Annunci

Una sera a via Ojetti tra vetrine e amatriciane per il terremoto (Terzo Municipio della Capitale) – di Alessandro Pino

3 Set

Via Ugo Ojetti (nel Terzo Municipio della Capitale) gremita nel tratto da piazza Talenti a piazza Primoli come 

image

nemmeno sotto Natale la sera del 2 settembre per una apertura straordinaria dei negozi in favore delle vittime del terremoto che ha devastato il Centro Italia. Diversi esercizi commerciali hanno aderito all’iniziativa denominata RomAMAtrice, organizzata dalla Associazione Commercianti via Ojetti con il patrocinio della presidenza dell’Assemblea Capitolina e del Terzo Municipio della Capitale, devolvendo parte degli incassi ai loro colleghi delle località colpite. Ovviamente il pienone si è registrato davanti ai locali di ristorazione, con file interminabili sui marciapiedi. Preso d’assalto anche un gazebo dove venivano preparati 

image

succulenti piatti di amatriciana, il cui ricavato andrà interamente alla Protezione Civile. Unico appunto da parte di alcuni: l’assenza di un presidio delle Forze dell’Ordine e la mancanza di illuminazione in parte della strada.
Alessandro Pino

Annunci

Una Risposta to “Una sera a via Ojetti tra vetrine e amatriciane per il terremoto (Terzo Municipio della Capitale) – di Alessandro Pino”

  1. monica persiani 3 settembre 2016 a 14:30 #

    Venute, e andate via…mi spiace era una grande occasione ma la disorganizzazione regnava sovrana. L’attesa per l’amatriciana era infinita e per chi come noi veniva da una giornata pesante di lavoro si è dimostrata insostenibile, magari chiudere la strada al traffico veicolare e mettere più cucine in modo da consentire una maggiore velocità di servizio, o meglio ancora prevedere la possibilità di tavoli per non essere costretti a mangiare in piedi avrebbe reso il tutto fruibile nonostante la stanchezza e l’ora tarda. Un piccolo appunto in più, sarebbe stata una buona idea se tutti i commercianti avessero esposto chiaramente la percentuale degli incassi che avrebbero devoluto, l’ho trovato in chiaro solo da Spizzichino. In ultima sintesi, bellissima idea, ripetibile anche per altre occasioni di raising fund (magari meno tristi), ma la realizzazione non è stata all’altezza…apprezziamo lo sforzo e speriamo in meglio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: