Immagine

Tufello: picchia la madre minacciandola con una mannaia e coltiva droga in casa, arrestato

24 Ago

[ROMA] Un trentanovenne italiano con precedenti è stato arrestato dalla Polizia al Tufello per maltrattamenti in famiglia e per produzione e traffico di stupefacenti.

Agli agenti delle Volanti era arrivata la segnalazione relativa a una donna malmenata in via Monte Soprano. Giunti sul posto, hanno trovato nell’androne del
palazzo un uomo in evidente stato di agitazione che impugnava una mannaia da macellaio.

Gli agenti gli hanno ordinato di lasciar cadere a terra l’arma e dopo aver eseguito la richiesta, l’uomo ha riferito loro di non aver fatto nulla ed è stato messo in sicurezza.

I poliziotti hanno poi ascoltato la vittima, una settantaquattrenne madre dell’uomo, rifugiatasi nel frattempo a casa di un vicino: la donna ha riferito di avere subito l’ennesima aggressione con percosse e minacce di morte da parte del figlio, armato di mannaia, aggiungendo che solo per paura non era mai riuscita a denunciarlo né si era mai fatta medicare al pronto soccorso.

Accompagnata in ospedale dai sanitari fatti arrivare sul posto, la sventurata è stata refertata con alcuni giorni di prognosi per trauma periorbitale, trauma contusivo della spalla e del braccio e una contusione dell’emitorace.

Inoltre gli agenti hanno sentito un forte odore di stupefacente proveniente dal balcone dove infatti c’erano cinque piante di marijuana, sequestrate assieme alle lampade a ultravioletti usate per coltivarle e alla mannaia.

Portato in ufficio, il figlio è stato arrestato.

(A cura di Alessandro Pino)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: