Annunci
Archivio | 10:11
Immagine

Cinque anni senza l’ingegner Piero Muscolino – di Alessandro Pino

2 Ott

Sono già trascorsi più di cinque anni dalla scomparsa dell’ ingegner Piero Muscolino, esperto di ferrovie noto a livello internazionale, vera celebrità non solo tra gli addetti ai lavori ma anche tra i cultori amatoriali della materia per i numerosi libri da lui scritti (da solo o assieme a Vittorio Formigari) nei quali era prodigo di ricordi professionali e familiari sempre coinvolgenti ed evocativi di un’Italia serena e fiorente. L’ingegnere romano venne infatti a mancare il 6 settembre del 2013 ma il suo ricordo è sempre ben vivo – anche tra chi non aveva avuto la fortuna di conoscerlo personalmente apprezzandone il garbo da gentleman d’altri tempi – per il monumentale contributo dato al settore, reso possibile non solo da una preparazione ferrea ma da una vera passione che coltivò fin da piccolo. Dispiace quindi che ancora non sia stato ascoltato l’appello rivolto dalla Associazione Ferrovie Siciliane tramite una petizione firmata da oltre seicento persone per intitolargli un padiglione del Museo Nazionale ferroviario di Pietrarsa – nei pressi di Napoli – del quale l’ingegnere curò la creazione. Al momento, a quanto si legge sul sito della Associazione, nel Museo è stata affissa soltanto una targa in memoria.
Alessandro Pino

(nella foto, Alessandro Pino con Piero Muscolino)

Annunci
Immagine

Un sms ai Fatebenefratelli per “una sanità al servizio dei poveri” – di Alessandro Pino

2 Ott

C’è tempo fino al 13 ottobre 2018 per aderire con un sms o una telefonata alla campagna di solidarietà “Una sanità al servizio dei poveri” della Associazione Fatebenefratelli per i Malati Lontani. L’obiettivo della campagna è fornire supporto e assistenza sanitaria attraverso due progetti in Italia, dove si sono create nuove, ampie fasce di povertà e migliaia di persone – anziani soli, famiglie in difficoltà, disoccupati – vivono in condizioni di estremo disagio economico e morale, non riuscendo a pagare le cure mediche, la casa, persino il cibo e trovandosi così private anche della propria dignità. I due progetti sono l’Oasi della Salute (un ambulatorio mobile per raggiungere le persone bisognose direttamente nei loro quartieri delle grandi periferie) e il Centro di Accoglienza Beato Padre Olallo a Palermo, ricovero diurno e notturno per chi necessita di un riparo o un pasto caldo e che aiuta mensilmente centrotrenta famiglie nella provincia del capoluogo siciliano con derrate alimentari e vestiario. Saranno inoltre finanziate le missioni mediche e chirurgiche in paesi come le Filippine, il Senegal e le Isole Salomon. Si può aderire alla campagna inviando un sms per donare 2 euro al 45590 oppure chiamando da rete fissa lo stesso numero. Visitando il sito http://www.afmal.org si possono trovare tutte le altre informazioni del caso .

Alessandro Pino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: