si hanno elettori, al contrario di Bonelli e De Napoli che a Castel Giubileo devono una bella fetta di preferenze.

La questione rimane dunque aperta e probabilmente non vedrà soluzione a breve.

 

Riccardo Corbucci, politicamente molto attivo nel quartiere ha così commentato subito dopo la chiusura della seduta: «il pd è l’unico partito ad essere contrario alla svolta e dopo la votazione di oggi e la fuga di Bonelli, abbiamo l’impressione che la maggioranza del Pdl non darà ascolto al volere dei cittadini»

Luciana Miocchi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: