Immagine

Quattro arresti per droga tra Cinecittà e Don Bosco | di Alessandro Pino

27 Mar

[ROMA] Quattro persone sono state arrestate dalla Polizia per droga tra Cinecittà e Don Bosco.

I primi a finire in manette sono stati un ragazzo e due donne in via Tito Labieno: gli investigatori del commissariato Appio hanno notato dei movimenti nei pressi di un condominio. Sono iniziati così gli appostamenti durante i quali hanno visto arrivare una donna a bordo di un’auto e che ha ricevuto un pacchetto da una ragazza uscita dal palazzo.

Due poliziotti sono rimasti vicino all’edificio mentre gli altri hanno seguito la macchina e l’hanno fermata: la donna al volante, una cinquantacinquenne, ha consegnato il pacchetto ricevuto dalla ragazza nel quale c’era un etto di hashish.  

Nello stesso pomeriggio dal medesimo palazzo tenuto sotto osservazione è uscito un ragazzo che ha consegnato un pacchetto a un altro giovane.

Quando gli investigatori sono intervenuti i giovani hanno cercato di scappare ma sono stati bloccati: il cliente che aveva dieci grammi di hashish è stato multato mentre lo spacciatore che durante la fuga aveva gettato a terra una chiave e un pacchetto con mezzo etto della stessa droga ha cercato di divincolarsi a calci e pugni. Per questo è stato arrestato, oltre che per spaccio di stupefacenti anche per resistenza a pubblico ufficiale.

La chiave di cui il giovane aveva cercato di disfarsi era quella del lavatoio all’ultimo piano: dentro c’erano oltre un chilo di hashish diviso in bustine e panetti e un bilancino di precisione. Data la somiglianza degli involucri con quello sequestrato alla donna, i poliziotti hanno perquisito anche l’appartamento della ragazza trovando circa altri dieci grammi di hashish per un peso complessivo di 11 grammi circa, 500 euro e una chiave che apriva il lavatoio; anche la ragazza è stata arrestata.

Invece gli agenti del Commissariato Tuscolano durante alcuni appostamenti nell’area giochi di via Tarquinio Collatino hanno notato lo scambio di droga tra due ragazzi che sono stati bloccati.

Uno dei due aveva addosso alcuni grammi di hashish e altra ce n’era a casa sua. Dalle indagini è risultato che gli ordini venivano concordati via Telegram in un canale creato appositamente. É stato anche individuato il fornitore del pusher, un cinquantottenne romano. In casa sua sono stati trovati cinquanta grammi di marijuana, materiale per il confezionamento e un bilancino di precisione.

Tutti gli arresti effettuati sono stati convalidati dall’Autorità Giudiziaria.

Alessandro Pino

(Foto Questura di Roma)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: