Archivio | 05:21
Immagine

Da Jonio a Porta di Roma con il “people mover”? – di Alessandro Pino

9 Giu

Nemmeno il tempo di placare le polemiche – spesso pretestuose, va detto – sui lunghi lavori di realizzazione della metropolitana B1 aperta da pochissimi anni ed ecco che il dibattito torna a infiammarsi sulle ipotesi di un suo prolungamento dall’attuale capolinea di Jonio in direzione Porta di Roma oppure, come è stato proposto negli ultimi giorni, di realizzarlo in alternativa con un differente mezzo comunque utilizzante una sede propria: il “people mover”. Si tratterebbe, a quanto pare, di una sorta di piccola ferrovia sul tipo di quelle utilizzate internamente in certi aeroporti come Fiumicino, anche se alcune descrizioni fornite ricorderebbero più una specie di funicolare – vedasi quelle di Napoli, di Orvieto o di Capri – ma a pendenza ridotta. Le caratteristiche dell’impianto avrebbero dovuto essere illustrare in un incontro tenutosi il 6 giugno a piazza Sempione dall’assessore capitolino ai Trasporti Linda Meleo, poi impossibilitata e sostituita nel compito da altri esponenti locali del Movimento Cinque Stelle: il percorso inizierebbe all’interno della stazione Jonio proseguendo poi in superficie verso via Giovanni Conti e via delle Vigne Nuove fino a Porta di Roma e al parco delle Sabine. La capacità di trasporto prevista sarebbe di cinquemila persone all’ora, per un tempo di realizzazione di due anni al costo di centodieci milioni di euro.
Alessandro Pino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: