Archivio | 11:34
Immagine

Monti Tiburtini: rapina una donna ma i passanti lo inseguono- di Alessandro Pino

29 Feb

[ROMA] Era fuggito nella stazione della metro B di Monti Tiburtini dopo aver rapinato una donna in via Casimiro Teja ma alcuni passanti lo hanno inseguito e bloccato. Il bandito, quarantacinquenne calabrese, aveva depredato la vittima minacciandola con un coltello, ma le urla della donna hanno attirato l’attenzione di alcuni soccorritori che hanno iniziato a rincorrerlo. Il malvivente ha provato a scendere sotto la metropolitana per nascondersi tra i passeggeri ma nella stazione è caduto a terra ed è stato raggiunto dagli inseguitori tra cui c’era un poliziotto libero dal servizio. Nel frattempo altri cittadini avevano chiamato il 112 e sono arrivati i Carabinieri che hanno preso in consegna il rapinatore con addosso ancora il portafoglio della vittima.

Alessandro Pino

Immagine

Violenta rapina a Prati Fiscali: preso il secondo bandito- di Alessandro Pino

29 Feb

[ROMA] È stato arrestato dalla Polizia il secondo dei due rapinatori che a gennaio nel giro di poche ore avevano razziato due volte lo stesso negozio di piante e fiori in via Dei Prati Fiscali. I criminali avevano malmenato i fioristi minacciandoli con un coltello e portando via l’incasso oltre al portafogli di una delle vittime. Uno dei due delinquenti era stato arrestato poco dopo e messo agli arresti domiciliari, mentre il secondo era riuscito a fuggire in provincia di Monza a casa di parenti. Anche lui si trova attualmente agli arresti domiciliari.
Alessandro Pino

(Immagine: Questura di Roma)

Immagine

Viale Etiopia: finta dentista si pubblicizzava sui social- di Alessandro Pino

29 Feb

[ROMA] È stata scoperta e denunciata dalla Polizia una sessantunenne dell’Ecuador che in un appartamento di viale Etiopia (quartiere Africano) esercitava abusivamente la professione di dentista senza essere in possesso di titolo alcuno, avendo allestito parte della casa a studio odontoiatrico. La donna tra l’altro pubblicizzava sui social network l’attività e i clienti non mancavano. Nello studio abusivo sono stati trovati una poltrona odontoiatrica completa dei vari accessori: manipoli, turbina, siringa aria-acqua, pedaliera dei comandi, lampada, aspiratore di saliva, una cassettiera odontoiatrica con gli attrezzi per le cure dentistiche, protesi dentarie e uno sterilizzatore. La parte dell’appartamento destinata ad uso medico è stata sottoposta a sequestro assieme alle attrezzature.

Alessandro Pino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: