Annunci

Intitolata al piccolo Emanuele volato via troppo presto l’aula teatro della scuola “Usai” a Talenti – di Alessandro Pino

7 Gen

Dallo scorso 22 dicembre l’aula teatrale della scuola primaria “Caterina Usai”, in via Alberto Savinio a Talenti (Terzo Municipio della Capitale), è ufficialmente intitolata con una targa al giovanissimo Emanuele Ciccozzi, già allievo dell’istituto e scomparso mesi or sono per una malattia ematologica. Alla sobria ma sentita cerimonia di intitolazione – durante la quale sono stati eseguiti cori natalizi cantati dagli scolari – è intervenuta anche la

image

presidente del Municipio, Roberta Capoccioni, insieme alle autorità scolastiche e a politici della attuale amministrazione e di quella precedente, a cavallo delle quali si è svolto l’iter burocratico per l’intitolazione. C’era ovviamente anche la mamma di Emanuele, Claudia Colloca: «È stata una grande emozione – spiega – nata dal fatto di vedere scritto per la prima volta qualcosa che deve durare nel tempo. L’idea l’ha avuta la rappresentante di classe insieme con la maestra di Emanuele, Imma Fiore ed è nata proprio per l’amore che c’è stato attorno a lui; si cercava di piantare un seme che rimanesse al di là di chi l’ha vissuto e che rimanesse nella scuola per sempre. Per Emanuele la scuola è stata una seconda casa, lui ha chiesto di 

image

andarci fino alla fine ed è stato possibile grazie alla disponibilità della dirigente scolastica dottoressa Marrucci e con il consenso del primario del reparto oncomatologico del Bambin Gesù professor Locatelli, permettendogli di vivere nonostante il suo handicap e le sue difficoltà una vita con una qualità superiore».  Il ricordo di Emanuele però va ancora oltre, con  l’associazione ”Infinito Amore da Emanuele Ciccozzi – onlus”  tesa a fornire un sostegno specie domicialre a chi affronta lo stesso doloroso 

image

percorso: «Ci tengo al “da” – precisa Claudia –  perché indica che parte da Emanuele per andare verso gli altri, lui aveva dentro questo grandissimo
amore incondizionato, la capacità di vedere negli altri sempre il buono. L’ha trasmessa a me e intendo trasmetterla agli altri, sento la necessità di allargare la sua esperienza  a chi si trova nelle stesse situazioni di sofferenza non necessariamente legate a malattie terminali, dando la forza di andare avanti nonostante le difficoltà che sono tante. Abbiamo fatto già tanti eventi coinvolgendo tanta gente, c’è tanto amore intorno e tanta voglia di fare».
Alessandro Pino

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: