Annunci

Come farsi la spider a viale Tirreno: alberi crollati sulle macchine – di Alessandro Pino

23 Feb

image

Amara sorpresa per alcuni automobilisti che avevano parcheggiato le proprie vetture in viale Tirreno a Monte Sacro, dove fra l’ altro erano in corso da qualche giorno operazioni di messa in sicurezza relative agli alberi d’ alto fusto: hanno ritrovato le macchine schiantate dai grossi tronchi abbattutisi al suolo. Praticamente un modo originale per farsi la spider…
Alessandro Pino

(Foto di Manuel Bartolomeo)

Annunci

Dopo la paura chiude per lavori sui tubi del gas la scuola Monte Cardoneto – di Alessandro Pino

22 Feb

image

Dopo la grande paura la mattina del 19 febbraio per una sospetta fuga di gas presso la scuola dell’ Infanzia “Monte Cardoneto” (nell’ omonima strada tra il Tufello e Val Melaina) si annunciano disagi per gli scolari della scuola interessata e della adiacente “Angeli della Città”. In un intervento in rete infatti, Emiliano Bono (capogruppo di Fratelli d’ Italia nella consiliatura appena chiusasi anticipatamente e componente dell’ assemblea nazionale del medesimo partito) ha dato notizia che in seguito a un sopralluogo dei Vigili del Fuoco avvenuto il 21 febbraio la “Monte Cardoneto” rimarrà chiusa il tempo necessario alla sostituzione di tubazioni e contatore del gas, sembrerebbe circa una quindicina di giorni. Analogo intervento verrà effettuato – si legge nel post di Emiliano Bono – presso la “Angeli della Città” ma in questo caso il disagio si limiterebbe alla preparazione dei pasti in altra struttura per circa un mese.
Alessandro Pino

Immagine

Alle 21.10 termina ufficialmente la consiliatura Capoccioni del III Municipio

21 Feb

Alle ore 21.10 con 13 voti a favore e 12 contrari, compreso quello della presidente Capoccioni, la mozione di sfiducia alla presidente del III Municipio viene approvata. Finisce così la consiliatura iniziata poco meno di due anni fa, che ha visto fuoriuscire dalla maggioranza ben quattro consiglieri per dissidi interni e le dimissioni del presidente del consiglio Mario Novelli per motivi mai chiariti.

Luciana Miocchi

Tor Lupara: presi con la droga nascosta nei calzini – di Alessandro Pino

21 Feb

image

Sono stati arrestati a Tor Lupara in via Salvatoretto dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Monterotondo due uomini, entrambi del posto e già noti alle forze dell’ ordine, trovati in possesso di diciassette dosi di cocaina per un totale di nove grammi. I due, un quarantenne e un trentunenne che erano a bordo di una macchina, avevano nascosto la droga nei calzini. Si trovano attualmente ai domiciliari a disposizione dell’ Autorità Giudiziaria di Tivoli.
Alessandro Pino

(Foto repertorio)

Immagine

Francesca Burri relatrice della mozione di sfiducia alla presidente Del III Municipio e replica della presidente Roberta Capoccioni – di Luciana Miocchi

21 Feb

Le opposizioni lasciano a Francesca Burri il compito di illustrare la mozione di sfiducia che potrebbe chiudere l’avventura dei cinque stelle alla guida del III Municipio. Viene accolta da una bordata di insulti degli attivisti, accorsi anche dagli altri municipi. Alle orecchie arrivano discorsi sconclusionati di persone che ne chiedono le dimissioni e l’andata a casa, che smetta di essere consigliera. Non tenendo conto che firmando quella mozione ha deciso di andarci, a casa. Il discorso svela quello che nell’ambiente non è un mistero: l’incompatibilità caratteriale che avrebbe minato i rapporti all’interno del gruppo di maggioranza. Francesca Burri conclude con “non ci sono vincitori ma solo sconfitti”. Al termine dell’intervento prende la parola Franco Rauccio, 5stellemun, per contestare il fatto che non sia stata illustrata la mozione ma sia stato fatto soltanto un discorso personalistico. Nel frattempo è arrivato Riccardo Evangelista. Gli sguardi sono tutti puntati sulla sedia vuota di Bonelli, che potrebbe comparire molto più in là, tenendo conto che tra la risposta della Capoccioni e gli interventi dei consiglieri, potrebbero passare almeno due ore.

L’intervento della Presidente del Municipio Roberta Capoccioni inizia con la lettura di un comunicato preparato in precedenza per “evitare di dire cose inopportune”. Dice che siamo in campagna elettorale e quindi..inizia a parlare a favore di Roberta Lombardi, candidata alla presidenza della regione Lazio. Immediatamente zittita dalla parte dell’aula che sostiene l’opposizione, passa a raccontare di come è stata cercata da alcuni consiglieri dell’opposizione, senza fare nomi, perché trovasse un’escamotage per evitare di votare la mozione di sfiducia. Poi annuncia che avrebbe parlato dei fuoriusciti dal movimento. Al momento si sta levando diversi sassolini dalle scarpe, ad ogni parola, l’aula corre il rischio di essere sgomberata, a causa dell intemperanze dell’una o dell’altra parte.

Il clou si tocca quando la Capoccioni fa riferimento a uno dei “moventi politici” di cui si mormora da sempre nei corridoi di piazza Sempione ma mai fino ad ora esplicitati davanti a tutti: l’ex marito della Burri sarebbe il fratello dell’attuale assessore Mimmo D’Orazio. Quindi si tratterebbe di beghe familiari, non di politica..

Ne ha anche per i tre candidati presidente all’ultima tornata elettorale. Comincia da Paolo Emilio Marchionne, passa a Vincenzo Di Giamberardino e finisce con Cristiano Bonelli, indicato come consigliere a caccia dell’ennesima candidatura ma avrebbe ricevuto solo risposte negative.

La Capoccioni passa finalmente ad illustrare i risultati ottenuti, ma viene contestata sull’origine dei fondi impiegati, che sarebbero provenienti dalle amministrazioni precedenti e dalla regione Lazio. Iniziò di rissa tra il pubblico, subito sedata dai vigili, attenti a spegnere sul nascere ogni possibile innesco. Arriva anche Cristiano Bonelli, molto prima del previsto. In effetti, era circolata la voce che si fosse proprio dimenticato dell’appuntamento. Ora i tredici firmatari sono tutti presenti.

Luciana Miocchi

Immagine

Apertura del consiglio tra cori da stadio – il D-day è arrivato e somiglia a uno scontro tra tifoserie – di Luciana Miocchi

21 Feb

Il consiglio si apre con qualche minuto di ritardo e il presidente Di Giamberardino annuncia subito che dopo l’appello sospenderá la seduta, in attesa dell’arrivo della polizia municipale e per convocare una capogruppo.

Gli attivisti cinque stelle intonano subito un coro “vergogna” “vergogna traditori” all’indirizzo dei consiglieri dimissionari. Si accaniscono particolarmente nei confronti della consigliera Francesca Burri, identificata come la portatrice di ogni disgrazia grillina in Municipio. Volano anche alcuni insulti coprolalici. Coro di risposta dei sostenitori delle opposizioni, che All’acclamazione “Capoccioni” rispondono “dimissioni”. In effetti, al momento sembra di essere più allo stadio che in una sede istituzionale.

Tra i tredici firmatari della mozione di sfiducia al momento mancano all’appello Cristiano Bonelli, gruppo misto e Riccardo Evangelista, Lista Marchini molto vicino a Forza Italia.

Luciana Miocchi

Immagine

The d-day del III Municipio. Prima del consiglio

21 Feb

Visi tirati, sorrisi forzati, alcune facce rosse come se avessero pianto, solo la presidente Roberta Capoccioni si mostra serena e saluta chiunque incroci il suo sguardo. Per il resto, gli assessori tendono a parlare solo con quelli che riconoscono come sostenitori.

Fuori, sulla piazza, un reparto della celere testimonia la preoccupazione per eventuali disordini.

A mezz’ora dall’inizio, l’aula è giá piena per metà dalla parte del pubblico, quasi tutti sostenitori grillini. Gli “altri” rimangono fuori, qualcuno sotto il porticato urla “a casa” ma l’atmosfera, in fin dei conti è rarefatta, come se fosse la quiete prima della tempesta. De Vito, il presidente dell’aula capitolina, si aggira per i corridoi senza proferir parola. Sarà un lungo pomeriggio, quello di piazza Sempione o finirà tutto in pochi minuti? A favore di quale fazione, non è cosa scontata.

Luciana Miocchi

Forum Europeo sull’ Immigrazione il 24 febbraio a Roma – di Alessandro Pino

21 Feb

image

Sabato 24 febbraio 2018 si terrà a presso la Biblioteca Nazionale Centrale di Roma il Forum Europeo sull’ Immigrazione dal titolo “Lo straniero. Inquietudine  soggettiva e disagio sociale nel fenomeno dell’immigrazione in Europa”. L’ iniziativa è organizzata dall’Associazione Mondiale di Psicoanalisi, dall’Eurofederazione di Psicoanalisi e dalla Scuola Lacaniana di psicoanalisi, in collaborazione con la Biblioteca Nazionale Centrale di Roma e l’Istituto Freudiano per la clinica, la terapia e la scienza.
 Quellio dell’immigrazione è un tema centrale nel dibattito pubblico e politico sia in Italia che in Europa. Ogni giorno ci si confronta con parole come  sicurezza, criminalità, identità, dialogo. L’immigrazione è un tema che non può essere banalizzato nè affontato superficialmente: è complesso e ricco di implicazioni, coinvolge il singolo e la collettività, genera incontro e dialogo ma anche paura e rifiuto.
Per questo e per rispondere ai tanti quesiti, l’edizione 2018 del Forum Europeo non coinvolge solo gli psicoanalisti, ma si apre ai rappresentanti di Enti e Associazioni impegnate in prima linea nel campo dell’immigrazione e organizzazioni internazionali (Fao, Medici senza Frontiere, Caritas, Emergency, Comunità di Sant’Egidio…) istituzioni, personalità della politica, della cultura e dell’arte. Una giornata ed un programma denso di interventi e relatori. L’ appuntamento del Forum di Roma segue quello del Forum di Torino: proposti e curati da Jacques-Alain Miller, i Forum europei hanno lo scopo di continuare a porre l’interrogativo che Lacan aveva formulato sul rapporto tra inconscio e politica, e, parallelamente, sul posto che devono avere gli psicoanalisti nella città e nella società.
Jacques-Alain Miller è erede testamentario dell’Opera di Jacques Lacan, di Miquel Bassols Presidente della Associazione Mondiale di psicoanalisi, di Domenico Cosenza presidente dell’Eurofederazione di psicoanalisi, degli psicoanalisti
Eric Laurent e Antonio Di Ciaccia, traduttore e curatore dell’Opera di Lacan in Italia.
Numerosi i patrocini istituzionali  e le collaborazioni attivati con le principali istituzioni in Italia, tra questi: Presidenza del Consiglio dei Ministri, Senato della Repubblica, Regione Lazio, Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Roma Capitale, Comunità di Sant’Egidio, Caritas, Ordine Provinciale di Roma dei Medici-Chirurghi e degli Odontoiatri, FCEI (Federazione delle Chiese Evangeliche in Italia), Mediterranean Hope, Institut Français Italia, Institut Français Centre Saint-Louis, Università degli Studi Palermo, Biblioteche di Roma, Ordine degli Psicologi del Lazio, Roma Multietnica.
Alessandro Pino

Quattordici arresti in due giorni a San Basilio – di Alessandro Pino

20 Feb

image

Quattordici arresti solo negli ultimi due giorni: questo il bilancio dei nuovi controlli dei Carabinieri nel quartiere di San Basilio. In manette con l’ accusa di reati che vanno dal furto allo spaccio di droga sono finiti dieci romani, due viterbesi, un uomo di Barletta e un moldavo. Un romeno trovato in possesso di arnesi da scasso è stato denunciato e sono state sequestrate oltre duecento dosi di cocaina e marijuana oltre a millecinquecento euro ritenuti provento dell’ attività di spaccio.
È stata poi sequestrata una serra artigianale di canapa indiana.
Controllati anche numerosi bar, minimarket ed esercizi commerciali della zona e identificati anche una ventina di assuntori di sostanze stupefacenti, segnalati per questo all’Ufficio Territoriale del Governo di Roma.
Alessandro Pino

(Foto Comando Provinciale Carabinieri Roma)

“Versi sotto la Torre”: a Ruviano Poesia e Storia si stringono insieme – di Alessandro Pino

19 Feb

image

La sala consiliare del Comune di Ruviano (piccolissimo centro in provincia di Caserta, poco meno di duemila abitanti ma con una storia antichissima) ha ospitato lo scorso 17 febbraio la manifestazione intitolata “Versi sotto la Torre”: progetto  dedicato alla poesia contemporanea che già nel nome porta il pregevole intreccio tra le Lettere e la Storia locale di cui è maestoso testimone il castello di epoca normanna. L’ iniziativa è stata ideata e organizzata dalla dottoressa Michela Pietropaolo – dirigente ospedaliera che vive e lavora a Napoli ma di origini ruvianesi ed ella stessa affermata poetessa vincitrice di importanti riconoscimenti – con la collaborazione del Comune di Ruviano e della ProLoco “Raiano”. Durante la manifestazione, poeti di importanza nazionale hanno letto e declamato le proprie opere in versi sia in lingua italiana che dialettali: alternandosi  con autori più giovani ed emergenti,  sono intervenuti infatti Gino Abbro, Antonio Covino, Pasquale Cusano, Carlotta De Matteo, Dante Iagrossi, Ciro Iannone, Michele La Montagna, Carmine Montella, Thomas Mugnano, Angela Nappa, Alfonso Scibelli oltre alla stessa Michela Pietropaolo, accompagnati da un interludio musicale affidato al maestro Vinicio Cusano. L’ interesse destato da “Versi sotto la Torre” è stato tale che ad occuparsene è stato anche il Tg3 regionale della Campania e la piena riuscita della manifestazione è sintetizzata da un intervento in rete di Michela Pietropaolo che ringraziando pubblico, partecipanti e collaboratori si è detta «felicissima».
Alessandro Pino

Immagine

Intervista ad Alberto Patelli, regista e attore – il teatro come maestro di cultura

19 Feb

Foto 2 - Alberto Patelli con Gigi ProiettiTra i migliori registi e attori teatrali contemporanei, Alberto Patelli ha recentemente preso parte alla seconda edizione dell’evento culturale “La scrittura come esperienza di vita”, svoltosi all’interno del Centro Anziani Valli – Conca d’Oro. Autore di cortometraggi di grandissimo successo, tra i quali spicca “Pecorari”, scritto assieme a Pietro De Silva, che ha rappresentato l’Italia al Festival del Teatro di Francoforte nel 2005, si appresta ora a portare in scena la sua ultima fatica, dal titolo “Progetti di delirio”. L’ultima perla di una carriera straordinaria, che lo ha portato ad essere uno dei registi teatrali più premiati e apprezzati d’Italia.

 Com’è nata la tua passione per il teatro?

 La mia passione per il teatro è nata in gioventù, guardando in televisione i primi spettacoli teatrali, che mi hanno avvicinato a questo mondo.

 A quale artista ti ispiri maggiormente?

 Senza dubbio al grande Eduardo De Filippo, ma anche le opere di Luigi Pirandello e Achille Campanile sono state per me fonte di ispirazione.

Foto - Alberto Patelli Nel corso della tua carriera hai avuto l’opportunità di lavorare con alcuni tra i più grandi registi televisivi e cinematografici italiani contemporanei, quale collaborazione ti ha segnato di più?

 Io sono molto legato a Giorgio Capitani, conosciuto sul set de “Il maresciallo Rocca”. Un regista di grande talento ed esperienza, capace di mettere a proprio agio gli attori in ogni situazione. Potrei tuttavia citarti anche Stefano Sollima e Francesco Vicario, due grandi professionisti.

 Preferisci dirigere ed interpretare commedie o spettacoli più drammatici?

 Dunque, io nasco come autore prevalentemente umorista, mentre, per quanto concerne la recitazione, potrei definirmi un attore caratterista. Tuttavia mi sono misurato anche con altri generi teatrali.

 Quali sono le più grandi differenze tra il teatro italiano e quello d’oltreoceano?

 Indubbiamente la capacità dei produttori americani di sapersi rinnovare, investendo su prodotti che ritengono vincenti dall’inizio alla fine. Nel nostro paese si tende troppo spesso a puntare esclusivamente sui grossi nomi, trascurando il contenuto delle opere.

 Lo spettacolo più difficile che tu abbia mai diretto?

 Il titolo è “Per un dolcetto ed una piccola sorsata”, si tratta di una commedia musicale per banda, portata in scena per la prima e unica volta a Roma, presso il Teatro Greco. Ci ho lavorato per oltre un anno, mi sono dovuto calare nella realtà bandistica per capirne ogni dinamica, parlando con vari artisti ed assistendo a tantissime esibizioni. Ho perfino imparato a suonare il sassofono! Furono composte alcune canzoni appositamente per lo spettacolo, che vide coinvolti anche ballerini e majorette. Anche la cura della scenografia si rivelò estremamente complessa. Purtroppo il testo, dopo quell’unica rappresentazione, non è più stato ripreso.

Il teatro ieri ed il teatro oggi, cos’è cambiato?

Sicuramente oggi l’arte del teatro è molto più diffusa nelle scuole, e questo è un immenso passo in avanti. Perchè fare teatro equivale a fare cultura. Devo tuttavia dirti che oggi è tutto molto più “burocratico” rispetto al passato, e talvolta portare in scena una rappresentazione risulta davvero complicato e frustrante.

Il lavoro di un’artista è solo quello di offrire al pubblico un grande spettacolo o c’è anche dell’altro?

Io ritengo che anche la funzione sociale dell’opera sia molto importante. Uno spettacolo per essere considerato di spessore deve aver portato il pubblico a riflettere su determinati argomenti.

A quale progetto stai lavorando ultimamente?

Ultimamente sto lavorando per portare in scena una rappresentazione intitolata “Progetti di delirio”, basata sui testi di Angelo Mancini, di cui sono regista e attore non protagonista. Nel ruolo di protagonista vi sarà invece Corrado Bega. Inoltre, lo spettacolo vedrà la partecipazione della ballerina Francesca Cama.

Andrea Lepone

 

 

 

 

 

Flash: evacuata scuola per sospetta fuga di gas al Tufello / Val Melaina – di Alessandro Pino

19 Feb

image

Il Televideo Rai segnala l’ evacuazione da una scuola del Tufello (ma da nostre informazioni potrebbe trattarsi forse di Val Melaina in via Monte Cardoneto)  questa mattina a causa di un forte odore di gas proveniente dai locali sotterranei. Seguiranno aggiornamenti.
Alessandro Pino

Immagine

Da oggi è ufficiale: da Settebagni Class action contro Ama

18 Feb

Un primo piccolo grande passo è stato compiuto oggi, nella battaglia per il diritto a vedere rispettati i propri diritti di romani utenti Ama. Nonostante la raccolta differenziata porta a porta sia partita in forma sperimentale ormai da anni, le strade del quartiere di Settebagni sono divenute teatro di un degrado a cui sembra non esserci soluzione, dovuto a turni di raccolta saltati e o parziali. Stanchi di subire il disservizio dovendo per giunta pagare anche le salatissime bollette Ta.ri, i cittadini si sono organizzati, con il supporto del Comitato di Quartiere e dell’associazione no profit Don Chisciotte nonchè dell’avvocato Mario Costanzo che dà il suo patrocinio gratuitamente, per dare citare in giudizio Ama e vedere riconosciuto l’annullamento totale o la decurtazione parziale della Tari dovuta e oggi, alla chiusura del gazebo di raccolta delle adesioni, al termine dei due giorni annunciati per tale operazione, si è registrato il superamento del numero minimo prefissato per dare inizio alla causa.

Luciana Miocchi

Porta di Roma: compra cinque iPhone con carte rubate – di Alessandro Pino

18 Feb

image

Arrestato dai Carabinieri della stazione Nuovo Salario con l’ accusa di ricettazione e utilizzo indebito di carte di credito un quarantaquattrenne romano che nella galleria commerciale Porta di Roma aveva comprato ben cinque Apple iPhone X pagando con carte di credito rubate. La pattuglia dei Carabinieri era in servizio preventivo nel centro commerciale e si è insospettita per la quantità di apparecchi comprata dall’ uomo, con precedenti analoghi. Le due carte di credito utilizzate erano intestate ad altra persona e da una verifica sono risultate rubate la settimana scorsa.
L’ uomo è stato bloccato e portato in caserma; in una perquisizione presso la sua abitazione sono state trovate altre due carte di credito rubate e oltre duemila euro in contanti ritenuti provento dell’attività criminosa.
Alessandro Pino

(Foto Comando Provinciale Carabinieri Roma)

image

Inseguimento da film alla Bufalotta – di Alessandro Pino

14 Feb

image

Scene da film d’ azione questa mattina in zona Bufalotta con un inseguimento di alcune pattuglie dei Carabinieri alle calcagna di un individuo su una macchina. A quanto pare la caccia all’ uomo era iniziata a Tor Bella Monaca sul Raccordo verso le nove e arrivati all’ altezza della rampa per la Bufalotta il fuggiasco ha abbandonato la vettura scavalcando il guard rail e proseguendo a piedi. È stato però catturato in via Melbourne nei pressi di un asilo nido.
Alessandro Pino

(Si ringrazia per le immagini Manuel Bartolomeo)

image

Immagine

Flash – La sfiducia alla Presidente del III Municipio è stata calendarizzata per mercoledí 21 febbraio

13 Feb

È notizia di poco fa che la conferenza dei capigruppo ha calendarizzato la mozione di sfiducia richiesta dai tredici consiglieri di opposizione nei confronti della Presidente pentastellata del Municipio, Roberta Capoccioni, protocollata il primo febbraio scorso.

Il consiglio municipale che potrebbe porre fine alla consiliatura Capoccioni è fissato il 21 febbraio 2018, con apertura dei lavori alle 13,30.

Le reazioni politiche

– In rigoroso ordine di risposta –

Paolo Marchionne, capogruppo Pd in consiglio: “È l’epilogo di una avventura disastrosa. Non credo che molti rimpiangeranno una giunta arrogante e pasticciona, senza alcuna conoscenza dei nostri quartieri e nessuna idea di sviluppo per Montesacro. Con l’unico merito di essere legati tutti a doppio filo con i notabili del Movimento e niente altro.”

Emiliano Bono, capogruppo FdI:”La compagine grillina non ė mai stata compatta, litigi e rancori in seno al movimento hanno bloccato per quasi 2 anni il III Municipio, il 21 il Consiglio ha la possibilità di mandare a casa un’amministrazione fallimentare, e sarà un avviso di sfratto per Virginia Raggi.”

Tor Lupara: spacciatore arrestato – di Alessandro Pino

13 Feb

image

È finito agli arresti domiciari un ventiquattrenne di Tor Lupara che nel corso di un controllo vicino alle palazzine di via XXIV Maggio avvenuto durante l’ ultimo fine settimana è stato trovato dai Carabinieri della stazione di Mentana con cinque dosi di cocaina nella propria auto e centoventi euro frutto dell’ attività di spaccio. Il giovane, già noto alle forze dell’ ordine, rimane a disposizione dell’ autorità giudiziaria di Tivoli.
Alessandro Pino

Per scippare una donna la trascina a terra con la macchina a piazza Sempione: slavo arrestato – di Alessandro Pino

12 Feb

image

Arrestato dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Monte Sacro uno slavo senza fissa dimora e con precedenti per rapina e ricettazione che a piazza Sempione, a bordo di una vecchia Fiat Uno rubata, per scippare una donna cinquantatreenne la aveva trascinata per diversi metri sull’ asfalto. La vittima stava attraversando  piazza Sempione quando è stata avvicinata dallo slavo sulla Uno che sporgendosi dal finestrino ha afferrato con la mano sinistra la tracolla della borsa – reggendo il volante con l ‘altra –  e accelerando. La donna ha tentato di resistere rovinando a terra e finendo trascinata per alcuni metri.
Aiutata da un passante è riuscita a chiamare il 112 e i Carabinieri dopo una breve ricerca in zona sono riusciti ad intercettare e a bloccare lo slavo recuperando la refurtiva. Il delinquente è stato portato in caserma in attesa di essere processato per direttissima.
La vittima per fortuna non ha avuto bisogno di ricorrere a cure mediche.
Alessandro Pino

Sequestro di armi ai Prati Fiscali: un arresto – di Alessandro Pino

11 Feb

image

Arrestato per detenzione illegale di armi da sparo  ieri pomeriggio in via Pienza (zona Prati Fiscali) dai Carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia Roma Cassia un trentottenne romano disoccupato e con precedenti. L’ uomo da tempo era  sospettato di essere in possesso di armi di dubbia provenienza ed era stato messo sotto sorveglianza. Durante un controllo sul suo veicolo e nella sua abitazione, i Carabinieri hanno trovato una pistola Beretta con matricola abrasa nel cui caricatore vi erano due cartucce illegalmente detenute ed un revolver Smith & Wesson calibro 357 con diciassette cartucce intestato ad una persona deceduta.
Le armi sono state sequestrate e inviate alle strutture di competenza per accertarsi di un loro eventuale utilizzo in azioni criminose. L’arrestato è stato portato e trattenuto in caserma in attesa del rito direttissimo.
Alessandro Pino

(foto Comando Provinciale Carabinieri Roma)

Auto e motorini in fiamme: incubo incendiari a Monte Sacro e Bufalotta – di Alessandro Pino

10 Feb

image

Nuovi incendi di veicoli parcheggiati in strada infiammano le notti del Terzo Municipio: tra l’otto e il nove febbraio in via Monte Senario e via Monte Bianco (entrambe a Monte Sacro e poco distanti tra loro) sono finiti in cenere motorini e autovetture. Solo  tre settimane fa a via Luciano Zuccoli (zona Bufalotta) in un altro rogo erano andati distrutti undici motorini.
Alessandro Pino

(Foto dalla rete e di Manuel Bartolomeo)