Annunci
Tag Archives: DeDesign

“The Sign of Rome”: il contagio del bello per far splendere di nuovo la Capitale – di Alessandro Pino

1 Mag

C’è un gruppo di illuminati imprenditori romani – attivi principalmente nel settore dell’arredo di alto livello e basati nella zona dei Prati Fiscali – che ha deciso di riunirsi in una associazione al fine di arginare attivamente il progressivo deterioramento del territorio di cui tutti viviamo quotidianamente gli effetti nefasti.  Tra leiniziative da loro promosse vanno ricordati la pulizia di via dei Prati Fiscali con lo slogan “Pulimose Roma” assieme a Retake Roma e l’intervento artistico dello scultore Andrea Gandini sui tronchi di alberi ormai defunti lungo la stessa strada. Gli incoraggianti risultati in termini di consenso e virtuoso contagio tra la cittadinanza  hanno convinto il gruppo di commercianti a rendere più ambizioso e vasto il loro progetto, estendolo a tutto il territorio capitolino. Per rendere 

image

significativo il passaggio a un livello superiore hanno deciso di ribattezzare l’associazione, chiamata inizialmente “DeDesign”: è nata così “The Sign of Rome” , evocativo giuoco di parole tra Design e Sign (firma). L’associazione è presieduta da Farshad Shahabadi  ed è composta da Zarineh Tappeti, 197 Piermarini Design, Linea Gaggioli, Ruega Materassi, Elettrica Morlacco, Centro Musicale, Ad Arredo Design, Mobilnovo.

Alessandro Pino

Annunci

Pulizie di primavera sabato 22 aprile a Talenti e ai Prati Fiscali – di Alessandro Pino

18 Apr

Si annuncia un sabato all’insegna delle grandi pulizie di primavera in due strade del Terzo Municipio della Capitale: per la mattina del prossimo 22 aprile sono infatti previsti praticamente in contemporanea due interventi di bonifica e cura del territorio da parte dei cittadini, in via dei Prati Fiscali e nell’area verde di via Dario Niccodemi. Nel primo caso 

image

l’iniziativa – che fa seguito ad altre accomunate dallo slogan “Pulimose Roma”) è a cura della associazione DeDesign e di Retake Roma Terzo Municipio, nell’altro è del Comitato di Quartiere Talenti (presieduto da Manuel Bartolomeo).  Per entrambi gli appuntamenti l’inizio è previsto alle nove.
Alessandro Pino

image

Galleria

Andrea Gandini, lo scultore delle opere lignee di via prati Fiscali

17 Mar

Il racconto di una mattinata nello spartitraffico che è divenuto una galleria d’arte a cielo aperto

 

65gandiniInizio marzo, vengo a conoscere lo scultore ingaggiato dall’associazione DeDesign vita a ciò che resta degli alberi abbattuti nello spartitraffico di via di prati fiscali: il servizio giardini non ha la disponibilità per rimuoverli, così, l’unica alternativa alla loro presenza un po’ triste é quella di dargli una nuova vita. Le opere di questo ragazzo le avevo giá viste in via cola di Renzo e mi erano piaciute ma, pur avendolo incrociato, non avevo fatto caso a quanto giovane fosse. Invece qui, nel mezzo delle carreggiate, con il rumore delle auto in fila, inginocchiati sull’erba, il cielo che promette pioggia, davanti a un tronco rinsecchito ho tutto il tempo di osservarlo mentre con uno scalpello da sgrosso abbozza il primo dei suoi lavori. Parla mentre lavora, si ferma a spiegare e a ascoltare. E’ ancora un teen ager, ha diciannove anni Andrea Gandini, (qui la galleria fotografica del lavoro finito, foto di Alessandro Pino https://lucianamiocchi.com/2017/03/09/ecco-i-tronchi-rinati-dello-scultore-andrea-gandini-ai-prati-fiscali-di-alessandro-pino/romano, diploma di liceo artistico e una passione per la scultura su legno. Ha cominciato due anni fa nel garage di casa. I primi rudimenti li ha appresi a scuola, con la modellazione della creta ma per il resto é un autodidatta. Gli piace definirsi artista di strada, perché da quando é uscito dal suo garage ha scoperto che stare tra la gente mentre lavora gli piace molto. Delle sue opere dice che vengono accolte sempre molto bene dai cittadini, perché porta creatività in un oggetto che per definizione é morto. Ci tiene a ribadire che lui opera solo con tutte le autorizzazioni a posto, la burocrazia vuole i suoi rituali.

Bastano pochi minuti per capire cosa intenda questo ragazzo che ha giá ricevuto commesse di una certa importanza, come quella per un grande albergo di Grottaferrata, alta ben venti metri: tranne che per un brevissimo periodo, non siamo mai stati soli, gruppetti di curiosi vengono a vedere, a chiacchierare, a ringraziare perché di sculture nuove ormai in giro se ne vedono poche. Arrivano anche i rappresentanti dell’associazione dei commercianti che ha deciso di riqualificare la zona in cui lavorano, convinti che pulizia e un pizzico di bellezza faranno bene al quartier e alle attività. Nel frattempo, apprezzamenti giungono anche dalle persone alla guida delle auto che rallentano per la fila. Vengo via con un animo sereno come mi capita raramente. L’arte attira attenzione e rispetto, merita di esistere anche qui, in periferia.

(articolo pubblicato su La Voce del Municipio, numero di Marzo 2017)

Luciana Miocchi

Ecco i “tronchi rinati” dello scultore Andrea Gandini ai Prati Fiscali – di Alessandro Pino

9 Mar

image

Ecco in anteprima le immagini dell’intervento artistico operato dal giovane scultore Andrea Gandini in via dei Prati Fiscali (Terzo Municipio della Capitale) sui tronchi di alcuni alberi ormai defunti. Come vedete sono stati scolpiti nel legno i simboli della romanità classica: il Colosseo, la Basilica di San Pietro, la Lupa Capitolina, la Bocca della Verità, il fuoco sacro delle Vestali. L’iniziativa,in corso di completamento, è stata della associazione DeDesign – presieduta da Farshad Shahabadi – che riunisce alcuni illuminati imprenditori della zona.  A breve potrete leggere l’intervista rilasciata dall’artista alla nostra Luciana Miocchi.
Alessandro Pino

image

image

image

image

image

Un burrone da recintare ai Prati Fiscali prima che sia troppo tardi – di Alessandro Pino

25 Feb
image

Farshad Shahabadi

Lungo il confine le vie dei Prati Fiscali e Prati Fiscali Vecchia – nel Terzo Municipio della Capitale – esiste un fossato profondo alcuni metri creatosi in anni ormai remoti, proprio quando fu edificata la grande strada che assunse il nome di quella originaria, rinominata appunto “Vecchia”. La recinzione che ne delimitava il ciglio sul marciapiede di via dei Prati Fiscali però nel tempo ha subìto ripetuti atti di vandalismo, venendo divelta dai sostegni. Il pericolo di cadere nel burrone – specialmente con il buio e se non si è perfettamente lucidi – è dunque concreto e inoltre l’assenza della rete protettiva ha   

image

favorito i soliti barbari che vi hanno gettato dentro rifiuti di ogni genere.
Per questo motivo l’associazione DeDesign – presieduta da Mr. Farshad Shahabadi, uno dei titolari della Zarineh Tappeti – che riunisce alcuni illuminati imprenditori operanti nel quartiere e intenzionati a preservarlo dal degrado, si è attivata  per programmare un prossimo intervento di rimozione dei rifiuti e installazione di una nuova recinzione.
Alessandro Pino

Galleria

Prati Fiscali torna bella grazie a commercianti e cittadini – di Alessandro Pino e Luciana Miocchi

9 Feb
dsc_1117

Farshad Shahabadi

La zona dei Prati Fiscali – nel Terzo Municipio della Capitale – è forse quella in cui a Roma si concentrano maggiormente attività commerciali specializzate nei mobili e nei complementi d’arredo di un certo livello, attirando una clientela che può scegliere di persona da campionari difficilmente reperibili altrove se si escludono certe celebrate vie milanesi. Purtroppo il quartiere – e principalmente via dei Prati Fiscali che gli dà il nome – negli ultimi anni ha scontato un progressivo deterioramento, legato sia a una prostituzione sfrontata ed invasiva ma anche allo scarso senso civico di troppe persone che scambiano la pubblica via per una pattumiera. Un gruppo di illuminati imprenditori – riuniti nella associazione DeDesign – ha deciso però di provare a fare qualcosa di concreto per migliorare le condizioni della strada, organizzando delle giornate di pulizia e sistemazione dell’aiola spartitraffico centrale, ovviamente con l’approvazione del Municipio. «È la prima volta che cittadini e commercianti tutti insieme si stanno riunendo in un grande progetto – dichiara Farshad Shahabadi, titolare di Zarineh Tappeti e presidente della associazione DeDesign – vogliamo rendere questo quartiere il fiore all’occhiello di Roma». All’iniziativa della DeDesign – che comprende Zarineh Tappeti, 197 Piermarini Design, Elettronica Morlacco, Ruega (materassi e reti), Linea Gaggioli, Centro Musicale, Ad ArredoDesign, Teste & Design – hanno fornito un contributo esterno altri esercizi della zona: Roche & Bobois, Mobilnovo, I Sargassi, Europcar, Buffetti, DivanIdea, Giuseppe Tornatora, Renault Autopiù, Il Corridore, Ferramenta Tito, Tintoria Antonella, Event Bar, SoleLuna Bar, Abiti da Lavoro Quadra, Carrefour Prati Fiscali, Ottica Mencarelli. A un primo intervento eseguito nelle scorse settimane rivolgendosi a una cooperativa specializzata, ne è previsto un altro che si svolgerà il 12 febbraio in collaborazione con Retake Roma Terzo Municipio e del Comitato Salviamo Prati Fiscali.

Luciana Miocchi e Alessandro Pino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: