Tag Archives: Policlinico Umberto I
Immagine

Tiburtina: picchia la compagna mandandola in ospedale, poi lei denuncia la violenza sessuale | di Alessandro Pino

10 Set

[ROMA] Ha preso a botte la convivente mandandola in ospedale con numerose ferite alla testa, dopodiché si è scoperto anche che in precedenza durante una lite domestica ne aveva abusato sessualmente. Per questo un quarantaduenne romano con precedenti è stato arrestato dai Carabinieri.

È accaduto la sera dell’otto settembre in zona Tiburtina: i militari del Nucleo Operativo della Compagnia Roma piazza Dante erano intervenuti per le segnalazioni di una violenta lite in famiglia: all’indirizzo indicato, hanno trovato una coppia di conviventi che ancora litigavano. Lei, una trentanovenne romana, era evidentemente intimorita essendo stata ripetutamente ferita alla testa e colpita sul corpo.

I Carabinieri hanno separato i due chiamando i soccorsi per entrambi: lui è stato portato all’Umberto I, dove però ha rifiutato le cure; lei al Pertini dove le sono state riscontrate policontusioni e ferite alla testa, venendo dimessa con venti giorni di prognosi.

La donna ha riferito ai militari che alcune giorni prima sempre dopo una lite in casa era stata abusata dal compagno ma in quella circostanza non aveva avuto il coraggio di denunciarlo.

A quel punto lui è stato arrestato con le accuse di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali aggravate e violenza sessuale e portato a Rebibbia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.
Alessandro Pino

Immagine

Largo Beltramelli: donna incinta picchiata dal convivente | di Alessandro Pino

31 Ago

[ROMA] Ha aggredito la compagna incinta: per questo un trentaquattrenne con precedenti per reati contro la persona e in materia di armi e stupefacenti, è stato denunciato dai Carabinieri e allontanato da casa.

É accaduto la notte del 31 agosto a largo Beltramelli: i militari della stazione Roma Casal Bertone sono intervenuti dopo la segnalazione al 112 di una donna vittima di aggressione, scesa in strada per chiedere aiuto.

Sul posto hanno trovato lei, una trentanovenne in evidente stato di agitazione e incinta. La donna ha riferito ai Carabinieri di essere stata presa a botte in casa dal compagno convivente, come già successo in passato. Soccorsa immediatamente, è stata portata in ambulanza all’Umberto I dove è stata medicata e dimessa con ventuno giorni di prognosi.

Successivamente i Carabinieri sono andati a casa della coppia dove c’era l’uomo: identificato e portato in caserma,
su disposizione del magistrato di turno antiviolenza è stato disposto l’immediato allontanamento dalla casa familiare e la denuncia a piede libero per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali.

Alessandro Pino

Immagine

Umberto I: l’operazione slitta di un giorno e lui sfascia una vetrata | di Alessandro Pino

28 Ago

[ROMA] Quando gli hanno comunicato il rinvio di un giorno di una operazione programmata, ha dato in escandescenze spaccando la vetrata di un reparto e mandandola in frantumi.

É accaduto la sera del 27 agosto al Policlinico Umberto I: protagonista un trentasettenne senza fissa dimora e con precedenti, ricoverato da alcuni giorni per una lussazione a una spalla. Alla notizia dello slittamento dell’intervento l’uomo ha inveito contro i sanitari, iniziando a dimenarsi e finendo con lo sfasciare la vetrata, ferendosi a un braccio.

Sul posto sono intervenuti i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Centro: il paziente (anzi, l’impaziente…) si è scagliato anche contro di loro, tentando di aggredirli e sputando nella loro direzione.
L’uomo è stato denunciato a piede libero per resistenza e violenza a pubblico ufficiale.
Alessandro Pino

Immagine

Brutale pestaggio a Valmontone, un uomo in fin di vita: due arrestati | di Alessandro Pino

16 Ago

[VALMONTONE-RM] Hanno pestato di botte un trentasettenne riducendolo in fin di vita: per questo due romani, padre e figlio di 73 e 44 anni, sono stati arrestati dai Carabinieri a Valmontone per tentato omicidio.

È accaduto nel pomeriggio di Ferragosto in via John Fitzgerald Kennedy: i militari della locale Stazione sono stati inviati in una abitazione dove era stata segnalata una violenta lite fra tre persone.

Quando sono arrivati hanno trovato un
un uomo a terra privo di sensi e con delle vistose ferite alla testa per i colpi ricevuti dai due.

Secondo la ricostruzione dei Carabinieri, i motivi del brutale pestaggio sarebbero di tipo sentimentalie: la vittima sarebbe infatti il nuovo compagno della ex del quarantaquattrenne.

Costui era agli arresti domiciliari nella casa del padre con il permesso di allontanarsi dalle 8 alle 10: verso le 9 di Ferragosto è andato nell’abitazione dove aveva convissuto fino a poco tempo prima con la ex compagna e dove lei risiede ancora, trovandovi il trentasettenne e iniziando una lite.

Poco dopo è arrivato il settantatreenne che ha preso parte alla lite, aiutando il figlio nel pestaggio del rivale. La vittima è stata trasportata inizialmente all’ospedale di Palestrina ma nel pomeriggio il quadro clinico è peggiorato ed è stata quindi trasferito al Policlinico Umberto I di Roma, dove rimane in prognosi riservata e in imminente pericolo di vita.

Padre e figlio sono stati ammanettati, portati in caserma e da lì in carcere.
Alessandro Pino

Immagine

Viale Adriatico: ragazzino esce da scuola e viene investito da un furgone | di Alessandro Pino

10 Apr

[ROMA] Paura a Monte Sacro nel pomeriggio dell’otto aprile per un ragazzino di undici anni investito da un furgone delle Poste all’uscita di scuola. Secondo quanto riportato dal Messaggero il giovane aveva appena terminato le lezioni all’Istituto Comprensivo di viale Adriatico, uscendo da una porta secondaria adiacente l’ufficio postale attualmente utilizzata per il distanziamento anti Covid. A quanto pare, proprio in quel momento è stato urtato dal furgone che procedeva all’indietro- forse per un guasto ai freni o perché parcheggiato senza freno a mano inserito- venendo sbalzato contro un’auto in sosta. Il ragazzo è stata portato in codice rosso al Policlinico Umberto I.
Alessandro Pino

Immagine

Una bella iniziativa giunta al secondo anno: doni ai bimbi ricoverati a Natale – di Luciana Miocchi

14 Dic

La forza e la costanza di una mamma del III Municipio, sempre in prima linea nell’organizzare iniziative a favore dei bambini in difficoltà, porta anche quest’anno doni ai piccoli ricoverati dell’Umberto I e a una casa famiglia del Municipio.

Dice Ilaria Tamantini: «Anche quest’anno, nonostante la pandemia da covid-19,sono riuscita a trovare un accordo con dei reparti ospedalieri del policlinico Umberto primo di Roma, con la sede distaccata di neuropsichiatria infantile sita in via dei sabelli e con una casa famiglia sita a Montesacro che si occupa anche dei bambini di Scampia, per la distribuzione di doni per i bambini ricoverati per Natale. La mia iniziativa nasce dall’esperienza personale di tanti ricoveri avuti per mio figlio, durante i quali è cresciuta in me la volontà di regalare un momento di magia ai piccoli guerrieri e donare loro un sorriso. Mi occupo regolarmente di famiglie con bambini speciali, a cui, tramite un pool di avvocati che hanno messo a disposizione la propria professionalità, offriamo supporto legale gratuito per far rispettare alle istituzioni i loro diritti, troppo spesso calpestati. Ma torniamo al Natale. Chi volesse aderire può acquistare un dono(Babbo Natale fabbrica regali con l’aiuto dei suoi elfi! Quindi il prodotto deve essere nuovo; sono ben accetti giochi di società, peluche, libri, puzzle, bambole, costruzioni morbide e tutto ciò che la vostra fantasia propone! Una volta acquistato il dono potete incartare il regalo scrivendo sopra di cosa si tratta (in piccolo) oppure chiudere con carta trasparente e un bel fiocco (questo mi aiuterà nella distribuzione).

Questi doni devono essere consegnati direttamente a me entro il 19 dicembre 2020, in modo che possa poi portarli a destinazione il 21 dicembre. Potete contattarmi al numero 3294833484 per concordare la consegna. Ovviamente sarete aggiornati passo passo sulle date e sulle modalità di distribuzione».

Luciana Miocchi

Immagine

“Io resto a casa”: gli italiani e il Coronavirus nella canzone di Maurizio Martinelli che aiuta il Policlinico Umberto I

2 Apr

a cura di Alessandro Pino

[ROMA] Il prossimo 4 aprile il cantautore Maurizio Martinelli canterà in diretta dal suo studio in anteprima nazionale il brano “Io Resto a Casa”, insieme ad altri pezzi del suo ultimo album “I dettagli di un giorno” trasmettendolo sulla sua pagina Facebook. Maurizio Martinelli, cantautore e speaker della emittente Radio Italia Anni 60, negli scorsi giorni ha dato voce a tutte quelle persone chiuse in casa per il lockdown anti Coronavirus, facendo raccontare loro come stavano vivendo questi momenti così difficili. È così che è nato il brano “Io resto a casa”: <Mentre ascoltavo i racconti, tristi e dolorosi, sentivo forte la pulsione di rendermi utile – racconta Maurizio Martinelli – ho cominciato a buttar giù le parole di getto su un foglio. Scrivevo senza quasi rendermene conto, grazie alle testimonianze di tutti coloro che hanno chiamato per raccontare il dolore, l’angoscia, la paura, le emozioni e le speranze>.
Migliaia di ascoltatori di Radio Italia Anni 60 sono stati coinvolti sui social per contribuire con una propria foto alla realizzazione del video: sono le immagini di volti sorridenti e fiduciosi, di abbracci oggi vietati.
I proventi del singolo “Io resto a casa” saranno integralmente devoluti all’associazione culturale “Capire per prevenire” che si occupa di prevenzione, il cui presidente professor Stefano Arcieri del Policlinico Umberto I ha dichiarato: <Questo nobile gesto da parte di Maurizio Martinelli è motivo di grande orgoglio per noi. Investiremo l’intero importo donato direttamente nell’Azienda ospedaliera Policlinico Umberto I, acquistando materiali e prodotti proprio per le infezioni virali>. Il brano “Io resto a casa” edito dalla casa discografica Videoradio è disponibile sulle principali piattaforme digitali (Amazon, Google Play, Spotify, iTunes).

Alessandro Pino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: