Annunci
Archivio | 21:55

Atto sulla partecipazione per la chiusura del Tmb salario bocciato in consiglio. Lista Marchini furiosa

7 Dic


L’atto che richiedeva una partecipazione fattiva della popolazione residente alle scelte per la chiusura del Tmb Salario era stato protocollato piú di un mese fa, il 26 ottobre. Oggi é stato discusso in consiglio, dove é stati bocciato dalla maggioranza. Ne danno la notizia su fb i consiglieri Cristiano Bonelli e Riccardo Evangelista, che lo avevano presentsto come Lista Marchini. Sembrerebbe che la motivazione sia che la maggioranza ha già intrapreso percorsi di condivisione con i cittadini, “Facendo finta di non capire che nel nostro atto ci sono richieste specifiche e l’ impegno per il sindaco di orientarsi verso la definitiva chiusura” dice a caldo Evangelista.

Poi con un comunicato congiunto i due consiglieri rincarano la dose: ” A distanza di 6 mesi ad oggi oltre i proclami la maggioranza non e’ riuscita ad ufficializzare la  propria posizione sulla chiusura del Tmb .Oggi ne ce ne e’stata data conferma.Quando la partecipazione si trasforma da propaganda a vero processo di coinvolgimento dei cittadini, il Movimento 5 Stelle va in crisi. Promuovere un osservatorio sul TMB per placare gli animi e non permettere la partecipazione dei cittadini nei veri tavoli di lavoro come La Conferenza dei Servizi è il segnale palese dell’imbarazzo di questa Amministrazione di fronte ad una delle sfide più importanti per le quali il Movimento è stato premiato alle ultime elezioni. Stasera i 5 Stelle hanno confermato tutta la loro inadeguatezza come Amministratori del municipio e della città. La luna di miele è finita. I cittadini si ricorderanno delle promesse che non verranno mantenute.”

LM

Annunci

Terrore a Talenti: barricato nel bagno di casa sotto assedio dei ladri – di Alessandro Pino

7 Dic

image

Terrore da “Arancia Meccanica” in un appartamento di via Francesco D’Ovidio (quartiere Talenti, Terzo Municipio della Capitale) la sera del 6 dicembre: a quanto riferisce in rete una vicina di casa, verso le 19 dei ladri sarebbero entrati nell’abitazione forzando una grata nonostante fosse presente il legittimo abitante. L’uomo, un cinquantenne, dopo aver sentito i rumori, per la paura si sarebbe chiuso a chiave in bagno. A quel punto i criminali avrebbero cercato di sfondare la porta con un attrezzo, desistendo solo per le urla della vittima e allontanandosi con il contante trovato nell’abitazione. Seguiranno ulteriori particolari appena avremo più dettagli.
Alessandro Pino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: