Archivio | 20:56
Immagine

Coronavirus: il Comune di Fonte Nuova vuole chiarezza sulla situazione al Nomentana Hospital- di Alessandro Pino

6 Apr

[FONTE NUOVA-RM] È apparso la sera del 6 aprile sul sito ufficiale del Comune di Fonte Nuova e sulla relativa pagina informativa su Facebook un comunicato firmato dal sindaco Piero Presutti relativo alla situazione presso il Nomentana Hospital, la grande struttura sanitaria sita nella cittadina a Nord Est della Capitale presso cui sono ricoverati da giorni alcuni malati di Covid-19 lì trasferiti da altra località. Nel comunicato il sindaco Presutti informa la cittadinanza che il Comando di Polizia Locale di Fonte Nuova ha emesso un provvedimento di inottemperanza all’ordinanza comunale numero 17 dello scorso 27 marzo che aveva come oggetto “disposizioni urgenti e indifferibili per i responsabili dell’organizzazione della Casa di Cura Nomentana Hospital, per il personale amministrativo, sanitario e per chiunque abbia accesso in loco” e “adozione di misure restrittive, cautelative prudenziali, volte alla salvaguardia della salute pubblica e della pubblica incolumità per fronteggiare la pandemia Ars-Cov2”.
È stata altresì comunicata la notizia di reato per violazione dell’art. 650 del codice penale (“inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità”) alla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Tivoli, per i soggetti che hanno mancato al provvedimento citato. Questo perchè “in considerazione della rilevanza della struttura e della serietà della situazione” , l’amministrazione comunale non ha ritenuto tollerabile – come si legge nel comunicato del 6 aprile- affidarsi a notizie informali o ai social, dato che “nessuna comunicazione formale è giunta a rappresentare la situazione della casa di cura relativamente al monitoraggio della condizione sanitaria e alla trasmissione giornaliera di ogni dato utile e necessario a monitorare l’evolversi della situazione all’interno della struttura sanitaria”. Si spera che al più presto venga fatta chiarezza sulla situazione per la serenità dei cittadini di Fonte Nuova e delle aree limitrofe.

Alessandro Pino

Immagine

Un uovo di Pasqua sospeso per aiutare i piccoli pazienti del Bambin Gesù- di Alessandro Pino

6 Apr

[ROMA] Negli anni scorsi questo era il periodo in cui l’Associazione “Infinito Amore da Emanuele Ciccozzi” (onlus intitolata al bambino del quartiere Talenti scomparso prematuramente per una grave malattia) organizzava la vendita delle uova di Pasqua solidali, al fine di promuovere progetti a favore dei piccoli e delle loro mamme in cura presso l’ospedale Pediatrico Bambino Gesu’di Roma. Si tratta di persone che l’isolamento lo vivono in permanenza a causa delle terapie oncologiche e per l’immunodepressione che ne consegue. Con le restrizioni anti Coronavirus la distribuzione delle uova è ferma, sta di fatto però che erano già pronte prima che iniziassero le misure di distanziamento sociale. Per questo la presidente dell’associazione, Claudia Colloca – mamma di Emanuele – lancia un messaggio: <Sono qui per chiedervi di aiutarci, con una donazione minima di 12 euro, il costo di un uovo virtualmente ricevuto, per non fermare i nostri progetti.
Quando la situazione migliorerà sarà nostra premura consegnare le uova a chi le volesse anche fisicamente. Grazie in anticipo per il vostro aiuto>.
Il codice Iban dell’associazione è IT29H0503403246000000002710.

Alessandro Pino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: