Tag Archives: Gigi Proietti
Immagine

Un murale per Gigi Proietti anche sul ponte di viale Jonio- di Alessandro Pino

8 Nov

[ROMA] Diversi murales sono stati dedicati a Gigi Proietti in più punti della Capitale subito dopo la sua scomparsa. Nel territorio del Terzo Municipio oltre a quello sulla palazzina di via Capraia al Tufello dove il grande mattatore visse gli anni dell’infanzia, a pochi metri di distanza c’è ora quello sui bastioni del cavalcavia sopra viale Jonio. Il disegno è opera di Anna Maria Tierno e ritrae in colori da pop art Proietti in una celebre inquadratura di “Febbre da Cavallo” mentre di fianco c’è l’inizio della famosa battuta “ar Cavaliere nero…” proposta più volte negli anni. L’iniziativa è opera della associazione “Arte e Città a Colori” che già da tempo provvede alla decorazione delle mura del ponte e di altre infrastrutture. <Non potevamo fare a meno di rendere omaggio a un grande figlio di Roma e del quartiere Monte Sacro- spiega Francesco Galvano, presidente di “Arte e Città a Colori- oggi grazie all’artista Anna Maria Tierno abbiamo rappresentato il Grande Attore in una delle sue più riuscite interpretazioni. Lo vogliamo ricordare così, allegro con il suo sorriso accattivante che ha tanto allietato le nostre giornate. Resterà sempre vivo il suo ricordo nei nostri cuori>.

Alessandro Pino

Immagine

Un Teatro “Gigi Proietti” al Tufello? C’è chi ci crede già – di Luciana Miocchi

7 Nov
il murales apparso sul muro della palazzina di via Capraia dove c’era l’appartamento della famiglia proietti negli anni cinquanta

Nel giorno dei funerali di Gigi Proietti, nonostante dal Campidoglio sia già arrivata la notizia che il Globe Theatre a Villa Borghese verrà intitolata al grande attore, è giunta una nota di Riccardo Corbucci, coordinatore della segreteria romana del Pd ed ex assessore alla scuola del III Municipio, con la quale si manifesta la proposta di costruire un nuovo teatro a suo nome, nel cuore del Tufello, quartiere dove l’artista è vissuto tutta l’infanzia e la prima adolescenza. Quello di un teatro di proprietà totalmente pubblica è un vecchio sogno, accarezzato da molti amministratori nel corso degli anni ma fino ad ora non ha mai trovato le condizioni perché diventi realtà. Chissà, forse ora sotto la spinta emotiva potrebbe anche avverarsi ma la duplicazione sembra un po’ utopistica.

Corbucci, la Sindaca Raggi ha appena annunciato che il Globe Theatre verrà intitolato a Proietti, come potrebbe esistere un altro Teatro Proietti a Roma?

L’intitolazione del Globe  è un atto dovuto, giusto, perché come ha ricordato oggi nel giorno dei funerali, Walter Veltroni, era il suo teatro, lo aveva fortemente voluto. Va benissimo il Teatro, come ha proposto la Raggi, o fare un grande murales al Tufello come annunciato dalla regione Lazio e dall’assessore Valeriani, ben vengano queste iniziative. Dopo di che per Roma bisogna pensare in grande ed è necessario ricordare la figura di un maestro come Gigi Proietti con un’opera nuova e io credo che costruire un Teatro al Tufello, che è il quartiere dove ha vissuto da bambino, sia non soltanto un modo per ricordare la sua provenienza ma anche per tramandare una lezione importante, che è quella di portare la cultura in tutti i quartieri di Roma. Proietti è stato un artista popolare e consentire ai cittadini del terzo Municipio di avere un Teatro che lo ricordi significa continuare a promuovere in ogni luogo spazi dedicati a tutti i futuri Proietti della nostra città.

Ha già un’idea di dove farlo nascere?

La prima persona che ho coinvolto su questa proposta è il presidente del III Municipio, Giovanni Caudo, persona sensibile su questi temi. Ci sono diverse aree tra via Monte Massico e via Monte Resegone che potrebbero andare bene, sicuramente ci vorrà qualche anno ma noi siamo persone testarde che quando si mettono in testa un obiettivo non lo mollano.

Luciana Miocchi

Immagine

L’omaggio a Gigi Proietti della Polizia di Roma Capitale- di Alessandro Pino

5 Nov

[ROMA] Chi ha seguito la diretta televisiva dei funerali di Gigi Proietti, celebrati nella Capitale la mattina del 5 novembre, avrà senz’altro notato che l’autofunebre con il feretro del grande attore è stata scortata nel percorso tra le strade del centro da numerosi motociclisti delle forze dell’ordine, ma particolarmente imponente è stata la presenza della Polizia Locale di Roma Capitale. Inevitabile pensare a Proietti vestito da vigile urbano nella famosa scena del “whisky maschio senza rischio” in “Febbre da Cavallo”. Molti anni dopo Proietti tornò a vestire quell’uniforme in uno spot (vero quella volta) sulla sicurezza stradale facendo una simpatica parodia di sé stesso nella scena diventata nel frattempo un fenomeno di culto. Con un post diffuso via social il Corpo della Polizia Locale di Roma Capitale ha reso omaggio a Proietti: “E’ stato un grande onore scortare il tuo feretro e accompagnarti nel tuo ultimo viaggio- si legge nel post– convinti del fatto che, quello che hai lasciato in tutti noi rimanga in eterno”.

Alessandro Pino

Immagine

Addio a Gigi Proietti, uno di noi, uno di Monte Sacro- di Alessandro Pino

2 Nov

[ROMA] Se n’è andato proprio nel giorno del suo ottantesimo compleanno un altro di quei personaggi che hanno accompagnato la vita italiana degli ultimi decenni diventando talmente familiari da essere considerati eterni: Gigi Proietti, il grande attore (anzi mattatore) e regista di cinema, teatro e televisione, non c’è più. Anche per lui, come per Sean Connery, si scriveranno fiumi di parole ricordandone la carriera. Qui ci limiteremo a ricordarne il legame con Monte Sacro, quartiere di cui era originario. Alcuni anni or sono vi tornò per girare a piazza Sempione delle scene di uno sceneggiato televisivo. Sapendo della sua presenza, insieme a Luciana lo raggiungemmo per invitarlo a una manifestazione che stavamo organizzando. Affabile e cortese con tutti nel concedersi per autografi e selfie, ricordò come nel palazzo Sabatini oggi sede del Consiglio Municipale avesse frequentato le scuole.
Alessandro Pino

Galleria

Gigi Proietti a piazza Sempione per le riprese di “Una pallottola nel cuore 2” – di Alessandro Pino

22 Ott

Gigi Proietti con Luciana Miocchi sul set di piazza Sempione (foto Alessandro Pino)

Gigi Proietti con Luciana Miocchi sul set di piazza Sempione (foto Alessandro Pino)

Piazza Sempione – nel cuore di Monte Sacro, Terzo Municipio di Roma Capitale – in fermento la

Gigi Proietti e Luciana Miocchi a piazza Sempione (foto Alessandro Pino)

Gigi Proietti e Luciana Miocchi a piazza Sempione (foto Alessandro Pino)

mattina del 22 ottobre: i portici del palazzo Sabatini si sono trasformati nel set dello sceneggiato televisivo “Una pallottola nel cuore 2” con Gigi Proietti. Il celebre attore, originario proprio del quartiere, come sua abitudine è stato cortese e affabile nel concedersi agli ammiratori per autografi e selfie (tra gli altri si sono visti il presidente del Municipio Paolo Marchionne e l’assessore ai Lavori Pubblici Fabio Dionisi). Tra un ciak e l’altro, Proietti ha ricordato che da piccolo proprio nell’attuale sede del Municipio – in origine edificio scolastico – aveva frequentato le scuole.

Alessandro Pino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: