Tag Archives: ospedale San Giovanni
Immagine

Incidente sul Raccordo, si ribalta un furgone | di Alessandro Pino

11 Giu

[ROMA] Incidente stradale sul Grande Raccordo Anulare nel pomeriggio dell’11 giugno: sulla corsia interna nei pressi dell’uscita Prenestina sono rimaste coinvolte due autovetture e un furgone di frutta che si è ribaltato su un fianco.

Sul posto sono intervenuti la Polizia Stradale e i Vigili del Fuoco che hanno estratto due feriti dal furgone e altre due persone dalle auto. Una di queste è stata portata in elicottero al Gemelli, le altre al San Giovanni.

Alessandro Pino

(Foto Comando Provinciale Vigili del Fuoco Roma)

Immagine

Via Alberto da Giussano: lite in un locale, gli fratturano un gomito | di Alessandro Pino

7 Giu

[ROMA] La notte del 7 giugno i Carabinieri sono intervenuti in una associazione culturale in via Alberto da Giussano, tra il Pigneto e Torpignattara, per una segnalazione di lite.

Sul posto i militari del Nucleo Radiomobile di Roma hanno trovato un peruviano ventinovenne che ha riferito di essere stato aggredito poco prima da alcuni soggetti poi dileguatisi. I Carabinieri hanno affidato il peruviano ai sanitari che lo hanno portato al San Giovanni dove è stato medicato e dimesso per una frattura al gomito: per lui venti giorni di prognosi.

Contestualmente sono state identificate altre persone nel locale: tutte sanzionate per l’inosservanza del coprifuoco vigente. Inoltre è stata disposta la chiusura per cinque giorni del locale per violazione delle norme anticovid.
Alessandro Pino

Immagine

Truffe del “falso primario” agli anziani nei pressi degli ospedali | di Alessandro Pino

2 Feb

[ROMA] È stata fatta luce su una serie di odiose truffe ai danni di anziani, compiute nei pressi dei principali ospedali della Capitale — San Giovanni-Addolorata, San Filippo Neri, Regina Margherita, Sant’Eugenio, Sandro Pertini e Sant’Andrea – da un individuo che fingendosi medico o addirittura primario ne conquistava la fiducia facendosi consegnare delle somme in denaro.

Per queste truffe, avvenute nel 2019, è indagato un romano cinquantanovenne nella Capitale senza fissa dimora e con precedenti, che al momento si trova già in carcere per altro motivo.

La scusa (totalmente inventata) usata dal malvivente dopo aver agganciato le vittime, erano le ingenti spese per fantomatiche terapie a cui la figlia doveva sottoporsi a seguito di un grave incidente stradale, ovviamente mai avvenuto, spese a cui dichiarava di non riuscire a fare fronte e per le quali si diceva molto preoccupato. A quel punto le vittime commosse gli offrivano somme di denaro; addirittura, secondo quanto ricostruito dalle indagini dei Carabinieri, in un caso l’uomo si era appropriato della macchina di una signora che lo aveva fatto salire a bordo per un passaggio ed era scesa per comprare una marca da bollo.
Alessandro Pino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: