Annunci
Tag Archives: Ospedale Pediatrico Bambino Gesù
Immagine

A Talenti tornano le uova pasquali che aiutano i piccoli pazienti del Bambin Gesù – di Alessandro Pino

16 Apr

[Roma] Anche quest’anno l’Associazione “Infinito Amore da Emanuele Ciccozzi” (onlus intitolata al bambino di Talenti scomparso prematuramente per una grave malattia alcuni anni or sono) continua la sua gara della dolcezza con la vendita delle uova di Pasqua solidali presso la scuola primaria Caterina Usai in via Alberto Savinio, la stessa che Emanuele ha frequentato fino all’ultimo. L’associazione si propone di promuovere progetti a favore dei piccoli e delle loro mamme in cura presso l’ospedale Pediatrico Bambino Gesu’di Roma. L’obiettivo è quello di regalare un sorriso a chi affronta i complessi percorsi legati alle cure oncologiche. <Negli anni ci siamo dedicati per primi al sostegno psicologico dei bimbi – spiega Claudia Colloca, mamma di Emanuele e presidente della associazione – con questi fondi infatti vorremmo dare continuità alla borsa di studio della dottoressa Alessandra Basso, psicologa nel reparto, per il prossimo anno; tutto questo ci permettera’di vedere consolidati i progressi fatti in reparto dai bimbi>. L’appuntamento alla scuola Caterina Usai per acquistare le uova di Pasqua (buone in tutti i sensi) è il 17 aprile dalle 8 e 30 alle 14.

Alessandro Pino

Annunci
Immagine

Un grande uovo e un grande cuore per i piccoli malati – di Alessandro Pino

29 Mar

Un uovo di cioccolato grande quanto una persona è il simbolo della più recente iniziativa di raccolta fondi della associazione “Infinito amore da Emanuele Ciccozzi”, onlus intitolata al giovanissimo residente del quartiere Talenti scomparso qualche anno fa per una malattia ematologica. La raccolta si è tenuta presso la scuola elementare “Caterina Usai” di via Alberto Savinio, la stessa frequentata fino all’ ultimo dal piccolo Emanuele, cui è anche intitolata l’ aula teatro dell’istituto. Le donazioni ottenute dalla vendita di uova pasquali (dalle dimensioni convenzionali) e dalla riffa avente in palio appunto il maxiuovo servono per finanziare progetti di sostegno rivolti a chi deve affrontare il doloroso cammino di sofferenza legato alla malattia di un bambino (non esclusivamente terminale) per il recupero di un minimo di “normalità” nella vita quotidiana, come ad esempio una borsa di studio in Psicologia a favore dell’ equipe di assistenza domiciliare per bambini terminali e la presenza costante in reparto di una psicologa a supporto dello staff medico dell’ Ospedale Bambino Gesù. «Ci impegniamo e ci crediamo – spiega Claudia Colloca, mamma di Emanuele e presidente della associazione – siamo sempre alla ricerca di persone che abbiano voglia di credere con noi in questa visione e che si vogliano impegnare sia negli eventi che nel volontariato». Tutte le informazioni sulle attività si possono avere tramite il sito internet http://www.infinitoamore.org e la pagina ufficiale Facebook “Associazione Infinito Amore da Emanuele Ciccozzi Onlus”.

Alessandro Pino

Galleria

Tartaruga Ohana: un guscio per i piccoli pazienti dell’Ospedale Bambino Gesù e le loro famiglie – di Alessandro Pino

10 Giu

DSC_0514

Si trova presso la Misericordia di Castel Giubileo nel Terzo Municipio di Roma Capitale

Per venire incontro alle necessità alloggiative di famiglie disagiate provenienti da fuori Roma e che hanno un bambino in trattamento in regime di day hospital presso l’Ospedale Pediatrico BambinoDSC_0509 Gesù è stata recentemente inaugurata una casa famiglia chiamata Tartaruga Ohana.  La struttura – il cui nome richiama l’idea di guscio protettivo unita alla traduzione di “famiglia” in lingua hawaiana –  si trova all’interno della Misericordia di Castel Giubileo, lungo la via Salaria nel territorio del Terzo Municipio di Roma Capitale e può alloggiare due nuclei familiari contemporaneamente, ognuno con  zona notte (per un totale di sette posti letto) e bagno indipendenti mentre l’ambiente cucina e il soggiorno sono in comune. In questo modo si evita a famiglie già  provate dalla malattia e dalle difficoltà  economiche l’ulteriore spesa per un alloggio in albergo. Viene inoltre fornito un servizio di navetta da e per l’ospedale secondo il calendario delle visite e delle terapie dei piccoli pazienti.

Alessandro Pino

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: