Immagine

Viale Jonio: va a consegnare fiori il primo maggio, 533 euro di multa- di Alessandro Pino

4 Mag

[ROMA]Le cronache italiane delle ultime settimane hanno riportato diversi casi di contravvenzioni (inizialmente addirittura denunce) per inosservanza dei provvedimenti di limitazione alla circolazione anti Coronavirus che hanno suscitato perplessità nel pubblico per le circostanze in seguito a cui sono state elevate le contestazioni da parte degli operanti. Tra questi è apparso sulla stampa anche quello di Alice Bonifazi, imprenditrice specialista degli addobbi floreali di prestigio molto nota e richiesta nei ricevimenti che contano, multata per la notevole somma di oltre cinquecento euro lo scorso primo maggio mentre su viale Jonio andava a consegnare dei fiori. Alice ha affidato a uno sfogo in rete il suo comprensibile disappunto, riferendo della preoccupazione per il futuro quando i vari impegni e commesse che aveva in agenda per i prossimi mesi erano stati rinviati dai clienti all’anno prossimo. Alice però non si era persa d’animo proseguendo almeno via social a fare conoscere la sua attività a un pubblico più vasto e generalista di quello elitario che si rivolge abitualmente alla sua capacità professionali. Per questo quando era arrivata la richiesta di preparare e consegnare una composizione floreale con cui un ragazzo voleva fare una sorpresa alla sua fidanzata, aveva accettato volentieri l’incarico: certo meno impegnativo dei raffinati allestimenti tanto apprezzati da una clientela elitaria ma intanto serviva a proseguire il lavoro in qualche modo e a rimanere attiva. Invece, come detto, è stata fermata da una pattuglia e sanzionata. Una multa pesante specie in un periodo in cui il lavoro si è fermato, grande amarezza e frustrazione per il cittadino che si sente precipitato in incubo alla Orwell.
<Le multe non le fanno le macchine ma gli esseri umani, mi chiedo dove è finito l’umanità e il buon senso in un momento così drammatico per l’Italia in cui il commercio Made in Italy è in ginocchio> ha scritto Alice, annunciando inoltre di aver dato mandato a uno studio legale per preparare il ricorso.

Alessandro Pino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: