Tag Archives: Anpi
Immagine

Premio Ugo Forno al Parco Nemorense per ricordare Ughetto ucciso dai tedeschi | di Alessandro Pino

5 Giu

[ROMA] Si è tenuta la mattina del 5 giugno al Parco Virgiliano di via Nemorense la prima edizione del Premio Ugo Forno, intitolato al dodicenne che proprio il 5 giugno del 1944 venne massacrato da una granata tedesca dopo essere riuscito con i suoi compagni a impedire che i tedeschi in ritirata facessero saltare in aria il ponte ferroviario sull’Aniene, ancora oggi in uso.

Il concorso, rivolto agli studenti della scuola Luigi Settembrini, la stessa che frequentava Ugo, è stato indetto in collaborazione con l’Associazione ex Alunni e Docenti del Liceo Giulio Cesare, con il supporto del Municipio II di Roma Capitale, dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia e dell’Associazione Familiari e Amici di Ugo Forno.

Questa prima edizione è stata vinta da Maria Sole, una studentessa solare di nome e di fatto che nel suo tema ha descritto con grande realismo la tragica vicenda di un ragazzino che si trova a riflettere e ragionare come un adulto, pressato dall’emergenza sempre più stringente e dall’incattivirsi dell’invasore, senza più la libertà di giocare nel suo caro parco Nemorense, poi neanche nel cortile di casa.

Il premio è stato consegnato a Maria Sole dalla dirigente scolastica Maria Andreina Le Foche alla presenza di insegnanti e studenti, di Fabrizio Forno nipote di Ugo, della presidente del Secondo Municipio-che ha patrocinato l’iniziativa- Francesca Del Bello, di Carlo Caponi dell’Anpi e del giornalista Lorenzo Grassi. che da sempre ha perpetuato la memoria di Ughetto. Importante l’appoggio del Caffè Nemorense e naturalmente c’era anche un profondo conoscitore della vicenda come l’attore, regista e divulgatore di storia romana Gherardo Dino Ruggiero che proprio qualche settimana fa in occasione della ricorrenza della nascita di Ugo ne ha narrato la storia al Belvedere che ne porta il nome, lungo la ciclabile Salaria-Nomentana accanto al ponte che Ughetto contribuì a salvare e dove rimase ucciso.
Alessandro Pino

Immagine

Parco Nemorense: 9 maggio in ricordo di Ughetto Forno ucciso a 12 anni dai tedeschi | di Alessandro Pino

8 Mag

[ROMA] Domenica 9 maggio: da pochi giorni è trascorsa la ricorrenza della nascita di Ugo Forno, il ragazzino che nel 1944 assieme ad alcuni amici riuscì a impedire che i tedeschi in ritirata facessero saltare in aria il ponte ferroviario sull’Aniene che tuttora viene percorso dai treni per il nord Italia della linea Roma Firenze.

Ugo nell’azione finì massacrato da una granata teutonica, finendo i suoi giorni all’età di dodici anni.

Nell’occasione che di poco segue il suo compleanno verrà ricordato con musica e parole presso al caffè Nemorense nel parco omonimo, zona Trieste Salario, dove Ugo andava a giocare.

Parteciperanno:

-la presidente del Secondo Municipio Francesca Del Bello;

-lo storico e biografo di Ugo, Felice Cipriani;

-il nipote di Ugo, Fabrizio.

La messa in scena sarà a cura di Gherardo Dino Ruggiero, attore, regista e divulgatore di storia romana con musiche di Flavio Giurato e Alberto Marchetti.

Con l’occasione verranno raccolti fondi per il restauro del murale in memoria di Ugo che si trova nei pressi del ponte, nelle adiacenze di via Dei Prati Fiscali e della pista ciclabile Parco Aniene.

L’inizio è previsto per le ore undici e trenta.

Alessandro Pino

Piazza Belotti – III Municipio di Roma Capitale: il circolo Pd intitolato a Giovanna Marturano

2 Ott
(pubblicato su http://www.di-roma.com)

Il Circolo Pd di Piazza Belotti e’ ora intitolato a Giovanna Marturano, medaglia di bronzo al valore militare, partigiana e femminista

Guglielmo Epifani, segretario nazionale del Pd, ha inaugurato ufficialmente la nuova insegna del Circolo di Piazza Belotti 37, che è ora intitolato alla memoria di Giovanna Marturano, medaglia di bronzo al valor militare e Cavaliere dell’ordine della gran croce della Repubblica Italiana, morta lo scorso agosto all’età di 101 anni.

A fare gli onori di casa la coordinatrice del circolo Maria Teresa Ellul – che l’anno scorso aveva tesserato la Marturano alle soglie dei centanni. Epifani, prima di ricordare la figura della dirigente ed attivista ha colto l’occasione per parlare della delicata fase politica che sta vivendo il governo in questi giorni e dei prossimi probabili scenari.

INAUGURAZIONECIRCOLOmarturanoEmozionata e discreta la presenza della figlia della Marturano, la Signora Anna Grifone.

Moltissime le presenze della gente comune, tanto che buona parte degli intervenuti non ha trovato posto all’interno dei locali e tanti anche gli esponenti del partito democratico: tra gli altri, oltre al presidente del Municipio Paolo Marchionne e a Riccardo Corbucci, presidente del consiglio municipale, i consiglieri al completo e gli assessori Pietrosante, Sernaglia e Rampini, i deputati Campana e Miccoli, il consigliere regionale Mario Ciarla, il consigliere capitolino Marco Palumbo, Claudio Maria Ricozzi, presidente del partito municipale. 

Nata a Roma da famiglia sarda, Giovanna Marturano studiò al liceo classico Visconti  e alla facoltà di architettura ma dovette abbandonare gli studi perché la sua famiglia si trasferì a Milano, dove lei aderì al Pci ormai clandestino. Schedata dalla polizia, scontò un mese di carcere per propaganda antifascista, venendo poi inviata al confino a Ventotene, dove nel 1941 sposò Pietro Grifone, lungamente detenuto per antifascismo. Nel 1943 fu staffetta partigiana nelle Brigate Garibaldi. Dopo la fine della guerra continuò l’impegno politico, nonostante la nascita di due figli e il sostegno all’attività del marito divenuto parlamentare. Negli ultimi anni della sua lunga vita è stata costantemente impegnata come memoria storica della resistenza. Nel 2008 aveva pubblicato il libro autobiografico “Giovanna, memorie di una famiglia nell’Italia del novecento”, edito da Edizioni Libertà, presentato a maggio dell’anno scorso anche al circolo di piazza Belotti, durante uno degli incontri del sabato del Cafè Letterario.

Luciana Miocchi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: