Annunci
Tag Archives: associazione Agorà

Giardini Metro Jonio: riaprono domenica 23 aprile – di Alessandro Pino

20 Apr

image

Riapriranno domenica 23 aprile i giardini soprastanti la stazione Jonio della metropolitana B1. L’area verde, ridotta ormai in condizioni pietose dopo ripetuti atti di teppismo, era rimasta chiusa alcune settimane per consentire lo svolgimento di un intervento di recupero, curato dalla associazione di protezione civile Nucleo Sicurezza Ambientale Roma Nord con la partecipazione del Comitato Indipendente Val Melaina e della associazione Agorà. I lavori sono consistiti nella rimozione dei rifiuti, nell’installazione di un cancello più alto dal lato della gradinata per rendere difficoltoso lo scavalco nelle ore notturne, nel ripristino del manto erboso  e nella cancellazione delle scritte vandaliche. Ciliegina sulla torta, alcuni murales  – dipinti da Giusy Guerriero, Moby Dick e Noa – che omaggiano la pellicola “Ladri di Biciclette” di Vittorio De Sica, girata proprio nel quartiere a pochi metri da dove oggi sorgono la stazione e il giardino.  Per le ore 17 è previsto l’inizio della manifestazione di riapertura, con intrattenimento musicale e animazione per i bambini.
Alessandro Pino

Annunci

Donano serenità le Befane solidali in Terzo Municipio – di Alessandro Pino

2 Gen

Arrivano con l’Epifania due iniziative di solidarietà organizzate da realtà legate al territorio del Terzo Municipio: il 6 gennaio dalle dieci di mattina fino alle tredici e trenta in piazza Porro Lambertenghi  (zona Ateneo Salesiano) si svolgerà la quarta edizione de “La Befana del Dono”, raccolta di giocattoli, vestiti e libri donati dai bambini e destinati alla associazione 

image

Salvamamme, attiva nel sostegno di madri in condizioni difficili. Contestualmente si terrà una pesca di beneficenza per la raccolta fondi della Croce Rossa Italiana in favore delle vittime dei recenti terremoti nel Centro Italia. I piccoli partecipanti saranno accolti dalla Befana e intrattenuti  da animatori, inoltre verrà allestito un rinfresco dolce e salato offerto dagli organizzatori: Assoter, Zampettiamo, Cri, Territorio e Servizi, Attivamontesacro, WikiGym e CdQ Porro Lambertenghi.  La mattina successiva invece, nel carcere di Rebibbia saranno distribuite calze piene di dolci ai figli degli operatori  della struttura, per iniziativa del Comitato Indipendente Val Melaina e della associazione Agorà in collaborazione con Solidarietà Bikers.
Alessandro Pino

Il bilancio partecipativo…senza la partecipazione- di Alessandro Pino

28 Gen

Riunione in Municipio dei Comitati di quartiere con Marchionne

Due giorni dopo l’approvazione in Consiglio del bilancio di previsione si è tenuta in Municipio la riunione che era stata concordata prima del voto tra il presidente Marchionne e i principali Comitati di quartiere proprio sul cosiddetto bilancio partecipato: essendo avvenuta a giochi fatti si sarebbe potuto supporre che il significato del venire resi partecipi fosse mutato in un sempliceDSC_1379 “essere edotti” dall’originario “coinvolti nelle decisioni riguardanti la destinazione delle risorse”. Così è stato solo in parte ma in un senso ancor più restrittivo, perché nel concreto le linee portanti dell’incontro sono state da un lato la richiesta (per bocca di Silvana Caudai del Comitato Città Giardino) di una relazione illustrativa di un bilancio altrimenti difficile da comprendere anche per degli esperti ma soprattutto l’esternazione dello scontento per la promessa disattesa (e presente nel programma elettorale di Marchionne) del coinvolgimento. In particolare il malumore riguardava l’ordine del giorno votato contestualmente al bilancio che individuava quattro interventi prioritari per impiegare il milione di euro bonus destinato dal Campidoglio a ogni Municipio: la riqualificazione delle piazze Menenio Agrippa e Corazzini, la riapertura del nido di Castel Giubileo e soprattutto la realizzazione di una ciclabile sul viadotto dei Presidenti, avversata da opposizione e Comitati per il costo ritenuto eccessivo rispetto all’utilità (si è parlato di ottocentomila euro) e che occupando la predisposizione tranviaria al centro del viadotto accantonerebbe definitivamente l’idea originaria di un binario da Colle Salario al viale Togliatti. Duplice la linea tenuta dal presidente Marchionne  (affiancato dal presidente del Consiglio Municipale Riccardo Corbucci, dalla consigliera Anna Punzo, guida della commissione bilancio e verso la fine dall’assessore municipale al commercio Vittorio Pietrosante, mentre era rimasto sull’uscio per mancanza di spazio il consigliere di maggioranza Gianluca Colletta): da un lato il mancato coinvolgimento è stato imputato alla ristrettezza dei tempi imposti dal Comune, dall’altro è stata rivendicata la presenza della ciclabile nel programma per la cui attuazione aveva ricevuto mandato vincendo le elezioni. Immediata la replica dei consiglieri di opposizione presenti (Bonelli, Cascapera e Moretti) i quali gli rinfacciavano che nel programma era presente anche quel processo partecipativo cui si è venuti meno, mentre l’argomentazione della tempistica sfavorevole veniva rigettata da Mimmo D’ Orazio e Lorella Giribaldi (rispettivamente leader del Comitato Serpentara e della Associazione Agorà) che ribadivano inoltre di aver avuto il 15 gennaio da Marchionne la promessa di un incontro che precedesse il voto in Consiglio. Un muro contro muro insomma, apertosi parzialmente quando Marchionne ha chiesto un parere sulla bontà delle scelte compiute con l’ordine del giorno: a quel punto i Comitati hanno risposto affermativamente – fatta salva la famigerata ciclabile – tra lo stupore di alcuni dei presenti, dando l’impressione che il dissenso riguardasse il metodo più che i contenuti. L’incontro si è concluso con la richiesta da parte dei Comitati di un coinvolgimento immediato per la fase delle variazioni di bilancio, sulla quale però Marchionne non sembra essersi espresso nettamente, limitandosi a promettere la consegna della relazione per la metà di febbraio. Un invito al presidente del Municipio a ritirare il famigerato ordine del giorno è giunto altresì sul finale da parte di Massimo Moretti del M5S; in mancanza di ciò, per adesso si andrà avanti con l’idea (comunque ancora solo tale, mancando un progetto) di realizzarla.

Alessandro Pino

 

14 Gen

DSC_1108(pubblicato su http://www.di-roma.com)

Organizzata dall’associazione Agorà e dal Comitato indipendente Valmelaina, anche quest’anno la Befana si è presentata nella piazza dell’ex mercato di Valmelaina per portare calze e zucchero filato.

Una vecchina grintosa, arrivata non a bordo della solita scopa ma su una fiammante moto custom, scortata da un folto gruppo di bikers, che prima di partecipare all’abituale raduno ai Colli Albani hanno sfilato per le vie del quartiere.

Come sempre l’iniziativa è stata interamente finanziata dai proventi del progetto “TappiAmo Valmelaina”, (tra i tre finalisti al Premio Montesacro 2014 nella sezione volontariato sociale) che ormai da tre anni provvede a raccogliere i tappi di plastica dei flaconi e delle bottiglie vuote per poi rivenderli ad un grossista che si occupa di meteriale di recupero. E’ un lavoro certosino, ogni carico frutta poche decine di euro e ci vuole il lavoro e la passione di un intero anno per poter ricavare il necessario ad accontentare come questa volta, all’incirca trecento bambini. Commossi e soddisfatti della riuscita della festa, il presidente di Agorà, Massimo Novelli, e quello del comitato indipendente Valmelaina, Lorella Giribaldi, hanno dichiarato che la Befana tornerà anche il prossimo anno.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: