Annunci
Archivio | gennaio, 2017
Galleria

Gennaio ’17 in pillole nel Terzo Municipio – di Alessandro Pino

30 Gen

pinobrevissimegennaio17

4 gennaio – falso allarme bomba nel pomeriggio per una valigia con dei fili elettrici abbandonata all’angolo tra via Scarpanto e via delle Isole Curzolane (zona Val Melaina).

 

Nel primo pomeriggio un uomo viene arrestato dalla Polizia dopo aver tentato di rapinare una banca in viale Jonio, non riuscendo a oltrepassare il metal detector.

 

6 gennaio – in mattinata crolla un albero in un cortile condominiale di via Monte Resegone al Tufello; una bambina rimane imprigionata fra i rami fortunatamente senza conseguenze.

 

8  gennaio – nella notte furto con scasso in una trattoria di Settebagni.

 

9 gennaio – al mattino viene scoperto un furto nella scuola “Simone Renoglio” di Castel Giubileo.

 

11 gennaio –  alle prime ore del mattino scoppia un incendio in un garage condominiale tra via Val Pusteria e via Prati Fiscali. Quattro auto rimangono distrutte e novanta persone vengono temporaneamente evacuate.

 

12 gennaio – vengono arrestati dalla Polizia per reati legati allo spaccio di droga due residenti del Tufello, legati al gruppo criminale attivo nella zona che di recente era già finito nel mirino delle Forze dell’Ordine.

 

13 gennaio – in serata dopo il passaggio di una tromba d’aria viene segnalata la caduta di rami e alberi in diverse zone del Terzo Municipio.

 

14 gennaio – durante la mattinata cadono frammenti di cornicione da uno stabile in via Val Padana (zona Prati Fiscali) fortunatamente senza conseguenze per le persone.

 

18 gennaio – una palazzina di via Monte Massico (zona Tufello) viene invasa dal fumo di un incendio iniziato nello scantinato e temporaneamente sgomberata.

 

24 gennaio – preoccupazione per i ripetuti furti e aggressioni in zona Porta di Roma.

 

27 gennaio – eletto il nuovo direttivo del Comitato di Quartiere Serpentara; il  presidente è Stefano Ricci che succede a Mimmo D’Orazio.

 

28 gennaio – in mattinata due presunti minorenni (di cui uno di origini magrebine) fuggono dal centro di accoglienza di via Annibale Maria di Francia (zona Villa Spada) dopo aver rubato denaro e cellulari custoditi negli uffici della struttura. Vengono arrestati poco dopo alla stazione Termini.

 

Nel pomeriggio una lite – forse legata allo spaccio di droga – all’esterno di un bar in via Luigi Capuana (zona Talenti) termina con una sparatoria in cui vengono esplosi diversi colpi di pistola. Fortunatamente non ci sono feriti.

 

In nottata vengono arrestati dai Carabinieri in piazza Vinci (zona Nuovo Salario) quattro bulgari sorpresi a forzare il portello di un furgone parcheggiato.

 

 

30 gennaio – la Polizia di Roma Capitale pone sotto sequestro parte della discoteca annessa al centro sociale Brancaleone in via Levanna a Monte Sacro, risultata del tutto abusiva.

 

(A cura di Alessandro Pino)

Annunci
Video

Settebagni manifesta per riavere Asl e 118 – servizio webTg di Alessandro Pino

28 Gen

 

 

20170128_110534

Cliccando qui  potrete vedere il servizio video realizzato da Alessandro Pino

Parco Simon Bolivar a Monte Sacro: verso la riapertura? – di Alessandro Pino

25 Gen

image

Sembra sbloccarsi finalmente la vicenda del parco Simon Bolivar – nel  cuore di Monte Sacro, Terzo Municipio della Capitale – chiuso da circa un anno dopo il crollo di un albero, per il quale si era paventato il rischio di dissesto idrogeologico con il relativo pericolo legato alla presenza dei macchinari adoperati per la manutenzione del luogo. La mattina del 24 gennaio si è svolto un sopralluogo nelle gallerie che formano il rifugio antiaereo costruito durante la Seconda Guerra Mondiale. Erano presenti la presidente del Terzo Municipio, Roberta Capoccioni con l’assessore municipale all’Ambiente Mimmo D’Orazio, i consiglieri di maggioranza Roberto Monaldi e Donatella Geretto, il  comandante del Terzo Gruppo della polizia di Roma Capitale, la presidente del Comitato Città Giardino Simona Sortino, volontari della associazione Sotterranei di Roma e personale dell’ufficio tecnico. La galleria – in parte utilizzata da un privato –  è apparsa in buono stato di conservazione. Durante la successiva riunione della Commissione Ambiente – tenutasi nel pomeriggio e presieduta dalla consigliera pentastellata Francesca Burri,  i commissari partecipanti hanno concordato di chiedere alla Giunta l’invio dei risultati ufficiali dell’ispezione al Dipartimento Tutela Ambientale capitolino, il cui dirigente era presente alla Commissione. Se tutto procederà come ci si augura, dovrebbero riprendere i lavori di manutenzione interrotti consentendo così di riaprire il parco Bolivar alla cittadinanza.
Alessandro Pino

Via di Castel Giubileo: c’è poco da giubilare… – di Alessandro Pino

24 Gen

image

La cartolina di oggi viene da via di Castel Giubileo, nel Terzo Municipio della Capitale: in corrispondenza dell’inizio della pista ciclabile che arriva fino a Prati, una delle innumerevoli micro discariche di rifiuti ingombranti che da anni ormai costellano il territorio. Ammucchiati troviamo il solito frigorifero, l’immancabile materasso, una fotocopiatrice, un divano, parte di un seggiolone per bambini. Insomma, anche qui c’è ben poco di cui giubilare…
Alessandro Pino

La favola di Elisa e Maravilla: una ragazza di Monte Sacro e una cavallina anzianotta – di Alessandro Pino

23 Gen

Per una volta vogliamo riferirvi di una vicenda che sembra uscita dalla trama di qualche vecchio film Disney: è la storia dell’amicizia tra Elisa, una ragazza con la passione dell’equitazione che vive a Monte Sacro, nel Terzo Municipio della Capitale e…una cavallina chiamata “E. Maravilla” anche se per lei è Maravilla e basta. La storia inizia qualche anno fa, quando Elisa si arruola in ferma breve nell’Esercito, venendo destinata al Reggimento Lancieri di Montebello, un reparto a cavallo di stanza a Roma. Qui a Elisa – che viene promossa caporale – viene assegnata come cavalcatura proprio Maravilla: non è esattamente quello che si definisce un destriero, anzi a dirla tutta viene da tutti considerata un ronzino, trattandosi di una cavallina anziana, dalla salute non eccezionale ma soprattutto dal carattere difficile; con Elisa però nasce un’intesa, la ragazza sembra l’unica persona che da quella bizzosa e malandata cavallina riesce a ottenere qualcosa in più, prestandole tante attenzioni e venendone rispettata a sua volta. Un esempio tra tanti, la volta in cui Maravilla – già data per spacciata dai veterinari dopo essersi accasciata – si rialza dopo le carezze e gli incoraggiamenti di Elisa. I giorni trascorrono lieti tra prove e caroselli, però arriva infine quello del congedo di Elisa che deve salutare la sua cara Maravilla. La ragazza non solo è triste perché non la vedrà più ma è soprattutto preoccupata per quello che succederà al cavallo ormai a fine carriera, anche se il Comandante del reparto le ha promesso che verrà curata con la stessa attenzione che lei le ha riservato. Forse però anche Maravilla risente della mancanza di Elisa e senza di lei le cose non vanno più bene: il carattere della cavallina diventa ancora più difficile, un giorno tenta anche la fuga e si fa male. Elisa viene a sapere che l’animale viene alienato dal servizio e trasferito in nel Centro Equestre Militare di Grosseto: è un bel posto ma gli altri cavalli non vanno d’accordo con Maravilla 

image

impedendole  anche di mangiare. È a questo punto che Elisa decide di dare concretezza a un sogno che già da tempo accarezzava: adottare Maravilla e portarla a casa in un’area adatta a lei. L’affidamento è in effetti possibile e previsto dalle norme, però in Italia la burocrazia spesso è capace di diventare una sorta di Moloch, un colosso ostile che soffoca esigenze e desideri delle persone. Inizia dunque il pellegrinaggio di Elisa – accompagnata dalla mamma – tra i vari uffici militari per capire quale sia quello competente a cui richiedere l’affidamento, nel frattempo alla ragazza viene riferito che le condizioni di salute di Maravilla peggiorano ulteriormente, è ormai diventata un mucchietto di ossi. Una volta tanto però tutto va come deve andare e i responsabili dell’Esercito dicono di sì, scrivendo il sospirato lieto fine di questa vicenda: Elisa ha potuto portare a Roma la sua cara Maravilla poco prima delle festività natalizie:«Ormai Maravilla sta galoppando verso la guarigione – commenta Elisa – ed io con lei fino a quando Nostro Signore vorrà. È stato un Natale…maravilloso!».
Alessandro Pino

Vaccinazioni a via Dina Galli: parte la prenotazione telematica – di Alessandro Pino

22 Gen

image

Partirà in forma sperimentale dal prossimo primo febbraio la prenotazione telematica degli   appuntamenti per la somministrazione di vaccini presso l’ambulatorio di via Dina Galli, nel Terzo Municipio della Capitale. La procedura potrà essere svolta comodamente dal proprio terminale oppure presso lo stesso centro vaccinazioni. Sul sito della Asl Roma A (www.aslrma.com) verranno comunicate a breve le modalità per fruire del servizio.
Alessandro Pino

Parco Bolivar chiuso da un anno: cosa c’è “sotto” ? – di Alessandro Pino

19 Gen

A quasi un anno dalla chiusura – avvenuta a febbraio scorso per svolgere lavori di manutenzione in seguito al crollo di un pino sulla recinzione – rimane ancora interdetto al pubblico il parco intitolato a Simon Bolivar, sullo storico Monte Sacro, nel Terzo Municipio della Capitale. La riapertura era stata annunciata già ad aprile dall’allora presidente del Terzo Municipio, Paolo Marchionne, senza che vi fosse un seguito effettivo nemmeno con il subentro della giunta pentastellata di Roberta Capoccioni. Sulla vicenda esistono teorie contrastanti in seno alla stessa maggioranza municipale: soltanto qualche giorno fa la presidente del Municipio Roberta Capoccioni con un intervento in rete ha confermato la possibile presenza di uno stato di dissesto idrogeologico della collina. L’origine del paventato pericolo di smottamenti – con rischio anche per i mezzi impegnati nella manutenzione del verde – era stata attribuita in ipotesi a una rete di caverne usate come rifugio antiaereo, esistenti sotto la collina. La tesi del dissesto però viene confutata con forza dalla consigliera di maggioranza Francesca Burri, 

image

presidente della Commissione municipale Ambiente, che ha reperito in rete e reso nota a sua volta una perizia eseguita sull’area a dicembre con esito negativo. Sulla materia così si è espressa la presidente del Comitato Città Giardino, Simona Sortino: «Vorremmo avere dall’amministrazione un quadro chiaro che ci faccia comprendere la situazione attuale, anche dall’assessore (municipale all’Ambiente, ndr) Mimmo D’Orazio quale è la progettualità in vista della riapertura e chi intendono consultare affinché questa possa avvenire nel più breve tempo possibile». Per la prossima settimana si attende la presenza in Commissione Ambiente – dopo la seduta del 17 gennaio in cui si sono confrontati i consiglieri di maggioranza Francesca Burri, Francesca Liuzzi, Massimo Moretti, Mario Novelli e quelli di opposizione Federica Rampini, Francesca Leoncini, Vincenzo Di Giamberardino oltre a Simona Sortino e Manuel Bartolomeo presidente del CdQ Talenti – del dirigente dell’ufficio capitolino “gestione territoriale ambientale e del verde”; uno dei punti da sciogliere sarà capire quale sia l’ufficio competente ad agire nel caso particolare, per restituire all’utenza un luogo molto amato e frequentato.
Alessandro Pino

Al Teatro degli Audaci anche il pubblico fa festa con “Rumors” – di Alessandro Pino

14 Gen

Dopo l’anteprima del 31dicembre -che ha registrato il tutto esaurito – sono iniziate al Teatro degli Audaci (Terzo Municipio della Capitale) le rappresentazioni di “Rumors”, brillante commedia firmata dallo statunitense Neil Simon, in scena fino all prossimo 22 gennaio. Il titolo tradotto in italiano vuol dire “pettegolezzi”, disseminati 

image

nella vicenda incentrata su un party nella buona società newyorkese di fine anni Ottanta. Nel copione la festa vera e propria va a monte, al pubblico sembra invece di partecipare a una riuscitissima: non potrebbe essere altrimenti con nove attori della “Compagnia degli Audaci”  impegnati sul palco in una girandola di equivoci, infortuni più o meno dolorosi,  sorprese e porte che si aprono e chiudono: a 

image

dirigerli – recitando anch’egli – il fondatore e direttore artistico del “Teatro Degli Audaci”, Flavio De Paola, vincitore nell 2014 dell “Premio Montesacro”. Con lui ci sono Maria Cristina Gionta, Emiliano Ottaviani, Giuseppe Abramo, Alessia Di Fusco, Stefano Centore, Annamaria Fittipaldi, Marina Pedinotti, tutti affiatati e pimpanti nei rispettivi ruoli. «Ho deciso di mettere sul palcoscenico questo testo – dichiara De Paola –  proprio per iniziare il nuovo anno con una sana risata e tanto divertimento». Il Teatro Degli Audaci si trova in via Giuseppe De Sanctis 29 (zona Porta di Roma) e per le informazioni e prenotazioni si può telefonare allo 06 94376057.
Alessandro Pino

Asl Settebagni: manifestazione sabato 28 gennaio per chiedere la riapertura – di Alessandro Pino

11 Gen

image

Sono ormai diversi mesi (dalla fine di ottobre) che la sede di Settebagni della Asl situata presso la Salita della Marcigliana, nel Terzo Municipio della Capitale – cui faceva capo anche una base delle ambulanze del 118 – è chiusa. Sembrava dapprima che il servizio dovesse subire solo una breve interruzione, pare per il tempo strettamente necessario a svolgere dei lavori di manutenzione sull’edificio.  Così evidentemente non è stato e per questo motivo il Comitato di Quartiere Settebagni ha già chiesto le autorizzazioni per una manifestazione pubblica che si terrà la mattina di sabato 28 gennaio dalle 10 alle 13 (la data è stata confermata). È importante che ci sia una massiccia partecipazione, visto che la chiusura della Asl e del relativo servizio prelievi costringe chi – magari anziano e senza disponibilità di mezzi di trasporto privato – debba effettuare delle analisi a recarsi presso strutture lontane dal quartiere, arrecando un evidente disagio. È stato creato sul social network Facebook anche un eventp dedicato, rintracciabile digitando “Manifestazione per la riapertura dei locali Asl e Ares a Settebagni”.
Alessandro Pino

Settebagni o Sette Bagni? (Terzo Municipio della Capitale) – di Alessandro Pino

10 Gen

Nella foto potete vedere uno degli schermi installati a bordo dei treni in servizio sulla ferrovia che arriva a Fiumicino Aeroporto passando anche per diverse stazioni del Terzo Municipio della Capitale: Nomentana, Val d’Ala

image

(quando e se riaprirà), Nuovo Salario, Fidene, Settebagni. Anzi, Sette Bagni almeno secondo chi ha inserito i nomi delle fermate nel programma che le annuncia mano a mano che ci si avvicina a ognuna di esse. Si dirà che i problemi sono ben altri, che è già qualcosa che i convogli passino in orario – o quasi – però insomma,  ci si aspetterebbe che alle Ferrovie   conoscano  i nomi delle loro stazioni…
Alessandro Pino

I poveri cagnolini in Terzo Municipio hanno freddo! Servono coperte e asciugamani: ecco cosa fare – di Alessandro Pino

8 Gen

L’ondata di gelo eccezionale che si sta abbattendo sulle regioni del Centro Sud ha fatto vittime anche tra i poveri sfortunati cagnolini che si trovavano nei canili di zone in cui le temperature si sono fatte proibitive. Anche a Roma il termometro è già sceso sotto lo zero e per questo motivo il Comitato di Quartiere Talenti – presieduto da Manuel Bartolomeo – ha organizzato una raccolta di  

image

asciugamani e coperte (non vanno bene i piumoni) da consegnare al “Rifugio delle Code Felici”, presente sul territorio del Terzo Municipio della Capitale, in modo da arrecare un minimo di conforto agli ospiti pelosi. Il materiale eventualmente eccedente verrà destinato al canile della Muratella. Per sapere dove portare il materiale mandate un messaggio Sms o Whatsapp al numero 329 026 2264  oppure alla casella di posta elettronica quartieretalenti@libero.it così da portare un aiuto il più presto possibile ai piccoli amici.

AGGIORNAMENTO: la consegna presso il CdQ Talenti sarà possibile fino a giovedì 12 gennaio 2017.
Alessandro Pino

Intitolata al piccolo Emanuele volato via troppo presto l’aula teatro della scuola “Usai” a Talenti – di Alessandro Pino

7 Gen

Dallo scorso 22 dicembre l’aula teatrale della scuola primaria “Caterina Usai”, in via Alberto Savinio a Talenti (Terzo Municipio della Capitale), è ufficialmente intitolata con una targa al giovanissimo Emanuele Ciccozzi, già allievo dell’istituto e scomparso mesi or sono per una malattia ematologica. Alla sobria ma sentita cerimonia di intitolazione – durante la quale sono stati eseguiti cori natalizi cantati dagli scolari – è intervenuta anche la

image

presidente del Municipio, Roberta Capoccioni, insieme alle autorità scolastiche e a politici della attuale amministrazione e di quella precedente, a cavallo delle quali si è svolto l’iter burocratico per l’intitolazione. C’era ovviamente anche la mamma di Emanuele, Claudia Colloca: «È stata una grande emozione – spiega – nata dal fatto di vedere scritto per la prima volta qualcosa che deve durare nel tempo. L’idea l’ha avuta la rappresentante di classe insieme con la maestra di Emanuele, Imma Fiore ed è nata proprio per l’amore che c’è stato attorno a lui; si cercava di piantare un seme che rimanesse al di là di chi l’ha vissuto e che rimanesse nella scuola per sempre. Per Emanuele la scuola è stata una seconda casa, lui ha chiesto di 

image

andarci fino alla fine ed è stato possibile grazie alla disponibilità della dirigente scolastica dottoressa Marrucci e con il consenso del primario del reparto oncomatologico del Bambin Gesù professor Locatelli, permettendogli di vivere nonostante il suo handicap e le sue difficoltà una vita con una qualità superiore».  Il ricordo di Emanuele però va ancora oltre, con  l’associazione ”Infinito Amore da Emanuele Ciccozzi – onlus”  tesa a fornire un sostegno specie domicialre a chi affronta lo stesso doloroso 

image

percorso: «Ci tengo al “da” – precisa Claudia –  perché indica che parte da Emanuele per andare verso gli altri, lui aveva dentro questo grandissimo
amore incondizionato, la capacità di vedere negli altri sempre il buono. L’ha trasmessa a me e intendo trasmetterla agli altri, sento la necessità di allargare la sua esperienza  a chi si trova nelle stesse situazioni di sofferenza non necessariamente legate a malattie terminali, dando la forza di andare avanti nonostante le difficoltà che sono tante. Abbiamo fatto già tanti eventi coinvolgendo tanta gente, c’è tanto amore intorno e tanta voglia di fare».
Alessandro Pino

Donano serenità le Befane solidali in Terzo Municipio – di Alessandro Pino

2 Gen

Arrivano con l’Epifania due iniziative di solidarietà organizzate da realtà legate al territorio del Terzo Municipio: il 6 gennaio dalle dieci di mattina fino alle tredici e trenta in piazza Porro Lambertenghi  (zona Ateneo Salesiano) si svolgerà la quarta edizione de “La Befana del Dono”, raccolta di giocattoli, vestiti e libri donati dai bambini e destinati alla associazione 

image

Salvamamme, attiva nel sostegno di madri in condizioni difficili. Contestualmente si terrà una pesca di beneficenza per la raccolta fondi della Croce Rossa Italiana in favore delle vittime dei recenti terremoti nel Centro Italia. I piccoli partecipanti saranno accolti dalla Befana e intrattenuti  da animatori, inoltre verrà allestito un rinfresco dolce e salato offerto dagli organizzatori: Assoter, Zampettiamo, Cri, Territorio e Servizi, Attivamontesacro, WikiGym e CdQ Porro Lambertenghi.  La mattina successiva invece, nel carcere di Rebibbia saranno distribuite calze piene di dolci ai figli degli operatori  della struttura, per iniziativa del Comitato Indipendente Val Melaina e della associazione Agorà in collaborazione con Solidarietà Bikers.
Alessandro Pino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: