Tag Archives: Poste Italiane
Immagine

Settebagni: slitta al 22 gennaio 2022 la riapertura della Posta | di Alessandro Pino

31 Dic

[ROMA] Si fa presto a cambiare una data su un avviso di chiusura e infatti così è stato: il regalo di Capodanno delle Poste Italiane ai residenti di Settebagni é la posticipazione al 22 gennaio della riapertura del locale Ufficio Postale di via Salaria, attualmente sottoposto a lavori di ristrutturazione e sostituito parzialmente nelle funzioni da un camper parcheggiato nel piazzale.

In origine la data di riapertura della struttura era fissata al 4 gennaio, poi l’ultimo dell’anno é apparso il nuovo volantino con la nuova data, per la felicità di tutti.
Alessandro Pino

Immagine

A Settebagni l’ufficio postale rimane in pulmino fino al 2022 – di Luciana Miocchi

16 Dic

È spuntato un piccolo cartello, messo esattamente dove era quello con le vecchie indicazioni – sul vetro della postazione mobile – che davano il fine lavori al 22 dicembre. La ristrutturazione è ancora lontana dall’essere completata per cui Poste avverte l’utenza che l’ufficio postale riaprirà nella sua sede effettiva il 4 gennaio 2022. Fino ad allora, rimane in pulmino. Con un solo sportellò utilizzabile per tutte le operazioni, si prevedono disagi legati all’erogazione delle pensioni e al ritiro del contante. Ad oggi, presso la postazione mobile si registrano una media di 200 operazioni a mattinata di lavoro.

Luciana Miocchi

Immagine

Settebagni, l’ufficio postale chiude per più di un mese. Disagi anche per i prelievi al postamat – di Luciana Miocchi

5 Nov

L’ufficio postale di RM 111 chiuderà per più di un mese, dal 15 novembre al 22 dicembre 2021, se le consegne saranno rispettate. Nessuno degli operatori sembra informato sul tipo dei lavori che verranno eseguiti, d’altra parte non v’è ancora un direttore nominato, la sede è vacante e si va avanti con i sostituti da un bel po’. Se per il pagamento delle bollette la soluzione si può trovare facilmente presso i punti abilitati da lottomatica e altri intermediari, le preoccupazioni maggiori sono per i servizi di spedizione pacchi, raccomandate e notificazioni giudiziarie per le attività e per il postamat, perché durante tutta la durata dei lavori non sarà possibile rifornirlo di contanti, quindi l’unica alternativa per prelevarli rimane l’atm della banca Intesa, qualche centinaio di metri più in là, con le ovvie commissioni aggiuntive. Un bel problema, soprattutto per la popolazione più anziana. C’è agitazione tra l’utenza, il presidio di poste serve sia il quartiere di Settebagni che quello di Castel Giubileo e una buona parte di Colle Salario e di recente ha subito un declassamento, per cui c’è anche il timore che alla riapertura scompaia l’apertura pomeridiana, soluzione molto comoda anche per le centinaia di attività produttive del bacino d’utenza, che pare dipenda però dalle disposizioni del direttore titolare, quando arriverà, secondo le sue valutazioni.

Per ovviare alle necessità degli utenti è stato predisposto un sportello dedicato presso l’ufficio postale di via Sinalunga, a Fidene, dove rivolgersi per il ritiro delle raccomandate in giacenza e tutte le problematiche legate ai depositi del 111. La direzione ha scelto quello perché è il più vicino. Infatti lo sportello della Motorizzazione, sulla via salaria, è ormai chiuso in via definitiva. Purtroppo per i residenti più fragili, sarà una via crucis fino alla riapertura, un duro colpo all’autonomia: non c’è un collegamento diretto dei trasporti pubblici, bisogna contare su un passaggio offerto da parenti o amici. E anche per chi guida, via Sinalunga soffre da sempre l’assenza di parcheggi, con tutte le complicazioni del caso.

Non resta che sperare nella celerità dei lavori, anche se da stime approssimative potrebbe volerci molto di pìù del mese dichiarato e che Poste Italiane, per lungo tempo un presidio di prossimità anche nei posti più sperduti della penisola al pari dei Carabinieri, che in questo caso distano poche decine di metri, rendendo di fatto l’ufficio uno dei più sicuri di Roma, mantenga tutti i servizi con l’orario di apertura pomeridiano.

Luciana Miocchi

Immagine

Settebagni senza ufficio postale dal 15 novembre al 22 dicembre

3 Nov

[ROMA] Il quartiere di Settebagni rimarrà senza ufficio postale dal 15 novembre al 22 dicembre prossimi: un avviso che annuncia il periodo di chiusura per lavori è apparso all’ingresso delle Poste.

L’annuncio precisa inoltre che per i clienti dell’ufficio verrà allestito uno sportello dedicato presso le poste di Fidene in via Sinalunga.

L’ufficio postale più vicino é quello in piazza Fernando De Lucia (zona Serpentara) che però apre solo la mattina mentre quello di via Monte Cervialto 125 apre anche il pomeriggio (tranne il sabato in cui il servizio è limitato alla mattina).

(A cura di Alessandro Pino)

Immagine

Viale Togliatti: preso mentre ruba nel deposito delle Poste | di Alessandro Pino

13 Set

[ROMA] È entrato nel deposito di un ufficio postale in viale Palmiro Togliatti, mettendosi a rovistare tra i pacchi. Per questo un tunisino quarantunenne è stato arrestato dalla Polizia.

Il nordafricano era riuscito a introdursi rompendo il vetro della porta di ingresso, arraffando poi un paio di occhiali e oggetti di bigiotteria: dodici anelli, due spille, cinque collane e una serie di orecchini, mettendo il tutto in un borsello.

Sul posto sono intervenuti a
agenti del IV Distretto San Basilio e delle Volanti che lo hanno preso in flagranza: per lui l’accusa è di tentato furto aggravato.
Alessandro Pino

Immagine

Via Calpurnio Pisone: alla Posta vuole attivare una carta di pagamento sotto falso nome e con documenti contraffatti | di Alessandro Pino

25 Feb

[ROMA] Aveva provato ad attivare una carta di debito presso l’ufficio postale di via Calpurnio Pisone dichiarando un falso nome e presentando allo sportello documenti contraffatti. Per questo un trentanovenne romano è stato denunciato ai piede libero dai Carabinieri nel pomeriggio del 24 febbraio.

L’impiegato allo sportello, insospettitosi, ha chiamato il 112 senza farsi notare dall’uomo. Sul posto sono arrivati i militari del Nucleo Radiomobile di Roma che hanno identificato il maldestro personaggio: per lui è scattata la denuncia con le accuse di tentata truffa, sostituzione di persona e fabbricazione di documenti falsi.
Alessandro Pino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: