Annunci

Pulizia straordinaria all’Ipogeo della Torricella

2 Feb

(pubblicato su www.europagiovani.com)

L’iniziativa promossa dal CdQ Serpentara con il Comune di Roma, l’Ama e associazioni di cittadini

Il territorio del Quarto Municipio comprende ancora alcune aree verdi risparmiate dalla cementificazione selvaggia – ma formalmente legittima – degli ultimi anni. Purtroppo però queste  zone solo in apparenza sono rimaste incontaminate: osservandole a distanza sembrano luoghi ameni, quasi delle oasi nel grigio delle costruzioni, ma da vicino – ove ciò non comporti problemi di sicurezza personale, perché a volte sono ritrovo di sbandati –  ci si rende conto del degrado in cui versano. Una di queste è la collina a ridosso del complesso archeologico noto come Ipogeo della Torricella, tra il parco omonimo e il fascio di binari della stazione ferroviaria Nuovo Salario. Qualche settimana fa quest’area – di proprietà privata ma aperta al pubblico – era stata sommariamente bonificata con una ruspa dalla presenza di un accampamento di persone senza fissa dimora. Sul posto però oltre ai resti del bivacco era rimasta una grande quantità di rifiuti ed è per questo che lo scorso 29 gennaio è stata organizzata una pulizia straordinaria. L’iniziativa, promossa in collaborazione tra il Comitato di quartiere Serpentara, l’Assesorato all’Ambiente del Comune di Roma Capitale, l’Ama, la fondazione Insieme per Roma e l’associazione Romaltruista, ha visto impegnate una quindicina di persone per tutta la domenica mattina. Alla fine sono stati una ventina i sacconi per la spazzatura – forniti dalla municipalizzata – riempiti dai volontari con i materiali rinvenuti tra la vegetazione e all’interno della galleria che porta alla grande cisterna dell’Ipogeo: tra questi, numerosi metri di guaina per cavi elettrici e parti di elettrodomestici, di probabile illecita provenienza. Per i membri del Comitato Serpentara  le bonifiche di aree verdi degradate non sono una novità: periodicamente si prendono cura del vicino Parco delle Magnolie e di recente hanno ripulito le aiole di via Tina Pica. Queste attività non vogliono sostituirsi a quelle che dovrebbe svolgere chi di dovere ma, come ricorda Mimmo d’Orazio, presidente del Comitato, hanno il significato di coinvolgere i cittadini nella manutenzione di un bene comune come il verde:  «Lo spirito è quello della buona volontà dei cittadini per passare una domenica diversa».

Alessandro Pino

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: