Tag Archives: Arte e Città a Colori
Immagine

“Dante è una pop star”: 13 artisti interpretano le icone della storia e della cultura

10 Mar

[ROMA] Si inaugura il 10 Marzo 2023 (dalle 18 alle 20.30) presso il Wire Coworking Space in Via Baccio Baldini, 12 (zona Piazzale della Radio), la mostra “Dante è una Popstar”.
Le opere d’arte esposte rappresentano i personaggi iconici della storia e della cultura, sia del passato che del presente, interpretati attraverso il linguaggio personale e le diverse tecniche espressive di 13 artisti.
La mostra è organizzata da Arte e Città a Colori di Francesco Galvano e curata da Alessia Dei di Craving Art e sarà visitabile fino al 14 Aprile dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 20.

Le icone contemporanee prelevate, manipolate e risignificate come riflesso della nostra cultura, sono il tema della mostra. Appropriandosi delle immagini dei personaggi celebri dal mondo della TV, della musica e del cinema ma anche della storia e dell’arte, gli artisti interpretano e partecipano al consumo frenetico della cultura, in un mescolarsi di alto e basso, di intellettuale e popolare.

Come le figure stilizzate nell’iconografia cristiana, le pop star diventano “Icone”, ossia oggetti di venerazione del presente, di cui il pubblico percepisce il potere. La loro carnalità si dilegua, e diventano immagini pure, astrazioni patinate.

In una società che venera la fama e il successo, che modella su questi desideri la propria identità, la celebrità diventa il rifugio mentale da una vita poco stimolante, in un momento storico colmo di disillusioni. Ma l’essere umano ha un bisogno primario che è quello di sognare e spesso, per mancanza di coraggio, sogna attraverso la vita degli altri, immedesimandosi in chi quel sogno l’ha cercato veramente e raggiunto.

Durante il vernissage Emanuel Simeoni, fumettista ufficiale di Batman, realizzerà dei ritratti pop estemporanei su richiesta degli ospiti e Daniela Beltrani, performance artist internazionale, utilizzando la forma e i materiali della tradizionale attività di ricamo, inviterà il pubblico ad una riflessione sulla celebrità che si ammira in quanto rappresentazione di aspirazioni, priorità, nutrimento e costruzione del proprio sé.

Si proseguirà nel percorso illustrativo dei quadri esposti. Capitan Morgan ha la geniale intuizione di utilizzare un linguaggio pop attraverso una tecnica tradizionale e ormai quasi perduta come l’intarsio ligneo. Sfruttando le caratteristiche intrinseche del materiale naturale che esalta l’espressività di personaggi iconici dell’arte e del cinema.
Cinzia Piemonte propone opere dalla sua originalissima collezione “Body line”, dei dipinti di icone pop su tavole in legno sagomate a forma di manichino, e i ritratti di Frida e di Amy Winehouse, i cui occhi espressivi, specchio della sua anima travagliata e appassionata, esplodono tra gli strappi del decollage dello sfondo.
Emanuel Simeoni, fumettista ufficiale per la Dc Comics, rappresenta personaggi che in vari campi del pensiero, sono stati fautori di cambiamenti epocali, di cui ancora oggi, la nostra cultura ne sente la risonanza, come Pablo Picasso per l’arte e Jung per la psicanalisi.
L’artista veneto Fabio Zuglian realizza ritratti di personaggi iconici cristallizzati nell’estrema esplicitazione del loro essere. Sono icone dalle personalità forte, di grande valenza non solo artistica, ma anche sociale, che rappresentano i valori e i sogni di intere generazioni.
Factory non nasconde certo il suo legame con l’arte iconica di Andy Warhol, per il quale l’arte va consumata come un qualsiasi prodotto commerciale della cultura di massa. Così le sue tele contemporanee sono gli scontrini, l’elemento più emblematico del consumismo. Un oggetto della vita quotidiana che diventa iconico trasformandosi in un’opera d’arte popolare alla portata di tutti.
Giulia Pro, con le sue illustrazioni digitali rende iconici personaggi noti, ma la cui immagine non è popolarmente celebrata. Sui loro volti pop i colori netti accentuano gli occhi, segno di lungimiranza e determinazione. Le nuove iconografie incoraggiano al superamento di noi stessi e dei confini intorno a noi.
Le dive immortali di Gaia Folchi sono accomunate da un’espressione malinconica che fa trapelare, dai volti essenziali e pop, l’anima umana, creando un’empatia con l’osservatore. La giovanissima artista guarda ai miti di generazioni a lei lontane che persistono nell’immaginario contemporaneo o che, come Mercoledì Addams, vengono riattualizzate dalla moda del momento.
Giovanna Alfeo presenta un dittico, dipinto su alluminio cotto, su Vittorio Gassman. La bellezza fisica e il fascino malinconico dell’acerba stella nascente si confronta con i segni del tempo del maturo e carismatico artista, riconosciuta icona teatrale tra le maggiori di tutti i tempi.
La fotografa Marisa De Gregorio ha rivisitato il Manifesto Cinematografico del film “La Strada” di Fellini, omaggiando la grande attrice Giulietta Masina, attraverso l’immagine del suo personaggio Gelsomina, simbolo di dolcezza e semplicità, a rappresentare il grande bisogno di umanità, fortemente sentito in questo periodo storico.
Mauro Crisari propone una serie sull’inconfutabile icona del Made in Italy, Dante e la sua Divina Commedia, presentandolo in nuova veste Pop. I suoi quadri sono graffiti che evocano i passi dei Canti mescolati a simboli e immagini dei nostri giorni. La tela diventa un labirinto intricato che rispecchia il caos del mondo contemporaneo.
Pietro Pancotto propone il suo progetto pittorico “WORDSANDCOLORS”. Nelle tele invase dai colori, le icone del XXI secolo, simbolo di trasgressione e unicità, potenziano il loro messaggio attraverso le parole scritte, in modo da stimolare la riflessione ed esasperare l’esperienza emozionale fino al turbamento.
Romeo Albini con il suo stile unico sceglie un personaggio inconsueto come sua icona personale, Eric Satie, lo stravagante compositore, collaboratore di Picasso, le cui opere volevano portare l’ascoltatore in una sorta di estraneazione contemplativa, proprio quella a cui si affida Romeo quando dipinge i suoi volti sinuosi e conturbanti.
Il vernissage del 10 Marzo si concluderà in un momento conviviale con buffet, per un confronto tra gli artisti, gli organizzatori e il pubblico.
L’ingresso alla mostra è gratuito. Il parcheggio gratuito è a disposizione fino a completamento.
Per seguire gli aggiornamenti sulla mostra vai sui nostri social:
INSTAGRAM: cravingart.ad
Facebook: Arte e Città a Colori
Per informazioni +393356687932 o +393495621583
A cura di Alessandro Pino

Immagine

In un libro la storia di Fidene e Nuovo Salario: sabato 11 dicembre la presentazione a parco Labia | di Alessandro Pino

10 Dic

[ROMA] É uscito per la Typimedia editore “La storia di Fidene Nuovo Salario” di Giulia Zaccardelli, ultimo- per ora- di una collana di volumi dedicati ognuno all’evoluzione di un quartiere o di una zona della Capitale dalla preistoria ai giorni nostri.

Il libro verrà presentato sabato 11 dicembre al mercatino di Natale di Fidene al parco Fausta Labia, in collaborazione con il Comitato di Quartiere Fidene.

Il volume si dipana dalle prime comunità preistoriche nate tra sulle colline tra Aniene e Tevere, proseguendo poi con lo scontro tra Fidenae e Roma, i barbari che invadono l’Urbe passando da Ponte Salario, i personaggi storici ospitati nelle stanze del Castel Giubileo, Garibaldi accampato a Colle Salario e Cadorna a Villa Spada, la creazione del Tufello e di Val Melaina durante il Fascismo assieme all’aeroporto del Littorio (oggi dell’Urbe) dove si svolge una singolare gara tra Tazio Nuvolari in Alfa Romeo e l’elicottero di Vittorio Suster, l’occupazione nazista e poi nel dopoguerra le nuove costruzioni di Serpentara e Nuovo Salario.

Alla presentazione, assieme all’autrice- avvocato con la passione per la scrittura e l’informazione legata al territorio- parteciperanno il presidente dell’associazione Arte e Città a Colori Franco Galvano, Simona Fioravanti e Pietro Brusco del Comitato di Quartiere Fidene, moderati da Don Giuseppe Surace, sacerdote originario del quartiere. L’inizio é previsto per mezzogiorno.

Alessandro Pino

Immagine

Giardini di Fidene: intervento in più giorni dei volontari di “Arte e Città a Colori” | di Alessandro Pino

3 Mar

[ROMA] I volontari della associazione “Arte e Città a Colori” stanno intervenendo in questi giorni per restituire il decoro a un’area verde adiacente via San Leo e il viadotto dei Presidenti a Fidene. L’iniziativa è nata dalla richiesta di un gruppo di residenti: «Alcuni abitanti che vivono nei pressi del parco ci hanno contattato per cercare di fare qualcosa per ripulire almeno lo spazio del parco giochi» spiega Francesco Galvano, presidente di Arte e Città a Colori «vedendo lo stato del parco circostante abbiamo deciso che lo avremmo pulito, decespugliato e potato gli arbusti in tutta la sua estensione».

Il lavoro da svolgere si è rivelato però più lungo e complesso di quanto preventivato:
«Forse sono stato un po’ avventato, infatti giorno per giorno sto scoprendo che è vastissimo» ammette Francesco Galvano
«tuttavia è mia abitudine mantenere la parola data e con l’aiuto dei miei fantastici volontari porteremo a termine quella che sembra una impresa impossibile.
Ci vorranno ancora diverse giornate di lavoro ma arriveremo fino in fondo.
Ci piacerebbe tanto sapere chi ne ha la gestione, che almeno contribuisse al rimborso delle spese che stiamo sostenendo per fare gli interventi di pulizia e recupero del decoro».

Alessandro Pino

Immagine

Monte Sacro: il parco Caio Sicinio Belluto risistemato dai volontari di “Arte e Città a Colori” | di Alessandro Pino

18 Feb

[ROMA] Mentre impazzano le polemiche e le chiacchere sul progetto di risistemazione di piazza Sempione, a pochi metri di distanza il parco Caio Sicinio Belluto nei giorni scorsi è stato oggetto di un impegnativo intervento eseguito dai volontari dell’associazione Arte e Città a Colori: muniti di decespugliatori, soffiatore, tosaerba, scope, pale, rastrelli, sacchi per la raccolta dei rifiuti, hanno restituito un aspetto dignitoso al giardino nel cuore di Monte Sacro.


«La nostra Associazione opera da diversi anni nel Terzo Municipio e siamo noti per i tanti murales che abbiamo realizzato, ma la bellezza non viene solo dall’arte ma anche dalla cura del territorio» spiega Francesco Galvano, presidente di Arte e Città a Colori «da circa un anno ci siamo dati questi due obiettivi. Grazie ad un gruppo di nostri associati, in forma volontaria, stiamo intervenendo in vari punti del quartiere Monte Sacro (via dei Prati Fiscali, viale Val Padana, via Franco Sacchetti, viale Jonio) e continueremo anche in futuro».

Alessandro Pino

Immagine

Un murale per Gigi Proietti anche sul ponte di viale Jonio- di Alessandro Pino

8 Nov

[ROMA] Diversi murales sono stati dedicati a Gigi Proietti in più punti della Capitale subito dopo la sua scomparsa. Nel territorio del Terzo Municipio oltre a quello sulla palazzina di via Capraia al Tufello dove il grande mattatore visse gli anni dell’infanzia, a pochi metri di distanza c’è ora quello sui bastioni del cavalcavia sopra viale Jonio. Il disegno è opera di Anna Maria Tierno e ritrae in colori da pop art Proietti in una celebre inquadratura di “Febbre da Cavallo” mentre di fianco c’è l’inizio della famosa battuta “ar Cavaliere nero…” proposta più volte negli anni. L’iniziativa è opera della associazione “Arte e Città a Colori” che già da tempo provvede alla decorazione delle mura del ponte e di altre infrastrutture. <Non potevamo fare a meno di rendere omaggio a un grande figlio di Roma e del quartiere Monte Sacro- spiega Francesco Galvano, presidente di “Arte e Città a Colori- oggi grazie all’artista Anna Maria Tierno abbiamo rappresentato il Grande Attore in una delle sue più riuscite interpretazioni. Lo vogliamo ricordare così, allegro con il suo sorriso accattivante che ha tanto allietato le nostre giornate. Resterà sempre vivo il suo ricordo nei nostri cuori>.

Alessandro Pino

Immagine

Una locomotiva a vapore viaggia in strada al Nuovo Salario- di Alessandro Pino

9 Lug

[ROMA] É stato completato in via Giovanni Faldella- zona Nuovo Salario, accanto al complesso residenziale noto come “Villaggio Angelini” – un murale a tema ferroviario. L’opera, raffigurante una storica locomotiva a vapore “Gruppo 740” delle Fs si trova nelle adiacenze del monumento ad Armando Angelini, ministro dei Trasporti negli anni Cinquanta e promotore della costruzione degli alloggi destinati ai ferrovieri (sebbene anche criticato per aver approvato la dissennata chiusura di diverse ferrovie secondarie). Il disegno porta la firma di Foko127 ed è stato realizzato grazie all’associazione “Arte e Città a Colori” presieduta da Francesco Galvano. Le locomotive “Gruppo 740” furono costruite tra il 1911 e il 1923 e alcune sopravvivono ancora oggi, adoperate anche per il traino di convogli storici. Tra i ferrovieri che le condussero all’epoca del loro servizio regolare c’era anche il padre di Roberto Corsetti, residente del quartiere che ha voluto la realizzazione di tale opera in sua memoria. L’inaugurazione ufficiale del murale è prevista prevista per settembre con un evento a cui verranno invitate numerose personalità.
Alessandro Pino

Immagine

É ora di fare nuovamente bella via Dei Prati Fiscali! – di Alessandro Pino

12 Mag

[ROMA] Dopo una pausa imposta dalle restrizioni anti Coronavirus sono finalmente riprese le operazioni di sfalcio e pulizia dell’area verde tra le carreggiate di via Dei Prati Fiscali a cura dell’associazione di imprenditori The Sign Of Rome.
<Dopo tre mesi è stato praticamente come ricominciare tutto da capo- spiega Farshad Shahabadi, Chief Executive Officer di Zarineh Tappeti e presidente di The Sign Of Rome- l’erba era altissima e la zona era piena di bottiglie>.
A dare manforte di persona è venuto anche Franco Galvano, presidente di Arte e Città a Colori, altra associazione impegnata da anni nella riqualificazione del territorio contro il degrado e l’incuria.

Alessandro Pino

Immagine

Sfregiati per rappresaglia i nuovi murales del ponte su viale Jonio- di Alessandro Pino

1 Mar

[ROMA] Nel territorio del Terzo Municipio succede anche questo: che due associazioni, munite di tutti i permessi del caso, si mettano in testa di restituire il decoro ad alcuni muri di Monte Sacro da sempre preda di affissioni abusive e imbrattamenti vari. I muri sono quelli dei bastioni sotto il ponte di viale Adriatico che in quel punto scavalca viale Jonio. Le associazioni sono “Arte e Città a Colori” e “Retake Roma Terzo Municipio” i cui volontari avevano dedicato diverse giornate a dipingere i muri con gradevoli murales, sapendo però che avrebbero dovuto usare una precauzione: lasciare così come era una scritta apparsa nei mesi scorsi, quella che recitava “Nun me sta bene che no”. Questo perché qualcuno probabilmente non ne avrebbe gradito la rimozione. L’origine di quella scritta e i riferimenti sono infatti ben noti e anche per scrivere queste righe sono state usate comprensibili accortezze per tenersi al riparo da noie. A lavoro pittorico completato, ci si è resi conto che la famigerata scritta era un vero pugno in un occhio accostata ai nuovi disegni colorati e si è scelto di coprirla, chiedendo prima – come si legge sulla pagina Facebook di “Arte e Città a Colori” – il consenso con incontri ufficiali per non suscitare talune sensibilità. Puntualissimo, dopo pochi giorni è arrivato lo sfregio di rappresaglia che vedete in foto. <Sono veramente amareggiato, la prepotenza e l’arroganza sembrano vincere sulla legalità.
Ma non mi do per vinto – spiega Francesco Galvano, presidente di “Arte e Città a Colori”- mi incoraggia il supporto di tutti> mentre il consigliere municipale Riccardo Evangelista ha parlato su Facebook di “tradizione mafiosa” per “ribadire il proprio predominio territoriale con intimidazione e sopraffazione”.

Alessandro Pino

Immagine

Al Chiostro del Bramante i “Ritratti” di Bruno Bruni- di Alessandro Pino

30 Nov

[ROMA] La storica cornice del Chiostro del Bramante ha ospitato lo scorso 29 novembre la presentazione del nuovo libro fotografico di Bruno Bruni (il terzo fino a oggi e il primo in bianco e nero) intitolato “Ritratti” , edito da The Pigswick Papers: si tratta di un lungo viaggio sentimentale per immagini nella memoria dell’autore per rievocare fatti, sensazioni e situazioni legate a cinquanta persone da lui incontrate. Bruno Bruni ha iniziato a fotografare nel 1980 centrando il suo interesse sull’Uomo. Ha effettuato diverse mostre personali e partecipato a esibizioni collettive sia di foto che di portfolio. L’appuntamento al Chiostro del Bramante è stato organizzato con il patrocinio di “Arte e Città a Colori” e la collaborazione di “Segnalazioni Letterarie”. <Una grande affluenza di pubblico- ha commentato Franco Galvano, presidente di “Arte e Città a Colori” – direi un successo>.

Alessandro Pino

Immagine

Viale Jonio: il ponte diventa galleria (d’arte) – di Alessandro Pino

9 Ott

[ROMA] I bastioni del ponte di viale Adriatico che scavalca viale Jonio verranno presto completamente decorati con pitture realizzate da artisti di Monte Sacro e dei quartieri vicini. L’iniziativa è già in corso ed è opera della associazione Arte e Città a Colori in collaborazione con Retake Roma Terzo Municipio. <Abbiamo già sperimentato positivamente come l’arte sia un potente veicolo per sensibilizzare le persone ad una maggiore attenzione alla cura del territorio – dichiara Francesco Galvano, presidente di Arte e Città a Colori –
contiamo di concludere di dipingere tutte le pareti entro un mese, nei prossimi giorni altri artisti si aggiungeranno a Alessia Lifemeup, Donatella Bartoli, Teresa Campioni e Luca Corallini>. Entusiasta è anche l’avvocato
Simona Martinelli, che assieme a Emanuele Sabino è stata promotrice del progetto per Retake Roma Terzo Municipio: <Per noi è un altro passo verso la riqualificazione del quartiere. I nostri obiettivi sono quelli di sostenere le espressioni artistiche legittime, di abbellire la città e di renderla più vivibile>.

Alessandro Pino

Immagine

Nuovo Salario in festa il 5 ottobre per ricordare Federico Galluccio, scomparso a quindici anni- di Alessandro Pino

25 Set

[Roma] Il prossimo 5 ottobre dalle 10 alle 23 il parco Dante Gallani di via Ivanoe Bonomi al Nuovo Salario ospiterà una festa per ricordare Federico Galluccio, ginnasta e studente quindicenne del quartiere venuto a mancare pochi mesi fa per una maledetta meningite fulminante che lo portò via in poche ore. Federico aveva coltivato fin da piccolo la passione per la ginnastica artistica ed era iscritto da anni alla società Atletico Talenti arrivando all’agonismo. Tale era la sua passione sportiva che aveva voluto tatuarsi sulla schiena l’immagine di un
ginnasta impegnato agli anelli.
La festa è organizzata dal Comitato di Quartiere Nuovo Salario in collaborazione con numerose realtà sociali del territorio (come l’Associazione Commercianti Nuovo Salario e Retake Roma), sponsor privati e il patrocinio del Consiglio Regionale del Lazio e del Terzo Municipio..
La giornata sarà scandita da laboratori creativi, attività promozionali, stand gastronomici e musica dal vivo con la partecipazione del Trio Monti. Verrà affissa una targa in memoria di Federico e sarà organizzata una riffa (tra i premi un televisore Philips) per raccogliere fondi
per riqualificare il parco e realizzare un murale a cura dell’Associazione “Arte e Città a Colori” presieduta da Francesco Galvano. Parteciperanno inoltre gruppi scout, della parrocchia San Frumenzio e delle scuole Angelo Mauri e Majorana.
Alessandro Pino

Immagine

Il grande basket Nba al Parco della Cecchina – di Alessandro Pino

25 Giu

Roma – Il Parco della Cecchina (tra Talenti e la Bufalotta) diventerà teatro di un evento imperdibile per tutti gli appassionati del grande basket americano il prossimo 29 giugno, con la manifestazione Enjoy Nba, organizzata da UBI Banca in collaborazione con la Nba e con il patrocinio del Comune di Roma. Per l’occasione è stata realizzata una nuova superfice di gioco donata alla Capitale e l’area è stata decorata con gli stemmi delle squadre Nba a cura di “Arte e Città a Colori” , iniziativa presieduta da Franco Galvano. Ospite d’eccezione della giornata sarà il noto cestista dei Los Angeles Clippers e della Nazionale Danilo Gallinari, che sarà il giudice della gara di schiacciate (Slam Dunk) prevista nel programma della giornata che riportiamo qui di seguito:

– 9.30: apertura Village

– 9.45-11.25: due sessioni di allenamento per giovani ragazzi tenute da un allenatore Nba – 11:30-11.55: inaugurazione ufficiale del nuovo playground riqualificato e donato alla città di Roma da parte di UBI Banca, con la presenza di Danilo Gallinari e dei rappresentanti del Comune di Roma, della FIP – Comitato Lazio e di UBI Banca

– 12.00-13.55: torneo 3vs3 che coinvolge 16 squadre formate dalla FIP – Comitato Lazio

– 14:00-14.55: giochi sul campo per chiunque voglia mettersi alla prova. Registrazione dei partecipanti prevista in loco

– 15:00-15.15: spettacolo di basket freestyle con i Da Move

– 15.20-16.15: continua il torneo 3vs3 con le squadre formate dalla FIP

– 16.20:16.45: partita di basket tra 2 squadre degli Special Olympics, formate da atleti con disabilità intellettive; allo stand UBI Banca sessione di autografi con i Da Move.

– 16:50-17.40: quarti di finale e semifinale del torneo 3vs3; allo stand UBI Banca, incontro tra Danilo Gallinari e i 20 vincitori del gioco instant win tramite l’app UBI Play AR. A seguire, sessione di autografi tra Danilo Gallinari e il pubblico

– 17.45-18.15: giochi sul campo per chiunque voglia mettersi alla prova. Registrazione dei partecipanti prevista in loco.

– 18.15-18.30: Finale del torneo 3vs3 e premiazione della squadra vincitrice

– 18.30-19.00: gara di schiacciate “UBI Dunker”. Si sfideranno i 5 dunker selezionati tramite il casting sui social e il vincitore sarà premiato da Danilo Gallinari, giudice d’eccezione della competizione.
– 19.00-19.15: spettacolo di basket freestyle con i Da Move

– 19.15-19.20: conclusione dell’evento

Alessandro Pino

Questa parete al Nuovo Salario fa schifo: un murales (autorizzato) la renderà bella – di Alessandro Pino

12 Apr

In via Pian di Scò (al Nuovo Salario, nel Terzo Municipio della Capitale) c’è una parete di cemento lunga una ventina di metri da sempre oggetto di affissioni abusive e deturpata dagli scarabocchi dei soliti teppisti bombolettari.  Per questo motivo è stata inserita nel progetto “Arte e Città a Colori” – promosso dalla associazione di protezione civile Nucleo Sicurezza Ambientale Roma Nord – per essere sottoposta a un intervento artistico che prevede la pittura di un murales, al pari di quanto realizzato in diverse stazioni ferroviarie di Roma. Doveroso specificare che sono state rilasciate tutte le autorizzazioni del caso, perché è successo – incredibilmente in una città in cui accade praticamente di tutto senza che nessuno fiati – nei giorni scorsi che i ragazzi arrivati per eseguire il lavoro siano stati aggrediti verbalmente da parte di alcuni residenti al grido di “ve ne dovete andare”: così ha riferito con un post in rete Marco Quarato di Retake Roma Terzo Municipio. Quel giorno si è preferito lasciar perdere, mancando evidentemente la serenità per 

image

proseguire, ma il vicepresidente della Nsa Roma Nord, Francesco Galvano, è convinto ad andare avanti  e prossimamente il murales verrà dipinto. Il bozzetto lo abbiamo visto in anteprima ma non possiamo svelarlo, vi diamo però un indizio sul tema: “Tanto tempo fa, in una galassia lontana, lontana…”.
Alessandro Pino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: