Tag Archives: Polizia Ferroviaria
Immagine

Colleferro: minaccia con una pistola finta un passeggero del treno- di Alessandro Pino

6 Ago

[COLLEFERRO- RM] Ha minacciato un viaggiatore a bordo di un treno regionale, puntandogli contro una pistola, risultata solo dopo una riproduzione indistinguibile da una vera. Per questo un egiziano diciannovenne è stato denunciato la mattina del 5 agosto dalla Polizia Ferroviaria di Colleferro e Frosinone. Erano da poco passate le nove quando un giovane del Congo ha riferito terrorizzato alla Polizia Ferroviaria di Frosinone  di essere fuggito dal treno su cui viaggiava perché un altro giovane straniero gli aveva puntato contro una pistola senza motivo. Dopo alcune ricerche  l’egiziano è stato rintracciato  nel parcheggio della stazione di Anagni. Dalla perquisizione è spuntata fuori la pistola giocattolo. Per questo è stato denunciato per minacce aggravate e l’arma giocattolo è stata sequestrata.
Alessandro Pino

Immagine

Santa Marinella: imbrattano di vernice il muro della ferrovia- di Alessandro Pino

27 Lug

[SANTA MARINELLA- RM] Nella tarda serata del 26 luglio gli agenti della Polizia Ferroviaria di Civitavecchia hanno trovato due giovani che imbrattavano di vernice spray il muro di cinta della linea ferroviaria Roma – Pisa, all’altezza del km 58 della via Aurelia nel centro abitato di Santa Marinella. La segnalazione era arrivata da un agente libero dal servizio del Compartimento Polfer per il Lazio. I due teppisti, uno di 24 anni con precedenti specifici e l’altro di 22, avevano ancora le mani sporche di vernice. Ai due sono state sequestrate quattordici bombolette di vernice spray di vari colori. 
Alessandro Pino

Immagine

Stazione Ostiense: dimentica la droga sul treno e va dalla Polizia per farsela restituire- di Alessandro Pino

20 Lug

[ROMA] Ha dimenticato su un treno un astuccio contenente eroina ed è andato dalla Polizia Ferroviaria per farselo restituire, finendo denunciato: l’episodio, degno di entrare nella classifica del “Coglionazzo dell’Anno”, è accaduto alla stazione Ostiense la sera del 18 luglio. Un trentaquattrenne italiano ha avvisato  la sala operativa della Polizia Ferroviaria di Roma di aver dimenticato  su un treno regionale proveniente da Viterbo un astuccio con farmaci salvavita a lui necessari.  I poliziotti hanno informato il capotreno che ha recuperato l’astuccio e lo ha consegnato loro. Dentro c’erano cinque involucri di una sostanza color senape.
L’incauto proprietario si è recato subito negli uffici della Polfer di Ostiense chiedendone la restituzione ma gli agenti si sono insospettiti dal fatto che a suo carico risultavano numerosi precedenti di polizia per spaccio di stupefacenti. Per questo hanno svolto sulla sostanza un narcotest da cui è risultato trattarsi di eroina. Il trentaquattrenne è stato denunciato in libertà per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e l’astuccio con la droga è stato sequestrato.
Alessandro Pino

Immagine

Stazione Tiburtina: novantenne rimane incastrato tra i binari- di Alessandro Pino

20 Lug

[ROMA] Scampato pericolo alla stazione Tiburtina per un anziano passeggero rimasto incastrato in una buca tra i binari. L’uomo, ultranovantenne, era diretto dal figlio a Roma Termini su un treno Frecciargento proveniente da Rovereto ma è sceso per sbaglio a Tiburtina. Senza accorgersene anche perché disorientato, ha attraversato i binari ed è inciampato finendo incastrato nell’intercapedine in cemento di uno scambio. Non riuscendo più ad uscire, ha tentato di richiamare l’attenzione di qualcuno per diverso tempo e per fortuna le sue flebili invocazioni di aiuto sono state sentite da alcuni agenti della Polizia Ferroviaria che lo hanno soccorso e aiutato ad uscire. Accompagnato in ufficio dai poliziotti ha riferito l’accaduto e nel frattempo è arrivato anche il figlio che, dopo aver ringraziato i poliziotti, ha potuto tornare a casa con lui.
Alessandro Pino

(Foto repertorio)

Immagine

Stazione Tiburtina: ritrovata anziana scomparsa- di Alessandro Pino

19 Ott

[ROMA] Un’anziana scomparsa da casa due giorni fa è stata ritrovata fortunatamente viva nell’area adiacente la stazione Tiburtina.
Sono stati gli agenti della Polizia Ferroviaria a rintracciare l’ottantaquattrenne partendo dal controllo di una macchina parcheggiata all’interno dell’area riservata alle Fs senza autorizzazione. La proprietaria è stata rintracciata e ha riferito che la propria anziana madre, affetta da frequenti vuoti di memoria, si era allontanata con l’auto senza dare più notizie e per questo ne era stata denunciata la scomparsa. I poliziotti si sono messi alla ricerca della signora, controllando la zona nei pressi del luogo di ritrovamento dell’auto, trovandola infine riversa in stato confusionale fra le sterpaglie e con varie escoriazioni sul corpo. I sanitari intervenuti in soccorso hanno trasportato la donna presso l’Ospedale Pertini.

Alessandro Pino

Immagine

Termini: prende a pugni una donna e i poliziotti – di Alessandro Pino

22 Ago

[Roma] Un ventiduenne bengalese è stato arrestato nel pomeriggio di martedì scorso da una pattuglia della Polizia Ferroviaria del Reparto Roma Termini dopo che senza alcun apparente motivo aveva aggredito una donna colpendola con un pugno al volto. Inizialmente è stato bloccato dalle guardie giurate in servizio nella stazione e successivamente dalla pattuglia della Polfer accorsa sul posto con i militari dell’Esercito. La presenza dei poliziotti tuttavia non lo ha calmato, anzi: è stato colpito un componente della pattuglia che ha riportato lesioni guaribili in pochi giorni e poi ha tentato di prendere delle forbici che nascondeva in una tasca del pantalone ma è stato bloccato. Arrestato, dovrà rispondere di resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale nonché per di porto di arma impropria.
Alessandro Pino

Immagine

Rapine e furti sui treni notturni al sud: quattro in manette – di Alessandro Pino

5 Ago

Quattro italiani residenti tra Napoli e la provincia, facenti parte di un’associazione criminale dedita ai furti e rapine sui treni notturni nella tratta Villa San Giovanni-Roma, sono stati arrestati nei giorni scorsi dal personale del Compartimento Polizia Ferroviaria per il Lazio. I quattro malviventi erano soliti mettere a segno i colpi approfittando del sonno dei viaggiatori, minacciando anche il personale ferroviario in servizio a bordo treno. Le indagini erano iniziate nel 2015 dopo l’aumento di episodi delittuosi e si sono basate inizialmente sulla descrizione fornita dalle vittime e dal personale di bordo. Sono poi iniziati mirati servizi di scorta a bordo dei convogli interessati da parte degli operatori della polizia ferroviaria in abiti civili per arrivare all’individuazione del gruppo criminale. L’esito degli accertamenti, trasmesso alla Procura presso il Tribunale di Vallo della Lucania che ha coordinato le investigazioni, si è tradotto nell’emissione a carico dei quattro soggetti di altrettante ordinanze di custodia cautelare in carcere per il reato di associazione a delinquere finalizzata alla commissione di furti e rapine. Tra i soggetti destinatari della misura restrittiva: un ventisettenne raggiunto dal provvedimento presso la casa Circondariale di Pescara, dove si trova detenuto per reati analoghi e tratto in arresto nel decorso anno sempre da personale del Compartimento Polizia Ferroviaria per il Lazio; un ventinovenne, rintracciato presso una comunità sita nel Comune di Vasto (CH) e tradotto presso la Casa Circondariale di Vasto; un trentunenne ed un trentasettenne, individuati e rintracciati nelle proprie abitazioni di Napoli e tradotti presso la Casa Circondariale di Poggioreale.

Alessandro Pino

Bottiglie incendiarie trovate lungo la ferrovia vicino Settebagni – di Alessandro Pino

17 Feb

Maldestro tentativo di sabotaggio sulla linea ferroviaria che attraversa il territorio del Terzo Municipio: la mattina del 13 febbraio nei pressi della stazione di Settebagni sono state trovate  due bottiglie in PINO molotovplastica piene di liquido infiammabile all’interno di chiusini di passaggio per cavi elettrici, lungo i binari su cui transitano sia i treni a lunga percorrenza che quelli della linea da Fiumicino aeroporto a Orte/ Fara Sabina. Sui coperchi dei pozzetti era tracciate scritte contro la realizzazione della Tav (Treno Alta Velocità). Non sembra comunque ci siano stati danni agli impianti, forse per la scarsa perizia degli sconosciuti attentatori: sul posto sarebbero stati rinvenuti anche fiammiferi bruciati e altro materiale di innesco, segno probabilmente che abbiano provato ad accendere i men che rudimentali ordigni senza riuscirci. A fare la scoperta alcuni operai che hanno subito allertato la Polizia Ferroviaria per i rilievi del caso. A pensarci bene però la notizia vera- più che la scoperta delle bottiglie potenzialmente incendiarie- è che sul tratto di ferrovia in questione ci siano ancora cavi elettrici salvatisi dalla predazione dei soliti noti.

Alessandro Pino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: