Annunci

Metro Ponte Mammolo: calci, pugni e testate alla Carabiniera – di Alessandro Pino

17 Nov

image

È successo nel pomeriggio del 16 novembre alla stazione della metro B Ponte Mammolo: due giovinastri romani di origini sarde, tutti e due con precedenti e in evidente stato di alterazione psico-fisica, hanno scavalcato i tornelli di ingresso. Quando la pattuglia mista di Carabinieri della Stazione Roma Santa Maria del Soccorso e di militari dell’Esercito Italiano impiegati nell’Operazione Strade Sicure in servizio di vigilanza nella stazione è  intervenuta per bloccarli, è stata minacciata e insultata. Dopodichè i due sono passati alle vie di fatto aggredendo due Carabinieri con calci e pugni e colpendo anche con una testata un Carabiniere donna. Dei due, uno è stato arrestato e trattenuto in caserma in attesa del rito direttissimo.
Alessandro Pino

(foto repertorio Sala Stampa Comando Provinciale Carabinieri Roma)

Annunci
Immagine

Emozioni e poesia: intervista ad Alessandro Ristori – di Andrea Lepone

17 Nov

Foto - Alessandro RistoriIl prossimo tre dicembre Alessandro Ristori, poeta e scrittore , nato a Roma nel 1957 e dove ancora risiede, nel Municipio di Montesacro, presenterà il suo ultimo lavoro, dal titolo “Oltre il cuore”, edizioni Aracne. Si tratta della seconda raccolta poetica dell’autore, dopo la silloge “Nel colore del silenzio”, pubblicata sempre dallo stesso editore lo scorso anno. Cornice dell’evento sarà la sala “Trompe l’oeil” dell’Hotel Diana, in via Principe Amedeo, cuore della Roma Umbertina. Alessandro, partiamo dal principio… com’è nata la tua passione per la scrittura?

Potrei dire che in un certo senso la scrittura è sempre stata presente nella mia vita, sin dall’infanzia, quando ho iniziato a comporre le prime storie e i primi racconti. Mio padre, tra l’altro, ha lavorato come giornalista, ed è stato anche grazie al suo esempio che ho deciso di approfondire questa mia passione

Quando ti sei avvicinato al mondo della poesia, e quali sono le tematiche centrali delle tue opere?

Il mio amore per la poesia è nato durante gli anni dell’adolescenza, e all’interno delle mie opere ho sempre parlato di emozioni. Queste sono parte fondamentale ed imprescindibile della vita di ognuno di noi. Ciascuna persona può percepire determinate sensazioni, le quali, attraverso lo spettro della sensibilità, finiscono col tramutarsi in emozioni

Quali sono le caratteristiche stilistiche delle tue poesie?

Nelle mie poesie è sempre assente la punteggiatura, poiché ritengo che il ritmo di un’opera dipenda unicamente dalla scelta delle parole, ognuna delle quali ha per me una grandissima importanza

Che tipo di messaggio cerchi di trasmettere ai tuoi lettori?

Un messaggio trasversale. Di fatto, cerco di rendere oggettivo quello che è soggettivo, per condividere sensazioni ed emozioni con tutti i miei lettori. Non scrivo per me stesso, ma per permettere alle persone di rivivere, ricordare e risvegliare le proprie emozioni, universalizzando il contenuto delle mie opere

Foto 2 - Libro Alessandro RistoriCome hai strutturato il tuo ultimo libro, dal titolo “Oltre il cuore”, che presenterai il prossimo 3 dicembre?

Beh, in un certo senso, potremmo paragonarlo ad un’opera teatrale. È infatti diviso in più atti, ognuno dei quali tratta argomenti differenti, e questi rappresentano il modo in cui ogni uomo affronta determinate avversità e problematiche nel corso della sua vita

In precedenza hai parlato dell’importanza delle parole… Quali sono i vocaboli più significativi di Alessandro Ristori?

Ne sceglierei tre: “mamma”, “grazie” e “amore”. Il primo simboleggia la nascita e la presa di coscienza dell’individuo, poiché nella maggior parte dei casi è la prima parola che una persona pronuncia; la seconda, rappresenta il rapporto che abbiamo con gli altri, il concetto di “dare e avere”, la consapevolezza di non essere soli al mondo, l’interazione con i nostri simili; l’ultima, è il motoredelle azioni di ciascuno di noi, e può riferirsi ad un oggetto, ad un’idea, o, più semplicemente, ad un’altra persona. È questo, per me, il manifesto della vita.

Andrea Lepone

Trasloco nel campo abusivo tra la Bufalotta e il Tufello – di Alessandro Pino

15 Nov

image

Un video e una foto pubblicati in rete la mattina del 15 novembre dal presidente del Comitato di Quartiere Talenti, Manuel Bartolomeo, documentano a quanto pare un vero trasloco compiuto da parte di personaggi rimasti ignoti in un accampamento abusivo dentro l’area verde che si trova tra piazza Monte Gennaro e via Matteo Bandello (quindi adiacente le zone del Tufello e della Bufalotta). I materiali sono stati portati con un furgone fino ai piedi della collinetta e da lì spostati a mano fino alla cima. Tutto questo mentre nei quartieri cresce la paura per le ripetute testimonianze di furti con scasso in abitazioni ed esercizi commerciali.
Alessandro Pino

La prima assemblea pubblica del CdQ Talenti: come è andata – di Alessandro Pino

12 Nov

image

Nel tardo pomeriggio del 10 novembre si è svolta presso la sala parrocchiale della Chiesa di San Ponziano in via Franco Sacchetti la prima assemblea pubblica indetta dal Comitato di Quartiere Talenti. Le domande rivolte dai cittadini partecipanti hanno riguardato specialmente il tema sempre più sentito della sicurezza stante l’ondata di furti e danneggiamenti che si sta abbattendo sulla zona: gli accampamenti abusivi, la richiesta di telecamere di sorveglianza, il fenomeno delle fumarole fuoriuscenti dal terreno nel parco Talenti, la segnaletica orizzontale cancellatasi in diverse strade del quartiere. Il bilancio dell’iniziativa viene dal presidente del CdQ Talenti, Manuel Bartolomeo: 《Vedere tanta gente così legata al territorio è stato emozionante – ha dichiarato – pieno risultato di adesione e partecipazione da parte dei cittadini. Già da lunedì daremo seguito a tutte le richieste messe in evidenza durante l’assemblea》.
Alessandro Pino

Settebagni: in manette sfruttatore di prostitute – di Alessandro Pino

11 Nov

image

Un pregiudicato quarantacinquenne che era solito accompagnare una nota prostituta ucraina presso il capolinea Atac di Settebagni è stato arrestato dai Carabinieri con l’accusa di sfruttamento della prostituzione. L’uomo dopo esssere stato trovato durante un controllo stradale in compagnia della ragazza, era stato pedinato a lungo dai militari: le indagini hanno svelato che il sospetto più volte aveva portato la prostituta sul luogo in cui si offriva ai clienti, rifornendola anche di acqua e cibo e riaccompagnandola poi a casa.
Alessandro Pino

(foto Sala Stampa Carabinieri)

Mercedes spolpata in via Ezra Pound – di Alessandro Pino

10 Nov

image

Amara sorpresa per il proprietario della vettura in foto, parcheggiata in via Ezra Pound (tra Talenti e la Bufalotta): nella notte del 10 novembre la macchina – una Mercedes – è stata letteralmente spolpata da ignoti, che a quanto pare hanno asportato il volante completo di airbag, il cofano motore e i fari con la mascherina e il paraurti (targa inclusa, cosa che probabilmente richiederà una nuova immatricolazione
Alessandro Pino

(Foto da Facebook)

Il 10 novembre alla stazione di Settebagni nuove foglie per l’ “Albero delle Identità” – di Alessandro Pino

9 Nov

image

Venerdì 10 novembre alla stazione ferroviaria di Settebagni si terrà una nuova sessione dell’iniziativa “Ristazionarti” – promossa dalla Rete Ferroviaria Italiana con l’associazione Happy Coaching and Counseling – con la quale i marciapiedi e il sottopasso stanno man mano venendo “invasi” dall’installazione decorativa chiamata “Albero delle Identità”. Verranno applicate nuove foglie di ceramica (ognuna con il nome di chi l’ha plasmata e una qualità ritenuta sgnificativa) realizzate nei mesi scorsi con la scuola Ungaretti di Settebagni e l’I. C. Campanale di Monterotondo e verranno aperti i laboratori formativi per creare nuove foglie che verranno applicate la prossima primavera. Durante il pomeriggio verranno proiettate luci artistiche dell’atelier Gregor Eisenmann e sarà offerto un piccolo rinfresco fornito dal panificio Francellini di Capena. L’appuntamento è per le ore sedici.
Alessandro Pino

Immagine

Domenica senz’acqua per una parte del III Municipio di Roma Capitale – tutte le zone indicate da Acea – di Luciana Miocchi

8 Nov

2017-10-15-11.14.25.png.pngDomenica senz’acqua per una parte del III Municipio. A renderlo noto un comunicato di Acea Ato 2, con il quale informa la popolazione residente che a causa della necessità di realizzare nuove opere di urbanizzazione, sarà necessario sospendere il flusso idrico su una conduttura principale, sita in viale Carmelo Bene, zona Porta di Roma.

Secondo quanto riferisce l’azienda, la mancanza di acqua si potrà registrare a partire dalle 4 del mattino fino alla mezzanotte di domenica , ai civici di via Vittorio Caprioli, Via Palmiano, viale Carmelo Bene (da via Vittorio Caprioli a via Ernesto Calindri). Potrebbero risultare interessate anche le vie limitrofe.

Sempre domenica e sempre dalle 4 del mattino fino alle 24, si potranno verificare  abbassamenti di pressione, con conseguente possibile mancanza d’acqua ai piani alti degli edifici e nelle zone più collinari di  Colle Salario, Castel Giubileo, Settebagni, Villa Spada e Bel Poggio. 

Nel comunicato si legge anche che “Per ridurre al minimo il disagio ai cittadini, Acea Ato 2 ha predisposto un servizio di rifornimento tramite autobotti che resteranno in stazionamento dalle ore 08:30 alle ore 20:30 di domenica in via Vittorio Caprioli e in via
Rapagnano. Per i casi di effettiva e improrogabile necessità, inoltre,
potrà essere richiesto un servizio di rifornimento con autobotti al numero
verde 800.130.335 – si legge nel comunicato – Acea Ato 2, scusandosi per il
disagio arrecato, invita gli utenti interessati a provvedere con ampio
anticipo alle opportune scorte e raccomanda di mantenere chiusi i rubinetti
durante il periodo della sospensione per evitare inconvenienti alla ripresa
della normale erogazione dell’acqua. Per ogni informazione è possibile
comunque contattare il numero verde 800.130.335 e visitare il sito internet
www.acea.it. La società avrà cura, inoltre, di informare i cittadini
residenti nelle zone interessate dalla sospensione anche tramite affissioni,
oltre che con avvisi pubblicati sulle cronache locali dei principali
quotidiani”.

Luciana Miocchi

Casal De’ Pazzi: anziana derubata mentre gettava i rifiuti – di Alessandro Pino

8 Nov

image

Criminalità di strada sempre più aggressiva e insidiosa nelle nostre strade: il fatto più recente segnalato si è consumato la mattina del 7 novembre in zona Casal De’ Pazzi tra via Zanardini e la Nomentana, ai confini tra il Terzo e il Quarto Municipio. A quanto sembra, una anziana signora si era fermata con la propria vettura di fianco a una campana della raccolta vetri per gettarvi alcune bottiglie. Nella macchina c’era la borsa con documenti, carta bancomat e chiavi di casa. Pochi istanti per disfarsi dei rifiuti e quando si è voltata la borsa era già sparita, probabilmente trafugata da qualcuno appostato vicino al contenitore.
Alessandro Pino

“Dream Wedding”: nella fortezza Orsini a Sorano l’evento dei matrimoni da sogno – di Alessandro Pino

5 Nov

image

Prosegue il percorso lungo la Penisola di “Destination Wedding”, manifestazione itinerante che illustra in modo spettacolare a tutte le coppie che vogliano organizzare un matrimonio davvero indimenticabile gli elementi per raggiungere il loro obiettivo. In linea con la tendenza di ambientare le nozze in complessi storici e siti archeologici di cui il nostro Paese è ricco, la tappa più recente si è  tenuta lo scorso quindici ottobre  nella fortezza Orsini di Sorano – in provincia di Grosseto –  con il patrocinio del Comune di Sorano (rappresentato dal sindaco Carla Benocci, dall’Assessore Tiziana Peruzzi e dalla dottoressa Lara Arcangeli) e della Pro Loco (presieduta dal dottor Arturo Comastri)  e la collaborazione della Coop. Zoe che gestisce il sito, risalente al dodicesimo secolo. “Dream Wedding”, matrimonio da sogno, è il nome scelto dalla wedding  planner ed event manager Maria Rosa Borsetti per questa puntata e si capisce che non poteva essere
image

altrimenti:  la serata, affidata alla conduzione della incantevole giornalista e scrittrice Iolanda Pomposelli, (vestita da un abito di Valerio Luna dell’Atelier Batinelli Sposa) è stata una girandola di defilè  degli abiti dell’Atelier Batinelli Sposa di Rita Batinelli  (indossati anche da Maria Francesca Iengo, Miss Tuscia) e performance di danza e musica ispirate al mondo delle favole che hanno affascinato  il numeroso ed entusiasta pubblico. Coreografie ispirate a “La bella e la bestia” e “Alice in Wonderland”  sono state interpretate dalla cantante Martina Maggi, il cantante e compositore Vieri Venturi e i ballerini Marko Styler Cerroni,  Elisa Ricci e Oscar Pomposelli.  Travolgente e coinvolgente, poi, la performance di tre coppie di ballerini, in abiti nuziali ma con ai piedi calzature sportive (per sottolineare il dinamismo della coppia moderna), sulle note di Merry you di Bruno Mars che hanno formulato la simbolica richiesta di matrimonio come accade nelle più belle e romantiche storie a lieto fine. La narrazione fiabesca si è mescolata a quella storica, punto di forza di un territorio nel quale affondano le radici della cultura italiana: nell’allestimento un goloso percorso enogastronomico ha collegato il periodo etrusco alle specialità attuali passando per un banchetto rinascimentale. L’intreccio di passato e presente è stato creato grazie ai contributi  di realtà artigianali che rappresentano il meglio di questa parte della Maremma Toscana: Donatella Aquili, chef della farina bianca e docente dell’Università dei Sapori di Perugia, ha proposto il pane come nel ‘500 su un tovagliato di pregiati tessuti ornamentali di Giulia Zavattoni,  corredato dai pezzi di artigianato de L’Etrusco di Pier Luigi Berni di Sovana, accompagnato dai vini delle cantine Fattoria Aldobrandesca dei Marchesi Antinori di Sovana, Villa Corano di Pitigliano, La Biagiola di Sovana e Sassotondo di Sovana e da delizie locali come quelle del Caseificio Riservo e dei i salumifici Boggi e S.a.s.o.  Importanti contributi anche dal Tour Operator  Terre di tufo Travel Tours di Tiziana Babbucci e dalle location Antico Casale Scopetone di San Quirico e Valle Cupa di Pitigliano. Imprescindibile per la riuscita dell’evento, poi, il lavoro dei migliori professionisti del Made in Italy nei rispettivi settori: la lookmaker televisiva Barbara Galimberti ha firmato con il image

suo marchio Galimbertissima gli abiti della protagonista de “La Bella e la Bestia”, entrata su una sontuosa carrozza fornita da “Il Vetturino” di Christian Proietti Coraggi e indossando  un gioiello realizzato dall’ingegner Fabiola Vitale. I trucchi di scena erano firmati dal  make up artist Daniele Batella e le fiabesche acconciature da Marina’s Style&Ale by Marina Codino e Alessio Montenero.  Doverosa citazione per le modelle dell’agenzia Lillo Agency al cui trucco e parrucco hanno pensato Parrucchiera Agnese by Agnese Tulli, Hair Creation by Alessandro e Fabiana, Capriccio e Vanità di Fortuna Sica, Maison Beauté di Lorini Giuseppina e La Ninfea di Federica Scarponi;  i bouquet sono stati forniti da Il Fiore di Eleonora Mancini, le composizioni con fiori e tufo da  “Un fiore nel tufo” di Fabio Biagetti, l’allestimento della passerella è stato curato da Amorosi eventi di Alessandra Sbrilli e per l’elemento ornamentale centrale della tavola storica da Flower Creation di Elena Gugnina Audio e luci sono stati curati da Promo Service di Pellegrini Antonio. I fotografi Andrea Mearelli e Francesco Pinna hanno immortalato la serata mentre il video è stato realizzato da Video Arcobaleno di Andrea Stefanini.
Alessandro Pino

Apocalisse di teppismo in tre parchi del Terzo Municipio – di Alessandro Pino

3 Nov

image

Tre parchi pubblici del Terzo Municipio finiti nel mirino di una furia devastatrice non si sa bene se mossa da pura teppistica demenza o tesa a un qualche scopo occulto: questo il disastroso bilancio della giornata del due novembre appena trascorso. I teppisti hanno agito al parco Chiala dando fuoco alle giostrine dei bambini, al parco Jonio danneggiando gli arredi e al parco Labia dove è stato letteralmente devastato l’edificio progettato quale punto di ristoro, la cui gestione verrà assegnata tramite un bando attualmente in preparazione. A largo Labia sono stati divelti gli infissi e addirittura alcune pareti sono state demolite: più di ogni altra descrizione valgono le immagini che vedete, pubblicate in rete dalla presidente del Terzo Municipio, Roberta Capoccioni. Il sindaco di Roma, Virginia Raggi, ha compiuto un sopralluogo in largo Labia assieme alla presidente Capoccioni.
Alessandro Pino

Immagine

Paolo Emilio Marchionne rassegna le dimissioni da capogruppo Pd dal consiglio municipale di Montesacro

2 Nov

marchionnepaolo1Con un post sul suo profilo di Facebook Paolo Emilio Marchionne, già presidente del Municipio  e attuale consigliere Pd al parlamentino di Montesacro ha reso pubblica, specificando le motivazioni del suo gesto, la sua decisione di dimettersi da capogruppo del partito democratico nei lavori consiliari. Scrive Marchionne: “Ho sempre ritenuto che non fosse la scelta giusta far fare a me il capogruppo. Speravo in una soluzione differente fin dal principio di questa consiliatura, così come ho provato dopo il congresso cittadino e municipale a rimettere questo incarico. Ero convinto che non fosse una scelta politica congrua ai tempi che stiamo affrontando. Per convinzione o per contrarietà mi è stato chiesto di portare pazienza e esercitare questo ruolo, svolto, non a caso, con fare dimesso rispetto ad un tempo e in ragione delle mie più profonde convinzioni. Dopo l’ultima seduta del Consiglio Municipale non è più possibile per me andare avanti. Credo che chi ha assistito alla seduta di giovedì scorso (più di qualcuno dell’esecutivo) può comprendere la mia costernazione. Ci si iscrive ad un partito per essere più liberi, per rafforzare i propri ideali, per organizzare le proprie azioni. Non per essere umiliati. Se la segreteria municipale del Pd intende usare i consiglieri come strumento per percorre una non meglio precisata “via maestra” è il caso che si scelga un Capogruppo adatto a questo compito. Penso però che nell’ultima settimana si sia verificato quanto di più dannoso potessimo produrre nel breve periodo: spaccare in modo manifesto un gruppo di quattro consiglieri Pd, grazie ad una azione forzata e compiaciuta del Partito Muncipale; esprimere una “via maestra” locale che mi risulta essere difforme dall’azione del Gruppo Consiliare Pd in Assemblea Capitolina; strattonare, con ingerenze di autorevoli dirigenti romani del Partito, l’equilibrio raggiunto con un anno di lavoro attorno ad un delicato e composito gruppo di opposizione che stava per far cadere la Giunta grillina di Montesacro (legata a doppio filo con la candidata alla Presidenza della Regione Lazio del M5S Roberta Lombardi, una bella notizia alla vigilia della campagna elettorale, no?), fino a distruggere ogni possibilità di far cadere il Municipio. Il M5S ha ritrovato i suoi numeri per governare, mentre nell’ultimo consiglio, di 10 consiglieri che contano tutte le forze di opposizione, erano rimasti in aula solo in 2. Sperando di trovare presto il modo e il tempo per ragionare su questi temi, il mio ruolo da capogruppo è terminato. “

Probabilmente nei prossimi giorni la situazione si farà più comprensibile anche per chi non è addentro ai meccanismi di partito, al momento Marchionne non fa nomi né indica circostanze ma gli unici comunicati reperibili su web di dirigenti romani del Pd, relativo al terzo Municipio, nell’ultima settimana sono quelli congiunti di  Andrea Casu e Paola Ilari, ovvero del segretario del Pd Roma e della segretaria del Pd del III Municipio e della Ilari e Riccardo Corbucci,  coordinatore della segreteria del Pd Roma, entrambi riguardanti il caso della piscina comunale di via del Gran Paradiso, sollevato dalla consigliera municipale Pd Francesca Leoncini, riaffidata alla stessa asd che la gestisce dal 1999 e sulla quale si è scatenata una battaglia politica con la maggioranza 5S.

LM

 

Angolo lavanderia in strada a Settebagni – di Alessandro Pino

2 Nov

image

Che bella idea quella di allestire un angolo lavabiancheria a disposizione del pubblico su via Della Stazione di Settebagni, nei pressi dell’edicola sacra e della fontanella! Sembra quasi una moderna reinterpretazione degli antichi lavatoi. Ovviamente si scherza: è solo l’ennesimo caso di dispersione in strada di rifiuti ingombranti che andrebbero invece smaltiti presso le Isole Ecologiche Ama: qualcuno ha comprato la lavatrice nuova ed ecco che quella vecchia viene abbandonata dove capita.
Alessandro Pino

Voragine a Settebagni: magari la decorano stile albero di Natale… – di Alessandro Pino

31 Ott

image

La rete arancione che vedete in foto transenna una voragine molto profonda presente ormai da alcune settimane lungo la Salaria nel tratto che passa all’interno di Settebagni. Ormai si è afflosciata scivolando in basso lungo i tondini di sostegno. Specialmente nei momenti di maggior traffico provoca intoppi alla circolazione, dal momento che occupa quasi metà della carreggiata. Lanciamo un’idea: se rimane ancora un po’ la si potrebbe addobbare stile alberello natalizio…
Alessandro Pino

image

Furti a raffica: Talenti ha paura – di Alessandro Pino

28 Ott

image

Cresce la preoccupazione dei residenti di Talenti per l’ondata di criminalità che sta bersagliando il quartiere: solo negli ultimi giorni sono avvenuti due furti con scasso all’interno di esercizi commerciali (una gelateria a via Franco Sacchetti e una frutteria in via Carlo Lorenzini, vedi foto) e un tentativo di furto con destrezza ai danni di una signora (con l’espediente delle chiavi cadute a terra) avvenuto in via Luigi Capuana davanti a una banca e sventato solo grazie alla prontezza e al senso civico del locale edicolante.
《È allucinante come nel 2017 in un municipio con oltre duecentomila anime, nelle vie dello shopping come via Ojetti, via Capuana e via Sacchetti non ci siano delle telecamere  – dichiara al riguardo Manuel Bartolomeo, presidente del CdQ Talenti – il 10 Novembre all’assemblea del Comitato  chiederemo alle istituzioni cosa intendono fare a riguardo》.
Alessandro Pino

Nigeriani attaccano la Polizia con roncola e ascia a Tor Cervara – di Alessandro Pino

27 Ott

image

La cronaca registra ancora un terrificante fatto di violenza a dir poco tribale da parte di stranieri, accaduto in via Di Tor Cervara a Roma nel pomeriggio del 27 ottobre: una telefonata al 112 aveva avvisato di due sospetti nel giardino di una casa. Arrivate le Volanti della Polizia sul posto i due intrusi, nigeriani, hanno attaccato gli agenti con una roncola e un’ascia. I poliziotti hanno sparato per difendersi ferendo uno dei due a una gamba. I due nigeriani – entrambi ventiquattrenni – sono stati bloccati, con quello ferito portato all’ospedale Pertini.
Alessandro Pino

(Foto Questura di Roma)

Armi, esplosivi e droga alla Serpentara: un arresto – di Alessandro Pino

26 Ott

image

Sequestro di armi, ordigni e droga in zona Serpentara: agenti del Commissariato Fidene Serpentara hanno trovato in una casa di via Pasquariello una pistola e un revolver (un’arma con matricola abrasa e l’altra risultata rubata), quaranta cartucce, due candelotti esplosivi realizzati artigianalmente pieni di chiodi e diverse dosi di cocaina. Arrestato un trentunenne romano i cui ripetuti movimenti in uscita dalla casa avevano insospettito i poliziotti: quella infatti non era l’abituale residenza dell’uomo, già noto alle Forze dell’Ordine.
Il suo nervosismo alla richiesta di informazioni su cosa facesse in zona ha confermato i sospetti che si sono concretizzati poi nella perquisizione. Da lì sono scattate le manette.
Alessandro Pino

(Foto Questura di Roma)

Immagine

Auguri dottore – di Luciana Miocchi

25 Ott

22791773_1923784497632517_8654264994400160262_oCi ha messo un po’ di tempo, diciamo che non è più un ragazzino. Ha una vita, un lavoro impegnativo che anche in questa occasione non gli ha lasciato lo spazio che gli sarebbe servito per prepararsi con più serenità e dargli la certezza di non dover rimandare perché questioni di servizio non gli consentivano il cambio di un turno troppo sfavorevole, tanto da decidere di non invitare parenti e amici alla cerimonia e una passione, quella per la cronaca, che spesso gli ha portato via scampoli di tempo prezioso ma che alla fine è stato il pozzo a cui ha attinto per la sua tesi.

Alessandro Pino si è brillantemente laureato oggi, corso di laurea di scienza dell’educazione e della formazione, insegnamento di Teoria e Tecnica della comunicazione di massa, discutendo la tesi “Dinamiche dell’informazione locale in uno dei Municipi più grandi d’Europa”.

Auguri, dottore!! Ho giusto un dolorino qui…

Uno sciaff di buon augurio. Ah, complimenti, l’autoscatto è veramente pessimo ma non avendo altro per documentare il solenne momento, se lo farà andare bene lostesso.

Luciana Miocchi

Stupro a Villa Borghese: l’autore sarebbe il romeno già in carcere per la violenza a “Bocca di Rosa” – di Alessandro Pino

21 Ott

image

Risolto il caso dello stupro di una donna tedesca, senza fissa dimora, avvenuto a Villa Borghese lo scorso 18 settembre ma l’imputato si trova già in carcere: è il romeno già arrestato con l’accusa aver sequestrato, violentato, malmenato e rapinato nei giorni successivi tre prostitute sulla Salaria (tra cui Susanna, la donna divenuta nota come “Bocca di Rosa” per il suo spostarsi in bicicletta alla ricerca di clienti). Le indagini si sono svolte anche con l’ausilio della Scientifica, estraendo il dna dell’aggressore dai lacci con i quali era stata legata la clochard.
Proprio l’analogia tra i diversi episodi, con le vittime legate per mezzo dei loro stessi indumenti e picchiate al viso, ha fatto ritenere agli inquirenti di avere a che fare con un criminale seriale.
Il romeno aveva ammesso la sua responsabilità solo per le aggressioni alle prostitute sulla Salaria, negando quella per lo stupro di Villa Borghese. Gli accertamenti per prelevare il Dna tramite tampone buccale però lo hanno incastrato unitamente ad altri riscontri investigativi. Il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale ha dunque emesso nei confronti del romeno una nuova ordinanza di custodia in carcere anche per il delitto di Villa Borghese.
Alessandro Pino

Buona la prima di Campionato per la Ginnica 3 – di Alessandro Pino

20 Ott

image

È iniziato nel migliore dei modi il
Campionato di serie B 1 Gold della Federazione Ginnastica d’Italia per le ragazze della Ginnica 3, squadra legata al territorio del Terzo Municipio della Capitale: nella prima prova svoltasi il
30 settembre a San Marino, la compagine già vincitrice del “Premio Montesacro” è arrivata prima su un totale di ventitrè squadre provenienti da Lazio, Toscana e Sardegna. Questi i nomi delle atlete che hanno vinto la prima tappa: Chiara De Simone,
image

Beatrice Romanato, Nicole Federici, Martina Galoppi, Diletta Canonico. Giustamente orgogliose di loro i tecnici della Ginnica 3 Paola Di Iorio, Marina Bagnato  e Antonella Murru: 《Grandissimo lavoro e tanta gioia per un risultato fortemente  cercato con i valori che ci contraddistinguono, con la forza di chi ci crede davvero!》.

Alessandro Pino

image

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: