Tag Archives: Aeroporto di Fiumicino
Immagine

Aeroporto di Fiumicino: arresti per corruzione- di Alessandro Pino

21 Lug

[ROMA] La Polizia di Frontiera di Fiumicino ha eseguito cinque ordinanze di custodia cautelare nei confronti di alcuni titolari di aziende con attività nell’aeroporto romano e di un alto funzionario dell’Enac locale. Le indagini hanno portato allo scoperto un sistema di accreditamento di alcune ditte a scapito di altre secondo la logica del clientelismo: chi riusciva ad entrare nel ricco mercato dell’aeroporto, poi, grazie al consolidato sistema di amicizie e favori incrociati, rimaneva immune da qualunque forma di concorrenza, aggiudicandosi sempre ottimi contratti. Inoltre risultano indagati anche due noti avvocati romani e altri imprenditori e funzionari del medesimo ente. L’operazione, coordinata dalla Procura della Repubblica di Civitavecchia, ha permesso di acquisire prove a carico degli indagati che sovvenzionavano regolarmente i pubblici ufficiali affinché sorvolassero su una serie di irregolarità tali da poter portare alla revoca delle certificazioni necessarie per lavorare in ambito aeroportuale. Il funzionario arrestato veniva sistematicamente remunerato con benefit quali il pieno della autovettura, viaggi gratuiti, l’utilizzo di un’auto di alta gamma, fino al pagamento del Telepass e la manutenzione ordinaria e straordinaria del parco auto di famiglia, senza contare i pagamenti in contanti. Alcune autovetture che rappresentavano il corrispettivo per l’attività del funzionario sono state sottoposte a sequestro preventivo. Le intercettazioni telefoniche e ambientali hanno evidenziato come l’unica finalità perseguita dai funzionari fosse quella di ottenere un guadagno da ogni loro azione od omissione. Gli avvocati coinvolti, invece, volevano sfruttare la malleabilità del funzionario pubblico per esportare clandestinamente all’estero ingenti somme di denaro, con ogni probabilità riconducibili a loro clienti, sui quali si sta ancora indagando. Gli arrestati dovranno rispondere di corruzione e concussione nonché di falso, abuso di ufficio, bancarotta per distrazione, violazione delle norme ambientali.
Alessandro Pino

Immagine

Violenta rapina sul treno: arresti alla stazione Nuovo Salario- di Alessandro Pino

14 Feb

[ROMA] Avevano rapinato del portafogli lo scorso 7 febbraio un passeggero su un treno della linea che collega l’aeroporto di Fiumicino Aeroporto con Poggio Mirteto passando per le stazioni del Terzo Municipio, trascinandolo fuori dal vagone e procurandogli gravi lesioni. Per questo due donne minorenni sono state arrestate nei pressi della stazione Nuovo Salario, oltre a due rumeni maggiorenni bloccati alla stazione Trastevere. I fatti erano avvenuti nei pressi della stazione Magliana: le indagini si sono svolte tramite l’analisi dei filmati della videosorveglianza e servizi di osservazione nelle stazioni e sui convogli della tratta, grazie alla collaborazione della Protezione Aziendale di Trenitalia.
Alessandro Pino

Galleria

I servizi per “Roma Chiama 88.100”: l’aeroporto di Fiumicino verso la normalità dopo l’incendio del 7 maggio – di Alessandro Pino

21 Giu

Romachiama copertina

All’aeroporto “Leonardo da Vinci” di Fiumicino la situazione sembra migliorata rispetto ai disagi e al caos lamentati nei giorni successivi al grande incendio dello scorso 7 maggio. La 20150617_145042conferma viene da un addetto di uno dei banchi informazioni della società Aeroporti di Roma presenti nello scalo: «Qualche ritardo ma niente di eccezionale, piano piano la situazione si sta normalizzando». Anche i passeggeri – per lo più turisti stranieri – intervistati per la  trasmissione radiofonica Roma Chiama 88.100, al più lamentano i “normali” ritardi – entro i  sessanta minuti circa – che possono affliggere le procedure di imbarco e sbarco ma niente di eccezionale. Se si esclude ancora un certo odore di  20150617_144335materiale bruciato percepibile nel terminal 1 – dove il personale che vi trascorre il turno di servizio indossa mascherine protettive – oltre alle scale mobili ferme per manutenzione e i teli in plastica bianca a coprire le aree danneggiate in riallestimento, c’è solo l’ordinaria confusione di un grande scalo internazionale.

Alessandro Pino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: