Archivio | 08:15
Immagine

Ex funzionario del Terzo Municipio a processo per concussione | di Alessandro Pino

27 Giu

[ROMA] Andrà a processo un funzionario ora in pensione dell’ispettorato edilizio del Terzo Municipio, accusato di concussione assieme ad altri due colleghi e un architetto.

Secondo l’accusa, il modus operandi degli indagati era quello di scegliere la vittima, disporre controlli presso le attività o gli immobili individuati, evidenziare l’esistenza di abusi edilizi e formalizzare la contestazioni, parlando anche di confisca degli immobili.

Successivamente le vittime venivano indirizzate presso uno studio tecnico di cui il funzionario era socio e presso cui collaboravano i colleghi, al fine di sanare gli abusi. In tal modo nel giro di cinque anni sarebbero stati ottenuti guadagni extra per quasi 170.000 euro, come si legge oggi su Il Messaggero.

Le indagini della Polizia di Roma Capitale erano iniziate a metà del 2018 dopo una denuncia presentata dal titolare di un’area giochi situata a Talenti che lamentava vessazioni e soprusi subiti a partire dal 2015 da parte del funzionario del III Municipio.

Iniziarono così pedinamenti, perquisizioni e sequestri, intercettazioni telefoniche e ambientali oltre al reperimento di informazioni che portarono all’applicazione di misure cautelari nei confronti degli indagati nel novembre del 2020.

I legali del funzionario in pensione minimizzano dichiarandosi fiduciosi sull’esito del processo che inizierà a ottobre. Tra le parti offese anche il Comune di Roma e due ingegneri che per l’accusa sarebbero stati costretti a rivolgersi ai servizi dello studio tecnico. Per altre dieci persone accusate a vario titolo di concussione e induzione indebita a dare o promettere utilità si procederà separatamente

Alessandro Pino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: