Annunci
Tag Archives: Smart
Immagine

Bufalotta: Smart spolpata dai predatori – di Alessandro Pino

4 Set

(Roma) – Amara sorpresa questa mattina per il proprietario di una Smart, residente in zona Bufalotta: come già accaduto diverse volte agli automobilisti di altri quartieri del Terzo Municipio, ha trovato la sua vettura letteralmente spolpata dai soliti razziatori. All’utilitaria tedesca sono stati asportati il cofano anteriore completo di fanali, le porte e la radio. Chiaramente un furto che va ad alimentare il mercato nero dei pezzi di ricambio e mostra una volta di più il livello di insicurezza in cui sono piombate le strade del Terzo Municipio e delle nostre città in generale.

Alessandro Pino

Annunci

Viale Libia: senza patente e al cellulare sulla Smart minaccia i Carabinieri che lo fermano – di Alessandro Pino

4 Mar

image

Multato e denunciato per minaccia e resistenza a pubblico ufficiale dai Carabinieri della Stazione Roma viale Libia un ventiseienne romano fermato al volante della sua Smart mentre parlava al cellulare. Il giovane aveva dapprima cercato di allontanarsi con l’auto, dopodichè visto che le verifiche si prolungavano ha inveito contro i Carabinieri minacciandoli ripetutamente e opponendo resistenza alle operazioni di controllo. Per questo
è stato portato in caserma dove si è scoperto  che  era anche senza patente di guida, smarrita qualche giorno prima.
Alessandro Pino

Nemmeno un giorno e il semaforo è di nuovo girato. Perche?

11 Mar

11marzo 2012 prime ore del mattino. La lampada dedicata al traffico automobilistico risulta girata verso l'interno del vicino parcheggio. Era stata riposizionata nel pomeriggio dell'11.

A nemmeno sedici ore dall’intervento della manutenzione semaforica, sull’impianto teatro dell’incidente mortale di venerdì, il semaforo pedonale, che potrebbe aver avuto un ruolo determinante nello svolgimento dei fatti poichè le lampade pedone-traffico automobilistico erano erroneamente appaiate, è di nuovo fuori posizione.

Alle 16 circa, di ieri dieci marzo, a ventiquattro ore dal verificarsi della tragedia, gli operai scesi da due furgoni bianchi impiegati per la manutenzione degli apparati semaforici  ricollocavano la lanterna nella giusta posizione.

il semaforo nella posizione corretta, ripristinata intorno alle 16 del 10 marzo 2012

Nell’andare a fotografare nuovamente l’incrocio ci si accorgeva che la lampada del traffico automobilistico era chiusa e tenuta insieme da alcune fascette di plastica, segno che era stata riparata, in qualche modo.

Stamattina, undici marzo, prime ore del mattino, come foto, sempre la stessa lampada del traffico automobilistico, risulta nuovamente girata, questa volta verso l’interno del parcheggio. Non vi sono segni evidenti di urti, quindi la cosa dovrebbe avere un solo significato. La stessa lampada ha i sistemi di ancoraggio oramai logori e andrebbe sostituita. Indirizzata verso l’interno non è in grado di provocare danni, il semaforo principale degli automobilisti è regolarmente posizionato. Se si girasse nuovamente appaiandosi al segnale pedonale?

A.P. /L.M.

All’incrocio della tragedia. Un semaforo rimesso a posto a tempo di record

10 Mar

Ampio risalto stamattina sui giornali all’indicente mortale avvenuto ieri, sulla via Salaria, a Settebagni. Alcuni non risparmiavano le generalità complete di vittima ed investitrice, altri si limitavano alle iniziali. Una regola scritta precisa non c’è, viene rimesso alla sensibilità di chi scrive fare una scelta piuttosto che un’altra.

Repubblica ha messo in pagina una foto dell’incidente che  non corrisponde al vero scenario. Viene indicato come luogo della tragedia il ponte del Gra, al confine tra Castel Giubileo e Settebagni, dove il semaforo non esiste proprio.

Tutto è accaduto nei pressi del semaforo situato all’altezza della Lamborghini, dove via del casale di settebagni incontra la via salaria. La carreggiata è ampia. C’è un semaforo per le auto ed uno dedicato ai pedoni, con la possibilità di fermarsi al centro, in una specie di isola protetta dai guard rail. Per chi attraversa qui la prima volta è un’esperienza che non si dimentica facilmente. Le macchine ripartono fulmineamente, se il semaforo è aperto possono transitare fino al limite consentito di 70 km/h, che se da dentro l’abitacolo può sembrare una  velocità contenuta, altrettanto non è per chi attende fuori, con lo spostamento d’aria provocato dai veicoli in marcia ed il rumore dei motori. Non è un posto dove si attraversa a cuor leggero. L’attenzione del pedone è massima e anche l’automobilista sa che una frenata disperata all’ultimo secondo non serve a molto.

dettaglio delle lanterne del semaforo pedonale appaiate erroneamente nella stessa direzione

semaforo che governa l'attraversamento pedonale

lampada del semaforo pedonale lato Api. Spenta fino alle 26 di oggi, 10 marzo

Alle 14 di oggi il semaforo pedonale sistemato dal lato degli uffici Api – visibile cioè a chi deve raggiungerli arrivando dal lato Tevere – risultava ancora  spento. Funzionante invece quello visibile a chi deve raggiungere il lato fiume partendo dall’ Api. Sullo stesso palo che sorregge quest’ultimo si trova inoltre la lanterna che fa da ripetizione del segnale per i veicoli che arrivano da Settebagni in direzione verso Gra. Orientata male, praticamente non era visibile ai conducenti ma risultava appaiata a quella pedonale. Ad attraversare la sede stradale, quindi, ci si trovava di fronte a due segnali appaiati e contrastanti, uno rosso ed uno verde, con l’unica differenza che uno raffigura un pedone, l’altro una freccia.

ore 16 circa le lampade del semaforo riposizionate in maniera corretta

Alle 16 venivano notati due furgoni bianchi con la scritta “manutenzione semafori” o qualcosa di simile. Un quarto d’ora dopo le lampade risultavano nella posizione corretta.  Non è compito di chi scrive trarre conclusioni, ma alcune persone che lavorano in zona riferiscono che le condizioni dell’impianto semaforico erano le stesse da diverso tempo e nessuno era mai intervenuto.

 

A.P. /L.M.

aggiornamento sull’incidente mortale del 9 marzo a Settebagni

10 Mar

Ormai è di dominio pubblico, la ragazza investita in bici e quella che l’ha investita, appartengono alla stessa comunità. La cosa rende ancora più dolorosa, se possibile, l’intera vicenda. Le testimonianze raccolte al momento sono discordanti, mentre alcuni quotidiani on-line parlano tout court di “semaforo rosso”. La polizia provvederà agli interrogatori formali del caso, nel frattempo sono stati acquisiti i filmati delle numerose telecamere a circuito chiuso che proteggono le attività nella zona.

A.P. /L.M.

aggiornamento sull’incidente a Settebagni tra una smart ed una bicicletta, traffico in tilt su via Salaria

9 Mar

– tempo reale –

La ciclista investita,  una ragazza romana di 22 anni di cui sono state diffuse solo le iniziali A.D.P. è deceduta in un secondo momento, dopo essere stata prelevata dall’ambulanza. La persona che era alla guida della Smart, subito posta sotto sequestro per i doverosi rilievi, è attualmente in stato di shock, in preda alla disperazione. Non si capacita della morte della giovane donna,  cui si è fermata a prestare soccorso subito dopo l’incidente. E’ risultata negativa ai test antidroga e antialcol a cui è stata sottoposta. Al momento dell’incidente si stava recando sul posto di lavoro in zona Labaro. Attualmente non è ancora ben chiara la dinamica dell’incidente, le testimonianze raccolte sul posto dalla polizia stradale sono discordanti sul colore del semaforo al momento dell’impatto.

A.P. /L.M.

Settebagni: incidente tra una smart ed una bicicletta, traffico in tilt su via Salaria

9 Mar

– tempo reale –

Allo stesso incrocio tra via Salaria e via del casale di Settebagni dove due anni fa, il giorno di Natale morirono due persone che viaggiavano su di una macchina di cui il conducente perse il controllo andando a sbattere contro la divisione della carreggiata, poco fa c’è stato un incidente tra una Smart che marciava in direzione Gra ed una bicicletta, il cui guidatore molto probabilmente stava attraversando utilizzando il semaforo pedonale. La vettura ha il parabrezza in frantumi. Già sul posto i soccorsi. Al momento si registra una lunga coda tendente ad aumentare, in direzione Gra.

A.P. /L.M.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: