Tag Archives: acqua
Immagine

Emergenza idrica a Roma Nord: autobotti di acqua affidate alle associazioni di Protezione Civile- di Alessandro Pino

28 Giu

[ROMA] Per tamponare i disagi dovuti alla odierna pesante riduzione- e probabile interruzione totale nelle ore di punta- del flusso idrico nei quartieri di Roma Nord dovuta a urgenti lavori di manutenzione sulla rete, l’Acea ha approntato una serie di autobotti di acqua potabile posizionate in punti strategici. Ogni autobotte é stata affidata a una associazione di protezione civile. All’angolo tra via Giovanni Conti e via Antonio De Curtis c’è quella presidiata dai volontari della Associazione Nazionale Polizia di Stato Gruppo Roma 1, cui si riferiscono le immagini.
Alessandro Pino

Meno acqua di notte nel Terzo Municipio: ecco dove – di Alessandro Pino

28 Ago

image

È apparsa sulla stampa la lista dei
quartieri della Capitale che saranno interessati nelle prossime settimane da una riduzione notturna della pressione del flusso idrico fornito dalla Acea, resasi necessaria per l’aumento dei consumi alla fine delle ferie stante il perdurare della siccità: in sostanza, uscirà meno acqua dai rubinetti e chi abita ai piani alti probabilmente risentirà in misura maggiore della situazione. Dalla lista estrapoliamo le zone del Terzo Municipio: Tor San Giovanni, Bufalotta, Serpentara, Casal Boccone, Val Melaina, Tufello, Monte Sacro, Monte Sacro Alto, Talenti, Conca d’Oro, Sacco Pastore. Non è ancora nota la data esatta di inizio delle riduzioni nè la durata del provvedimento.
Alessandro Pino

C’è un “Robin Hood dei nasoni” a Settebagni? – di Alessandro Pino

26 Ago

È al momento di nuovo aperta la fontanella di acqua pubblica che si trova a Settebagni nei pressi dell’edicola sacra (all’incrocio della Salaria con la salita della Marcigliana e la via della Stazione di Settebagni) e che era stata disattivata giorni addietro, probabilmente per motivi di risparmio idrico dovuto al caldo. Non è dato 

image

sapere se la riapertura del flusso sia dovuta a un intervento ufficiale o invece all’iniziativa di qualche “Robin Hood dell’idraulica”, visto anche che il lavoro è stato effettuato un po’ alla buona, con l’acqua che fuoriesce non solo dal cannello ma anche dalla sommità della colonnina (tra l’altro priva del coperchio da tempo).
Alessandro Pino

ATTENZIONE:
ci è stato comunicato che il rubinetto superiore è rotto e per questo l’acqua fuoriuscente dal cannello non sarebbe potabile a causa della contaminazione con i rifiuti depositati all’interno.

Habemus aquam!! Finalmente attivata la fontana di via Sant’Antonio di Padova

7 Dic

ecco la prova: l'acqua ora c'è!!

È terminata l’odissea della fontanella pubblica che si trova davanti la chiesa di Sant’Antonio di Padova a Settebagni. Apprezzatissima nel quartiere specie durante la stagione calda, proprio in una notte della scorsa estate era stata trafugata da ignoti – così si disse – dopo che era rimasta a lungo con il flusso al minimo in seguito all’urto di un veicolo: per diverse settimane rimase solo il tubo nudo che somigliava molto da vicino ad una pianta secca. Però continuava a stillare quel filo d’acqua prezioso specie per i due chioschi, uno di fiori e uno di prodotti ortofrutticoli, che si trovano sul marciapiede antistante e non hanno allaccio alla rete idrica. Di sicuro meglio che niente: «Mi arrangio come posso raccogliendo con un secchio quel poco che esce» aveva detto la fioraia Dina. A fine agosto sembrava si fosse compiuto il miracolo: in un paio di giorni fu installato un nuovo “nasone” simile a quello scomparso e provvisto addirittura di base in marmo. Un piccolo capolavoro rimasto però all’asciutto fino a questa mattina, quando l’acqua è tornata a sgorgare copiosa. «Mi sembra un miracolo – afferma raggiante Dina – ci sarebbe da stappare una bottiglia di spumante». Quali difficoltà tecniche o burocratiche abbiano impedito per tutto questo tempo la semplice apertura di un rubinetto rimane un mistero. Della vicenda si sono occupati per lungo tempo,  fino ad arrivare alla felice conclusione,  l’assessore municipale all’ambiente Antonino Rizzo ed il consigliere Marco Bentivoglio, entrambi Pdl. Hanno prodotto un corposo carteggio con l’Acea Ato 2 ma delle motivazioni ufficiali per il mostruoso ritardo non v’è traccia. Sembrerebbe, il condizionale è d’obbligo, vista l’assenza di riscontri per iscritto, che abbiano influito i lavori di potenziamento idrico effettuati lungo la Salaria, che in questi mesi hanno determinato un calo della pressione anche all’interno delle abitazioni poste più in alto. Chiusa, probabilmente, per non deprimere ulteriormente la spinta verso le case. Una storia da custodire con geloso segreto per non compromettere la sicurezza nazionale, insomma.

Rimane ancora irrisolto il giallo della fontanella contesa all’interno del piazzale tra l’alimentari, l’edicola e il bar…

Alessandro Pino e Luciana Miocchi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: