Tag Archives: via sant’Antonio di Padova
Immagine

Settebagni: chiuso il sottopasso di via Sant’Antonio di Padova- di Alessandro Pino

10 Ott

[ROMA] Il vecchio sottopasso ferroviario di via Sant’Antonio di Padova nel quartiere di Settebagni- è stato chiuso in via cautelativa nella serata del 10 ottobre dopo il distacco di alcuni mattoni dalla volta avvenuto nel pomeriggio, sembrerebbe al passaggio di un treno. Si ricorderà che solo pochi anni addietro la galleria era stata oggetto di lavori di ristrutturazione, rimanendo chiusa per due mesi circa. Al momento di pubblicare questo articolo non appaiono indicazioni di viabilità alternativa su nessuno dei due lati del tunnel. Quindi per uscire dalla parte interna del quartiere occorre necessariamente passare dalla collina e usare poi ilsottopasso di Salita della Marcigliana. Si ricorderà che solo nel 2016 la galleria era stata chiusa per circa due mesi per lavori di ristrutturazione.
Alessandro Pino

video e foto del giorno dopo sul luogo dell’incendio di via S. Antonio di Padova a Settebagni

22 Lug

Servizio fotografico di Alessandro Pino – servizio video pubblicato sul canale you tube di http://www.di-roma.com:  http://www.youtube.com/watch?v=3SZtKKV_HZM&feature=share

Questo slideshow richiede JavaScript.

//

Roma – IV Municipio: a Settebagni gli airbag salvano la vita di automobilisti troppo impazienti

9 Lug

La via Sant’Antonio di Padova a Settebagni è una di quelle strade che andrebbe percorsa a passo di lumaca: stretta, con il senso unico vigente nel sottopasso che diventa alternato appena usciti dalla galleria, punto nel quale si incrocia con la via dello Scalo di Settebagni e con l’accesso a un residence di circa centocinquanta appartamenti. Una concomitanza di fattori che imporrebbe la massima prudenza quando invece troppi conducenti aprono il gas a manetta. A tutti costoro  non avrebbe fatto male assistere all’incidente accaduto la sera del 6 luglio proprio all’uscita del parco condominiale al civico 24: due automobili si sono scontrate e se non ci sono state vittime è solo grazie ai dispositivi di sicurezza passiva di cui erano dotate, visto che una di esse aveva tutti gli airbag aperti.In ogni caso le vetture dopo il sinistro erano praticamente da rottamare e prima di essere rimosse hanno ingombrato a lungo – sotto gli occhi di una piccola folla di curiosi –  il vialetto di accesso al residence, i cui abitanti hanno dovuto utilizzare un ingresso secondario.

Alessandro Pino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: