Annunci
Tag Archives: Niccolo CArosi

Torna a Roma “In punta di Donna” il 14 dicembre al Teatro Manhattan – di Alessandro Pino

12 Dic

image

Il 14 Dicembre al Teatro Manhattan di Roma (via del Boschetto 58) torna la nuova edizione capitolina di “In punta di donna“, iniziativa artistica e culturale organizzata dal presidente dell’associazione Roma Restyle, il regista Michele Vitiello: 《Dare voce all’esperienza creativa, alla emozione, è un ribadire la nostra vicinanza all’arte e alla donna》dichiara Vitiello che con la collaborazione di Giulia Antonini attraversa l’Italia portando un dibattito di sensibilizzazione per mezzo dell’espressione artistica. La serata condotta da Nicolò Carosi alternerà  riflessioni a momenti di poesia: ad aprire il programma sarà l’intervento Donne in danza di Annamaria Corea, docente presso il Dipartimento di Storia dell’arte e dello Spettacolo della Facoltà di Lettere e Filosofia della Sapienza – Università di Roma. Seguiranno le letture poetiche di Maria Vittoria Catapano e Bianca Maria Simeoni con cui si vuole confermare l’intenso legame fra poesia e donna.
Donna, poesia, danza e la figura della sciamana saranno gli argomenti trattati dal sociologo e letterato Riccardo Cancellieri. Alessandra Filiaci  racconterà la donna attraverso i tarocchi. La psicoterapeuta Maria Cristina de Montis, autrice di Caramelle, proporrà il tema maternità – adozione, estremamente attuale nella società dell’oggi. Chiuderà la serata il giornalista e scrittore Fabio Torriero con il racconto inchiesta “Il silenzio di Irma” che racconta la terribile vicenda di una donna ancora adolescente sottratta alla società e internata in una struttura per malati mentali fino alla morte. Protagonista sarà anche la figura della divina Maria Callas: a quarant’anni dalla sua scomparsa avvenuta il 16 settembre del 1977, viene ricordata nella Capitale con un evento espositivo dal titolo “Callas e Roma – Una Voce in Mostra”, in programma dal 12 dicembre al 21 gennaio, presso lo Spazio Eventi Tirso. 
L’esposizione, a cura di musicaPERformare con il sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, nasce grazie al fondamentale contributo di Giovanna Lomazzi che fu amica intima, assistente personale e memoria storica della Callas. L’inizio è previsto per le ore 18.
Alessandro Pino

Annunci

Quando rubano tutto a una anziana, anche la fiducia – di Alessandro Pino e Luciana Miocchi

3 Ago
image

Giordana, Niccolò e Michele

 

 

 

Ci sono reati particolarmente odiosi, di quelli che – pur senza che ci sia stato spargimento di sangue – ti fanno pensare che ormai non c’è più rispetto per niente e per nessuno e che fanno prudere le mani. Come quelli contro bambini e vecchi indifesi. Per esempio, quando ci si approfitta delle malferme condizioni fisiche  e psichiche di una donna anziana per derubarla di ogni suo avere, privandola anche della possibilità di vivere in casa propria. L’ultimo esempio in ordine di tempo arriva in questi giorni da Fonte Nuova, cittadina a nord est della Capitale, dove i Carabinieri hanno tratto in arresto una donna accusata di aver approfittato di una vicina di casa, facendosi nominare procuratrice generale, vendendo tre immobili della donna settantasettenne e intascandone il ricavato, per di più allontanandola di casa e dai suoi affetti, chiudendola in un ospizio o casa di riposo, come si preferisce chiamarlo ora, cercando di ammorbidirne il significato senza cambiare la sostanza. La vittima, Giordana Canti,  con un passato brillante da giornalista e molto nota nella zona, presidente dell’associazione Nuovo Risorgimento, di cui si occupava coadiuvata dal vice presidente Niccolò Carosi, era così caduta nella trappola perfetta costruita da chi si era finta amica disinteressata. Per sua fortuna però, ci hanno pensato alcuni giovani amici di Giordana, che ne avevano improvvisamente perso il contatto giornaliero,  a mandare all’aria il piano criminoso: il regista Michele Vitiello e lo stesso Niccolò Carosi – il primo, presidente e il secondo, vice presidente dell’associazione Roma Restyle, di cui l’anziana è socia onoraria. I due ragazzi hanno capito che qualcosa non andava e si sono mossi allertando anche la trasmissione televisiva “Le Iene” che aveva portato all’attenzione del pubblico la situazione, trasmettendo un servizio nell’aprile scorso, seguito da tantissime segnalazioni. I Carabinieri di Mentana, coordinati dalla Procura della Repubblica presso il tribunale di Roma,  hanno cominciato ad indagare. Indagini che hanno portato all’arresto ai domiciliari della vicina di casa e anche al sequestro dei beni liquidi sottratti con l’inganno, di cui si era appropriata illeggitimamente . Ora rimane da restituire il maltolto e la serenità a Giordana. Il peggio sembra essere passato.
Alessandro Pino e Luciana Miocchi

Galleria

“In punta di Donna” in scena al Teatro Italia. Contro ogni forma di violenza alle donne

6 Apr

12919712_10154110623219241_5188105926002607371_nDomenica 3 aprile al Teatro Italia è andata in scena la seconda edizione “In punta di Donna”, rassegna itinerante contro ogni forma di violenza: fisica, verbale, psicologica nei confronti dell’universo femminile.

L’iniziativa, di cui è stata madrina l’Etoile del Teatro dell’Opera di Roma Gaia Straccamore, con il patrocinio del Ministero dell’Interno, della Regione e del Consiglio del Lazio e dall’Assessorato alla cultura del II Municipio; sotto il buon auspicio del presidente del Senato, Pietro Grasso, ha visto esibirsi sul palco numerose accademie di Roma. Da Treviso è arrivata la scuola CLap Project, un gruppo di donne accomunate dal fatto di essere mamme.

La kermesse era iniziata già al mattino, con la presentazione del libro di Alma Minghi La custode dei se.

Novità di questa edizione è stato il Premio Coreografico, assegnato dai ballerini e coreografi Kristian Cellini e Vittorio Di Rocco, qui in veste di giudici, che ha visto la partecipazione di oltre 100 ballerini.

La Bilotta’s Dance Academy si è aggiudicata fuori concorso il trofeo del primo premio coreografico. Premiati inoltre la compagnia “Clap Project”, prima classificata con “Legàmi”(coreografia di Claudia Ponchia), al secondo posto “Moysicos” con “Rose spezzate” (coreografia di Valentina De Luca),seguita da “Centro Dimensione Danza” con “Libere di essere, libere di vivere” (coreografia di Fiorella Voccia). Il Premio Stampa è stato invece conferito a “Moysicos” per “Apriamo gli occhi”, la toccante coreografia di Daniela Bottiglieri.

La kermesse diretta da Giulia Antonini, presentata da Niccolò Carosi e organizzata da Roma Restyle, che opera nel territorio dal 2007, nasce da una idea del suo presidente, il giovane regista Michele Vitiello.

L’iniziativa “In punta di Donna” è legata storicamente alla Susan G. Komen – Italia, organizzazione di volontariato internazionale che opera nella lotta dei tumori al seno, motivo per cui la rassegna mette a disposizione un fondo, destinato alla Komen stessa che a Roma opera nella struttura del Policlinico A. Gemelli.

LM

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: