Tag Archives: Don Bosco
Immagine

Cinecittà-Don Bosco: latitante condannato per furti in appartamento pubblicava foto sui social, arrestato

10 Set

[ROMA] Era latitante dal 2017 in quanto su di lui pendeva un ordine di carcerazione in seguito a una lunga serie di condanne, nella maggior parte per furti in appartamento, per un totale di 2 anni e 3 mesi di reclusione.

Per questo un trentenne romeno senza fissa è stato rintracciato in zona Cinecittà-Don Bosco e arrestato dai Carabinieri. Per lui è stato fatale l’utilizzo dei social network.

L’uomo infatti pubblicava foto che lo ritraevano e pur avendo sempre l’accortezza di non inquadrare scritte, insegne, nomi di strade o altri dettagli che potessero far risalire alla sua esatta posizione, è stato scovato dai militari del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Casilina grazie a una attenta analisi dei fotogrammi.

Le ricerche si erano infatti concentrate in zona Cinecittà, dove il romeno è stato individuato e bloccato mentre camminava in viale San Giovanni Bosco.
A cura di Alessandro Pino

(Foto Comando Provinciale Carabinieri Roma)

Immagine

Don Bosco: presa mentre cerca di contraffare la targa di un’auto rubata

29 Ago

[ROMA] è finita ai domiciliari in zona Don Bosco una cinquantenne romana con l’accusa di riciclaggio e ricettazione.

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Roma Casilina l’avevano sorpresa in via Calpurnio Fiamma, mentre con un matita per trucco cercava di alterare la targa di una Lancia Y che è risultata rubata.

I Carabinieri a quel punto hanno eseguito una perquisizione personale e una ispezione delle adiacenze, trovandola in possesso della chiave di accensione dell’auto rubata, di un cacciavite e di una chiave esagonale utili per svitare i bulloni delle targhe, oltre che di una targa risultata appartenere ad un’altra vettura.
A cura di Alessandro Pino

Immagine

Tuscolano: lo trovano a rubare in casa e li aggredisce | di Alessandro Pino

28 Mag

[ROMA] Un trentaduenne georgiano con precedenti specifici è stato arrestato dai Carabinieri in zona Tuscolano-Don Bosco: l’uomo era stato bloccato dai proprietari di un’abitazione in via Marco Fulvio Nobiliore che, rientrati in casa, lo avevano trovato a rovistare in salotto dopo essersi impossessato di un PC portatile e di altri oggetti.

A quel punto è iniziata una colluttazione con i proprietari di casa che sono riusciti a trattenere l’intruso fino all’arrivo dei militari della Stazione Roma Cinecittà.
Alessandro Pino

Immagine

Quattro arresti per droga tra Cinecittà e Don Bosco | di Alessandro Pino

27 Mar

[ROMA] Quattro persone sono state arrestate dalla Polizia per droga tra Cinecittà e Don Bosco.

I primi a finire in manette sono stati un ragazzo e due donne in via Tito Labieno: gli investigatori del commissariato Appio hanno notato dei movimenti nei pressi di un condominio. Sono iniziati così gli appostamenti durante i quali hanno visto arrivare una donna a bordo di un’auto e che ha ricevuto un pacchetto da una ragazza uscita dal palazzo.

Due poliziotti sono rimasti vicino all’edificio mentre gli altri hanno seguito la macchina e l’hanno fermata: la donna al volante, una cinquantacinquenne, ha consegnato il pacchetto ricevuto dalla ragazza nel quale c’era un etto di hashish.  

Nello stesso pomeriggio dal medesimo palazzo tenuto sotto osservazione è uscito un ragazzo che ha consegnato un pacchetto a un altro giovane.

Quando gli investigatori sono intervenuti i giovani hanno cercato di scappare ma sono stati bloccati: il cliente che aveva dieci grammi di hashish è stato multato mentre lo spacciatore che durante la fuga aveva gettato a terra una chiave e un pacchetto con mezzo etto della stessa droga ha cercato di divincolarsi a calci e pugni. Per questo è stato arrestato, oltre che per spaccio di stupefacenti anche per resistenza a pubblico ufficiale.

La chiave di cui il giovane aveva cercato di disfarsi era quella del lavatoio all’ultimo piano: dentro c’erano oltre un chilo di hashish diviso in bustine e panetti e un bilancino di precisione. Data la somiglianza degli involucri con quello sequestrato alla donna, i poliziotti hanno perquisito anche l’appartamento della ragazza trovando circa altri dieci grammi di hashish per un peso complessivo di 11 grammi circa, 500 euro e una chiave che apriva il lavatoio; anche la ragazza è stata arrestata.

Invece gli agenti del Commissariato Tuscolano durante alcuni appostamenti nell’area giochi di via Tarquinio Collatino hanno notato lo scambio di droga tra due ragazzi che sono stati bloccati.

Uno dei due aveva addosso alcuni grammi di hashish e altra ce n’era a casa sua. Dalle indagini è risultato che gli ordini venivano concordati via Telegram in un canale creato appositamente. É stato anche individuato il fornitore del pusher, un cinquantottenne romano. In casa sua sono stati trovati cinquanta grammi di marijuana, materiale per il confezionamento e un bilancino di precisione.

Tutti gli arresti effettuati sono stati convalidati dall’Autorità Giudiziaria.

Alessandro Pino

(Foto Questura di Roma)

Immagine

Don Bosco: furti in appartamento, due arresti | di Alessandro Pino

5 Mar

[ROMA] Due uomini che stavano cercando di forzare la porta di ingresso di un appartamento in zona Don Bosco sono stati arrestati dalla Polizia. É accaduto nella mattinata del 4 marzo.

La presenza dei due era stata segnalata da una condòmina. Quando hanno sentito le urla della donna, i due hanno cercato di fuggire arrivando al giardino condominiale ma sono stati bloccati dagli agenti del Commissariato Romanina che li hanno individuati grazie alla descrizione fornita.

Con loro avevano oggetti usati per lo scasso e uno dei due era in possesso di cinque flaconi di metadone.

Dopo l’udienza di convalida ai due è stato applicato l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.
Alessandro Pino

Immagine

Don Bosco: lotta alle bancarelle selvagge | di Alessandro Pino

25 Gen


[ROMA] La Polizia Locale di Roma Capitale ha sequestrato oltre seicento articoli tra capi di abbigliamento, scarpe e accessori di bigiotteria ai gestori di alcuni banchi che avevano occupato abusivamente il suolo pubblico nel quartiere Don Bosco.

Gli agenti del VII Gruppo Tuscolano hanno sequestrato anche le strutture usate per la vendita

Alessandro Pino

Immagine

Don Bosco: sventata occupazione abusiva | di Alessandro Pino

11 Nov

[ROMA] É stata sventata dai Carabinieri l’occupazione abusiva di un appartamento in un palazzo di proprietà di un ente nel quartiere Don Bosco; la casa al momento non era abitata perché in attesa di assegnazione.

I militari del Nucleo Radiomobile di Roma sono intervenuti in via Pisone dopo la segnalazione al 112 di una probabile occupazione abusiva. Sul posto hanno trovato un quarantaquattrenne della provincia di Benevento ma residente a Pisa e già conosciuto alle forze dell’ordine che era riuscito ad entrare nell’appartamento forzando una finestra.

L’occupante abusivo è stato identificato e denunciato a piede libero per invasione di terreni o edifici e dietro invito dei Carabinieri ha lasciato l’abitazione senza opporre resistenza. La disponibilità dell’immobile è stata quindi restituita a un rappresentante dell’ente proprietario.
Alessandro Pino

Immagine

Don Bosco: sgomberata e sequestrata la casa dell’anziano  occupata abusivamente in sua assenza  |  di Alessandro Pino

5 Nov

[ROMA] É stato un fatto che ha scosso e indignato l’opinione pubblica di tutta la Capitale: l’occupazione nei giorni scorsi in zona Don Bosco da parte di una rom ventottenne dell’appartamento di proprietà di un pensionato che si era allontanato momentaneamente da casa per delle cure mediche e per questo era stato costretto a cercare ospitalità presso un familiare.

Ora i Carabinieri della Stazione di Roma Cinecittà hanno dato esecuzione al decreto di sequestro preventivo, emesso dal G.I.P. del Tribunale di Roma, su richiesta della locale Procura della Repubblica, dell’appartamento dell’uomo, un ottantaseienne romano, sgomberandolo su ordine del PM.

La Procura della Repubblica di Roma ha instaurato un procedimento penale a carico della donna, residente nel campo nomadi di via Dei Gordiani, con le ipotesi di reato di danneggiamento e invasione di terreni o edifici e ha richiesto e ottenuto dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Roma il decreto con cui è stato disposto il sequestro dell’immobile e il conseguente sgombero.

A eseguire le attività delegate dalla Procura sono stati i Carabinieri che hanno attivato i Servizi sociali di Roma Capitale per trovare una sistemazione alloggiativa agli occupanti abusivi dell’immobile.
Alessandro Pino

(Foto Comando Provinciale Carabinien Roma)

Immagine

Don Bosco: picchia e rapina l’anziana madre invalida | di Alessandro Pino

6 Ott

[ROMA] Arriva dal quartiere Don Bosco una triste vicenda di vessazioni in famiglia ai danni di una anziana invalida. A interromperla sono stati i Carabinieri, intervenuti l’altra sera in una abitazione di via Marco Dino Rossi dove hanno arrestato un trentotteenne romano disoccupato e con precedenti penali con le accuse di maltrattamenti in famiglia, percosse, estorsione e rapina.

Ai militari della stazione di Roma Cinecittà l’anziana madre invalida ha denunciato di essere vittima da anni di violenze e vessazioni da parte del figlio, essendo costretta a esaudire le sue continue richieste di soldi per timore di essere picchiata. Secondo quanto denunciato dalla mamma, l’uomo dopo essere rientrato a casa probabilmente sotto l’effetto di sostanze stupefacenti e alcol, aveva danneggiato gli arredi di casa e per poi aggredirla a calci solo perché lei gli aveva chiesto di restituirle il cellulare sottrattole.

Dopo una segnalazione giunta al 112, i militari hanno raggiunto l’abitazione e arrestato il figlio che è stato ammanettato e portato prima in caserma e poi in carcere in attesa dell’udienza di convalida. Sul posto sono intervenuti anche i sanitari che hanno medicato la vittima.

Alessandro Pino

Immagine

Viale dei Romanisti: presi mentre forzano un appartamento | di Alessandro Pino

14 Set

[ROMA] Sono stati bloccati di notte mentre tentavano di aprire la porta di un’abitazione nei pressi del viale dei Romanisti, nel quartiere Don Bosco. Per questo due georgiani e un lèttone sono stati arrestati dalla Polizia.

Al 112 era arrivata la segnalazione di tre persone sospette. Sul posto sono intervenuti i “Falchi” della Squadra Mobile mentre
pattuglie delle Volanti e del commissariato Prenestino hanno circondato il palazzo tenendosi in contatto radio.

Le mosse dei tre individui sono state tenute sotto controllo e gli agenti li hanno bloccati mentre uno di loro stava cercando di forzare la serratura con un arnese, un altro spingeva la porta per agevolare il lavoro al complice e il terzo faceva da palo.
Alessandro Pino

Immagine

Don Bosco: litigano tra loro e aggrediscono i poliziotti | di Alessandro Pino

8 Mag

[ROMA] Due italiani di 20 e 33 anni con precedenti sono stati stati arrestati dalla Polizia per resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale in zona Don Bosco la sera del 7 maggio.

È accaduto in via Mario Lizzani, dove gli agenti delle Volanti erano intervenuti per la segnalazione di una animata lite tra due persone. Arrivati sul posto, i poliziotti sono stati aggrediti dai due che con molta difficoltà sono stati bloccati. Una settimana di prognosi per uno degli agenti.

Alessandro Pino

Immagine

Don Bosco: rubano il catalizzatore di un’auto parcheggiata, tre in manette | di Alessandro Pino

26 Apr

[ROMA] Un ventiseienne nato a Caserta con cittadinanza bosniaca e due romani di 18 e 25 anni con cittadinanza montenegrina, tutti con precedenti, sono stati arrestati dalla Polizia con l’accusa di aver rubato il catalizzatore di un’auto in zona Don Bosco la sera del 24 aprile.

Gli agenti del  VII Distretto San Giovanni e delle Volanti erano intervenuti in viale dei Salesiani per la segnalazione di due uomini che armeggiavano su una macchina parcheggiata. I due sono stati rintracciati mentre salivano su un furgone, dove c’era il complice. Fermati, sono stati  trovati  in possesso di arnesi ed utensili meccanici  tra cui una sega elettrica portatile a batteria, diversi crick manuali e idraulici e un catalizzatore per auto, risultato essere quello smontato dalla macchina parcheggiata.

Per i tre sono scattate le manette  per il reato di  furto e il furgone è stato posto a fermo amministrativo.
Alessandro Pino

Immagine

Don Bosco: adolescente  pestato dal branco di coetanei, sette denunce | di Alessandro Pino

16 Apr

[ROMA] Avevano scaraventato a terra e pestato di botte un quindicenne procurandogli forti contusioni in zona Don Bosco, diffondendo poi le immagini del pestaggio via social per fare i gradassi: per questo sette studenti romani di età compresa tra 13 e 15 anni sono stati denunciati dai Carabinieri.

I fatti accaddero in piazza San Giovanni Bosco ai primi di febbraio: la vittima fu pestata dal branco di adolescenti, a lui sconosciuti, in quanto a loro avviso colpevole di essere la spia dei professori e di aver fatto i nomi agli insegnanti di chi aveva disturbato una lezione scolastica. Dopo essere stato buttato a terra fu preso a calci e pugni mentre alcuni riprendevano la scena con gli smartphone, pubblicando poi i video in rete.

Le indagini dei militari della stazione Cinecittà eseguite tramite analisi dei filmati pubblicati e anche nell’ambiente scolastico hanno portato a identificare i sette adolescenti: le accuse contro di loro  sono a vario titolo di lesioni personali aggravate in concorso, diffamazione, diffusione di riprese e registrazioni fraudolente.

Alessandro Pino

Immagine

Don Bosco: picchiato a sangue per futili motivi, cinque denunciati | di Alessandro Pino

1 Apr

[ROMA] Sono accusati di aver picchiato a sangue un loro connazionale per futili motivi: per questo cinque cittadini del Bangladesh sono stati denunciati a piede libero dai Carabinieri per lesioni personali aggravate.

È accaduto nella tarda serata del 31 marzo in zona Don Bosco: i militari del Nucleo Radiomobile di Roma sono intervenuti in un appartamento di via Francesco Buonamici dove hanno trovato riverso a terra un venticinquenne del Bangladesh con una vistosa ferita alla testa. L’uomo ha riferito di essere stato aggredito da alcuni connazionali suoi conoscenti, indicando l’appartamento adiacente dove si trovavano. La vittima è dovuta ricorrere al pronto soccorso del Policlinico Casilino con una prognosi di sette giorni per ferita lacero contusa.
Alessandro Pino

Immagine

Viale Togliatti: scontro tra due auto, giovanissimo calciatore della Lazio Primavera perde la vita  |   di Alessandro Pino

24 Mar

[ROMA] Tragico incidente stradale la sera del 24 marzo sul viale Palmiro Togliatti all’altezza dell’incrocio con viale dei Romanisti, tra Centocelle, Don Bosco e l’Alessandrino: per cause imprecisate si sono scontrate una Mercedes Classe A e una Smart Forfour.

A perdere la vita è stato un diciannovenne che si trovava sulla Smart con due suoi coetanei. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco, i Carabinieri e i sanitari che hanno portato i feriti ai policlinici Tor Vergata e Umberto I. Meno gravi le condizioni del conducente della Classe A, rimasto sotto shock a seguito del forte urto e trasportato all’ospedale più vicino.
Alessandro Pino

(Foto Comando Provinciale Vigili del Fuoco Roma)

AGGIORNAMENTO

secondo quanto riportato da Leggo, la vittima è un giovane calciatore della Lazio Primavera, Daniel Guerini.

Immagine

Don Bosco: carico di bulbi di papavero nascosto in un box | di Alessandro Pino

5 Feb

[ROMA] La Polizia ha scoperto in un box auto in zona Don Bosco cinque scatoloni contenenti oltre venti chili di bulbi essiccati di papavero da oppio.
Gli agenti del commissariato Tuscolano sono andati a verificare l’indicazione di una attività di spaccio, giunta in Questura tramite l’applicazione YouPol, portando con loro un cane antidroga.
Il box, chiuso con un lucchetto, è risultato dato in affitto a un indiano trentottenne con precedenti specifici, che ha provato a negare di aver preso in locazione il locale. Nel box però c’erano gli scatoloni riportanti il suo nome e contenenti i bulbi.
L’uomo è stato arrestato per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio.
Alessandro Pino

(Foto Questura di Roma)

Immagine

Bufalotta: pensionato ferisce col bloccasterzo l’ex compagna – di Alessandro Pino

7 Ott

[Roma] Un pensionato romano settantottenne è stato arrestato dai Carabinieri per aver cercato di uccidere l’ex compagna pensionata di 75 anni in via Italo Svevo – zona Talenti Bufalotta – colpendola in testa con un bloccasterzo in metallo dopo un litigio collegato alla fine della relazione. L’anziano aggressore si era poi dileguato, lasciandola la vittima ferita sul pianerottolo condominiale. Alcuni vicini di casa hanno contattato il 112: la vittima ha riferito quanto accaduto ed è stato portata all’ospedale Sant’Andrea, dove è stata ricoverata in osservazione, non in pericolo di vita. A quel punto sono iniziate le ricerche dell’uomo da parte dei Carabinieri della Compagnia Roma Montesacro e del Nucleo Radiomobile di Roma che lo hanno rintracciato a bordo della sua auto nei pressi della sua abitazione in zona Don Bosco. Alla vista dei militari l’uomo ha accelerato tentando di allontanarsi ad alta velocità ma è andato a sbattere contro un altro veicolo in sosta, senza riportare ferite. I Carabinieri lo hanno bloccato e ammanettato dai Carabinieri che nel bagagliaio dell’auto hanno anche trovato il bloccasterzo utilizzato per colpire la vittima.

Alessandro Pino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: