Immagine

Maxi incendio a Casal Bertone: due arresti- di Alessandro Pino

21 Ago

[ROMA] Due persone sono state arrestate dai Carabinieri perché ritenute responsabili del disastroso incendio divampato ieri pomeriggio in un campo di sterpaglie nei pressi di via Di Galla Placidia e propagatosi nei dintorni al punto di mettere a rischio attività commerciali e abitazioni della zona di Casal Bertone.
Sono un senegalese quarantaduenne e un italiano sessantasettenne che avevano dato a dei cumuli di rifiuti anche di genere speciale e pericoloso per smaltirli illecitamente. Le fiamme però sono andate fuori controllo e si sono propagate alle sterpaglie facendo divampare il gigantesco rogo. Quando i militari sono arrivati hanno fermato il senegalese che cercava di allontanarsi scavalcando una recinzione. Subito dopo è stato individuato anche l’italiano, risultato proprietario del terreno da cui è partito l’incendio, che durante le operazioni di spegnimento per sviare i sospetti su di lui aveva riferito di essere un dipendente di un’attività commerciale vicina. Si è però scoperto rapidamente che per smaltire illegalmente i cumuli di rifiuti accatastati sul suo terreno si era fatto aiutare dal senegalese. I due sono stati arrestati con le accuse di combustione illecita di rifiuti speciali pericolosi e incendio boschivo.
Alessandro Pino

(Foto Comando Provinciale Carabinieri Roma)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: